Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Ds-1, Ts-9, Japan o Taiwan?
di frankestrat - user #1278 dal 05/02/2003 | 24 giugno 2004 @ 09:57

rick rodio e frankestrat scrive "Grazie alla disponibilità dell’equipe medica dell’ospedale pschiatrico dove ormai siamo ricoverati da anni nel reparto “psicosi del chitarrista” vogliamo proporre una prova che mette ha confronto due stomp box BOSS made in JAPAN con i rispettivi made in TAIWAN ed un Ibanez TS9 originale fine anni ’70 con la recente replica.La prova è stata effettuata nella stanza del primario dove a disposizione dei pazienti più gravi ci sono un Fender Bandmaster black face del ’66, una Spacecaster Pistolesi fiesta red ed una Gibson Les Paul gold top ’57 Historic series. I pedali sono stati alimentati con duracel nuove. Ecco il resoconto."

Ds1 Japan – Ds1 Taiwan: Nella prova con la Spacecaster le differenze evidenziate sono una gamma media leggermente più presente nel primo. Più evidente la maggiore trasparenza dell’esemplare Japan adoperando il Les Paul.

Chorus Ce2 Japan – Taiwan: Il Japan ha un suono più caldo e piacevole sulle singole note ma un effetto rotatorio molto meno intenso del Taiwan, che si prende la sua rivincita sugli arpeggi avvolgenti. Il Japan appare una versione “smagnetizzata” del Taiwan . Ibanez TS9 ’70- TS9 Reissue: Il vecchio tube screamer evidenzia un guadagno decisamente inferiore alla replica ma è molto più caldo, definito e rispettoso del timbro dello strumento.Un suono di riferimento.Il Les Paul evidenzia la maggiore durezza sonora della replica. Eccellenti entrambi come booster (il band master ruggisce sotto le bordate dei p.a.f.). Fine della prova, si ritorna in reparto………..

