Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Corso di Liuteria, attrezzatura e laboratorio.
di ale1977 | 24 febbraio 2008 @ 19:51

ale1977 scrive: Ciao a tutti! Tra le tante pippe on line alla visione di splendide chitarre sui mercatini, sognare la tua preferita, volerle avere tutte...Fino ai siti dei liutai più famosi e progettare con loro la TUA chitarra, così come la vorresti proprio...scoprire che ci vogliono un casino di soldi...arrivare a parlare con il liutaio non conosciuto che ti sembri faccia delle bellissime cose ad un prezzo ben più contenuto fino ad arrivare a pensare: MA SE LO FA LUI PERCHE' NON POSSO COSTRUIRE IO LA MIA CHITARRA? QUESTO OVVIAMENTE PUO' RIGUARDARE MOLTI CHITARRISTI E NON SOLO ME!

Così nasce il progetto che in primis vede l'autocostruzione tramite manuali del liutaio della domenica, tutti in lingua inglese, l'unico trovato in italiano è quello in vendita su: http://www.koolguitars.com/manuale_liuteria.htm

Poi l'idea si fa più interessante e professionale e si incomincia a sognare il proprio laboratorio e si accantona l'idea di diventare un liutaio della domenica.

Si, l'idea dell'autocostruzione mi ha portato a volere diventare un liutaio di professione, mi ha scatenato una passione tremenda..

Così mi sono messo alla ricerca di corsi professionali di liuteria e i risultati forse più seri, facendo nomi cognomi prezzi e considerazioni in tutta onestà, sperando di non offendere nessuno...

Galeazzo Frudua: http://www.fruduaguitars.it/home_it.html# Sicuramente un nome indiscutibile per quanto riguarda professionalità e qualità nella costruzione di chitarre ed ampli.

Sicuramente è il corso che più mi attira, anche se all'inizio può sembrare un pò strano perchè forse un pò troppo legato al money, ma in un secondo momento proprio per il tipo di impostazione professionale creata può sembrare dia garanzie, anche se rimane il fatto che secondo me alcune cose che elencherò dopo non dovrebbero essere a pagamento.

Frudua fa coaching di liuteria, pertanto si reca lui alla tua abitazione o laboratorio per insegnarti.

La sua tariffa oraria è di 35 euro l'ora, per imparare a costruire una chitarra e a fare le manutenzioni e sostituzioni più comuni ci vogliono all'incirca 10 giorni per 8 ore al giorno, totale 80 ore di corso.

Alla fine del corso sai costruire e verniciare chitarre ai livelli delle Tom Anderson e Shure. (almeno quanto detto da lui)

Da aggiungere è il vitto e alloggio per il Frudua, che a pranzo mangia con te ma alla sera deve alloggiare in una pensione, prezzo circa di 45 euro al giorno per 10 giorni...e siamo già a 3250 euro!

Un tempo dormiva dagli allievi ma ora non più per motivi che oltretutto condivido...vedi parlare sempre e continuamente di chitarre pranzo e cena e fino a mezzanotte ogni giorno...e giustamente non fa più vita!

Poi ovviamente, essendo che lui viene da te devi avere già uno spazio, quindi o una cantina, una stanza o simili di almeno 4 mq. che è proprio il minimo necessario, ovviamente lo spazio deve essere attrezzato per la costruzione e verniciatura, poi devi avere l'attrezzatura non da liutaio della domenica, ed i materiali per la costruzione.

Per me che non ho cantina ne una stanza vuota, ma ho un bel giardino con molto spazio si deve aggiungere circa 1000 euro per una casetta di legno da 8/10 mq. in modo da essere già un pò più larghi...siamo a 4250!

E qui nasce la nota dolente, secondo me:

Lui fornisce per la somma di 299 euro una lista completa di attrezzatura e di nomi di fornitori più economici necessaria per la costruzione...ecco, essendo che già comunque paghi un corso, lo paghi una cifra considerevole da corso professionale, secondo me dovrebbe già essere parte integrante del corso la fornitura di una lista di attrezzatura di cui hai bisogno per frequentarlo non credete?

Aggiungi 1500/2000 euro per l'acquisto dell'attrezzatura, ovviamente questo a sua detta, pertanto non conosco l'attrezzatura di base che "pretende" per il suo corso e non so neanche se esiste la possibilità di spendere ancora meno pur avendo un attrezzatura non rudimentale...questo ditelo voi!

Volendo, aggiungendo ancora la somma di 299 euro, ti fornisce anche una lista di fornitori di legni e hardware da lui selezionati come affidabilissimi nel corso della sua lunga esperienza nel settore.

Quindi, considerando il fatto che l'acquisto dei "pacchetti" lista sia facoltativo, non è da considerare altrettanto facoltativo avere un attrezzatura che ti permetta di avere un Lab. funzionale e non da liutaio della domenica...diamo la cifra di 2000 euro circa per l'attrezzatura...siamo a 6250!!

Aggiungiamo ancora i soldi per il materiale per costruire il nostro primo strumento, sempre a sua detta 2/300 euro...diciamo 300? Bene siamo a 6550 euro per il corso di Galeazzo Frudua! Il corso è individuale.

Fusion School: corso collettivo max 8 persone http://www.fusionschool.it/articles/00005/brochure liuteria.pdf

Corsi tenuti da Franco De Filippo e Leonardo Petrucci, che personalmente non conosco, ma qualcuno di voi potrà sicuramente conoscere e chiarire la mia "ignoranza"

I corsi in questione si tengono all' Isola del Giglio ed hanno una durata di 9 giorni ed il costo è di 1600 euro totale, compreso alloggio con prima colazione e tutto il necessario per la costruzione, legni ed hardware più spese di viaggio per raggiungere l'isola.

Lo scopo del corso e' riuscire ad insegnare ed a garantire ai partecipanti di apprendere i criteri di costruzione ed analisi dei passaggi costruttivi e progettuali di una chitarra, portandoli ad un livello che gli consenta di riprovare in seguito e senza l'assistenza dei liutai, a costruire un secondo strumento.

Per questo motivo si useranno solo attrezzi che ognuno potra' acquistare da qualsiasi ferramenta o grossista di Bricolage, si sveleranno trucchi e semplici tecniche per semplificare alcuni delicati passaggi costruttivi.

