Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Suonare in Cuffia. Si ma quale cuffia per la chitarra?
Suonare in Cuffia. Si ma quale cuffia per la chitarra?
di - user #1107 dal 06/01/2003 |

Ciao a tutti, essendo un chitarrista prevalentemente solitario, mi trovo a passare ore ed ore imbracciando la mia strato o la mia Ovation munita di Airlocks in cuffia con i miei processori preferiti e, quando sono ispirato, registro sul Mac le mie intuizioni musicali. Il primo problema che ho dovuto affrontare è stato quello delle cuffie. Ne ho acquistate diverse ma nessuna mi permetteva di avere quel feeling necessario per suonare con la necessaria tranquillità e soprattutto qualità.

Ho fatto uno studio su internet ed ho visto che di cuffie specifiche per noi chitarristi non esistono, (se esitono qualcuno si faccia avanti e me lo dica, vado a comperarle anche in capo al mondo) infatti come tutti sappiamo, la chitarra è l’unico strumento che riproduce un range di frequenze molto vasto per le quali necessitano appunto di altoparlanti particolari a doppio cono. Per le cuffie il problema non era di facile soluzione e quindi ho dovuto provarne diverse dal mio chitarraio di fiducia sino a giungere alle seguenti conclusioni:

1) Utilizzando una chitarra elettrica ed i nostri processori multieffetto come Korg, Boss, Zoom, Bhering, Line6 etc etc è sufficiente disporre di una cuffia di media/buona qualità tipo Sony, AKG, Sheneiser, Pioneer, Bhering che abbia un Range di Frequenze minimo di 18/20 – 25,00 Hz e più questo range è maggiore, tanto è meglio per l’uso chitarristico;

2) L’impedenza delle cuffie non deve essere troppo alta altrimenti corriamo il rischio di avere in uscita dai nostri processori suoni troppo bassi, intorno ai 31 ohms è un buon valore;

3) Le cuffie devono essere del tipo semi-aperto e questo per evitare di rimanere “soffocati” nel suono, con emicranie e stordimenti se si supera l’ora di attività musicale.

4) La spesa può variare dalle 40 alle 70 Euro. Per uso con la sola chitarra elettrica non vale la pena spendere dippiù.

5) Comunque la mettiamo sui suoni particolarmente distorti la cuffia non rende bene, tali suoni vanno valutati inesorabilmente su amplificatori o casse specifiche. Un Sol preso al 12° tasto sulla 3^ corda fa friggere qualsiasi altoparlante per cuffia. Anche da 1500 Euro in legno (Esiste, l’ho vista)

Discorso diverso se si suona con una acustica elettrificata, utilizzando processori multieffetto specifici per questo tipo di chitarre come ad esempio il Korh PX4A che io possiedo e del quale, una volta riuscito a settarlo come si deve, sono riuscito ad ottenere timbriche acustiche di straordinaria qualità, sia con la Ovation, sia con l’Aria Sinsonido. Ne sono veramente entusiasta, si in uso didattico che di registrazione.

La cuffia che mi ha dato maggiore risposta sotto il profilo qualitativo è la AKG K240 Studio, costa un botto (110 Euro) ma vale tanto. E’ una cuffia che nasce per le esigenze di registrazione e quindi di monitoraggio musicale che ben si adatta per l’uso cretivo suonando sia la Chitarra che altri strumenti in cuffia. E’ semi-aperta, comodissima e la si può indossare per intere giornate senza nessun affaticamento. Torna utile a chi, come me, oltre a suonarci in cuffia con la chitarra, ci effettua l’ascolto del registrato sul MAC per carpire anche il più piccolo errore, quindi per un lavoro di monitoraggio certosino.

Se ci si ascolta la musica sull’HI-FI fa emergere anche le più piccole e insignificanti sfumature musicale, un vero portento.

(Ho ascoltato The Dark… dei Pink Floyd,. Da Cd originale sul mio Hi-FI Sony, con questa cuffia, nel silenzio della stanza e mi è venuta la pelle d’oca, tanta è la differenza da una cuffia per così dire normale, user). Ho scelto questa cuffia per due ovvi motivi, il primo è la qualità audio che riesce a fornire e il secondò la comodità nell’indossarla.

Perché la prediligo con la chitarra acustica è presto detto, riesce a restituirmi tutte le armoniche che un PicUp acustico e quindi Piezo riesce a generare e questo perché ha anche una impedenza di 55 homs. Con la elettrica questa cuffia si comporta molto bene ma “suona piano” in quanto la sua impedenza è leggermente alta.

Come avrete intuito più è alta l’impedenza, maggiore sarà la qualità audio e soprattutto le sfumature audio che ci riesce a fornire, fornendo però un volume di uscita più basso che non sempre è compensabile con i potenziometri dei nostri processori multieffetto portatili. Comunque io la uso anche con la Stratocaster e un multieffetto Korg PX4D e mi soddisfa abbastanza, mi manca solo un po di volume ma le armoniche vengono ben riprodotte. Ripeto se dovete farne un uso solo legato alla Chitarra elettrica e non vi interessa né il monitoraggio su PC, mixer o l’uso con la chitarra acustica, allora optate per una cuffia meno costosa come le AKG K66, Sony D3000V, Bhering 5000 (non consiglio la 3000 è troppo chiusa come suoni).


Per tutte le altre esigenze questa cuffia è fenomenale. 

La AKG è Austriaca e la cuffia è rigorosamente marchiata Made in Austria, ha il cavo che si toglie, placature in oro del Jack e saldature in assenza di ossigeno. Mi è piaciuta molto anche la Sony, tra quelle da me provate ma questa mi ha catturato per l’estetica e perché mi ha impressionato con la prova dell’acustica. AKG produce molti altri tipi di cuffie, che ho provato ma questa ha dei grandi padiglioni per le orecchie ed’è comoda comoda da indossare anche per ore, la K141 studio costava 20 euro meno, suonava più forte era molto bello il suono che usciva, ma già da subito provavo un leggero fastidio alle orecchie, l’ho ritenuta poco comoda per un uso intensivo. A voi la parola, esperienze di cuffie, critiche alla mia recensione etc etc.

Parliamone che sono interessato.

Seguici su Twitter
accessori
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
Una pedaliera imbottita fai-da-te...
DrumPants...
Tru Tuner...
Crank It Drum Tuner...
Pubblicità
Commenti
Io ho appenna regala
di Zangolaccio - user #12285 dal 22/03/2007 | 04/10/2008 @ 14:1
Io ho appenna regalato alla mia ragazza la AKG K141 studio per usarla con l'Ipod (lo so, lo so...è uno spreco, ma cosa ci vuoi fare, son donne...) e provata su HiFi rende davvero bene, sono rimasto impressionato! Non posso fare paragoni con altre cuffie professionali in quanto ho provato solo quella, ma io non ho avvertito il fastidio di cui parli nel tuo articolo. Io l'ho comprata a 80€ e penso li valga tutti per uso HiFi, purtroppo non l'ho provata con la chitarra ma dopo il tuo articolo devo assolutamente farmela prestare di nuovo! PS: complimenti per l'articolo, hai trattato un argomento veramente poco discusso e l'hai fatto davvero bene. Bravo!
Rispondi
Re: Ultrasone
di Davide98 - user #36034 dal 18/11/2012 | 18/11/2012 @ 22:09:36
ciao, da circa due anni posseggo delle ultrasone pro 550, e le uso oltre che per l'ascolto personale anche con la chitarra elettrica ( fender american deluxe hss) , le cuffie sono chiuse.
L'ascolto è spettacolare , i bassi sono riprodotti al meglio grazie al driver da 50mm, certo non sono economiche dato che il prezzo in negozio si aggira intorno ai 180€.
Devo constatare a malincuore che nessuna cuffia rende bene con la chitarra elettrica poiché la si ascolta in mono e non in stereo , sai per caso se si può trasformare il segnale in uscita da una pedaliera da mono in stereo, in modo da poterlo sentire meglio in cuffia?
Rispondi
Re: Ultrasone
di Zangolaccio - user #12285 dal 22/03/2007 | 19/11/2012 @ 07:53:58
Ciao!