Stra(t) saluti, Riccardo e Alessandro

effetti e processori
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
Carico sporgente: alloggiare wah e volume in...
Alimentare ad amperaggio maggiore...
In partenza il nuovo gioco Vinteck...
Il Chorus fatto in casa...
Pubblicità
Commenti
Per quanto riguarda il CE-2...
di mrrgx - user #2800 dal 30/10/2003 | 24/06/2004 @ 11:0
...ho letto da numerose fonti in internet (ma non ho ancora fatto la prova per mancanza di tempo) che l'unica differenza fra le versioni made in Japan e quelle made in Taiwan è la regolazione di una "vite di controllo" interna che regola l'intensità dell'effetto, mentre la componentistica e i circuiti sono uguali.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 24/06/2004 @ 11:2
Confermo... I made in Taiwan ed i made in Japan con scritta verde, sono identici ai made in Japan scritta nera, l'unica cosa è che sembrerebbero regolati in maniera meno precisa e profonda. I componenti sono gli stessi, quindi basta un ritocco al setup della vite in questione presente all'interno del pedale.Ciao.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di micromy - user #3075 dal 04/12/2003 | 24/06/2004 @ 14:0
Ops sta cosa mi riguarda da vicino....ho comprato da una settimana il ce-2 taiwan. A me pare funzioni benissimo e abbia un suono fantastico...in effeti un po' più medi non guasterebbero ma in generale lo trovo un ottimo pedale....l'ho pagato 50 euro va bene come prezzo??? E' normale che il led (alimentandolo da trasformatore) funzioni solo se ci collego un altro pedale in serie???.....mi fa così e non capisco perchè. Con la batteria il led funziona bene mentre con l'alimentatore il pedale funziona ma il led non si accende. Sta vite di cui parli è un trimmer all'interno del pedale???
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 24/06/2004 @ 14:2
Il prezzo è ottimo perchè in genere viene venduto intorno ai 100 euro. Ilpedale ti funziona solo se messo in serie perchè il CE-2 dovrebbe essere alimentato con il Boss ACA 12V. All'interno del pedale esiste una resistenza in serie con un diodo che poi abbassanola tensione a 9V, quindi se usi la batteria vanno bene quelle da 9VDC se utilizzi la presa dell'alimentatore dovresti usare l'ACA da 12V al posto del PSA da 9V. Il fatto che ti funzioni se messo in serie è perchè la resistenza ed il diodo di cui ti parlavo prima vengono bypassati dal circuito di massa del cavetto che dal primo pedale va al secondo, o viceversa a seconda se il CE2 è il primo pedale o il secondo. Per quanto riguarda la regolazione del pedale puoi trovare molti articoli in rete però personalmente ti sconsiglio di muovere la vite di pvc che trovi al suo interno senza avere un'altro CE2 con il quale poter fare un confronto diretto. Se proprio vuoiprovare a modificarlo segnati bene con un pennarello la posizione originale della vite.Ciao.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 24/06/2004 @ 14:2
Dimenticavo... se vuoi usare il Boss PSA 9VDC per alimentare un pedale che dovrebbe essere alimentato con un ACA 12VDC basta modificare il circuito di alimentazione eliminando la resistenza ed il diodi di cui ti parlavo prima e cortocircuitando i due terminali con un pezzetino di filo.Ciao.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...alimentazione
di valerio - user #2094 dal 07/07/2003 | 25/06/2004 @ 23:2
ma senza togliere nessun diodo....per alimentare con un normale alimentatore DC tutti i vecchi pedali boss basta scollegare il polo negativo della presa esterna e collegarla insieme al negativo della batteria. Non ricordo di preciso quali cavetti siano per il CE2... è una modifica molto più conveniente sia per facilità sia perchè non si tocca nulla nel circuito e se un giorno vuoi rivendere il pedale per originale basta risaldare la massa della presa estarna al suo posto.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di micromy - user #3075 dal 04/12/2003 | 24/06/2004 @ 19:1
Mi era sorto il dubbio dato che a fianco del connettore femmina non c'era scritto 9vdc ma era senza niente...però non ci ero assolutamente arrivato che collegando in serie il pedale ad un altro cortocircuitassi la resistenza....potresti spiegarmi meglio? Come fa a cortocircuitarsi se il mi collego a valle di essa??? Come la rilevo che non ho mica capito dov'è?
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 25/06/2004 @ 09:4
Il diodo è il D5 e la resistenza è la R53 li trovi tra il piedino (dove tutti i fili si attaccano alla basetta) 3 ed il 4 in cima alla basetta. Basta che stacchi uno dei capi della resistenza o del diodo e poi cortocircuiti i due piedini 3-4 con un pezzettino di filo, volendo puoi anche solo cortocircuitare i due piedini e stop.Ciao.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di micromy - user #3075 dal 04/12/2003 | 25/06/2004 @ 14:0
Ero convinto fosse il 10...per fortuna che che me lo hai detto stavo per procedere all'operazione :-)) Grazie!Il mio è il CE con l'etichetta verde sul retro....è lui?
