Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Epiphone EJ200
di - user #23186 dal 25/02/2010 |

In un pomeriggio grigio e solitario, decido di recensire la mia chitarra acustica.

Sto parlando di una Epiphone modello Ej200, riproduzione della sorella più blasonata Gibson Sj200.Ho deciso di acquistare questa chitarra per il suo onesto rapporto qualità-prezzo, pagata 330 euro con custodia rigida inclusa nel prezzo.La chitarra è capace di sviluppare un suono caldo e corposo, dove i bassi la fanno da padrone.

SPECIFICHE TECNICHE

Il corpo della chitarra è totalmente in acero con il top in abete, dalle dimensioni "cicciotte" , in quanto si tratta di una super jumbo.Passiamo alla tastiera che è in palissandro con gli intarsi presenti sulla tasiera a forma di corona.Le meccaniche sono delle grover dorate, abbastanza stabili nel mantenere l'accordatura.Sia il capotasto che il ponte sono in simil osso (credo in materiale sintetico) , anche questi risultano alla vista robusti e resistenti.Su tutta la chitarra è presente un binding davvero piacevole alla vista.La chitarra viene fornita con delle corde abbastanza "spesse", per la precisone sono delle 0.13.La chitarra è molto comoda e presenta anche due reggichitarra nel caso in cui sentissimo la necessità di usarla in piedi.

SUONO

Partendo dal presupposto che l'opinione sul suono cambia di persona in persona, posso dire che questa chitarra ha un suono molto caldo,corposo e definito.
Le frequenze basse sembrano dominare questa chitarra, però quando suono le note alte noto una bella corposità e definizione, molto probabilmente grazie alle corde più grosse.
Il ponte interagisce bene con il resto della chitarra, trasmettendo al meglio le vibrazioni.

Questa chitarra è disponibile in ben 3 colorazioni: Black(BK),Natural(NA) e Vintage Sunburst(VS)

Esiste anche un'altra versione di questa chitarra, il modella EJ 200 CE ( elettrificata a spalla mancante che però mantiene le stesse caratteristiche della EJ 200)

Come detto già in precedenza la chitarra ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, credo accessibile a quasi tutti, 250 euro circa (300 circa con custodia rigida)


Vi lascio al video della prova pratica (non suono io), in questo modo potrete farvi un' opinione della Epiphone Ej 200.
Spero che l'articola sia gradito ma soprattutto utile.

chitarre acustiche - epiphone - ej200

Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
Costruire un supporto per filmarsi dalla...
Il THR guadagna 100 watt e un formato a due...
Triadi & pentatonica: improvvisazione...
E se si potesse suonare con chitarre da 5...
Pubblicità
Commenti
Strano che sia molto
di bernablues - user #16917 dal 23/11/2008 | 04/03/2010 @ 08:2
Presente sui bassi, essendo una chitarra con fasce e fondo in acero, che per sua natura enfatizza i medio alti....però data la forma e la grandezza della cassa unita alla scalatura 0,13 delle corde ( che magari sono al bronzo fosforo) una buona risposta dei bassi ci può stare, però la dovresti mettere in paragone con una della stessa forma, con fasce e fondo in palissandro per notare la differenza. Io ho avuto una Guild F 50 R come quella in foto: vai al ink e ti assicuro che paragonata alla Gibson Sj200, era Più "Cioccolatosa" metre la J200 era più "frizzante", passami i termini un po' da pasticciere, però rendono l'idea di quello che volevo dire. ;-))
Rispondi
infatti, io penso ch
di clust - user #23186 dal 25/02/2010 | 04/03/2010 @ 09:1
infatti, io penso che dipenda dalla scalatura delle corde o.13. proverò in futuro a montare 0.10 o 0.11.... però io ho voluto recensirla proprio come "esce di fabbrica", quindi con le 0.13 .....
Rispondi
L'ho provata qualche
di vilorenz - user #2546 dal 25/09/2003 | 06/03/2010 @ 23:0
L'ho provata qualche tempo fa in un negozio, e la trovai interessante, specie in proporzione al prezzo. Estetica invidiabile, parti metalliche dorate,bel suono! L'esemplare che mi passò tra le mani aveva qualche buzz tra il quarto ed il quinto tasto della sesta corda, ma penso nulla che non potesse essere sistemato agendo sul truss rod. Sotto questo profilo la tua è a posto?
Rispondi
Re: L'ho provata qualche
di clust - user #23186 dal 25/02/2010 | 07/03/2010 @ 10:5
si si, la mia è a posto.... cmq consiglio a tutti , quando comprate chitarre nuove di andare da un liutaio, almeno x vedere se il manico è dritto o meno....
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Dieci elettriche iconiche
di alberto La chitarra elettrica tocca l'immaginario, infiamma gli animi e trasforma il...
Pedali, alimentatori, una soluzione economica e un mistero risolto
di JoeManganese Gli alimentatori professionali sono ottimi, ma costano davvero tanto. Se non si...
Yamaha Pacifica 604: pochi soldi spesi bene
di Burats Ogni tanto capita di restare colpiti da strumenti economici e un po' datati. A...
Quando ha un nuovo disco, anche Gilmour scomoda i Beatles
di RozzoAristocratico Nominare i mostri sacri è un'ottima tecnica per far parlare di sé in...
Cos'è il radius
di redazione In una chitarra o in un basso, il radius determina la curvatura seguita dalla...