Io non uso spesso le cuffie per la chitarra, fortunatamente posso far un po' di confusione in casa, quindi non credo di poterti essere di grande aiuto.

Ad ogni modo ci sono molti pedali che hanno l'uscita stereo, principalmente pedali di modulazione (io avevo un delay della Digitech con doppia uscita).
Con un pedale di quel tipo e un cablaggio dedicato tipo 2 jack maschi mono che convergono in un jack femmina stereo potresti riuscire ad avere il suono della tua chitarra in stereo nelle cuffie! ;-)
Rispondi
cuffie stereo
di Davide98 - user #36034 dal 18/11/2012 | 19/11/2012 @ 15:03:40
il problema è che è necessario un amplificatore,altrimenti la chitarra non suona, io ho una pedaliera boss me 70 e ha l'uscita per le cuffie, ma si sente in mono, magari esiste qualche cavo o un modo per ascoltare direttamente il segnale stereo dalla pedaliera alle cuffie.
Rispondi
Re: cuffie stereo
di Zangolaccio - user #12285 dal 22/03/2007 | 19/11/2012 @ 15:22:15
Dovresti avere un pedale con uscita stereo e simulazione di cassa, progettato appositamente per suonare in cuffia (i Tech21 credo ce l'abbiano).

In alternativa potresti cercare dei processori per chitarra con uscita stereo (vedi i vari Line6 POD, Korg Pandora, Vox Tonelab e altri).
Rispondi
Re: cuffie stereo
di pablo1340 - user #21858 dal 02/12/2009 | 19/11/2012 @ 16:03:31
strano perchè in genere l'uscita cuffie di pedaliere o ampli è stereo....
anche nella ME70

vai al ink

altrimenti una soluzione economica è una cosa del genere:

vai al ink
Rispondi
Concordo
di Maieutica - user #3754 dal 22/02/2004 | 04/10/2008 @ 14:2
Quando voglio studiare senza disturbare nessuno, ricorro anch'io ad apparecchi digitali o VSTi e mi trovo benissimo con un paio di economiche Behringer da 17 euro. Ero orientato anch'io verso le AKG ma in effetti erano sovradimensionate allo scopo e sarebbe un peccato rovinarle con un icco accidentale.
Rispondi
Comunque
di blahblah - user #4966 dal 07/07/2004 | 04/10/2008 @ 14:3
...non è vero che la chitarra elettrica necessita di un range di frequenze amplissimo: gli altoparlanti per chitarra sono tipicamente "inesistenti" oltre i 5kHz e non scendono granchè generalmente al di sotto dei 100Hz , infatti non si usano tweeter o casse a più vie con la chitarra, e anzi si tende ad utilizzare coni parecchio "colorati" sulle frequenze medie e con un discreto rolloff in alto e in basso. Un discorso come lo fai tu è più vero sul basso, che può richiedere un range di frequenze davvero molto più ampio (ma dipende dai gusti musicali), infatti nel campo del basso vi è molta più richiesta per un'amplificazione di tipo quasi "hi-fi", oltre alla diffusione molto più ampia di casse a più vie (woofer + tweeter oppure midtweeter, oppure entrambi, oppure ancora sub + woofer/midbass + tweeter, ecc.). Un discorso del genere è anche applicabile alla chitarra acustica, che tipicamente gradisce una ripresa fedele dell'intero spettro sonoro dello strumento (e infatti la microfonazione della chitarra acustica, per ottenerne un suono pieno e ricco, è quasi un'arte). Certo, comprarsi le cuffie per poter ascoltarsi mentre si suona la chitarra acustica non ha senso :-D
Rispondi
non è stata GAS (forse)
di dolsk - user #5214 dal 08/08/2004 | 04/10/2008 @ 14:4
ho strimpellato le mie chitarre per diverso tempo, ascoltandole con una AKG K 171 (buonissima cuffia) ma avendo la frustrazione (a quanto pare assai diffusa) di "suonare" solo in casa, ho cercato di vedere se era possibile migliorare LE SENSAZIONI, ebbene si, nella seppur limitata offerta di cuffie di un certo livello nella mia città, ne ho trovata una che anche un rozzo musicista come me, ne ha notato subito la superqualità, si tratta della SONY MDR 7509 HD . Aspetti tecnici a parte, che non saprei descrivere, è davvero una super cuffia (portroppo anche nel prezzo ma li vale tutti). considerate di provarla se vi capita tra le mani. ciao a tutti
Rispondi
Io solo AKG,ne ho av
di plettrox - user #6758 dal 10/02/2005 | 04/10/2008 @ 14:4
Io solo AKG,ne ho avute tante e mi trovo bene.
Rispondi
Anch'io ho la AKG 14
di Jumpy64 - user #14406 dal 29/03/2008 | 04/10/2008 @ 14:5
Anch'io ho la AKG 141 e mi ci trovo bene :)
Rispondi
GRADO SR60
di giuseppe63 - user #15210 dal 21/06/2008 | 04/10/2008 @ 15:0
dopo attento studio, mi sono fatto portare un mesetto fa dagli USA queste fantastiche Grado SR60, $69 + tasse ( circa € 50), bassa impedenza ed alta dinamica, perfette sia con l'iPod che con il mio impianto HiFi e, soprattutto, con il mio Vox amPlug!!! La Grado è un'azienda newyorkese pressochè sconosciuta da noi e le cuffie hanno un aspetto molto *vintage* (che a me personalmente piace, ma a chi ha ormai l'occhio sulle *fashion headphones* attualmente in voga... non so), si trovano comunque on line in Europa (basta fare una ricerca su eBay) naturalmente però pagandole un bel po' in più... se però avete la possibilità di prenderle (o farvele prendere) direttamente negli States, a quel prezzo sono IMBATTIBILI!
Rispondi
Io le odio!
di pow - user #13213 dal 30/08/2007 | 04/10/2008 @ 15:1
Odio le cuffie, odio registrare le chitarre acustiche in studio (tra cuffie e microfoni mi sento in gabbia), odio sentire "male" (quando suoni in cuffia la risposta dello strumento sembra diversa, lontana, fredda). Preferisco le mie piccole creative 5.1 o l'amplificatore. Anche io uso processori per comodità (preferisco i suoni dell'ampli), ma in cuffia non c'è niente che mi soddisfi anche solo al 10%. Il suono, per come la vedo io, deve essere aperto, deve arrivare da tutte le direzioni e deve entrarmi nell'"anima", devo sentire vibrazioni anche nel fegato! Una cuffia non renderà mai giustizia al suono della elettrica, specie ai distorti. Per cui, secondo me, non vale la pena di spendere più di 20 o 30 euri per una cuffia.
Rispondi
Complimenti per l' a
di simonec78 - user #13803 dal 18/12/2007 | 04/10/2008 @ 15:2
Complimenti per l' articolo. Dicono che le AKG siano le cuffie "meno sbagliate" per fare i premix in cuffia. Ci sto sbavando gia' da un po'...
Rispondi
AKG 242 HD
di vaizoso87 - user #16036 dal 07/09/2008 | 04/10/2008 @ 15:2
Io ho appena acquistato le AKG 242 HD (prima di queste usavo delle Sony MDRX-D100 che avevo preso durante un viaggio di piacere ad Amsterdam...) è tutta un'altra cosa! Ascoltando un normale CD senti cose che agli ascolti precedenti con altre cuffie non avevi mai sentito. Per quanto riguarda l'ascolto della chitarra invece sono abbastanza buone, ma avendo la possibilità di suonare con il mio gruppo ad alti volumi con un finale valvolare, quando poi uso le cuffie è inevitabile fare il paragone con i due suoni, e per buone che possano essere le cuffie il suono "naturale" ti farà sempre rimpiangere di avere dei vicini di casa!
Rispondi
AKG K171
di Mil C. - user #13607 dal 14/11/2007 | 04/10/2008 @ 15:2
io mi trovo bene con le K171... sono un buon compromesso tra isolamento e qualità sonora. Il problema è il peso... In alternativa le Sennheiser HD450
Rispondi
====Ho fatto uno stu
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 04/10/2008 @ 15:2
====Ho fatto uno studio su internet ed ho visto che di cuffie specifiche per noi chitarristi non esistono== non vedo perche' dovrebbero esistere.. Le cuffie sono fatte per ascoltare messaggi musicali completi, orchestrati e variati con tutte le frequenze udibili presenti.... la chitarra quindi ci rientra tranquillamente.. ===la chitarra è l’unico strumento che riproduce un range di frequenze molto vasto=== sei sicuro? e un rullante? un pianoforte? un'arpa (e mi fermo qui' per non intasare internet) che fanno? ===che abbia un Range di Frequenze minimo di 18/20 – 25,00 Hz e più questo range è maggiore, tanto è meglio per l’uso chitarristico;== praticamente stai parlando di roba che riproduce piu' dell'ascoltabile umano... l'essere umano in condizioni di udito ottimali (=nessuno) non va piu' giu' dei 20 e non va piu' su dei 20.000 hz. ====Le cuffie devono essere del tipo semi-aperto e questo per evitare di rimanere “soffocati” nel suono, con emicranie e stordimenti se si supera l’ora di attività musicale.=== dipende dai gusti e, per esempio, dal fatto che poi uno ci debba o meno registrare con microfoni sensibili. Se esce troppo suono mentre uno registra, poi il mic riprende pure quello.. oltre al suono della chitarra. Semmai parlerei di leggerezza.. anche se e' comunque soggettivo.. In ogni caso esistono anche cuffie chiuse piuttosto leggere.. ===Un Sol preso al 12° tasto sulla 3^ corda fa friggere qualsiasi altoparlante per cuffia.== non vedo perche'... e' una frequenza normalissima che usano praticamente tutti gli strumenti musicali del mondo e tutte le voci del mondo ===La cuffia che mi ha dato maggiore risposta sotto il profilo qualitativo è la AKG K240 Studio, costa un botto (110 Euro) ma vale tanto.=== io la possiedo come possiedo anche la k141.. per me hanno un suono normale, se non un pelino tendente al cupo, e sono sproporzionate come prezzo. Io le ho entrambe in studio perche' qualcuno mi ha pagato per i lavori che gli facevo con dell'equipaggiamento, ma non le avrei acquistate.. Per esempio mi sono preso una settimana fa una cosetta da poco per metterla nella borsa del computer quando vado a lavorare fuori, ho speso 25 euro, e' di plasticaccia, ma per me suona meglio delle due akg.. e' una Sony MDR xd200. Ci ho azzardato dei mix .. poi quando ho risentito suo monitor ci sono andato piu' vicino che quando uso le akg ===Ripeto se dovete farne un uso solo legato alla Chitarra elettrica e non vi interessa né il monitoraggio su PC, mixer o l’uso con la chitarra acustica, allora optate per== io questa cosa non la capisco molto... la chitarra elettrica non ha, di per se, una risposta in frequenza molto estesa.. ma quando viene distorta si generano armoniche che vanno fino al limite dell'udibile ed oltre. Quindi, al di la' del fatto che esistono cuffie che riproducono bene a prezzi anche bassi, perche' il chitarrista elettrico dovrebbe pretendere meno?
Rispondi
Approfitto del post e di Yasoda
di flex1979 - user #10511 dal 14/06/2006 | 06/10/2008 @ 19:2
Con un paio di monacor da 13 euro mi trovo bene come qualità audio, ma dopo 3/4 d'ora di utilizzo comincio a sentire caldo alle orecchie (dimensioni à là MDR xd200). Volevo sapere sè è un problema delle Monacor o di tutte le cuffie grosse tipo elicotterista, e in quest'ultimo caso se utilizzando delle cuffie piccole o addirittura auricolari si può bypassare il problema perdendo poca qualità.
