Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Kemper Profiling Amplifier - Anteprima
di [user #18600] - pubblicato il

Sotto sotto, siamo abbastanza perfidi: di fronte a un oggetto così particolare come il Kemper Profiling Amplifier, non potevamo trattenerci da farvi venire l'acquolina in bocca con questa "torrida" anteprima a opera di Simone Gianlorenzi. Kemper, in attesa dela cover story di Marzo. In due parole: Kemper è un sistema digitale in grado di "profilare", cioè di analizzare, rimodellare e riprodurre pressochè in tempo reale il suono di qualsiasi tipo di amplificatore, preampli, effetto, rotary speaker o altro attraverso il quale venga fatto passare il segnale della chitarra elettrica.
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 

In pratica, questo oggetto alla fine neppure troppo complicato nell'uso, offre la possibilità di fare i propri modelli senza perdere tempo con le IR, senza dover ricorrere a librerie timbriche create da altri, senza tutte le menate tecnologiche a cui siamo abituati. Kemper Profiling Amplifier - per gli amici, KPA - chiede solo di attaccare due cavi, procurarvi un ampli da clonare e seguire le procedure descritte sul display. 

Dopo pochi minuti, suono e comportamento dell'amplificatore sono belli e catturati, pronti per andare in un sistema PA o in un banco di regia. E se non siete soddisfatti del risultato, potete sempre perfezionare il profiling, modificandolo con passaggi successivi. Insomma, il futuro sembrerebbe proprio a portata di mano.

Come al solito, ci saranno due tipi di reazioni: il talebanesimo intransigente del "ma il mio ConnarMcLoud tweed 1 x 30" suona meglio, nella sala del mio castello rivestita in quercia, quando la suono con un plettro ricavato dal dente di narvalo..." e il simmetrico talebanesimo di chi inizierà a predicare "gettate via i vostri vecchi scatoloni! In futuro profileremo anche Stevie Ray Vaughan...". 

Da parte nostra, dopo le prove approfondite che andranno a comporre la cover story di Chitarre di marzo, consideriamo il Kemper un fenomenale apparecchio da usare nel giusto contesto, con la consapevolezza e l'attenzione che un apparecchio così all'avanguardia merita. Tanto per capirci: se siete in grado di regolare e microfonare correttamente un amplificatore in studio, allora il KPA potrà darvi parecchie soddisfazioni. 

E allora, in attesa della cover story sul KPA che uscirà il primo marzo, godetevi Simone Gianlorenzi che lo suona in anteprima.

Link utili
Per saperne di più
Altro da leggere
Pubblicità
D'Angelico torna a casa...
La californiana mascherata di James...
Formula B Minifuzz: distorsioni da taschino...
Nuova partnership tra Adam Hall Group e...
Pubblicità
Commenti
Non sembra male!
di SixtySave [user #22116] - commento del 07/02/2012 ore 09:0
Bella prova..sono molto curioso di sentirlo con le mie orecchie!
Rispondi
Rivoluzione
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/02/2012 ore 09:0
Da talebano del tweed e della nitro posso solo dire fantastico. Se fa quello che promette e da quello che ho visto all'aultimo SHG sembrerebbe farlo, sarà una bella evoluzione/rivoluzione. Se poi restituisce anche il feeling è fatta. Da quello che ho capito poi i file di profiling sono molto leggeri e quindi lo scambio/acquisto permetterà di avere un bel pò di roba. Immaginate passare in uno studio di registrazione e profilare un JTM un AC30 un Mesa Mk I qualche black face un Two Rock, l'unica cosa da capire è come si comporta con l'interazione di pedalanza varia. Ciao Ale
Rispondi
Re: Rivoluzione
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 07/02/2012 ore 09:2
l'idea è proprio quella... ;-) relativamente alla pedalanza, senza anticipare troppo, si sono tenuti larghi con MIDI In/Out/Thru più ingresso Footswitch e Footpedal indirizzabili...
Rispondi
Re: Rivoluzione
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/02/2012 ore 09:3
ok per attaccarci roba non penso sia un problema, il mio dubbio (ma capisco che sarà magari svelato a breve) è come interagiscono gli effetti, cioè profilo ad esempio un ampli senza effetti poi tra chitarra e kempfer metto un 808 quello che risulta è lo stesso che tra tra chitarra ed ampli di origine? Se sono riusciti a risolvere anche questo meritano il nobel... Ciao Ale
Rispondi
Re: Rivoluzione
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 07/02/2012 ore 09:5
aspettare e sperare...
Rispondi
Re: Rivoluzione
di mattconfusion [user #13306] - commento del 08/02/2012 ore 10:5
e se metto una TR808 me la modella??? :)))))))) :P
Rispondi
Re: Rivoluzione
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 11/02/2012 ore 13:1
beh, se avesse un ingresso audio in cui far entrare i segnali di test, magari uno strumento alla volta... :-)))))))
Rispondi
Da appassionato di elettronica mi sento di ...
di tylerdurden385 [user #30720] - commento del 07/02/2012 ore 10:1
Da appassionato di elettronica mi sento di dire che sembra una genialata. Se manterrà le promesse forse non saranno in pochi a munirsene...Anche se immagino che tanto ben di Dio avrà anche un costo non propriamente basso!
Rispondi
Re: Da appassionato di elettronica mi sento di ...
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 07/02/2012 ore 10:2
il giusto...
Rispondi
Re: Da appassionato di elettronica mi sento di ...
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/02/2012 ore 10:2
Prezzo =x-x/4 dove x=2000 mi sembra d'aver intuito +o- :)
Rispondi
Re: Da appassionato di elettronica mi sento di ...