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 25/06/2004 @ 16:2
Guardati lo schema qua: http://www.generalguitargadgets.com/boss/BossCE-2. gifè impossibile sbagliare.Ciao.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di micromy - user #3075 dal 04/12/2003 | 25/06/2004 @ 20:0
Ho gia fatto grazie!...in "effetti" avevi ragione. :-) Funziona alla perfezione anche se forse alimentandolo a 12 si sta sicuri che ne escano 9 precisi....ma è una finezza che mi risparmio volentieri dato che non sto usando l'alimentatore standard ma un progettino artigianale...grazie ancora.Prima che mi rispondessi ho letto un po' in giro e deduco quindi che il pedalino in questione abbia anche 10 anni....giusto?Sto pensando però a chi non sapendolo si è comprato un alimentatore a parte e gira che 2 alimentatori diversi. Gia che ci sono ho anche un dd3 (meno vintage) e mi chiedevo a che diavolo servisse in direct out in un delay mandato in loop....ci metto l'accordatore???Scusa le molte domande ma sto appena ultimando una pedaliera artigianale...ci sono dietro ormai da 2 mesi fra case in legno ,trasformatori,raddrizzatori,fili ,loop etc etc.....alla fine mi sono ridotto a fare quella modifica che mi hai detto e fare anche il circuito che alimenti l'od HK che vuole 12 "alternati"....sempre più difficile! :-) Ora mi mancano solo 2 collegamenti e il rivestimento...ti metto fra i special thanks.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di micromy - user #3075 dal 04/12/2003 | 25/06/2004 @ 20:2
Allora l'ho testato per un po' ma ho paura che quel diodo non sia lì a caso...sui distorti amplifica un forte ronzo di fondo....sicuro che quel diodo non serva?
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 30/06/2004 @ 08:4
Al 99% quel ronzio che senti è un loops di massa. Se la piccola modifica che ti ho descritto io è stata eseguita correttamente è impossibile che il pedale introduca rumore. Sai cosa è un loop di massa? Eliminalo e vedrai che il pedale funziona correttamente.Ciao.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di micromy - user #3075 dal 04/12/2003 | 30/06/2004 @ 13:3
Boh forse ho capito male....tu intendi fare un ponte fra il 3 e il 4 facendo in modo che la corrente se ne freghi del diodo e della resistenza,io ho fatto così! Magari provo ad usarlo da solo con un alimentatore a 9 da parete....così escludiamo il fatto del loop di massa. Provo!
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 30/06/2004 @ 13:5
oltre a saldare il ponticello, dissalda anche uno dei capi del diodo o della resistenza attaccati al piedino 3, o 4 in modo che siamo più che sicuri che in quel ramo non vi circoli alcun segnale. Magari è proprio quello che crea il loop di massa.Ciao.
Rispondi
Re:Per quanto riguarda il CE-2...
di micromy - user #3075 dal 04/12/2003 | 30/06/2004 @ 19:3
Procedo a giorni...intanto grazie mille. Sai mica se è possibile con pochi componenti elettronici farsi un chorus di bassa qualità da inserire nel mio miniamp?....che so uno schema anche solo di principio su cui lavorare.
Rispondi
informazione
di NFT - user #4340 dal 28/04/2004 | 24/06/2004 @ 13:4
scusate l'ignoranza in materia. ma l'attuale produzione dei pedali boss comprende ancora sia i made in japan che i made in taiwan? i prezzi sono uguali? se vado in un negozio a comprare un pedale boss, devo pretendere il made in japan? mi spiego: ho comprato un delay boss dd-20, sono andato a casa e mi sono accorto che è made in taiwan? l'ho pagto 240 euro. mi hanno solato? bà! con sti strumenti musicali c'è da scemunire.
Rispondi
Re:informazione
di gasoline1 - user #4086 dal 28/03/2004 | 24/06/2004 @ 14:0
vai sul sito http://www.bossarea.com/ e ci sono tutte le informazioni,io mi sto informando ultimamente sulla storia dei pedali boss e a quanto ho capito ora sono tutti made in taiwan e il made in japan credo sia sulla strada del vintage anche io vorrei qualche delucidazione a riguardo se qualcuno conosce anche sito con valutazione dell'usato in italiano (c'è un link sul sito di prima che da la valutazione in dollari)cmq bel sito se vuoi sapere le date e le caratteristiche
Rispondi
Re:informazione
di xxx*** - user #2155 dal 16/07/2003 | 24/06/2004 @ 14:2
I made in Japan li puoi trovare solo usati, sono parecchi anni ormai che la Boss fa produrre i suoi pedali a Taiwan.Ciao.
Rispondi
Non offendiamo!
di Salva - user #4592 dal 28/05/2004 | 24/06/2004 @ 17:1
quote: Il Les Paul evidenzia la maggiore durezza sonora della replica. IL les paul? LA les paul! LA les paul è come una bella donna, se le metti un articolo maschile davanti che donna è?
Rispondi
Re:Non offendiamo!
di milopc - user #3512 dal 25/01/2004 | 24/06/2004 @ 21:5
Sono perfettamente d'accordo, le chitarre sono donne, si dice la les paul! Tuttavia ultimamente ho riscontrato un bel problema, io ho una Brian Moore e la chiamo: "la mia Brian".... ma poi ho pensato, Brian è un nome maschile,mi vengono dei dubbi terribili!!!! La mia non può essere un chitarro!!!E' una signora!!!