Rispondi
Re: Approfitto del post e di Yasoda
di plettrox - user #6758 dal 10/02/2005 | 06/10/2008 @ 19:2
Io non ho mai sofferto ciò con le AKG.
Rispondi
Re: Approfitto del post e di Yasoda
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 07/10/2008 @ 00:3
non e' detto che tutte le cuffie grandi siano scomode.. piu' le cuffie rimpiccioliscono, piu' e' normale che diventino avare sui bassi..
Rispondi
Quest'articolo mi ca
di the_stack - user #15174 dal 19/06/2008 | 04/10/2008 @ 15:3
Quest'articolo mi capita proprio a fagiolo! Sto per comprare un Toneport GX e stavo per chiedervi la stessa cosa! Dunque proverò ste AKG, visto che tutti dicono che son buone, e anche le Sennheiser e le Sony...
Rispondi
fanno caldo!
di Serious_Pigi - user #12371 dal 04/04/2007 | 04/10/2008 @ 16:3
Mah, io mi son preso un paio di panasonic decenti, le ho usate poco e le trovo inusabili d'estate, quando dopo cinque minuti sudo che nemmeno in un bagno turco. Morale, ora uso un paio di creative piccoline di quelle che praticamente si "infilano" nell'orecchio, mi soddisfano come suono, insonorizzano decentemente, e non devo morire di caldo per usarle. Rinuncio volentieri a qualche frequenza per un bel po' di confort in più.
Rispondi
akg
di Faruk - user #15556 dal 20/07/2008 | 04/10/2008 @ 16:3
Anche io possiedo delle akg però le k66, le ho pagate 30 euro in un negozio di strumenti musicalie non mi posso lamentare!! Certo non sono il massimo ma per quello che faccio io e per il prezzo direi che vanno benone!! Bell'articolo comunque!!
Rispondi
avete mai sentito le
di gecko - user #8188 dal 10/08/2005 | 04/10/2008 @ 17:0
avete mai sentito le cuffie Ultrasone? ci sono diversi modelli per tutte le esigenze, aperte, chiuse, impedenza 75 ohm. Il suono di queste cuffie è incredibile, da un effetto surround mai sentito prima in una cuffia, che siano aperte o chiuse. Per uno studio sono il massimo, e sono anche moooooolto resistenti, di sicuro non come le behringer. Unico difetto: costicchiano, ma si comprano una volta sola!
Rispondi
k66
di acrobatuv - user #2989 dal 24/11/2003 | 04/10/2008 @ 18:0
onestamente trovo un po' esagerato spendere 100 euro per una cuffia, quando si registra con una scheda audio discerta e dei cavi da 6 euro e un processore che chissà come converte etc... etc... Io uso una K66 e per quello che fa passando da un processore e fonendo in unPC è più che buona. Le cuffie "serie" laciamole a chi ha strumentazione "seria".
Rispondi
k66
di acrobatuv - user #2989 dal 24/11/2003 | 04/10/2008 @ 18:0
onestamente trovo un po' esagerato spendere 100 euro per una cuffia, quando si registra con una scheda audio discerta e dei cavi da 6 euro e un processore che chissà come converte etc... etc... Io uso una K66 e per quello che fa passando da un processore e fonendo in unPC è più che buona. Le cuffie "serie" laciamole a chi ha strumentazione "seria".
Rispondi
Re: k66
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 04/10/2008 @ 19:0
se ritieni di stare bene con la cuffia che hai non ci sono problemi, io sono il primo a pensare che i prezzi dell'elettronica siano "virtuali".. pero' il suono merita.. nel senso che oggi, a meno che uno non si rassegni alle schedine interne dei computer, la minima interfaccia audio che puo' acquistare, offre, in conversione e in riproduzione, un suono di tutto rispetto, indistinguibile da quello di interfacce costose.. che quindi merita essere ascoltato al meglio... fra l'altro 100 euro non e' una spesa da audiofili "esoterici", trattasi di cuffie commerciali... anche se, ripeto, io le cuffie costose le ho, poi ne ho di non costose e non e' detto che le ultime siano meno soddisfacenti
Rispondi
Re: k66
di acrobatuv - user #2989 dal 24/11/2003 | 04/10/2008 @ 23:1
Si io ho una tascam us122 e una zoom G2 e con la k66 mi basta, per registrare i miei "giochi". Quello che volevo dire, è che non ha senso avere 100 euro di cuffia e suonare con 100 euro di chitarra, credo che in una strumentazione tutto dovrebbe essere adeguato. Un po' come nei PC posso avere una mega scheda madre ma montata su un 286 è inutile... Comunque 100 euro non sono così pochi...
Rispondi
Re: k66
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 05/10/2008 @ 01:3
===Quello che volevo dire, è che non ha senso avere 100 euro di cuffia e suonare con 100 euro di chitarra, credo che in una strumentazione tutto dovrebbe essere adeguato.=== non concordo nemmeno su questo.. perche' e' come dire che siccome non hai sposato Charlize Teron va bene anche se sei cieco.. Di fatto, specialmente in registrazione, oggi una chitarra da 100 euro e' utilizzabilissima ... dato che e' molto difficile trovare strumenti che non possano, almeno, essere intonati.. in questo momento ho in studio il mio bassino di marca sconosciuta pagato 50 euro e un music man stingray degli anni 80... lo sento che il secondo in confronto e' un cannone antiaereo.. pero' sta di fatto che anche il bassino fa il basso, e se lo registro, lo comprimo e lo equalizzo a modo, escono fuori parti correttem, giuste e con un suono che regge il pezzo.. quindi perche' non dovrei avere buoni ascolti per sentirlo? oltre a questo se uno usa il computer oggi, tutto cio' che ci trova dentro, effetti e strumenti virtuali e' allo stato dell'arte, non siamo piu' di fronte al vecchio quattro piste che se ben monitorizzato sembrava ancora piu' cesso..
Rispondi
Io uso
di Contrabbandiere - user #1563 dal 22/03/2003 | 04/10/2008 @ 19:1
delle cuffie di marca Lander, hanno circa 35 anni (ed io 29!), un po' pesanti a dire il vero, ma il suono è semplicemente identico a quello dello speaker della cassa + mia strumentazione + chitarra. E a meno che non trovi delle cuffie leggerissime di uguale prestazioni, sarà dura riporre le mie nel cassetto! Per guardare i film al pc ho delle Philips, peseranno in tutto 20 grammi, per i film sono ok, ma quando all'inizio ho provato a suonare con quelle cuffie alle orecchie, la distorsione faceva BIIIIIIZZZZZZZZZZ...
Rispondi
prova l'hd 437 della
di signorcresci - user #12526 dal 27/04/2007 | 04/10/2008 @ 20:2
prova l'hd 437 della sennhaiser.costa i' giusto e rende.non male anche l'hd 424.ciao.
Rispondi
cuffie più amplificatore
di topoplotter - user #9923 dal 19/03/2006 | 04/10/2008 @ 22:0
ciao danny io uso le AKG 141 Studio, che trovo di ottima qualità: per nulla "secche", molto definite sui bassi anche a bassi volumi e abbastanza leggere da essere tenute in testa per alcune ore. Per il problema del volume ho optato per un MicroAmp, amplificatore stereo per cuffie. Ma c'è un problema che mi assilla: la maggior parte dei sistemi che si usano tutti i giorni per riprodurre la musica non sono di buona qualità, e più preciso e certosino è il tuo lavoro di registrazione, missaggio ecc... più grande è la delusione quando senti che quel suono della chitarra che rendeva il tuo pezzo così particolare non lo sentirà quasi nessuno, perchè ascolta il tuo pezzo su casse scadenti da computer, o su una radiolina da bagno con le pile mezze scariche, o con degli auricolari che non oserebbero mettere neanche come regalo nell'uovo di pasqua. Quindi quanto è necessario (senza superare il limite di una fedeltà decente) avere un monitoraggio in cuffia che riproduce ogni minima sfumatura, se non al fine della soddisfazione personale? Scusate ho preso la tangente "esistenzialista"...
Rispondi
Avevo una vecchia Akg K 240.
di ep - user #6186 dal 01/12/2004 | 05/10/2008 @ 00:2
Acquistata tanti anni fa per 80.000 lire. A conti fatti oltre 200 euro di oggi. Dopo vari decenni di utilizzo, le coperture in pelle degli auricolari erano ormai andate e rendevano la cuffia inutilizzabile. Ho acquistato per poco più di 100 euro (non ricordo con precisione) una nuova K 240. Tutta un' altra musica. Purtroppo, in peggio. Intendiamoci, non è male, ma la vecchia era un' altra cosa sia come qualità dell' audio che come comfort. Quello che oggi mi soddisfa in termini di qualità audio è una coppia di auricolari Shure E4, pagati 250 euro, che trovo davvero ottimi. Purtroppo, bisogna inserirli ben dentro l' orecchio e dopo un po' fanno male. Dovrei farmi fare due auricolari su misura dove inserire le Shure. Costo: altri 100 euro e non è finita qui. L' auricolare su misura, infatti, porta il suono ad 1 centimetro dal timpano, per cui basta poco per avere danni irreversibili. Occorre quindi anche la centralina che svolge anche un ruolo di protezione evitando i picchi pericolosi. Costo: 500 euro o giù di lì. Altra soluzione le cuffie elettrostatiche. 1500/2000 euro per le Stax. Ma andiamo troppo su. Alla fine quelle che uso di più sono degli auricolari Sony da 11 euro comprati per caso. Condividendo tutto ciò che ha scritto Yasodanadana, cerchero le Sony che ha lui. Sono però consapevole (e siatelo anche voi) che tra cuffie da 30, 300 e 3000 euro c'è tanta, ma tanta differenza. Sarò banale, ma qui vedo che tanti ritengono superfluo, inutile, improduttivo spendere soldi per una cuffia. Io per ora ho altre priorità e, purtroppo, ho fatto due acquisti sbagliati di cui vorrei, in qualche maniera, liberarmi. Però, appena potrò prenderò qualcosa di importante, dopo adeguata prova.