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 07/02/2012 ore 13:1
bando ai misteri, è attorno ai 1400 leuri :-)
Rispondi
Ma funziona anche con una catena complicata?
di Sykk [user #21196] - commento del 07/02/2012 ore 10:5
Cioè se io voglio farmi un suono con Phaser-Distorsore-noise gate-delay, si incasina?
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 07/02/2012 ore 13:1
cerca di resistere fino al 1 marzo, che è anche il mio compleanno... comunque, KPA è dotato di UNA BARCA di effetti interni pronti per essere usati "prima" e "dopo" l'ampli virtuale comunque, se non puoi farne a meno, puoi anche modellare il suono del tuo ampli CON il tuo pedale... la sperimentazione è la chiave :-)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 07/02/2012 ore 13:3
*** è un sistema digitale in grado di "profilare", cioè di analizzare, rimodellare e riprodurre pressochè in tempo reale il suono di qualsiasi tipo di amplificatore, preampli, effetto, rotary speaker o altro attraverso il quale venga fatto passare il segnale della chitarra elettrica. *** A quanto ne so, il KPA profila SOLO AMPLIFICATORI. No distorsori, no effetti. Il motivo è che probabilmente ha due set di equalizzatori ed un set di distorsioni, disposti eq-dist-eq. Dopo aver testato la dinamica e scelto la distorsione che più si avvicina come comportamento, fa un match con l'equalizzazione. Uno snapshoot. L'equalizzazione e gli effetti sono indipendenti e si sommano al suono profilato.
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di yasodanandana [user #699] - commento del 07/02/2012 ore 17:3
dipende... se il "ritorno" verso il KPA e' SOLO un ingresso microfonico, certamente.. se invece e' anche un ingresso linea, uno ci campiona pure gli effetti... (per quel che mi sembra logico... magari sbagliando)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Pinus [user #2413] - commento del 07/02/2012 ore 17:4
Ho sentio vari profiling e mi sembra che gli aggiunge tipo ualcosa sulla parte medio bassa a tutti gli ampli, è un oggetto molto comodo e sono stato molto vicino a prenderlo. Però ci sono delle cose che mi lasciano perplesso, per esempio se profilo un ampli, usando un tipo di chitarra, con un tipo di pickup, con su un tipo di cassa, con un tipo di cono, con un tipo di microfono, con i settaggi dell'ampli messi in una certa posizione, otterrò una rappresentazione forse fedele dell'ampli, ma solo in termini di eq e solo per quei settaggi, non avrò una vera ricostruzione dell'ampli, quindi mi sembra tutto molto soggettivo, è come scatare una fotografia in quell'istante. Una cosa bella sarebbe fare un simulatore che ricostruisca il comportamento dinamico di vari ampli e poi metterlo in commercio, cosi com'è non mi sembra un granchè, nel senso che non mi fa gridare al miracolo, anche se è un passo avanti spero :)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di yasodanandana [user #699] - commento del 07/02/2012 ore 17:4
==Una cosa bella sarebbe fare un simulatore che ricostruisca il comportamento dinamico di vari ampli == da cio' che si capisce, mi sembra, chiaramente nei video .. questo e' cio' che fa.. se no, come succede per esempio nel video all'inizio del thread, non "acquisirebbe" le distorsioni... quello che dici tu si fa, oggi, anche in situazioni "casalinghe" con il sistema degli IR...
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Pinus [user #2413] - commento del 07/02/2012 ore 18:4
Però quando acquisisce l'ampli lo vede comunque con i settaggi che ha in quel momento, giusto? Come fa a farne un'immagine dinamica? cioè puo farne una dinamica, ma dell'ampli con i settaggi in cui si trova in quel momento l'ampli, o no?, se cambio tutti i valori, si trovera di fronte un'altra cosa, giusto? Mi piacerebbe investigare in tal senso
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di yasodanandana [user #699] - commento del 07/02/2012 ore 18:5
se "campiona" le distorsioni vuol dire che la ripresa e' dinamica e non statica come quella degli IR .. nel senso che evidentemente non fa una foto ma fa un film.. come campiona il comportamento dei settaggi dell'ampli non lo so, ma evidentemente lo fa...
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 07/02/2012 ore 19:1
Invia diversi sweep (a diversi livelli), e interpola con la distorsione interna che più si avvicina.
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Pinus [user #2413] - commento del 07/02/2012 ore 22:1
è chiarto che tutte queste sono seghe mentali, dettate dalla mia forte curiosità, comunque penso che se lo prendi per suonare, dei suoni ottimi si dovrebbe riuscire a tirarli fuori :) e poi la comodità di avere in uscita un segnale di linea completamente gestibile, non è cosa da poco
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 10/02/2012 ore 09:2
mi ero ripromesso di non intervenire più per non "bruciare" la cover story di marzo, però forse è il caso di chiarire un pezzettino di tecnologia profiling quando fai la "profilazione dell'ampli, il KPA manda una serie di segnali "test" all'ampli che è stato precedentemente regolato per lavorare in clean OPPURE in lead, a seconda di quello che si vuole profilare. la procedura è molto automatizzata, ma prevede l'analisi, la valutazione e la ricostruzione del comportamento DINAMICO dell'ampli in base alle regolazioni fatte dall'utente - se ci pensate, è banale: se regolo il mio ampli in un certo modo, di fatto sto definendo IL MASSIMO di quello che potrà dare con quella regolazione di pannello; da quei valori default non potrò che scendere (come dire, non potrò mai avere più acuti degli acuti messi già al massimo sul pannello comandi). la magia, cioè la tecnologia, è nella scelta dei segnali di test, che mettono alla prova l'ampli fino a fargli raggiungere il tetto operativo definito con le regolazioni di pannello. sotto a quel tetto, tutto, ma proprio tutto, è valutato dinamicamente in rapporto alle possibili variazioni di livello espressivo del segnale in ingresso. questo per la parte automatica; poi, si può "raffinare" la procedura mandando NON il segnale di test, ma direttamente il segnale della nostra chitarra elettrica, che ovviamente, passando per il KPA è sottoposta a una sorta di mane-tekel-fares di valutazione mandata e ritorno... insomma, non si scappa; KPA è vivo e dinamico, sicuramente più della tecnologia convolutiva con le IR. se proprio vogliamo trovargli un difetto, è che per ora è solo monoaurale, cioè non profila in stereo... ma quanti chitarristi conoscete che lavorano in true stereo e-d-b left e a-g-e right? ne riparliamo il 1 marzo - che è anche il mio compleanno....