Rispondi
Re:Non offendiamo!
di truelies - user #3144 dal 11/12/2003 | 25/06/2004 @ 19:4
Ciao! Vado veramente off-topic... anche io ho una brain moore (MC-1). Tu cos'hai? Che ne pensi? Ciau!
Rispondi
Re:Non offendiamo!
di milopc - user #3512 dal 25/01/2004 | 25/06/2004 @ 22:5
Si, siamo decisamente off topic! Io sono innamorato della mia Brian Moore Custom C90p 13...la mc1 è stupenda ed ha un suono fantastico, l'ho provata, la mia ha un manico più comodo e veloce, ma meno sustain, un suono stupendo cmq! Per dirti come l'ho presa, volevo comprare una chitarra da affiancare alla strato e spendere sui 1000 euro, ho provato di tutto Gibson, Ibanez, e chi più ne ha più ne metta...poi ho provato per caso una brian moore modello base, serie i2000 e già lì l'impressione è stata ottima,ho sentito quel feeling che con le altre chitarre non trovavo, allora ho iniziato a cercare e un ragazzo di milano, proprietario di DUE mc1(!!!) mi ha proposto di provare la custom, è stato veramente gentile, mi ha telefonato, mi ha raccontato la storia di questa chitarra è mi ha invitato ad andare a provarla dicendo che non potevo scegliere una chitarra senza prima aver provato una Brian Moore così... io avevo detto subito di no per il prezzo, ma come l'ho vista dal vivo e l'ho presa in mano sono rimasto affascinato, dal primo contatto col manico e dalle prime note! Ho venduto la strato e la chitarra acustica Seagull e ho comprato la Brian!! Una pazzia? No, non credo, ne è valsa la pena! La strato in confronto è inguardabile, non l'avrei più usata e la Segull seppure stupenda nn l'ho mai usata tanto, ne è valsa davvero la pena! Penso sia una chitarra stupenda, un opera d'arte, è un peccato che siano non tanto conosciute e nessuno le abbia mai recensite su accordo! Volevo farlo io, ma non mi sento così esperto per fare una recenzione completa!Posso dire solo che mi trasmette una sensazione particolare, che nessuna chitarra mi da così, ma tecnicamente no posso recensirla bene! Cmq come avrai capito sono letteralmente innamorato di questa chitarra, è veramente un gioiellino! Il manico è il manico più bello che io abbia mai visto e immaginato! E la M in madreperla sulla paletta rende la già stupenda paletta Brian Moore ancora più bella!
Rispondi
Re:Non offendiamo!
di truelies - user #3144 dal 11/12/2003 | 26/06/2004 @ 01:2
Ma dai, sei di Milano!? Anch'io! E anch'io ho provato la chitarra da un ragazzo che aveva due Brian Moore! Si chiama mica Andrea questo!? Cmq anch'io adoro il manico... e poi trovo che abbia un suono definito ma potente e pieno! Anch'io io vorrei recensirla ma non mi sento un espertone! Vedremo col tempo.... Magari possiamo fare una doppia recensione insieme! Sai che su www.edromanguitars.com ne parlano male? Mah... vabbè che anche li fanno chitarre stupende! Ciau!
Rispondi
Re:Non offendiamo!
di milopc - user #3512 dal 25/01/2004 | 26/06/2004 @ 08:1
E' proprio lui, nick name in e-mail è Andyx! Con me è stato gentilissimo e mi ha fatto un ottimo prezzo!Vuoi vedere che magari ho provato proprio la tua mc1! Non mi ricordo il colore però, forse era sul blu! Io non sono di Milano, ma non sono neanche troppo lontano sono di Piacenza! Si per me va bene la doppia recensione, volentieri, però lasciamela fare dopo l'esame di stato, ovvero dopo mercoledì prossimo quanso avrò l'orale! Ti lascio la mia mai(quella di mio padre, la mia spesso si pianta): fmila@inwind.it così se vuoi mi scrivi lì e facciamo prima! Sono andato su quel sito, interessante, ma perchè le Brian Moore tra obscure guitars, secondo me sono stupende! Fatti sentire per e-mail allora... Ti chiedo un consiglio: che ampli usi con la Brian? Io ho un, a mio parere comodo ma come suono mica il max, Vox Valvetronix, e volevo entro breve cambiarlo! Ho provato una Brunetti 059, ma il prezzo è inarrivabile anche da usato! Allora rinuciando a testata e cassa pensavo al combo mc2... Fammi sapere tu cosa usi! Ciao!!!!!! Stefano
Rispondi
articolo musicalmente determinativi
di ricky rokes - user #3167 dal 14/12/2003 | 25/06/2004 @ 14:1
Il Les Paul,la Stratocaster suonandole si capisce il perchè.
Rispondi
articoli "musicalmente"deteminativi
di ricky rokes - user #3167 dal 14/12/2003 | 25/06/2004 @ 14:2
Suonando "il"Les paul e "la" Stratocaster ,si percepiscono le differenze di "genere".
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Ibanez RG 652: incanto sottomarino
di GianniJanaRojatti Ho ricevuto una nuova Ibanez in prova. Si tratta della RG 652 AHM, Prestige....
Nuova data per David Gilmour e senza bagarini
di rockmaniac David Gilmour annuncia una nuova data per la fine dell'estate 2015, con prezzi...
Invecchierà con me
di Onghi Portarsi a casa una chitarra nata il proprio stesso anno fa un effetto...
Mesa Boogie virtualizza cinque ampli
di redazione Dai classici ai modelli più recenti e innovativi, Mesa Boogie unisce le forze...
Gibson SG Vibrola Early 70's
di Snob L'età di uno strumento non sempre va a braccetto con il suo valore, così come...