Rispondi
Re: Avevo una vecchia Akg K 240.
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 05/10/2008 @ 01:4
===Condividendo tutto ciò che ha scritto Yasodanadana, cerchero le Sony che ha lui.== ma declino ogni responsabilita'... nel senso che sono veramente delle plasticone anche se il suono e' cio' che mi serve per una monitorizzazione decente, mi fa lavorare anche sette otto ore senza affaticarmi e sono, per il mio standard, leggere...
Rispondi
Re: Avevo una vecchia Akg K 240.
di ep - user #6186 dal 01/12/2004 | 05/10/2008 @ 10:4
ok non ti citerò per danni. Quello che mi ha colpito (e che mi aspetto) è l' assenza di fatica d'ascolto. Certo non posso aspettarmi la qualità di una Stax.
Rispondi
Re: Avevo una vecchia Akg K 240.
di Contrabbandiere - user #1563 dal 22/03/2003 | 24/10/2008 @ 16:5
Ciao Yaso, chiedo a te per chè sei tu... Niente, con le mie nuove AKG 240 non riesco a risolvere i problemi dei troppi alti che mi ritrovo in cuffia. E' come se le cuffie vanno in distorsione, i suoni li sento molto bene nelle mie vecchie cuffie ma nelle nuove AKG la distorsione è super zanzarosa!! Ho anche provato ad attaccare le cuffie direttamente al pod xt live invece che all'uscita cuffie della creative ma nulla! Potrebbe essere un problema di compatibilità tra Pod e AKG? Sentendo musica in dvd è il massimo...cavolo e ci ho speso 130€...c'è qualche soluzione?
Rispondi
Sony cd750
di giambu - user #4070 dal 27/03/2004 | 05/10/2008 @ 07:5
Io ho delle Sony cd750 e dico solo: attenzione alle cuffie!!! Dieci anni fa circa, dopo aver registrato a livelli non altissimi con le cuffie il pickup del ponte di una stratocaster ho passato quasi due mesi con un acufene (Tinnitus) che non auguro a nessuno. Per chi non sapesse di che cosa si parla si tratta di un ronzio persistente e continuo che non ti abbandona mai, giorno e notte, che non ti fa dormire e che ti tiene costantemente i nervi sotto stress. E il fatto che ne abbiano sofferto grandi musicisti come Pete Townsend non è una consolazione... Per cui, in campana! Da allora uso le cuffie con grande attenzione, lasciando l'orecchio in parte scoperto. Può essere un grosso problema usarle in modo non appropriato. Ciao a tutti
Rispondi
che casino
di aria - user #311 dal 27/05/2002 | 05/10/2008 @ 08:2
Qualche punto per fare un poco di ordine. Risposta in frequenza: tutte le cuffie hanno una risposta in frequenza che copre tutto lo spettro audio udibile. Peraltro un basso non scende sotto gli 80 hz e la nota più alta di un violino è 3000 hz. le fondamentali. le armoniche arrivano molto in alto. suonatori di gamelan riconoscono in ascolto cieco un sistema che arrivi fino a 96khz. Entrambi gli estremi di gamma sollecitano altri organi oltre l'orecchio. i bassi in particolare fanno vibrare alcune parti del corpo (si sentono nella pancia). Quindi una cuffia non potrà mai dare la senzazione di realismo ma a parità di costo risolve molti più problemi di un sistema monitor. Sensibilità. è quanta pressione sonora riescono a erogare a parita' di potenza. dato non molto significativo per le basse potenze in gioco. c'è da dire però che l'uscita dell'iPod è limitata per legge e una cuffia più sensibile fa la differenza. La sensibilità entra in gioco quando si va a scegliere e comprare una cuffia. una più sensibile suonerà più forte e verrà preferita in un ascolto frettoloso. 3 db di sensibilità in più equivalgono a una pressione sonora (volume) doppia!!! Impedenza. deve essere compatibile con l'impedenza di uscita. Alcuni problemi nascono da un errato interfacciamento. più di quanto non si creda. In generale se si fa un uso quotidiano e la propria uscita cuffia fa schifo, un apli dedicato non sarebbe male. sono scatolette poco costose. Io ne ho una della Pro-ject. Spesso fa fare un salto alla propria cuffia notevole. Chiuse o aperte. ne ho già parlato di recente in un altro post. Ha ragione Yaso quando dice che la cuffia chiusa è indispensabile durante la registrazione microfonica di voci e chitarra acustica. Immagine. Questo è il prametro che sposta il prezzo in alto. In cuffia non esiste quasi l'immagine stereofonica. avvicinandosi a un paio di casse l'immagine tende ad alzarsi fino a essere sulla testa quando ci si trova al centro della linea che le unisce. è esattamente quello che avviene in cuffia. il suono è sopra non dentro. poi il cervello adatta ed elabora e ricostruisce. Sono stati fatti tentativi per avere immagine tridimensionale anche in cuffie. Il prezzo di tali cuffie è tale da non considerarle per la nostra discussione. Immagine tridimensionale è quella cosa pr cui se chiudo gli occhi durante l'esecuzione riesco a dislocare gli strumenti nella loro posizione originale. voce a 1.70 m di altezza contrabbasso sulla destra, batteria dietro di due metri. Ovvio che ha senso solo su dischi acustici e registrati con tecniche particolari. Nella musica moderna è il tecnico che decide il pan degli strumenti. Questo quindi è il parametro che conta meno per gli utenti umani ed è tutto sommato la eragione per cui sembra che tra una cuffia da 50 euro e una da 500 o 5000 non ci siano differenze che valgano la spesa (differenze che alcuni pure sentono. Riecono a spendere 5000 euro nella consapevolezza che più ci si avvicina alle prestazioni di eccellenza più soldi servono per avere miglioramenti, questa è una legge esponenziale. con 5000 avrò solo sfumature migliori di una da 500 che suonerà un po' meglio di una da 50 che sarà tutta un'altra storia rispetto a una da 5). Esiste una tecnica detta binaurale, che limita l'ascolto delle riprese alla cuffia ma restituisce l'immagine stereo 3d. si utilizza una testa di gomma con i microfoni al posto delle orecchie ma è stata praticamente abbandonata negli anni 70. Obsolescenza. La cuffia è lo strumento che invecchia meno. L'investimento è quasi definitivo. di solito si consuma la gomma degli auricolari ma si può cambiare. difficile che si rompa. l'innovazione in tale campo è piuttosto lento rispetto a cd, ampli, casse, etc etc. La ricerca si è dedicata a darci delle buone cuffie senza filo con un sistema di trasmissione decente e fedele. vedremo... Intanto io non starei a risparmiare i dieci euro... Peso. fattore essenziale per la comodità ma che bisogna mettere in relazione con la pressione che i padiglioni hanno sulla nostra testa. Questo è il parametro vero che ci fa sentire una cuffia comoda. Una che pesi un poco di più ma che preme meno sulla testa sembrerà più comoda. Una cuffia è uno strumento di lavoro indispensabile e una lente di ingrandimento di quello che c'è a monte. se la cuffia è rivelatrice e fedele probabilmente renderà inascoltabile tutto quello che faremo in economia... stadi di uscita cuffia ridicoli come quelli sugli zoom, cavi indecenti, corde vecchie, etc etc etc... con giudizio e serenità questo porterà a migliorare la propria catena di ascolto, registrazione, o solo per suonare in camera. Oppure a dannarsi e diventare paranoici.. fate voi. Per questa ragione spesso cuffie più analitiche e fedeli sembrano prestarsi meno a certi ascolti rispetto a cuffie che addolciscono il suono con un roll-off sugli estremi (roll-off: caduta di livello nella risposta in frequenza). Ascolti consapevoli in cuffia sono educativi e formativi. io scopro ancora cose nuove nei dischi dopo vent'anni. Revolver dei Beatles è un esempio... che lezione magistrale... Un aneddoto. ho una Grado SR80 (praticamente l'entry level, il minimo per una cuffia di media qualità. tra l'altro Grado è un marchio famosissimo contrariamente a quanto detto su). Una sera mi addormento con cuffie e iPod. Dopo un poco mi sveglio di soprassalto preoccupato di avere lo stereo a livelli altissimi e di disturbare i vicini. Certo è durato un attimo ma la sensazione di non avere le cuffie in testa è stata vivissima. per ora basta... saluti a tutti
Rispondi
Leggere e studiare. Anzi, imparare a memoria.
di ep - user #6186 dal 01/12/2004 | 05/10/2008 @ 12:1
Consiglio ai più giovani. Il punto della situazione fatto da Aria è esemplare. Leggetevi pure le annotazioni di Yaso, che nella sostanza dice le stesse cose. Riascoltate le vecchie registrazioni con cuffie di qualità almeno discreta. Sentirete mille particolari insospettabili. ANEDDOTO: Lucio Battisti che canta Il tempo di morire. Alla fine si sente uno che dice sottovoce "finale", per indicare al gruppo che si deve eseguire la sequenza conclusiva del brano. PS per Aria. Oltre alla Grado cosa usi?
Rispondi
Re: Leggere e studiare. Anzi, imparare a memoria.
di natan2701 - user #1621 dal 04/04/2003 | 17/10/2008 @ 16:5
...si sente uno che dice sottovoce "finale".... Lo sento anche in mp3 con auricolari Philips da 5 euro..
Rispondi
Re: che casino
di giuseppe63 - user #15210 dal 21/06/2008 | 05/10/2008 @ 19:2