Ogni partecipante costruira' la propria chitarra sotto l'assistenza e la visione di un liutaio specializzato ma nello stesso tempo assistera' e partecipera' anche alla costruzione delle altre sette chitarre degli altri partecipanti.

In questo modo potra' approfondire piu' volte ogni passaggio costruttivo eliminando qualsiasi possibile dubbio su ogni singola fase di realizzazione. Ovviamente questa scelta pare molto più amatoriale e non ti consente di avere un laboratorio per proseguire la tua professione, ma sicuramente chiedendo un aiuto ad uno dei 2 liutai del corso sullo scrivere una lista di attrezzature da acquistare potrebbe essere una soluzione.

La scuola effettua anche corsi individuali a Roma a 40 euro all'ora di cui purtroppo non so dare informazioni magari qualcuno di voi si??

Giulio Negrini: http://www.liuteriagng.it/index.html

Dal suo sito internet possiamo vedere che costruisce delle chitarre bellissime ed ha fatto degli studi molto professionali e specifici.

I suoi corsi sono in fase di elaborazione e saranno disponibili pare da maggio 2008.

Non si conoscono ancora costi e tempi ma i corsi dovrebbero essere in questi termini:

Hobbista: assemblaggio e messa a punto di una chitarra a manico avvitato

Principiante: costruzione di una chitarra a manico avvitato flat top

Intermedio: costruzione di una chitarra a manico incollato o avvitato con carved top

Avanzato: costruzione di una chitarra neck-thru

Professionista: costruzione di una chitarra neck-thru con carved top

Corso supplementare principiante di verniciatura ad olio

Corso supplementare avanzato di verniciatura sintetica a spruzzo

Tutti i corsi sono comprensivi di ore pratiche e di ore di teoria di base (non si tratta solo di scolpire il legno, per creare uno strumento musicale l'intuito e delle conoscenze di fisica acustica di base sono fondamentali!)

Queste le sue parole alla mia richiesta di informazioni su possibili corsi avendogli nominato i corsi che ho elencato precedentemente:

"Conosco i corsi che mi nomini e secondo me un così breve periodo di tempo non può insegnare un'arte così complessa ed articolata come la liuteria (9/10 giorni se non erro).

Da quando ho avviato la mia attività ricevo moltissime richieste di insegnamento (quasi 3 a settimana!) ed è per questo che ho intenzione di avviare una scuola di liuteria o quantomeno un corso degno di tale nome!

Secondo me da prendere in considerazione voi che dite?

www.koolguitars.com

Il corso presso il suo laboratorio ha il costo di 2600 euro più vitto e alloggio di cui avremo bisogno per noi stessi per 10/15 giorni. Il corso prevederebbe la costruzione di una solid body tipo telecaster, quindi dalla scelta del legno, la sgrossatura, la lavorazione mediante sagome (quindi anche la loro relativa costruzione), fino alla fase finale di montaggio e setup.

poi si fa la valutazione degli utensili prioritari per il laboratorio tipo frese, scalpelli, pialle, lime, raspe, oltre all'autocostruzione di qualche attrezzo con circa 400 euro pare.

Eccomi a trarre le mie conclusioni:

Il corso di Frudua lo ritengo estremamente professionale e più "sicuro" di una preparazione più vera risparmiando parecchio tempo tra i vari salti di qualità che si hanno con l'esperienza sul campo, alla fine del corso sei pronto in tutto poi sta a te. Il prezzo è alto e qualche richiesta (vedi liste) la trovo abbastanza eccessiva! :) scherzo ovviamente

La Fusionschool in rapporto mi sembra fin troppo economica e allora mi chiedo:

Considerando che cerco un corso che possa sfociare in una professione, questo potrebbe essere un buon inizio come liutaio della domenica che con applicazione e tempo ti potrà portare a fare qualcosa di bene, ma potrebbe anche essere tutto fine all'hobby e quindi i 1600 euro che sembrano pochi diventano spesi male se non buttati via?...a voi!

Giulio Negrini: si sa poco o niente ma sembra sicura professionalità...vedremo in seguito, se qualcuno ne sa dica!

Koolguitars: Mi sembrano veramente troppe 2600 euro più trasferta per un corso con ahimè, risultato fantasma, considerando che chi sostiene il corso non sia così di fama come Frudua, che chiede 2800 per la sua prestazione...voi lo conoscete? vale la pena? dite dite!

Dalle mie considerazioni finali sembrerebbe che la mia scelta sia già stata fatta o si barcamena tra 2 soluzioni, ma non è così!

I miei sono solo dubbi e perplessità su cosa sia valido, su cosa sia giusto da spendere certe cifre ed avere il risultato di professionalità richiesto.

Ora a voi!

Io potrei non avere considerato delle alternative...delle soluzioni diverse...delle proposte DA FARE ai vari iutai.

Voi potete avere molte informazioni sui vari che io non so.

Qualcuno di voi ha frequentato o frequenta questi corsi o altri? Cosa ne pensate?

Chi più ne ha più ne metta...

Fatevi sotto, potrebbe essere un idea di professione anche per voi!

SI ACCETTA VOLENTIERI UNA LISTA DI ATTREZZATURE PER ALLESTIRE IL LABORATORIO, NEL DETTAGLIO CON TUTTE LE PRECISAZIONI POSSIBILI, PER ORGANIZZARE IL LAB NON IN MANIERA NON PROPRIO RUDIMENTALE MA NEANCHE SUPERANDO LE 1500 EURO!