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di lorenzof [user #17952] - commento del 03/03/2012 ore 12:1
Grande Enrico. Sei l'Atlante che sorregge il meglio di Accordo.
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 07/02/2012 ore 19:1
*** se profilo un ampli, usando un tipo di chitarra, con un tipo di pickup, con su un tipo di cassa, con un tipo di cono, con un tipo di microfono, con i settaggi dell'ampli messi in una certa posizione, otterrò una rappresentazione forse fedele dell'ampli, ma solo in termini di eq e solo per quei settaggi *** Non usi una chitarra, i segnale li fornisce il KPA (fa degli sweep sulle frequenze a diversi volumi). Comunque hai centrato il problema: hai la ripresa del settaggio che hai ripreso.
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Pinus [user #2413] - commento del 07/02/2012 ore 22:1
La chitarra intendo quando fai il campionamento fine dopo l'iniziale campionamento :)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 08/02/2012 ore 09:2
Non capisco cosa intendi. C'è una fase di campionamenti che dura un minuto circa... ma è automatica.
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di mattconfusion [user #13306] - commento del 08/02/2012 ore 10:3
secondo me smilzo ha colto nel segno e in due frasi ha fatto chiarezza su un aspetto che in tutte le demo che ho visto (magari ero distratto eh) non era stata proprio chiarissima. Parlo ovviamente del meccanismo con cui la profilazione funziona. Personalmente quando sono passato ad uno stand a shg che ce l'aveva l'ho visto buttato lì un po'a caso e mi è dipsicaiuto.. magari in quel momento non c'erano demo, xò insomma è un oggettino che molti smanettoni si sognano da anni e che ha un prezzo secondo me giusto e piuttosto conveniente (se è sui 1400 davvero). E' un oggetto orientato alla community pi di quanto l'axe fx non sia già stato: la possibilità di profilare in maniera portatile ampli diversi e di condividerli online comodamente è sicuramente un plus per questo apparecchio. Dal canto mio non è un oggetto che userei così tanto, xò è un giochino interessante.
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 08/02/2012 ore 14:4
ma la profilazione è DINAMICA, cioè manda dei segnali che permettono al circuito di "capire" come si comporta l'ampli di riferimento nelle diverse condizioni di frequenza, ampiezza, saturazione, stress, eccetera... alla fine, la differenza con la convoluzione è tutta li: da una parte hai la "diapositiva" della condizione che hai campionato/convoluto/modellato; dall'altra hai il comportamento plasticamente variabile a seconda delle tue tecniche esecutive...
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 08/02/2012 ore 17:1
Ogni emulatore ha un "comportamento plasticamente variabile a seconda delle tue tecniche esecutive". La differenza sta nel fatto che il KPA fa il lavoro che il team Line6, Roland o Fractal fanno nei laboratori. Dato un input, in base ad un algoritmo sceglie i parametri e le procedure, e fornisce l'output. Negli altri casi i parametri sono scelti dai team.
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 09/02/2012 ore 09:4
Enrico, ti riporto un estratto da un commento di Cliff Chase, il creatore dell'Axefx. Confronta due sistemi, modello+impulso e profilatura. "There are advantages/disadvantages to both techniques: The disadvantage to modeling is that the model is only as good as the cabinet IR and many people have no idea what cabinet to use with a model. There's also the issue of speaker interaction. Since the speaker is unknown, the interaction is an educated guess. If you want an exact replica of the amp/cab combination some adjustment of the speaker resonance parameters is required and many people aren't comfortable with those adjustments. The disadvantage to profiling is you only get the amp at one setting. Also, the tone controls, etc. are not accurate and you have no idea where they were set when the profile was created. After using both I still prefer modeling and can get better tones with modeling. For the plug-n-play types, profiling may be preferable."