***ho una Grado SR80 (praticamente l'entry level, il minimo per una cuffia di media qualità...*** ciao! tanto per la precisione le SR80 rispetto alle SR60 hanno solo i padiglioni un po' più ampi (da cui una *presunta* maggiore resa sui bassi) e (ma su questo non sono sicuro) una sensibilità leggermente minore (per cui meno indicate per iPod, amPlug et similia); in compenso costano quasi il doppio... ***.... tra l'altro Grado è un marchio famosissimo contrariamente a quanto detto su)*** ehm, io veramente ho detto che è poco conosciuto in Italia, infatti, come vedi, qui le conosciamo solo tu ed io, mentre tutti conoscono AKG e Sennheiser (e fin qui... dipende comunque dai modelli e dal budget) e Sony, Panasonic, etc (una sola parola: NO!!! ... io vi ho avvisato...) comunque, complimenti a te per la competenza ed i gusti ;-)
Rispondi
Re: che casino
di flex1979 - user #10511 dal 14/06/2006 | 07/10/2008 @ 14:4
==Impedenza. deve essere compatibile con l'impedenza di uscita== Vale la stessa regola degli ampli? Cioè l'impedenza di uscita deve essere uguale o minore di quella della cuffia? Io suono con un digitech rp150: "Headphones: 1/8" Stereo (TRS) – 13.6mW per channel @ 50 Ohms" e, grazie al post e al fatto che ho rotto le monacor, ho appena preso delle AKG k412, (32 ohm :(), purtroppo il dubbio mi è venuto dopo aver speso, come ci si regola?
Rispondi
=PS per Aria. Oltre
di aria - user #311 dal 27/05/2002 | 05/10/2008 @ 12:3
=PS per Aria. Oltre alla Grado cosa usi?= nel senso di altre cuffie? o nel senso di dove l'attacco? non sono un fanatico dell'ascolto in cuffia. se ascoltassi musica classica credo che un pensierino a una stax lo farei.. Comunque la Grado l'attacco all'iPod in giro per casa quando è tardi per i vicini. in giro vado con una akg da 10 euro o meno. il rumore di fondo di roma leva ogni velleità di ascolto. L'ampli per cuffia Pro-ject non l'ho mai usato!! in realtà ho uno stereo con pochi ingressi e nessuna uscita cuffia quindi lo utilizzo come selettore ingressi aggiuntivi ma è fermo da molto tempo. L'uscita del mac, degli zoom, degli iPod, degli etc etc fa schifo. l'uscita della m-box è ottima, mi sembra. certamente Yaso aveva detto tutto, ma ho la mania di riassumere e tirare le somme soprattutto la domenica all'alba :-) =Consiglio ai più giovani. = così dicendo mi hai dato del vecchio vero? si vede molto? :-)
Rispondi
Si vede molto?
di ep - user #6186 dal 01/12/2004 | 05/10/2008 @ 13:0
Nel tuo profilo hai scritto che sei nato quando Fender vendeva a CBS. Io sono nato un po' prima!!! e non aggiungo altro. Quello che hai scritto lo si impara con vari decenni di esperienze, prove, ascolti, fregature etc. che un ventenne non può avere. Basta leggere quello che hanno scritto. Per carità, non voglio offendere nessuno, ma sono state scritte tante cose assurde. M-box - Ti riferisci alle schede audio della Digidesign? Se è così trovo anch' io valida l' uscita cuffia, che invece non ho sull impianto stereo. A me la cuffia serve quando suono (per mio esclusivo diletto) nelle ore notturne (di giorno si lavora in tutt' altro settore, mooolto più prosaico). Avevo anche pensato ad una Stax ma, a parte l' impegno economico, sono tutte piuttosto ingombranti e richiedono un amplificatore dedicato (almeno quelle che ho provato da un mio amico). Le Stax, poi, hanno un "piccolo" difetto. Dopo qualche anno le membrane elettrostatiche vanno sostituite ed allora tanto vale ricomprarle. Cerco qualcosa sui 300 euro, di discreta qualità ma di gran comfort.
Rispondi
Re: Si vede molto?
di aria - user #311 dal 27/05/2002 | 05/10/2008 @ 13:2
si mi riferisco al digidesign. bella invenzione. con la stax ho convissuto per anni (mio padre:-). da giovane non avevo gli strumenti per apprezzarla. E' un poco come le casse elettrostatiche. Per il genere che ascoltiamo le stax non sono il top direi. trasparenza massima ma manca la botta che a me piace e che con i vicini non potrei darmi con le casse. con 300 euro c'è solo l'imbarazzo della scelta. Guarda la gamma Grado che gioiellini!! oppure queste che sono Grado modificate vai al ink Oggi è impossibile trovare una cuffia che suoni male con 300 euro! con stax invece prendi poco. e poi ti serve un finale buono. Stax prende il segnale dall'uscita per le casse. vuole tanti watt e buoni. io farei 150 per una grado e 150 per un ampli dedicato (la lehmann www.lehmannaudio.com/ ne fa uno stupendo ma temo costi molto di più) io ho questo ma solo perché l'ho pagato 90 euro. altrimenti c'è il fratello piccolo vai al ink ciao!
Rispondi
L'alternativa?
di Contrabbandiere - user #1563 dal 22/03/2003 | 06/10/2008 @ 19:4
Esiste una cuffia iperleggera e di qualità? E per iperleggera intendo che puoi indossarla senza avere fastidio per almeno un paio d'ore di fila ad orecchie e testa? Mi rispondo da solo: Akg 240 studio! Grazie ai vostri commenti mi sono deciso a comprare questa cuffia che reputo veramente ottima. E' veramente grande ma molto molto leggera e comoda! Bassi così non li ho mai sentiti in cuffia. Gli alti sono molto definiti e riescono a regalare sfumature mai colte prima nell'ascolto della musica. Ragazzi queste cuffie sono prorpio FLAT. Con i miei pezzi di chitarra ho avuto qualche problema, dovrò rivedere TUTTA l'equalizzazione perchè ho troppi alti enfatizzati addirittura fastidiosi in certe impostazioni (questo perchè le mie vecchie cuffie sono molto scure) Tra un po' la ricerca di due piccole casse di eguale livello della cuffia e di una scheda audio esterna di qualità un po' più su della Audigy 4. Ne ricomprerei 3 paia! Ps: un elogio particolare al sito vai al ink, ordinate il 15/10 e arrivate 48 ore dopo, prezzo compreso di spedizione 131,08€ :-)
Rispondi
Mi scuso per aver ri
di pizzaboy - user #19407 dal 21/05/2009 | 01/06/2009 @ 13:1
Mi scuso per aver riportato in vetta questo vecchio topic ma non mi sembrava il caso di aprirne uno nuovo.. Causa orari per esercitarmi poco umani, ampli full-valve troppo potente per strimpellare in casa e poca voglia di disturbare chi ritiene "rumore" ciò che suono ho deciso di acquistare un Pocket Pod e relative cuffie. Il problema è proprio nella scelta di queste ultime, chiedo a chi ha già provato e chi magari usa proprio il piccolo fagiolo Line6 per suonare su quale modello è ricaduta la scelta. Fate conto che l'acquisto sarà fatto probabilmente su internet e che non ho idea di che budget ci voglia (leggo una media di 70-80€). Grazie!
Rispondi
HD 215
di r3ziel - user #16655 dal 02/11/2008 | 16/01/2011 @ 00:4
ragazzi mi hanno consigliato questa cuffia qui una sennheiser hd215, dicono che per suonare è ottima, qualcuno sa darmi qualche notizia in più??? jcm 800 2230+ strato 93 + es335 (tra un paio di mesi spero) + ts808 + mt2... stavo pensando anche io di prendere il fagiolino rosso :D
Rispondi
Non c'è cuffia che possa sostituire l'effetto ...
di Martinez53 - user #23272 dal 03/03/2010 | 16/01/2011 @ 10:4
Non c'è cuffia che possa sostituire l'effetto live, io ne ho provate tantissime, le ultime le ho acquistate a Natale delle Sony, spesa sui centocinquanta euro, vanno bene ma il limite oggettivo c'è, e non ci si può fare nulla. Meglio se inserite direttamente all'uscita dell'ampli, se c'è, ma comunque se si cerca lo stesso effetto che si ha ascoltando dal vivo, quello, nessuna cuffia lo potrà mai dare.
Rispondi
Re: Non c'è cuffia che possa sostituire l'effetto ...
di Matteo Barducci - user #29 dal 11/02/2002 | 16/01/2011 @ 12:0
Scusate ma le cuffie vanno scelte in base al dispositivo che si deve "cuffiare"... Normalmente per gli ampli che non hanno alcun tipo di emulazione di cassa sull'uscita cuffia(come alcuni economici) non si puo' pretendere alcunche', mentre le cose migliorano di brutto se si tratta di ampli a modelli fisici, in quanto e' plausibile che restituiscano in cuffia lo stesso timbro generato internamente. In ogni caso, le cuffie devono avere un'impedenza giusta. Un classico come le AKG 271 vanno sempre bene, meglio se nella versione "Studio" a bassa impedenza.
Rispondi
che ne dite di ...
di r3ziel - user #16655 dal 02/11/2008 | 21/01/2011 @ 17:4
che ne dite di queste???? vai al ink,id,250,pid,250,nodeid,2,_language,EN.html
Rispondi
Re: che ne dite di ...
di Matteo Barducci - user #29 dal 11/02/2002 | 22/01/2011 @ 13:2
Ottime! (ce le ho io...)
Rispondi
Re: che ne dite di ...
di r3ziel - user #16655 dal 02/11/2008 | 24/01/2011 @ 00:0
visto che le conosci bene, che differenza c'è con queste? vai al ink,id,1064,pid,1064,nodeid,2,_language,EN.html è lo stesso modello? cosa cambia? soprattutto dove si trovano??? stò impazzendo su internet
Rispondi
paragone
di r3ziel - user #16655 dal 02/11/2008 | 22/01/2011 @ 21:1
ragazzi tra queste due qualli mi consigliate? vai al ink,id,250,pid,250,nodeid,2,_language,EN.html e queste vai al ink
Rispondi
akg
di r3ziel - user #16655 dal 02/11/2008 | 22/01/2011 @ 21:2