Grazie a tutti ciao!

eventi
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
La Via del Tempo: master di batteria con...
Factory Artists si avvia verso la terza...
Ibanez Day Live streaming dalla Salumeria...
Incontra i tuoi idoli e scopri le novità...
Pubblicità
Commenti
Fabio Ragghianti
di kfd - user #1076 dal 29/12/2002 | 24/02/2008 @ 23:5
Anche il liutaio Fabio Ragghianti (http://www.fabioragghianti.com/) tiene corsi di liuteria. Tra l'altro, tanto per dimostrare ulteriormente che nessuno è profeta in patria, insegna liuteria regolarmente negli Stati Uniti (e ha anche insegnato in Asia). Sulla qualità e professionalità del liutaio, personalmente, non ho nessun dubbio. Oltretutto è in stretto contatto con Bob Benedetto ed era amico del (purtoppo scomparso) leggendario Jimmy D'Acquisto. Sul prezzo dei corsi, purtroppo, non ho idea! :)
Rispondi
Re:Fabio Ragghianti
di stepuc78 - user #11233 dal 19/10/2006 | 26/02/2008 @ 19:1
potete sentire pure Davide di www.utopiacustomshop.com
Rispondi
Re:Fabio Ragghianti
di alex_di_muccio - user #14241 dal 28/02/2008 | 28/02/2008 @ 15:1
Buongiorno a tutta la comunità di Accordo, me compreso! Complimenti per l'articolo, sicuramente sarà pieno di informazioni utili per tutti i chitarristi ed autocostruttori come me. Sono stato citato da qualche amico come autocostruttore per passione di effetti e chitarre; Posso dare un consiglio agli appassionati di autocostruzione di chitarre, anche se neofiti in questo campo? Usate il web e cercate homepage di persone che hanno costruito chitarre, usate buon senso su ogni scelta non sottovalutando la voce costi, iniziate la vostra realizzazione (scegliendo un modello +0- semplice) e man mano che ci lavorerete sopra scoprirete da soli le cose da fare e non fare, proprio come ho fatto io! Da anni mi autocostruisco chitarre, ottenendo ottimi risultati e risparmiando migliaia di euro per dei corsi accelerati. Anche in questo caso è vero il motto: sbagliando si impara; quasi sicuramente la prima realizzazione non sarà quella definitiva, ma ne guadagnate di esperienza e soddisfazione (ricordo risparmiando un sacco di soldi!) http://www.dimuccioguitars.com
Rispondi
Formentera Guitars
di Zanna - user #8891 dal 08/11/2005 | 25/02/2008 @ 00:1
Io aggiungo questo nomehttp://www.formentera-guitars.com/Ho visitato il loro laboratorio, il proprietario è un liutaio tedesco.Il vantaggio/svantaggio è che questo corso si fa a Formentera, e vi assicuro che l'isola è assolutamente FANTASTICA!
Rispondi
Franco Di Filippo
di Ozkar - user #777 dal 20/10/2002 | 25/02/2008 @ 00:1
Io conosco Franco Di Filippo, perchè ho un suo basso artigianale tipo Fender Jazz comprato in un momento di bassofilia. Bel liutaio. Consigliato.
Rispondi
blond77
di blond77 - user #14014 dal 25/01/2008 | 25/02/2008 @ 00:3
Il tutto è molto interessane ma non sembra pubblicità? E poi mi sembra proprio una ladrata per quei pochi giorni che spacciano per corso. 1- imparare l'elettronica 2- distinguere i legni 3- apprendere una manualita che richiede anni tra verniciatura, scolpitura, acquisizione delle varie risposte pick up legno( e sono infinite ). troppo caro ma interessante in quanto quasi unico nel genere ...........ci si marcia
Rispondi
Re:blond77
di alecb - user #7031 dal 13/03/2005 | 25/02/2008 @ 00:5
>>>Il tutto è molto interessane ma non sembra pubblicità? E poi mi sembra proprio una ladrata per quei pochi giorni che spacciano per corso. Ciao amico, ci ho pensato un pò, prima di mettere "on line" questo articolo. Conosco la buona fede come conosco la reale voglia di approcciarsi professionalmente a questa attività da parte dell'utente che ha postato l'articolo.Qui non c'entra la pubblicità a niente e a nessuno: l'autore del post richiede solamente eventuali esperienze passate dagli iscritti in merito alle possibili scelte finalizzate ad imparare un mestiere.Pertanto ti prego anche di moderare i termini. Ladrare ha un significato ben preciso e qui non "ladra" nessuno. Mi aspettavo peraltro degli interventi inopportuni e fuori tono come il tuo.Ti invito pertanto a moderare i termini: puoi dissentire in qualsiasi modo ma nel rispetto, sempre e comunque, sia dei diretti interessati sia verso la comunità di Accordo.Non saranno peraltro consentiti in futuro termini simili.Ciao. Lauro. AlecB.
Rispondi
Re:blond77
di blond77 - user #14014 dal 25/01/2008 | 25/02/2008 @ 01:1
non credo che tu abbia il diritto di criticarr ciò che ho scritto forsrse hai la coda di paglia
Rispondi
Re:blond77
di alecb - user #7031 dal 13/03/2005 | 25/02/2008 @ 01:2
>>>non credo che tu abbia il diritto di criticarr ciò che ho scritto.Sbagli di grosso. Sono responsabile, in quanto redattore, degli articoli che metto "on line". E, naturalmente, anche dei contenuti.Ed il tuo contributo non è accettabile per quanto ti ho già esposto. E' stato il tuo primo contributo ma non ne saranno tollerati altri con quel linguaggio.Ciao. Lauro. AlecB.
Rispondi
Re:blond77
di truelies - user #3144 dal 11/12/2003 | 25/02/2008 @ 12:1
Scusa ma stai scherzando vero :)? Non avere il diritto di criticare su un Forum?!!? Haha questa me la devo segnare :P Ps: Ovviamente nessuno può rispondere a questo mio post ponendomi qualche critica.. ecchecacchio, questo è un Forum mica un Mercato Comunale :P
Rispondi
Re:blond77
di jackGRC - user #2564 dal 28/09/2003 | 25/02/2008 @ 13:4
*non credo che tu abbia il diritto di criticarr ciò che ho scritto forsrse hai la coda di paglia*Internet: un posto dove uno prima scrive (senza punti nè virgole, tra l'altro) e poi (forse) pensa.Per fortuna non è sempre così. Ringrazio chi gratuitamente ci mette il suo impegno e il suo tempo perchè crede in qualcosa. Il vostro contributo è incredibile.
Rispondi
Re:blond77