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 09/02/2012 ore 11:2
tot capitae, tot sententiae... da quello che ho provato io, funziona meglio il profiling della convoluzione, però il mondo è bello perchè è vario ;-)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Pinus [user #2413] - commento del 09/02/2012 ore 23:4
Parole sante. L'unica nota dolente che ho rilevato finora è che tanti in rete stanno campionando i suoni dall'AxeFx che per come funziona il Kemper non mi pare il massimo dato campioni quel coso e non un ampli. non vedo l'ora della recensione, potresti fare un viaggio in 80 campionamenti se ti capita qualche amplificatorino vintage sotto le mani e magari condivederlo :P Se me lo fate passare qui a Milano posso campionarvi un Hiwatt del 71 :)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 12/02/2012 ore 10:5
beh, alla pigrizia del "cacciatore di suoni" non c'è limite; ti segnalo due episodi, tanto per capire come le cose non cambino mai... 1989 - il product specialist del WaveFrame AudioFrame (una belva a 16 bit con ben 96 Mb di RAM, che all'epoca costava mezzo miliardo di lire) realizzava la sound library di campionamenti usando un CD di suoni e campionando DALL'USCITA CUFFIA 199x - mi venne proposto di produrre una sound library commerciale realizzata CAMPIONANDO I SUONI DEL FAIRLIGHT, ma non come commercializzazione del Fairlight, semplicemente cercando di farli passare per suoni originali... roba da denuncia :-)))) figurati se adesso qualcuno non si mette a profilare le convoluzioni di AxeFX per poi pontificare su come funziona male il KPA :-))))
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 10/02/2012 ore 09:3
ma tu, a partire dalla regolazione che hai fatto sull'ampli, una volta che hai catturato il comportamento, poi ricorri ai toni e alle regolazioni del KPA che - apparentemente - sono marcate bassi, medi, acuti, presence, gain e master, ma in realtà intervengono sulle variabili previste dalla modellazione. in un modo o nell'altro, tu HAI l'amplificatore dinamico, non stai campionando quella chitarra elettrica che fa quella nota con quel suono... ;-)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 10/02/2012 ore 10:3
Chi ha provato il KPA riferisce che bassi medi acuti e master non agiscono come l'ampli da cui è stato fatto il profilo. Sembra un'eq esterna. E mi sembra plausibile, perchè sarebbe veramente straordinario se la profilazione capisse quanti stadi di gain ci sono e in quale posizione/posizioni sono i filtri! Quello che trapela del KPA è che la modellazione è: eq(convoluzione o quel che è)+distorsione+eq (convoluzione o quel che è). Forse la convoluzione è data dall'interpolazione a più livelli. Ogni ampli è formato da: eq+stage+eq+stage+eq+...+stage+eq. Ogni stadio distorce in maniera dipendente da ciò che lo precede. Come si può pretendere di eguagliare lungo tutto l'arco dinamico e di frequenza il sistema reale con quel modello? Con questo non dico che non è un grande prodotto. Voglio dire che il KPA svolge il lavoro che un team svolge alla line6 o altra fabbrica, sui LORO ampli diriferimento. Ovvero facilita il lavoro di molti utenti che con emulatori complessi non hanno le capacità o il tempo di settare a dovere i parametri, per trovare il suono del LORO ampli di riferimento. Pretendere di sostituire esattamente i nostri ampli è irreale (e la conseguente pubblicità in tale senso). Più reale è avere un buon set di suoni, simile a quello a cui siamo abituati. Se il KPA riesce a tirar fuori il set di suoni più velocemente di un POD, ha già fatto tanto! :) PS:... il campionamento non si usa per la chitarra : si sono sempre usati modelli matematici y=f(x;parametri). L'evoluzione è data dalla complessità della funzione, che è andata via via affinandosi e portando il dettaglio fino alle componenti base o loro moduli (alimentazione, trasformatori, condensatori, etc). Dal GP100 al POD, tutti sono dinamici. Il KPA introduce il fit "domestico" della funzione rispetto ai campioni. Tutto qui. Yasodana è anni che si fa in casa gli emulatori... ;)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 10/02/2012 ore 10:3
fermo li: tu non sostituisci l'ampli... sostituisci l'ampli microfonato e riprodotto in un impianto. se apprezzi la differenza, sei a cavallo; sul funzionamento dei controlli, posso garantirti che KPA non ha nulla da temere nei confronti di un ampli vero, comunque, poi sentirai dalle prove :-)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 10/02/2012 ore 10:5
Vero, ma se profilo con una DI, invece di ampli e cab, potrò poi usare un finale e cassa tradizionali. Almeno spero! ;) Con l'axefx c'erano le stesse considerazioni. Adesso ila seconda generazione sembra aver superato il problema: per me non era un problema di microfonazione e riproduzione, ma di modelli. Le valvole sono un "bordello" dinamico: il bias varia in continuazione, si spostano frequenze. I modelli che non tengono conto di tutte le variabili per ignoranza dell'effetto o per incapacità di calcolo difficilmente riprodurrano il feel dal vivo... :) Un'ultima considerazione sullo scambio di profili... io sono rimasto deluso con l'axefx. scaricavo patch in base alle clip, e ciò che sentivo era ben diverso dalle clip. Per fare i suoni che piacciono a me ho sempre fatto da me le patch. Diverso è il discorso effetti, dove ha senso lo scambio (un tempo di delay resta lo stesso, ma una distorsione cambia con il tocco, la chitarra, etc etc).