ragazzi ho trovato una lista di akg tra cui ci sono molte studio, per suonar ein distorto con una es 335 su un jcm secondo voi qual'è la migliore? le voglio prendere in settimana, me ne sono innamorato :D vai al ink,id,2,nodeid,2,pcategory,33,_language,EN,country,EN.html
Rispondi
?
di alsenia - user #30489 dal 15/08/2011 | 15/08/2011 @ 17:1
si possono mettere delle normali cuffie in una chitarra elettrica e suonare? (so che e' una domanda stupida,ma sarei contenta se qualcuno mi rispondesse decentemente)
Rispondi
Re: ?
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 15/08/2011 @ 18:3
se intendi infilare le cuffie nell'uscita sul corpo della chitarra .. la cosa non darebbe alcun risultato, forse un suono molto flebile se i pick up fossero attivi.. (tanti anni fa esisteva una cuffia amplificata in modo da poter essere usata direttamente con la chitarra, me ne parlava paolo Tofani che, qualche volta, la usava mettendoci dentro un microfono, per registrarla in distorsione... ma ora mi sembra che nessuno produca qualcosa del genere) se, invece, parli di utilizzare, con le cuffie, un preamplificatore, un computer/ipad/iphone attrezzato con software di simulazione ampli, l'uscita cuffie di un amplificatore.. le "normali" cuffie vanno benissimo.. nel senso che non esistono cuffie specifiche da chitarra.. qualsiasi cuffia con la quale noi ascoltiamo bene la musica, va bene per ascoltarci la chitarra quando la suoniamo...
Rispondi
e come posso mettere nel computer questo ...
di alsenia - user #30489 dal 15/08/2011 | 22/09/2011 @ 19:1
e come posso mettere nel computer questo software di simulazione?
Rispondi
Re: e come posso mettere nel computer questo ...
di Matteo Barducci - user #29 dal 11/02/2002 | 22/09/2011 @ 20:3
eheheh, si compra... :-)
Rispondi
e se lo puo' comprare nei normali negozzi di ...
di alsenia - user #30489 dal 15/08/2011 | 23/09/2011 @ 13:5
e se lo puo' comprare nei normali negozzi di musica e elettronica o dove? e quanto costa?
Rispondi
Re: e se lo puo' comprare nei normali negozzi di ...
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 23/09/2011 @ 14:4
ce ne sono molti... i piu' famosi sono Amplitube e GuitaRig .. cercali su google... puoi comprarli in negozio o online
Rispondi
Dilemma
di JohnCrown - user #26894 dal 05/12/2010 | 17/11/2011 @ 01:0
Allora... ho perso un bel pò di minuti a leggere e rileggere ma alla fine sono punto e a capo. Vi spiego: io sono ex utilizzatore di Sennheiser hd 212 pro e attuale utilizzatore di sennheiser hd 465. Suono la chitarra, spesso in distorto. Ma... ci ascolto anche il resto della musica. Fin qui potrei tenermi benissimo le cuffie che ho... se non fosse che mi compongo anche le basi, con ableton live 8. Essendo però un appassionato anche di Car Audio, sono solito provare ad ascoltare quello che compongo sia con cuffie da 5 euro su un lettore da 10, che sull' ipod, che sul pc, sul portatile.. insomma ovunque.. giunto all' hi-fi car (circa 3500 € di impianto, nulla di esorbitante... un impianto bello flat per potermi godere la musica in viaggio) succede che: con musica normale sento diciamo tutto più o meno (tanto per renderla moooooolto semplice) come in cuffia. quando metto su un wave mio sento: un bel pò di bassi in più e quelli che sentivo prima vengono schifosamente mischiati al resto... le chitarre hanno si lo stesso suono ma sono schiacciate, manco fossi passato da un cd originale degli alter bridge a un loro live... gli alti ci sono ma i volumi dei vari piatti suonano leggermente diversi. Ora: di qualsiasi marca sia, esiste una cuffia che mi permetta di ... non dico risolvere... ma almeno limitare questi problemi? Grazie!!! Ps: ho detto cuffia, non altre soluzioni.... tipo risposte alla "ma invece delle cuffie perchè non usi due monitor?" Risposta: ancora non c' ho i soldi e il posto dove spararle a tutta potenza... OVVIO. GRAZIE MILLE!
Rispondi
Re: Dilemma
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 17/11/2011 @ 02:5
=== Ora: di qualsiasi marca sia, esiste una cuffia che mi permetta di ... non dico risolvere... ma almeno limitare questi problemi?== no... ====perchè non usi due monitor?" Risposta: ancora non c' ho i soldi e il posto dove spararle a tutta potenza... === risposta sbagliata :-) prenditi le empire 1000 (50 euro) e mixa a volume basso (normale volume da tv casalingo mentre si pranza)... (poi usa l'autoradio per controllare se stai esagerando sui bassi...) ,,,
Rispondi
interessante...
di JohnCrown - user #26894 dal 05/12/2010 | 17/11/2011 @ 03:1
50 l' una suppongo!
Rispondi
Re: interessante...
di riot75 - user #14040 dal 29/01/2008 | 17/11/2011 @ 10:3
no, proprio 50 euro la coppia, amplificazione compresa... non le ho mai sentite suonare ma ne parlano tutti davvero molto bene. Se posso permettermi, mi viene il dubbio che tu "monitori" in cuffia a volumi molto alti, nella la mia limitata esperienza in fatto di cuffie e auricolari potrei dire che praticamente tutte quelle che ho posseduto hanno una risposta in frequenza che si sposta verso l´alto al crescere del volume, per cui l´ascolto in altri contesti risulta poi sbilanciato verso i bassi.
Rispondi
Re: interessante...
di JohnCrown - user #26894 dal 05/12/2010 | 17/11/2011 @ 11:5
mmmmh no, tengo il volume, se facciamo una scala da 1 a 10, a 5.... e poi successivamente ascolto un pò a vari volumi. So benissimo che con l' aumentare del volume il tutto si impasta e i mediobassi tendono a diminuire. Comunque davvero interessanti quei monitor, grazie del consiglio... potrebbe essere una verifica in più, magari continuerei ad utilizzare le stesse cuffie e a mixare sia con le cuffie che con i monitor.
Rispondi
Re: interessante...
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 17/11/2011 @ 12:3
la coppia... sono fenomenali..
Rispondi
Re: interessante...
di JohnCrown - user #26894 dal 05/12/2010 | 17/11/2011 @ 12:5
Ok, senti... sposto la discussione x messaggio. Anzi se sei su facebook, mi contatti lì? dovresti trovare il link sul mio profilo. ;) GRAZIE!
Rispondi
Re: interessante...
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 17/11/2011 @ 16:0
fatto..
Rispondi
Marshall Major
di biaso - user #33361 dal 28/02/2012 | 28/02/2012 @ 21:4
Ho letto tutti i messaggi ma non sono riuscito a capirci molto. Vi illustro il mio problema. Per suonare la chitarra a basso volume in condominio ho comprato il Roland Microcube che nonostante i 2w è molto potente. Durante il giorno non ci sono problemi ma la sera è inutilizzabile. Ho provato a suonarci con le cuffie samsung datemi in dotazione con il cellulare ma il suono era pietoso, anche sui puliti! Così la mia ragazza mi ha regalato le Marshall Major (vai al ink) ma la situazione non è che sia cambiata più di tanto. I puliti suonano decentemente ma appena uso i distorti il suono diventa imbarazzante! Ora mi chiedo: è possibile suonare in maniera decente con la combinazione chitarra-ampli-cuffie? E se è possibile secondo voi il problema risiede nelle cuffie Marshall che non sono buone o nell'uscita cuffie del Microcube che è di bassa qualità? Inoltre possiedo il multieffetto Zoom 505 (che non ho potuto utilizzare perchè ce l'ho a casa dei miei) e mi chiedevo se suonandoci in cuffia ottengo un risultato migliore. grazie
Rispondi
Re: Marshall Major
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 29/02/2012 @ 00:3
io ho il microcube e tre o quattro volte la cuffia ce l'ho infilata... trovo che il suono sia buono e che possa essere ascoltato con qualsiasi cuffia decente.. a me sembra di averci infilato una akg costosa e una philips da una quarantina di euro presa un po' di tempo fa che mi sta piacendo molto.. e il suono era quello... Oltre a questo l'uscita cuffia del microcube l'ho usata, anche per lavori importanti, come estensione della scheda audio per registrare nel computer chitarra e basso... e ha funzionato in modo impeccabile... il fatto e' che forse, indipendentemente dalle cuffie, semplicemente quel suono non ti piace.. riguardo allo zoom, io ho avuto il 506 col quale mi sono divertito come un matto, ci avevo fatto dei suoni per quando usavo l'ebow e per quando mandavo la chitarra acustica in diretta dei quali ho ancora nostalgia.. pero' mi ricordo che l'uscita cuffia non mi sembrava buona, era sempre in clip.. non si poteva usare se non tenendo il volume bassissimo...
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Dieci elettriche iconiche
di alberto La chitarra elettrica tocca l'immaginario, infiamma gli animi e trasforma il...
Pedali, alimentatori, una soluzione economica e un mistero risolto
di JoeManganese Gli alimentatori professionali sono ottimi, ma costano davvero tanto. Se non si...
Quando ha un nuovo disco, anche Gilmour scomoda i Beatles
di RozzoAristocratico Nominare i mostri sacri è un'ottima tecnica per far parlare di sé in...
Lo Speaker
di svalvolman L'altoparlante giusto può esaltare il suono del tuo amplificatore così come...
Yamaha Pacifica 604: pochi soldi spesi bene
di Burats Ogni tanto capita di restare colpiti da strumenti economici e un po' datati. A...