di blond77 - user #14014 dal 25/01/2008 | 25/02/2008 @ 01:1
non si può imparare tutto in pochi giorni. anche a caro prezzo 1 distinguere i legni 2 l'elettronica varia in innumerevoli casi 3- la verniciatura è da considerarsi un argomento a parte in quanto la la conoscenza dei giusti materiaiali e procedure implicano seri studi.    4-Se e poi vogliamo parlare delle colle del giusto e corretto sviluppo del manico ci metterremmo troppo tempo. Volete fare un corso fatelo! Ma non dimenticare che l'esperienza viene col tempo e soprattutto la manualiàà
Rispondi
Re:blond77
di alecb - user #7031 dal 13/03/2005 | 25/02/2008 @ 01:2
>>>non si può imparare tutto in pochi giorni. anche a caro prezzo.Paura della concorrenza? :-) Sono quasi 35 anni che svolgo questa attività...ed ogni giorno imparo sempre qualcosa di nuovo.Ciononostante ritengo che ognuno sia libero di approcciarsi alla liuteria come meglio creda. Le nozioni si possono comprare, a basso o caro prezzo, il talento e la manualità non sono in vendita.Come nemmeno la libertà di scelta.Ciao. Lauro. AlecB.
Rispondi
Re:blond77
di gallo_andrea - user #10701 dal 15/07/2006 | 25/02/2008 @ 17:2
Ho letto ieri sera l'articolo era ancora senza commenti...e cacchio se mi interessava, un corso del genere è sempre sempre stato il mio sogno, non vedo nessuna pubblicità se non una comparazione. Elogiare una bella gibson penso faccia piu' pubblicità che non chiedere consiglio su alcuni corsi. Commentare su un forum è lecito, anche andare contro qualcuno a mio avviso ci stà, ma sempre con la dovuta intelligenza e educazione. AlecB comunque al posto di perdere tempo dietro certa gente...postresti farcelo un bel corsetto!!! :-) P.S. non vorrei offendere nessuno perchè non so se è stato fatto apposta, ma i riferimenti anche se lontani a Glen secondo me non sono molto consoni durante una semi lite... mi riferisco al eccheccacchio!
Rispondi
Re:blond77
di blond77 - user #14014 dal 25/01/2008 | 25/02/2008 @ 01:2
non sono inopportuno ho espresso una opinione il corso sarà bello ma non onesto. Se poi vuoi parlare di etica e morale io non ho niente da imparare da te e ti invito a non porti come saccente solo per la tua età.
Rispondi
Re:blond77
di blond77 - user #14014 dal 25/01/2008 | 25/02/2008 @ 01:3
e poi.......  forse non è che te la fai con la frudua pubblicità ecc........
Rispondi
Re:blond77
di blond77 - user #14014 dal 25/01/2008 | 25/02/2008 @ 01:3
non voglio insinuare cge ci guadagni ma dai un bel bip ce lo fai!
Rispondi
Re:blond77
di alecb - user #7031 dal 13/03/2005 | 25/02/2008 @ 02:0
>>>forse non è che te la fai con la frudua pubblicità ecc........ E già. Non lo dire a nessuno, mi raccomando...il vero Frudua sono io. Ma sono anche Fusion School, Giulio Negrini e www.koolguitars.com... Naturalmente Galeazzo e gli altri sono solo dei prestanome. :-)Lauro. AlecB.
Rispondi
Re:blond77
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 02:5
Alla fine l'unico che non sei è AlecB... Ah Lauro lo sai che non ti ho menzionato nel post perchè tanto mi hai già detto che non mi vuoi fare il corso vero? :-)...o meglio non puoi per tempo... e quindi dimmi, io come devo fare? :-)
Rispondi
Re:blond77
di alecb - user #7031 dal 13/03/2005 | 25/02/2008 @ 03:0
>>>e quindi dimmi, io come devo fare?Come hanno fatto tutti o quasi: comprati i libri che parlano di costruzione chitarre (ne trovi parecchi in inglese), non mollare il lavoro che hai, dedica il tempo residuo a studiarti tutto ma proprio tutto.Quando avrai le nozioni necessarie, inizia a comprarti qualche tavola per fare esperimenti... Dopo aver buttato le prime, qualcosa in più avrai capito e, forse, sarai anche riuscito a costruirti il primo strumento...I costi saranno quelli dei libri, di un pantografo con qualche fresa, di un seghetto o sega circolare e poche altre cose che potrai costruirti tu. I lavori di falegnameria pesante li farai fare al tuo amico falegname, per la verniciatura ti servirà un compressore con adeguati accessori, se arriverai alla fine.Con qualche centinaio di euri te la cavi, ti impegni, studi ed impari quel che ti serve sulle tue spalle. Ai tempi manco esistevano i libri e tantomeno internet, da cui puoi trarre tutte le indicazioni, foto, filmati che ti possono servire per iniziare e non solo.Non ti serve nient'altro. Ma non mollare il tuo lavoro, che vivere di liuteria è l'impresa più difficile al mondo...Ciao. Lauro. AlecB.
Rispondi
Libri...
di nebu - user #9725 dal 21/02/2006 | 25/02/2008 @ 08:3
Ciao Lauro,potresti fare degli esempi dei libri di cui parli? Nel senso che magari ci fai risparmiare tempo e soldi acquistandone alcuni utili ed illuminanti e non acquistandone di ripetitivi o malfatti... Grazie.
Rispondi
Re:Libri...
di alecb - user #7031 dal 13/03/2005 | 25/02/2008 @ 15:3
>potresti fare degli esempi dei libri di cui parli? Qui trovi tutto quel che serve sapere.stewmac.com> Ciao. Lauro. AlecB.
Rispondi
Re:Libri...
di nebu - user #9725 dal 21/02/2006 | 25/02/2008 @ 16:5
Ok... mi metterò a spulciare... anche se speravo che mi dessi un 2-3 titoli per farmi un'idea.Grazie comunque Lauretto, al limite se ho dei dubbi ti scrivo!
Rispondi
Re:Libri...
di alecb - user #7031 dal 13/03/2005 | 25/02/2008 @ 17:3
>>>anche se speravo che mi dessi un 2-3 titoli per farmi un'idea.Non li ho letti...sorry.Ciao. Lauro. AlecB.
Rispondi
Re:Libri...
di rockit - user #11557 dal 06/12/2006 | 26/02/2008 @ 12:2