Hot licks
Paul Gilbert: studenti senza espressività di redazione
“Certi allievi si preoccupano solo di eseguire le cose correttamente. Ma suonare è ben altro. Lo shred? Mi sta...
Più di quel che suoni, conta come suoni di redazione
Grazie a un timing feroce e una meccanica di pennata perfetta, Giacomo Castellano regala vigore anche a uno dei box...
Cesareo: due chitarre in un pollaio di redazione
Cesareo continua a parlarci di quanto sia decisivo – ma anche molto difficile - suonare in una band, tappa...
Triadi: non fraseggi se non le sai di redazione
Alcuni lettori ci hanno scritto per avere qualche suggerimento su come impostare lo studio delle triadi. Ecco alcuni...
Triadi & fraseggio melodico di redazione
Le triadi sono uno strumento prezioso per sviluppare il fraseggio solista in maniera melodica, originale e melodica....

I vostri articoli
Gurus Naked Preamp CH2: oltre ogni pre-visione di Aynrand
Gurus trasforma la testata Naked in una serie di stompbox per replicare il sound dei suoi canali in un comodo...
Wide Range: l'humbucker di Fender-CBS di FBASS
Il Wide Range fu la risposta Fender al PAF Gibson. Disegnato dallo stesso sviluppatore, si differenzia per la...
PRS SE Custom 24 di Petewho
La serie SE è il rifugio di ogni amante del sound PRS con un occhio di riguardo per il portafogli. La Custom 24 della...
La botta dei Sidewinder di FBASS
Dal primo basso a violino ai moderni Grabber, EB Bass e Thunderbird, Gibson ha fatto molta strada nelle quattro corde,...
Gibson ES225: una vita di classe in quattro anni di biggiorgione
In produzione solo dal 1955 al 1959, la ES225 cattura lo sguardo dei fan delle archtop Gibson con il suo mogano...

Lezioni di basso
La tecnica è al servizio della versatilità di dadoneri
Essere un musicista versatile non significa esclusivamente sapersi destreggiar senza problemi tra diversi generi...
In cinque come i King Crimson di redazione
Un’altra lezione per basso e batteria. Lorenzo Feliciati e Lucrezio De Seta ci propongono una serie di studi per...
Arpeggi: studiare & ascoltare di dadoneri
Basso. Lavoriamo su un metodo efficace e solido per colorare i nostri accompagnamenti con fill e fraseggi. Sarà...
I due che suonano in cinque di redazione
Lucrezio de Seta e Lorenzo Feliciati iniziano il loro ciclo di lezioni per batteria e basso. Una serie di appuntamenti...
Groove: pensare da batteristi di dadoneri
Basso. In questa lezione parliamo di groove e cercheremo di pensare come batteristi. Prima ancora di preoccuparci delle...

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964