Hot licks
Palestra per bending di redazione
Spazio ai principianti con un fraseggio rock blues che li aiuterà a mescolare tra loro pentatonica maggiore e minore....
Nello stile di Jimmie Vaughan di redazione
In un blues il turnaround sono le due misure che precedono un nuovo chorus e rappresentano un momento risolutivo...
Quanto una pentatonica si arrabbia di redazione
Quanto ci piace farla innervosire questa pentatonica! Un fraseggio stizzito e pungente che aiuterà - soprattutto i...
Slide elettrico: suonare più pulito con il damping di redazione
Smorzare la vibrazione delle corde non impegnate a suonare una melodia è fondamentale per un risultato pulito e...
Usare l'accordo di min7/b5 di Dodo80
Lasciamo la cattedra di Didattica al nostro lettore Dodo80. Dodo ci propone un approfondimento dell'accordo...

I vostri articoli
Supro JB Hutto: quanto vale la vetroresina? di biggiorgione
Il vintage è fatto di qualità liuteristica ma anche di storia. Un pezzo di vetroresina dall'aspetto avveniristico...
Lo Speaker di svalvolman
L'altoparlante giusto può esaltare il suono del tuo amplificatore così come quello sbagliato può rovinarlo,...
Tutto quello che avreste voluto sapere sui rumori di dedo
Sapersi muovere tra alimentatori, cablaggi e schermature è fondamentale per assicurarsi un rig performante e...
La mia prima Stratocaster di Baconevio
Un colpo di fortuna può portarti a casa la chitarra dei tuoi sogni per pochi soldi e fornirti un buon passatempo...
La S@ponetta che conquista di Andrea_98
Il nuovo plettro stampato di Steve Tommasi è arrivato. La Essetipicks S@ponetta si caratterizza per uno spessore...

Lezioni di basso
La tecnica è al servizio della versatilità di dadoneri
Essere un musicista versatile non significa esclusivamente sapersi destreggiar senza problemi tra diversi generi...
In cinque come i King Crimson di redazione
Un’altra lezione per basso e batteria. Lorenzo Feliciati e Lucrezio De Seta ci propongono una serie di studi per...
Arpeggi: studiare & ascoltare di dadoneri
Basso. Lavoriamo su un metodo efficace e solido per colorare i nostri accompagnamenti con fill e fraseggi. Sarà...
I due che suonano in cinque di redazione
Lucrezio de Seta e Lorenzo Feliciati iniziano il loro ciclo di lezioni per batteria e basso. Una serie di appuntamenti...
Groove: pensare da batteristi di dadoneri
Basso. In questa lezione parliamo di groove e cercheremo di pensare come batteristi. Prima ancora di preoccuparci delle...

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964