Allora, io ho 4 libri comprati proprio tra quelli elencati. Quellostewmac.com> di Tom Hirst e' un bel libretto per i principianti assoluti, che procede nella lavorazione cercando tutte le precauzioni per evitare di fare errori che possano essere fatali per il progetto; di contro, non usa sagome, la progettazione e' piuttosto grossolana, insomma non da molto la visione di cosa voglia dire costruire professionalmente, ma e' un bel testo per un primo approccio, per verificare le proprie capacita'. Bella la sezione sulla finitura, solo nitro ma a colori. Poi c'e' Martin Kochstewmac.com>, con un testo al contrario completissimo e molto professionale. Ottimo per verificare anche come si produca in piccola serie, con un laboratorio attrezzato, veramente completissimo, sulle prime un po' intimorente vista la mole di strumenti che usa nel libro, ma indica ogni volta anche come cavarsela "a mano", quindi e' comunque consigliato. Melvyn Hiscockstewmac.com> propone un testo altrettanto completo e professionale, piu' suggestivo forse, in cui affronta la costruzione di vari strumenti "per tipologie" e con differenti livelli di lavorazione meccanizzata. Eccellente, anche molto divertente, forse meno "passo-passo" rispetto agli altri. Per finire, il classicostewmac.com> di Bob Benedetto, un testo avanzato, con molte necessarie omissioni, ma lo stesso ricco di indicazioni e spunti, anche se in questo caso ha piu' un approccio di "lezione" che di manuale.Sono tutti molto belli, per Benedetto vale la pena anche di prendere il DVD. Spero di esser stato utile ciao Lorenzo
Rispondi
Re:blond77
di Frank Varano - user #1319 dal 12/02/2003 | 27/02/2008 @ 13:1
Non dimenticare una buona saldatrice e una bottiglia di grappa - da toccare soltanto DOPO aver usato il seghetto. :-DScherzi a parte, ho un paio di libri di do-it-yourself liuteria che portero al GGC 9 per chi e' interessato. Al GGC 5 Roberto Canova ha fatto finora il seminario piu' interessante sui fondamenti della buona liuteria. Mi sono costruito due chitarre una decina di anni fa e ho smesso li' - mi sono reso conto che non e' per me. Che gia' significa che ho imparato qualcosa.
Rispondi
Re:blond77
di Otto the bus driver - user #11526 dal 01/12/2006 | 25/02/2008 @ 02:3
si,va bè,è chiaro che l'esperienza non si acquista facendo il corso,qualunque esso sia. Ma i corsi sopracitati credo servano proprio per imparare le tecniche di base,da sviluppare poi con il tempo e gli anni. Si tratta di professionisti che cercano di venderti un servizio.Servizio che viene diviso in un certo numero di ore sufficienti a loro avviso per insegnarti certe tecniche.Non puoi definirli disonesti. Se il prezzo non ti soddisfa l'unica cosa che puoi fare è non andare al corso
Rispondi
Re:blond77
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 02:4
Otto condivido pienamente con te! Lo sappiamo tutti già in partenza che è così non c'era bisogno che ce lo diceva Blond!Io sono dell'idea innanzitutto che avere la possibilità di sviluppare una piccola esperienza che si può tramutare in lavoro appassionante non ha prezzo. Io nel mio piccolo lavoro da 12 anni e non faccio quello che mi piace e ne ho due palle così! Poi ovviamente un corso simile serve, proprio come dicevi te, proprio per imparare le tecniche di base,da sviluppare poi con il tempo e gli anni. Poi sta a molto a te, ovviamente l'esperienza te la fai sul campo non scopriamo niente di nuovo! Il dubbio da me sollevato è sul tipo di corso: Quale corso ha più senso fare considerando i miei obbiettivi professionali non sottovalutando anche il fatto dei costi??
Rispondi
Re:blond77
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 02:3
Ciao e grazie innanzitutto a Lauro per la pubblicazione! Un grazie anche a chi a reso un contributo efficace al mio post ampliando il discorso con nuovi contatti. Per rispondere a Blond... Ci terrei a precisare che non ho scritto questo post per pubblicità, non sono mica Mediaset! La tua opinione sui corsi in quanto cari è condivisa, come per altro anche sui tempi di apprendimento ma questo è già stato tutto scritto nel mio post... Qui si stanno cercande alternative, suggerimenti, idee interessanti eccetera, le quali non sono state neanche prese in considerazione da parte tua, le polemiche sono inutili in questo post.
Rispondi
Non so...
di Cipo - user #11340 dal 05/11/2006 | 25/02/2008 @ 02:5
... a dire il vero anche io, più volte, ho preso in considerazione l'idea di intraprendere questo tipo di professione... Sinceramente, e parlo da profano sia di liuteria che in ambito lavorativo (sono ancora un giovane studente) avevo però considerato di provare, prima di tutto, a cercare di andare a "dare una mano", gratuitamente, a qualche liutaio in città... in modo da imparare realmente sul campo sia le basi che, e soprattutto, tutte le varie e fondamentali sfumature del mestiere. Lascierei, quindi, i corsi di liuteria di quel tipo come ultima spiaggia, visto che, per forza di cose, dei corsi così accelerati non credo possano prendere in considerazione molto più delle nozioni basilari (che comunque sono senz'altro fondamentali)...Ribadisco di essere un profano... chi ha più competenza di me certamente saprà consigliarti meglio...Ciao!
Rispondi
Re:Non so...
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 03:1
Grazie cipo ma purtroppo io ho 30 anni e non ho molto tempo per andare ad aiutare qualcuno siccome lavoro anche...o meglio lo farei anche ma quanto tempo ci vuole? Cerco un corso che mi dia buone basi e poi farmi esperienza sul campo.. devo recuperare il tempo perduto!
Rispondi
Scuola di liuteria
di fra beone - user #12981 dal 13/07/2007 | 25/02/2008 @ 07:3
Perdonate l'ignoranza, ma visto che siamo in tema vorrei farvi qualche doamanda! A Milano, zona v.le Ripamonti (angolo con via Noto) esiste una scuola per liutai se non sbaglio. Ci ho visto sempre un sacco di gente dentro, ma non mi sono mai avventurato per dare un'occhiata. Non c'è qualche milanese che saprebbe darmi delucidazioni? E' un vero e proprio corso universitario? Per quale livello di esperienza? Grazie in anticipo!
Rispondi
Re:Scuola di liuteria