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 10/02/2012 ore 11:2
con la frase "se profilo con una DI" intendi un collegamento del genere? [chitarra - kpa]- [kpasend - ampli in]- [ampli line out - DI] - [DI - kpa return]? in questo caso, stai profilando il suono del preamp e l'eventuale colorazione della DI sull'impossibilità di ripetere la turbolenza valvolare, è vero quando la catturi con la IR che - di fatto - congela una condizione timbrica e poi te la fa spostare con i parametri "di bordo" presenti nella struttura di riproduzione il profiling fa lavorare l'ampli in TUTTE le condizioni che le valvole, precedentemente regolate, possono trovarsi a fronteggiare per ampiezza dinamica, fase e frequenza, creando un vero e proprio database di possibili comportamenti per "quella" struttura, compresa la risonanza del e le interazioni con il cabinet - ecco perchè c'è un microfono di mezzo cosa non puoi fare? a modello acquisito, non puoi raggiungere quel suono che raggiungeresti SPOSTANDO MANUALMENTE i comandi sul pannello dell'ampli modellato; mi spiego meglio: se profili con (per esempio non vincolanteeeeeeeeee...) il compressore a metà, non puoi pretendere che il modello indovini quello che succede quando il compressore è al massimo! ;-) insomma, la nobile arte del profiling è nella sua giovinezza... occorrerà imparare a usarla, così come negli Anni 80 abbiamo imparato a campionare e negli Anni 2000 abbiamo imparato a convolvere. a margine, la convoluzione è molto più "blindata", nel senso che TUTTO quello che fai sulla convoluzione è realizzato intervenendo a posteriori dall'esterno, non certo rispettando il comportamento naturale, vista la natura assolutamente artificiale dell'impulso che innesca la IR :-)))
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di smilzo [user #428] - commento del 10/02/2012 ore 20:1
DI intendevo prelevare parte del segnale del finale... la famosa line out! Concordo anyway! :)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 10/02/2012 ore 20:1
ahhh, ok certo! puoi profilare anche solo un preamp o un pedale effetti, insomma un circuito "semplice" senza cabinet... ;-)
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di Pinus [user #2413] - commento del 11/02/2012 ore 15:0
Grazie per le info e per lo "sbattimento" che ti fai! tu ed emiliano siete in assoluto i migliori autori qui in giro secondo me è una goduria leggervi! Comunque al di la di tutto pensandoci bene avere la pssobilità di portarsi in giro il proprio suono è davvero una gran cosa, anche perchè come dici tu è il suono dell'ampli ripreso da un microfono ed è quin il bello, perchè di solito, anche avendo un bell'ampli e potendoselo portare in giro, poi suonarlo su una cassa non adatta o diversa dai propri gusti puo avere effetti disastrosi sul suono e sil proprio umore :) infatti la cosa che mi fa sempre andare fuori di testa sono casse e coni, sopratutto cambiando ampli non è detto che mi piaccia usare sempre la stessa cassa, di solito uso quell'ampli con quel cono e quell'altro con un altro, quindi apprenzzando questa differenza è davvero un gran prodotto. Io la butto li, ma mi piacerebbe se persone che hanno a disposizione i mezzi per riprendere amplificatori come si deve col KMP, li rendessero disponibili, anche a pagamento
Rispondi
Re: Ma funziona anche con una catena complicata?
di yasodanandana [user #699] - commento del 12/02/2012 ore 11:5
ecco!! mi piace!!!!!
Rispondi
IN EVIDENZA
di lorenzof [user #17952] - commento del 03/03/2012 ore 12:1
credo che questo aspetto non sia chiaro a tutti
Rispondi
Fatevi un giro su youtube nel canale di ...
di kirschak [user #32705] - commento del 07/02/2012 ore 13:3
Fatevi un giro su youtube nel canale di rafport....è italiano e sta testando in un lungo ed in largo il kemper......sembra interessante..;-) Ecco uno dei link vai al link
Rispondi
diciamo che...
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 07/02/2012 ore 13:5
...aspettiamo tutti la cover story, così evitiamo di scrivere e ragionare due volte sullo stesso argomento. ;-)
Rispondi
Rischio aggressione
di mauriziodb [user #19064] - commento del 07/02/2012 ore 16:5
Provo ad immaginarmi un possessore di Kemper che vada dall'amico che, dopo anni di prove e dopo avere dilapidato i beni della famiglia, ha finalmente trovato un suono decente e gli dica: " scusa, mi fai infilare il jack ? E' questione di pochi secondi ". Per me rischia la pelle. Ps Perchè non chiedi a Mr. Shameless se fa lui una recensione ?
Rispondi
si vedrà
di Pinus [user #2413] - commento del 07/02/2012 ore 17:4
-
Rispondi
Però ... e il supersonic??
di robbyboy [user #13010] - commento del 07/02/2012 ore 18:2
Già mi intrigava... ma la curiosità ora è tanta. A proposito, ma la distorsione del supersonic... mica da buttare!! anzi!! Di recente ho preso un 22, stupendo! un saluto da robbyboy
Rispondi
l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di marcomo [user #33070] - commento del 07/02/2012 ore 23:3
l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il fatto che riduce tutto il profiling a un pre.... e ha bisogno di un finale di potenza che in qualche maniera ne influenzerà il suono...Già che c'erano potevano far si che pilotasse direttamente una cassa.... mah...
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di mattconfusion [user #13306] - commento del 08/02/2012 ore 10:3
èun po' il discorso di apparecchi come l'axe fx. In rete la discussione è ampia, in generale molti utilizzatori usano monitor full range attivi al posto di ampli di potenza e cono da strumento
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di marcomo [user #33070] - commento del 08/02/2012 ore 11:2
Ciao matt confusion! io sono nuovo di accordo ...per lungo tempo ho solo letto poi ho deciso che mi sarebbe piaciuto condividere le mie esperienze ed eccomi qui....Cmq..questi monitors attivi costano un botto.Anche io sto cercando qualcosa per poter suonare live con guitar Rig. l'ho provato in saletta con la band ma nell'impianto che abbiamo noi i suoni lasciano un po a desiderare sopratutto i distorti che sembrano belli finti :-) Una buona alternativa sembrerebbe essere il tech 21 Power engine...ma anche quello costa un botto. Hai qualche monitor da consigliarmi? Grazie! Ciao.