Hot licks
Quanto una pentatonica si arrabbia di redazione
Quanto ci piace farla innervosire questa pentatonica! Un fraseggio stizzito e pungente che aiuterà - soprattutto i...
Nello stile di Jimmie Vaughan di redazione
In un blues il turnaround sono le due misure che precedono un nuovo chorus e rappresentano un momento risolutivo...
Slide elettrico: suonare più pulito con il damping di redazione
Smorzare la vibrazione delle corde non impegnate a suonare una melodia è fondamentale per un risultato pulito e...
Usare l'accordo di min7/b5 di Dodo80
Lasciamo la cattedra di Didattica al nostro lettore Dodo80. Dodo ci propone un approfondimento dell'accordo...
Sempre più in basso di EnricoSantacatterina
L' SM57 è uno standard per la ripresa delle chitarre. Ma se pensiamo agli scenari ultra distorti e profondi del metal...

I vostri articoli
Supro JB Hutto: quanto vale la vetroresina? di biggiorgione
Il vintage è fatto di qualità liuteristica ma anche di storia. Un pezzo di vetroresina dall'aspetto avveniristico...
Lo Speaker di svalvolman
L'altoparlante giusto può esaltare il suono del tuo amplificatore così come quello sbagliato può rovinarlo,...
Tutto quello che avreste voluto sapere sui rumori di dedo
Sapersi muovere tra alimentatori, cablaggi e schermature è fondamentale per assicurarsi un rig performante e...
La mia prima Stratocaster di Baconevio
Un colpo di fortuna può portarti a casa la chitarra dei tuoi sogni per pochi soldi e fornirti un buon passatempo...
La S@ponetta che conquista di Andrea_98
Il nuovo plettro stampato di Steve Tommasi è arrivato. La Essetipicks S@ponetta si caratterizza per uno spessore...

Lezioni di basso
La tecnica è al servizio della versatilità di dadoneri
Essere un musicista versatile non significa esclusivamente sapersi destreggiar senza problemi tra diversi generi...
In cinque come i King Crimson di redazione
Un’altra lezione per basso e batteria. Lorenzo Feliciati e Lucrezio De Seta ci propongono una serie di studi per...
Arpeggi: studiare & ascoltare di dadoneri
Basso. Lavoriamo su un metodo efficace e solido per colorare i nostri accompagnamenti con fill e fraseggi. Sarà...
I due che suonano in cinque di redazione
Lucrezio de Seta e Lorenzo Feliciati iniziano il loro ciclo di lezioni per batteria e basso. Una serie di appuntamenti...
Groove: pensare da batteristi di dadoneri
Basso. In questa lezione parliamo di groove e cercheremo di pensare come batteristi. Prima ancora di preoccuparci delle...

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964