di ernestus - user #4644 dal 05/06/2004 | 25/02/2008 @ 15:4
si la scuola c'è ed molto valida (secondo me) e molto economica, io mi sono diplomato qualche anno fa, però non lo faccio di mestiere ma nel tempo libero (poco) che ho. dura quattro anni e da sicuramente un'ottima esperienza soprattutto per quanto riguarda l'esperienza sul legno e l'abilità manuale con scalpelli raspe e pialle. naturalmente c'è anche tutta una pasrte di materie più teoriche ma soprattutto al terzo e quarto anno tanto laboratorio. richiede però molto tempo perchè a seconda di come sono gli orari a volte capita anche di fare dalle 9,00 alle 18,00. se cercate su google c'è anche il sito
Rispondi
Un dubbio
di Orio - user #1872 dal 22/05/2003 | 25/02/2008 @ 09:5
Benchè io sia enormemente attratto dall'arte di costruire chitarre, mi sono sempre chiesto se sia 'giusto' dedicarsi a suonare la chitarra e con la stessa lena e passione cercare in maniera semi professionale a costruirsela. Vedo in questo elenco un corso che costa 1600 euro con il quale potrei portarmi a casa un legno costruito da me e che sicuramente non valuterei (già lo so) più di 300 euro a tenersi larghi. E la tentazione è enorme. Poi vedo gente come Lauro & co. che con gli stessi euro (o qualche centinaio di più, ma i soldi ad un certo punto sono relativi) ti costruiscono dei capolavori e mi metto a pensare che forse è meglio dedicarsi a suonarle queste opere d'arte e non a costruirle. Un dilemma degno di Amleto, secondo me! Per l'occasione, non per fare pubblicità ma solo per enorme stima e amicizia, vi riporto il sito del mio Liutaio di fiducia, all'interno del quale c'è un piccolo manuale per costruirsi una chitarra.   www.carlodoria.com
Rispondi
Re:Un dubbio
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 11:2
Ciao Orio grazie per il link! Il dilemma te lo svelo subito io, il post non è impostato sul come autocostruirsi una chitarra forse lo hai letto parzialmente, ma bensì imparare un mestiere per renderlo una professione pertanto il costo di tale corso penso sia giustificato, non per l'acquisto di una chitarra, liutai più o meno bravi ce ne sono... Forse mi sono spiegato male io nel post bho..RAGAZZI CHI HA DA FARE UNA LISTA PER UN BUON LAB? MAGARI LAURO? :-) CIAO
Rispondi
Re:Un dubbio
di Orio - user #1872 dal 22/05/2003 | 25/02/2008 @ 12:1
Ti eri spiegato benissimo e il post l'ho letto con attenzione. A me piacerebbe da matti costruire chitarre, ma non credo che dedicarsi anima e corpo a entrambe le cose possa dare i frutti sperati in entrambi, proprio da un punto di vista professionale. Qualcosa del tipo (esagerando) 'Pippo Antani, uno tra i chitarristi rock del momento, nonchè fine liutaio...". Ecco cosa comporta il fatto di essere mancini e quell'idea malata di creatività che ti attanaglia. Per quanto riguarda il costo mi sono espresso male io: intendevo che sarei felice di spendere 1600 euro per portarmi a casa una chitarra prodotta da me anche se di poco valore. Ma se da una parte a fronte di 3500 euro di corso con la possibilità di avere un bagaglio niente male e gli stessi soldi investiti in una chitarra, le mie decisioni non sono nette. La classica storia zen: regala un pesce al povero e lo sfamerai per un giorno, insegnagli a pescare e lo sfamerai tutta la vita. E chiedo scusa per il quasi off topic.
Rispondi
Re2:Un dubbio
di Strato2006 - user #13781 dal 13/12/2007 | 26/02/2008 @ 09:1
Ciao Orio, se ho capito bene tu ti poni un problema ... "morale", generalizzato, la questione del "giusto"; a me sembra più che altro una questione individuale, di passione. Come dicevi tu: vuoi una bella cernia o vuoi diventare un bravo pescatore?L'idea di costruire chitarre mi ha sempre folgorato (che contribuisca il fatto che sono mancino anch'io, anche se purtroppo suono "da destro"?); conosco un bravo liutaio dal quale porto le mie "bimbe" per la messa a punto, e ogni volta che perde 10 minuti a spiegarmi qualcosa "bevo" tutto come fosse oro (e lo è); però nella realtà dei fatti mi reputo fortunato già a riuscire a prenderle in mano tutti i giorni le mie bimbe, ora come ora non ce la farei a trovare tempo ed energie con la necessaria continuità per mettermi ad imparare l'arte della liuteria. Ma forse da un altro punto di vista potrei dire di non essere abbastanza appassionato (non ci perdo il sonno); se invece tu all'idea di realizzare chitarre con le tue mani bruci, non dormi e respiri male ... qualsiasi investimento di tempo, soldi ed energie è più che giustificato! E se da un lato è vero che un conto è fare una cosa per divertimento, un conto è farla per lavoro, è anche vero che nella vita poche cose sono belle come la fortuna di poter fare un lavoro che ti appassiona, non credi? Te lo dico io che sono un impiegato ... E anche se vuoi imparare per poi farlo semplicemente per diletto, in ogni caso è un arricchimento della tua persona, quindi se la cosa ti fa impazzire, niente di male (beh, inizialmente in verità è un impoverimento, di almeno 3500 euri per la precisione, ma sono dettagli ...). Considerato quello che tanta gente spende per una settimana a sciare (e sciare mi piace molto sia chiaro)!Sia ben chiaro che nei casi (come il mio) in cui uno ha famiglia e mutuo per la casa, nella valutazione di fattibilità di un progetto del genere ci vuole un attimo di cautela in più. Anche se pure io, ogni volta che vado dal liutaio ... non verrei più via!
Rispondi
(che contribuisca il fatto che sono mancino anch'io, anche se purtroppo suono "da destro"?)
di monco80 - user #36732 dal 05/03/2013 | 13/03/2013 @ 15:49:30
Perchè purtroppo? Anche il grande Mark Knopfler è un mancino, eppure il suo stile unico è dovuto proprio ai fantastici vibrati ottenuti con la mano sx dominante...
Rispondi
Re:Un dubbio