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di Matteo Barducci [user #29] - commento del 08/02/2012 ore 15:0
Traynor K4
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di mattconfusion [user #13306] - commento del 09/02/2012 ore 11:4
Non me ne intendo molto di monitor attivi per questi scopi e posso solo riportarti le scelte che sembrano più comuni tra gli utenti di AxeFx e Eleven Rack... molt usano i monitor Atomic vai al link Altri usando deimonitor Mackie...altri ancora amplificatori per tastiere come ti suggerisce Matteo qui... dipende un po' da quello che vuoi ciao!
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 12/02/2012 ore 10:5
ma tu profili pre - finale - cabinet e ripresa microfonica a quel punto, vai in diretta sull'impianto forse, le prossime versioni incarneranno la tecnologia per creare sistemi combo KPA, con tanto di cabine 1x12 o 2x12 (ma, a quel punto, voglio vedere come ti metti con la scelta jensen, celestion, eminence, jbl, electrovoice eccetera.....)
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di marcomo [user #33070] - commento del 12/02/2012 ore 11:2
Ciao, io quello che non capisco di queste macchine è che tu profilerai o modellerai (nel caso di pod e similari) pure tutto quello di cui hai bisogno, però come risultato di queste operazioni ottieni sempre e comunque un qualcosa che ha bisogno di essere amplificato per poter uscire, poichè suppongo (ma non lo so) che in uscita questi aggeggi diano dei segnali di tensione dell'ordine di grandezza di centinaia di millivolt o qualche volt (come un pre?)...e che siano pronti per andare a pilotare un finale..Anche l'IPOD attaccato all'impianto PA a quel punto pilota un finale...Il discorso è che tu vai a modellare/profilare un finale e un cabinet che quando vai a riascoltare viene influenzato dal tipo di finale/speaker che usi...o_O.. a quel punto non sarebbe conveniente dotare queste stupende macchine di un finale incorporato che pilota una cassa passiva? .. Troverei a intuito che o il suono dipenderebbe davvero dalla scelta del cono.. Su youtube mi han detto che sul retro del Kemper hanno lasciato un grande spazio da riempire con un finale di potenza...?? Saluti
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 12/02/2012 ore 11:3
sul retro del KPA c'è uno spazio vuoto - sembra il Dolceforno... - che potrebbe contenere tutto e il contrario di tutto. la filosofia, mia impressione da 2cent - dell'apparecchio è che tu esci con un suono bello "apparecchiato" che non ha più bisogno dell'interazione timbrica realizzabile con finale valvolare tirato per il collo e strozzatura dinamica dei coni portati a saturazione... insomma, la mia impressione è che quando esci dal KPA devi andare su un impianto o su un sistema d'ascolto che non possa essere influenzato dalla tecnica esecutiva. una cosa lineare insomma a margine, anticipando quanto poi verrà scritto nella cover story, kpa può disabilitare la simulazione cabinet proprio se lo vuoi collegare a un ampli "normale " da chitarra, ovviamente entrando nel circuito return, cioè direttamente nel finale e non nel pre ;-)
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di yasodanandana [user #699] - commento del 12/02/2012 ore 11:4
===Il discorso è che tu vai a modellare/profilare un finale e un cabinet che quando vai a riascoltare viene influenzato dal tipo di finale/speaker che usi...=== se mandi il suono all'impianto e usi una cassa hi-fi o da "impianto voce" per monitorare hai risolto... per me non ha un gran senso metterci dentro un finale, perche' non ha senso collegarci la classica cassa da chitarra e perche' il mercato delle casse monitor da studio o da "impianto voce(tanto per capirsi)" e' orientato verso i modelli amplificati... per i feticisti, magari, si trattera' di uno svantaggio sul piano dell'estetica.. la classica cassa marshall 4x12 e' molto piu' bella da avere dietro sul palco di uno speaker montarbo o mackie.. ma, se la cosa prende piede, magari i costruttori di amplificatori tradizionali, si metteranno a fare casse amplificate di impostazione hi fi col look dell'ampli tradizionale... magari pure reliccate... :-)
Rispondi
Re: l'unica cosa che nen mi sconfinfera è il ...
di viabcroce [user #13757] - commento del 11/11/2013 ore 01:49:4
... Alla fine ci avevi preso, vecchio mio... XD
Rispondi
io che sono ANALOGIC OR DIE, devo dire che mi ...
di JackDynamite [user #14761] - commento del 08/02/2012 ore 00:2
io che sono ANALOGIC OR DIE, devo dire che mi piacerebbe davvero tantissimo avere una cosa del genere!
Rispondi
date un'occhiata
di bodompelle [user #26183] - commento del 08/02/2012 ore 23:5
date un'occhiata! vai al link vai al link
Rispondi
seguo questo oggetto da tempo e credo sia ...
di vh4paul [user #33092] - commento del 09/02/2012 ore 04:0
seguo questo oggetto da tempo e credo sia estremamente interessante. Nei sample che ho ascoltato finora il suono "clonato" risulta alle mie orecchie sempre un po' più piatto rispetto all'originale, con meno armoniche e profondità (cosa che si avverte maggiormente sui suoni puliti), ma - ammesso che sia realmente così (finchè non si ascolta con le proprie orecchie dal vivo è sempre imprudente esprimere giudizi troppo categorici secondo me) - si tratta di particolari del tutto trascurabili rispetto agli aspetti positivi. Soprattutto in un contesto di band, che sia in registrazione o dal vivo, i vantaggi di avere a disposizione un oggetto del genere sarebbero incredibili e personalmente sarei ben disposto a barattare eventuali lievi imperfezioni di "clonazione" a fronte della quantità di possibilità offerte. Con questo voglio dire che se posso avere a portata di mano sia in studio che dal vivo (e in un'unica soluzione, oltretutto) la pasta sonora degli amplificatori che ho sempre sognato, non mi lascio certo scoraggiare da piccoli dettagli che sono a mala pena udibili in solo, figuriamoci in un mix o mentre si suona dal vivo con la band. Che dire, è sempre di più nella mia lista dei desideri...se migliorassero un po' anche l'aspetto estetico non sarebbe male, è davvero bruttarello a vedersi ehehe :)
Rispondi
mah..io ce l'ho..
di Sollazzon [user #10046] - commento del 09/02/2012 ore 10:2
dal 18 gennaio.. non vi anticipo nulla se nò rischio di rovinare la festa.. è strabiliante! c'è il forum kemper che è molto interessante...che sto seguendo .. per mè è davvero.. rivoluzionario! non ha deluso le aspettative (le mie) Anzi !
Rispondi
Re: mah..io ce l'ho..
di guitarlory [user #1166] - commento del 09/02/2012 ore 10:5
Ciao, io ce l'ho in arrivo ;-) Come lo usi live? Monitor attivo, impianto PA, o FRFR amp + cabinet chitarra? Ma soprattutto, come lo senti sotto le dita rispetto agli ampli di riferimento? Thanx!
Rispondi
Re: mah..io ce l'ho..
di Sollazzon [user #10046] - commento del 09/02/2012 ore 11:1
ora tramite il PA e (escludendo la cassa) anche sul finale e un cabinet rispetto a miei amp è uguale.. anzi direi meglio
Rispondi
Re: mah..io ce l'ho..
di guitarlory [user #1166] - commento del 09/02/2012 ore 14:1
... e adesso la già spasmodica attesa è alle stelle!!!! :-)
Rispondi
Re: mah..io ce l'ho..
di Sollazzon [user #10046] - commento del 09/02/2012 ore 16:2
:-))) bah.. anch'io ho seguito l'uscita di questo prodotto per un bel po.. ...poi sempre qui su accordo avevo letto ''aspettando SHG''.. riguardo appunto alla sounwave e Lucky music.. ho chiamato .. è arrivato.. l'ho comprato a quanto pare sono uno dei pochi ad averlo già cmq L'attesa Merita!! e poi il team di kemper rilascia continue nuove versioni ed aggiornamenti vari.. ..per ora nulla da dire..davvero spettacolare.. ecco forse l'estetica non è delle più accattivanti ( la versione nera per me è più cool ..però..) volendo avrei prferito se fosse stato completro di.. una borsa..un case.. qualcosa per trasportarlo ''in sicurezza'' diciamo.. però davvero eccellente come prodotto..
Rispondi
Re: mah..io ce l'ho..
di smilzo [user #428] - commento del 10/02/2012 ore 10:3
Aspetto la profilatura dei Masotti. :D
Rispondi
Re: mah..io ce l'ho..
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 10/02/2012 ore 11:2
anche tu hai avuto l'impressione di "far sbocciare" l'apparecchio quando inizi a modellare? ;-)
Rispondi
amore a prima vista
di sabnak [user #33108] - commento del 10/02/2012 ore 11:1
ne ho portato a casa uno ieri.. Premetto che ho avuto multieffetti di vario genere, dal pod all 11rack all axe fx. Capisco poco o nulla di elettronica, e dopo aberlo provato qualche ora dico la mia prima impressione. Mai sentito un coso digitale rispettare cosí tanto la finamica, il tocco, ecc... Insomma giocando con le pennate o variando anche poco il volume dalla chitarra l'aggeggio reagische restituendo il sound che mi aspetterei da un ampli valvolare. La profilazione nn so se e quando mi servirà. Di default ha già tanta roba ed esplorare tuttto richederà molto tempo. È a prova di imbecille. L'utilizzo è davvero immediato. Alrra cosa...gli effeti, la qualotà mi ha stupito. Insomma sono per ora soddisfattissimo
Rispondi
aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 10/02/2012 ore 12:0
aspetto la versione Behringer :-)
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di sttanz [user #27619] - commento del 10/02/2012 ore 13:3
un po' di pazienza, ma arriverà ...
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 10/02/2012 ore 13:3
l'oggettino e' figo e porta un'innovazione che piacera' a molti... quindi c'e' da aspettarsi, abbastanza rapidamente, che qualcuno cloni pure lui e lo riproponga a prezzi popolari... magari in un pedalino :-) o no?? ciao!!
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di smilzo [user #428] - commento del 10/02/2012 ore 20:1
Secondo me tu, tramite plugin o altri effetti, fai già il profiling. Comunque il primo che profila i pedalini boutique si fa i soldi... ;)
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 10/02/2012 ore 20:2
io , e il comune mortale in genere, il profiling non lo famo... al massimo famo gli IR che campionano l'equalizzazione e gli ambienti .. ma niente di piu' (anche se non e' poco)
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 11/02/2012 ore 13:2
ti dirò: anche io pensavo che mai e mai e mai e poi mai avrei avuto tempo o coraggio per provare il profiling vero e proprio - poi, a parte l'obbligo dovuto dal dover fare la cover story - ci abbiamo provato SENZA RETE DI SALVATAGGIO, cioè a telecamere accese e la prima volta per tutti, direttamente quando abbiamo fatto il video... (ovviamente, mi ero studiato la procedura sul manuale di riferimento, se non altro per capire quali tasti andare a premere sul pannello comandi) ...beh, è una cosa facilerrima, facillimissimissima: in pratica, devi solo fare i collegamenti indicati e innescare la procedura di analisi. se quella non basta, o se vuoi avere a che fare con i suoni distorti, nella seconda fase devi degnarti di prendere un bel mi maggiore sulla chitarra elettrica (sbrennnnnngggg!) e basta. un sogno!!! ovviamente, devi avere due orecchie che funzionano bene per: a) regolare in maniera decente l'ampli che devi profilare b) posizionare in maniera adatta al tuo suono il microfono davanti l'ampli e, altrettanto ovviamente, devi avere un ampli che valga la pena di profilare ma, dopo la prima "profilata", puoi diventare veramente pericoloso per gli altri... :-))) chiaro che, se arrivano i cinesi di behringer e behringerizzano il tutto, succede l'ira di Dio!!!