di rockit - user #11557 dal 06/12/2006 | 26/02/2008 @ 12:4
>>RAGAZZI CHI HA DA FARE UNA LISTA PER UN BUON LAB? Nessuno, ovviamente! Nel senso che una lista completa non c'e', e molte delle cose che si usano si autocostruiscono. La cosa migliore da fare e' guardarsi libri, siti, il catalogo di stewart mc donald, e vedere cosa viene usato (hai gia' i link per i testi e qualche sito).Il minimo: Fresatrice, con una punta a taglio dritto e cuscinetto di guida per gli scassi+una a taglio dritto per il truss rod. Seghetto alternativo, o meglio ancora sega a nastro, o un amico falegname che ti fa i tagli piu' grossi. Trapano a mano e a colonna, ma basta un trapano normale con uno stand per forare dritto. Punte di varie misure, cacciaviti, lime, raspe, piallettino, carta vetrata di varie misure, meglio se hai anche una levigatrice (magari a nastro) per risparmiare fatica. Lime per i tasti e capotasto, e direi che come attrezzature di base ci sei. Piu' una mitre box e i templates per il taglio dei tasti. Ma per i primi esperimenti puoi anche comprare tastiere e capotasto gia' tagliati, che ti eviti i lavori peggiori, tanto da imparare nel mentre ne hai a volonta'. Intanto fatti un giro sui vari siti linkati, leggi, guarda. Inizia a costruirti una chitarra per te, prima di spendere un pacco di soldi per un corso. Puoi benissimo iniziare da solo (guarda libri, libri, web, ho gia' detto libri? ;-)), provare, far esperimenti, poi magari ti rendi conto che il corso non ti serve piu'. Tra attrezzi e materiali per una prima chitarra dovresti stare nel migliaio di euro tranquillamente, ma proprio partendo da zero. Ma se in casa non hai neppure un trapano, una raspa e un cacciavite, allora ti consiglio vivamente di iniziare da solo, MOLTO gradualmente, perche' partire da zero totale e decidere di farne un lavoro mi pare una ambizione un po' eccessiva.Ciao Lorenzo
Rispondi
Segnalo
di Maieutica - user #3754 dal 22/02/2004 | 25/02/2008 @ 10:5
Per aspiranti "liutai della domenica", segnalo il sito amatoriale: http://www.suonaresuonare.it/ Sabato mi son gustato la sezione "video liuteria". E' un sito giovane, italiano e con un forum che promette bene.
Rispondi
segnalo
di danielendrix - user #13474 dal 18/10/2007 | 25/02/2008 @ 14:3
vorrei segnalare se non e' stato gia' fatto il corso di questa liuteria, http://www.cloeguitars.it/company/corso-di-liuteri a-cloe , ovviamente non per pubblicita'!!, da tener conto comunque che alla fine del corso ti porti a casa lo strumento costruito, quindi rientreresti di parte dei soldi.
Rispondi
Corso a buon mercato
di brogiguitars - user #14057 dal 01/02/2008 | 25/02/2008 @ 15:4
Ciao Ale77,io ho iniziato la mia attività di liuteria grazie a Galeazzo Frudua e ti posso garantire che la cifra che lui chiede (per fare un corso dalla A alla Z) a mio modo di vedere non è esagerata.Saluti Lorenzo Brogi www.brogiguitars.com
Rispondi
Re:Corso a buon mercato
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 17:1
ciao e grazie! probabilmente tu sei la testimonianza che cercavo! Puoi spiegare come si svolge il corso in modo da dare maggiori delucidazioni a chi è diffidente... è un corso dalla a alla z? come si svolge nel dettaglio? e sopratutto, tu ora lavori con indipendenza con buona riuscita? grazie!
Rispondi
Re:Corso a buon mercato
di brogiguitars - user #14057 dal 01/02/2008 | 25/02/2008 @ 17:4
Ciao Ale,come si svolge esattamente il corso dovete chiederlo a lui in base alle vostre esigenze, alle vostre capacita e a quello che volete fare ;-)Conosco Galeazzo da molti anni e ti posso dare garanzia sulla persona e sulle sue conoscenze tecniche. Diciamo che fare un corso del genere secondo me può essere un' ottima base di partenza per cominciare a muovere i primi passi...In risposta alla tua ultima domanda ti posso dire che sono molto contento del lavoro che peraltro svolgo in modo autonomo e con discreto successo e soddisfazione da ormai 3 anni. Ciao, LB www.brogiguitars.com
Rispondi
Re:Corso a buon mercato
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 18:5
ciao Maestro! Le conoscenze di frudua penso che non siano un segreto però nasce spontanea la domanda... ma per un corso che il risultato finale, è un' ottima base di partenza per cominciare a muovere i primi passi, vale la pena spendere più di 6000 euro? perche considerando tutto è questa in fin dei conti la spesa per il corso di frudua...10 giorni per 8 ore al giorno più vitto e alloggio laboratorio materiali e attrezzatura. Allora non sarebbe meglio per muovere i primi passi fare magari un corso tipo con De Filippo che non è l'ultimo arrivato ma che ti costa 1600 euro compreso l'alloggio e tutti i materiali, in fin dei conti si impara in entrambi i casi a fare i primi passi... e dopodichè se la cosa può interessare fare degli approfondimenti e aggiornamenti con frudua ma avendo già una base?
Rispondi
Re:Corso a buon mercato
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 27/02/2008 @ 11:1
ciao potresti rispondere alla domanda che è stata fatta di seguito? grazie
Rispondi
Re:Corso a buon mercato
di ugo - user #4332 dal 26/04/2004 | 25/02/2008 @ 18:5
Orrore !!! Ti sei fatto pubblicità !! AAARRGGHH !!!!! Sacrilegio !!Scherzo ovviamente ! ;-)
Rispondi
Re:Corso a buon mercato
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 25/02/2008 @ 19:0
che palle con sta pubblicità ragazzi! è un epidemia...basta! :-) ma chi io mi faccio pubblicità che ci sto uscendo di testa per capire cosa potrei fare di giusto??
Rispondi
Ed un campus??
di Cecce - user #13569 dal 06/11/2007 | 25/02/2008 @ 16:5
Perchè non organizzare un bel campus di una decina di giorni per imparare qualcosa?Si potrebbe buttare giù una lista di utensili d'obbligo con cui presentarsi, comprare tavole elettronica e tutto ciò che serve tutti insieme dallo stesso posto per tirare un pò sul prezzo...che dite, la bozza è evolvibile?Possiamo provare a vedere come fare?