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 11/02/2012 ore 15:1
mi sono spiegato male... volevo dire che se vuoi fare l' "impulso" di un ampli da chitarra, un riverbero hardware o software, un delay, un altoparlante, un ambiente (ecc. ecc.) lo fai con mezzi comunemente a disposizione (computer, scheda audio, un mic.. ) e l'"impulso" lo utilizzi poi anche con software gratuiti... se invece vuoi "profilare" ti ci vuole il kemper.... (e se lo avessi a disposizione ci passerei le giornate... e non solo a profilare gli ampli buoni, ma anche qualche "accrocco" strano o "sbagliato" di collegamento fra effetti, casse, computer, synt, filtri e ampli.. cosa che a me , per inciso, attrae piu' che clonare il fender twin e il vox ac 30 .... e poi lo userei anche con altri suoni, non solo chitarre elettriche)
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di Matteo Barducci [user #29] - commento del 11/02/2012 ore 16:4
Ma il Kemper funziona solo con ampli da chitarra?
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 11/02/2012 ore 17:5
lui mica lo sa cosa profila...
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 11/02/2012 ore 18:4
eh già... ;-)
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 12/02/2012 ore 11:5
c'e' da capire se puo' "profilare" anche le uscite dirette "linea" oltre che i segnali immessi via microfono... mi divertirebbe campionarci qualche filtro, distorsore, pre, effetto ecc. ecc. quanto e piu' degli amplificatori...
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di Enrico_Cosimi [user #18600] - commento del 12/02/2012 ore 12:0
oh, yes (una rosa è una rosa è una rosa) lui, kpa, si aspetta un segnale di ritorno indifferentemente nei formati XLR microfonico o TRS linea... eh eh eh eh eh
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 12/02/2012 ore 12:0
ecco.. questa e' la vera figata.. altro che profilatticizzare gli amplificatori da chitarra..
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di smilzo [user #428] - commento del 13/02/2012 ore 14:5
Intendendevo dire che tu hai "emulato" amplificatori semplicemente con plugin di distorsione ed eq, se non ricordo male! :)
Rispondi
Re: aspetto la versione Behringer :-)
di yasodanandana [user #699] - commento del 13/02/2012 ore 15:4
si.. lo faccio sempre... :-)
Rispondi
Potrebbero fare una versione software tipo ...
di gabrieleciullo [user #32687] - commento del 14/02/2012 ore 14:3
Potrebbero fare una versione software tipo plugin VST
Rispondi
Nuovo thread in italiano sul forum Kemper
di viabcroce [user #13757] - commento del 01/06/2012 ore 02:07:51
Un update per dire a chi passi da queste parti che c'è un nuovo thread in italiano sul forum Kemper. Lo trovate qui: vai al link
Rispondi
Microfoni & samplers
di Claes [user #29011] - commento del 11/11/2013 ore 11:52:
È possibile scegliere tra microfoni tipici usati per registrare dal vivo?? O in studio? Ovviamente, solo si usa il DI mandandolo all'impianto e monitors e/o casse auto-amplificate hi-fi.

Campionare, Fairlight: dapprima cosa c'entra il Fairlight? Era nello studio della Mega Rec's percui lo conosco bene. Sarebbe utile sapere come sono stati campionati i vari tipi di ampli dato che un sampler alla Fairlight, S-1000 ecc. sono appunto per suoni campionati da poi suonare sulla tastiera.

Se il Kemper riproduce la dinamica plettrata / uso potenziometri è una favolosa innovazione confrontando ai soliti preampli. Può però essere problematico usare la solita catena + il vostro ampli.

Dunque, al 1 Marzo per risposte!!!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Fender Paisley: la finitura frufrù che ha conquistato il Re
DV Mark Micro 50: piccola e potente ma non per tutti
Classico all'avanguardia: Fender fa ascoltare le American Elite
Yamaha RevStar provate al Namm
Alimenta wireless i tuoi pedali con gli F-Adapters
I più commentati
Perché i musicisti dovrebbero apprezzare la Boxy Silent Live
Formula B Minifuzz: distorsioni da taschino
Il sangue di Gary Holt per verniciare la sua nuova ESP
DV Mark Micro 50: piccola e potente ma non per tutti
Fender Paisley: la finitura frufrù che ha conquistato il Re
I vostri articoli
Il poggiadita del basso
DV Mark Micro 50: piccola e potente ma non per tutti
Gary Clark Jr e la chiesa riportata al centro del villaggio
Conn Strobotuner ST6: l'accordatore di Jimmy Page
di nawa
Robert Johnson e il patto col diavolo
Hot licks
Chitarra acustica & studio di registrazione
Quando al basso manca la fondamentale
Migliora i tuoi accompagnamenti con la dance
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964