Rispondi
Niente corso
di rockit - user #11557 dal 06/12/2006 | 25/02/2008 @ 17:5
Inizio, in topic, segnalandoti anche i corsi di cloe guitars, presso Roma se non ricordo male. Non ne so nulla ma un nome in piu' puo' servire.Proseguo con un dubbio: forse ti conviene iniziare da solo, e fare il corso in un secondo momento, valutando anche se a quel punto ti serva ancora.Secondo me puoi partire documentandoti in rete e sui classici libri di liuteria elettrica, che tra l'altro ti danno una marea di indicazioni sulle attrezzature di base e non, dai vari siti (ottimo www.suonaresuonare.it, di un ragazzo che frequentail forum di Varini gestito da Lauro).Secondo me, con questi copri tutto quello che ti puo' dare un corso intensivo, e ti fai la tua esperienza. Poi decidi se prendere la strada di una vera scuola (es. la civica di Milano), andare avanti con stage intensivi tipo Frudua, fare da te con l'esperienza, mollare... Costi di questo approccio? Un paio di centinaia di euro in libri, 3-400 di attrezzi se parti da zero (fresatrice, sega a nastro, trapano a colonna, lime, raspe ecc.), abbondanti anche, e i circa 300 euro di materiali per la prima esperienza.Secondo me sono molto meglio che fare un corso gioco forza breve e intensivo, che a livello di "visione" non ti puo' dare piu' dei libri, secondo me.Ciao Lorenzo
Rispondi
tnx
di fineas - user #9036 dal 23/11/2005 | 26/02/2008 @ 16:1
Io "purtroppo" sono uno di quelli che ogni notte che passa, cresce il sogno di autocostruirsi la propria bimba... Certo sono mooooooooooooooooooolto lontano dalla partenza del mio progetto dei sogni, perchè mi rendo conto di non essere ancora pronto (per ora mi diverto a rifare l'elettronica, cambio pu e settaggi vari.. mi sono autocostruito una 2x12 ecc..) Ma devo dire grazie a tutta la community di tutte le info che vi posso reperire, e reputo anche questo articolo una ottima fonte di sapienza, che posso far mio a livello teorico e a livello pratico mi spettano tante ore di sudata tortura prima della riuscita.. ma poi suonare con il frutto della propria pena, del proprio sudore, che alla fine si trasforma pian pianino in esperienza.. Solo una cosa e scusate il linguaggio:" CHE MEGAFIGATA!!!" Grazie ancora Accordo's community!!!!Fineas
Rispondi
Provaci
di charvel_man - user #8134 dal 02/08/2005 | 27/02/2008 @ 10:1
Ciao, anche io come te sono stato colpito da questa mania. Non avendo la possibilità ed il tempo di frequentare un corso, nè tanto meno potevo lasciare il mio lavoro per vedere se l'arte della liuteria era nel mio dna, mi sono organizzato mentalmente il lavoro, con l'aiuto di accordo o con internet in genere e dopo circa 3 mesi ho iniziato la pratica. E' inutile dirti tutto quello che ho fatto, cmq dopo 3 mesi di lavoro ho potuto "sentire" la sua voce e devo dire che sono rimasto soddisfattissimo ma ho capito che non è la mia arte fare il liutaio, mi piace, ma forse non potrei essere un "grande". Tu hai provato a farne una? Perchè non ti butti? Provaci! Capirai molte cose. Magari sei portato, hai delle idee tue, originali. Nel mio piccolo piccolo, dei vari corsi che hai mensionato sono rimasto colpito da Giulio Negrini (Liuteria GNG). Se vuoi posso farti vedere le foto dalla mia piccola, ma non so come postarle. Ciao e in bocca al lupo.
Rispondi
Re:Provaci
di ale1977 - user #6474 dal 07/01/2005 | 27/02/2008 @ 11:1
ciao! grazie a tutti per la magnifica partecipazione a questo topic! Charvel sì, ho acquistato un libro oltretutto in italiano così inizio un pò a leggere qualcosa. Poi aiutato dal sito suonaresuonare comincerò a costruire la mia chitarra! Per quanto riguarda il corso, sono in contatto con Giulio Negrini, è sicuramente la persona più corretta e adatta per onestà e professionalità per fare questo tipo di corso e probabilmente lo fa meno per soldi di altri! Sicuramente aspetterò che partano i suoi corsi per farlo da lui! Se ti va puoi mandarmi le foto a guitarlover@email.it grazie
Rispondi
corsi nei forum con tutors
di Romano - user #14090 dal 06/02/2008 | 27/02/2008 @ 22:1
scusate, da 4 anni per tutti e totalmete gratuito: www.progettochitarra.it/forumesperti professionali e amatori per seguirvi passo passo dalla scelta del legno al setup. esperienze di altri neofiti e trucchetti svelati senza alcuna censura. l'unica cosa richiesta è l'iscrizione al forum. salutiRomano
Rispondi
Non è pubblicità,tanto per evitar polemiche..
di cantrell - user #5157 dal 01/08/2004 | 28/02/2008 @ 09:5
www.giniski.com
Rispondi
elettrica o acustica?
di HD28V - user #868 dal 13/11/2002 | 28/02/2008 @ 17:2
Ciao arrivo in ritardo, perchè leggo solo ora. Ale1977 hai segnalato a tutti un argomento che ritengo veramente interessante. Io per hobby mi diverto a costruire Acustiche. Sto terminando la settima. Ho cominciato con un Kit della StewartMac. Ora riesco a fare quasi tutto da solo. Il buon Danilo Metelli mi ha consigliato e spronato a continuare. Di errori ne ho commessi molti. E ne commetterò ancora molti probabilmente. Ma devo dire che le bambine ora mi danno soddisfazione. In questi anni tutto mi è stato utile: i libri che trovi (oltre che su StewardMac) anche su Amazon (che peraltro sono scontati). I consigli di Metelli, il manuale del primo Kit di costruzione, ed il relativo DVD, internet con i siti dei liutai americani che alcuni ti fanno vedere passo passo le loro costruzioni. Ultimamente mi è stato utilissimo (ad esempio nella tecnica di piegatura delle fasce) il sito www.guitarbuilding.it, sito di liutai per hobby. Tutti italiani come noi con descrizioni sulle tecniche di costruzione e foto che illustrano il lavoro. Ritengo caro Ale1977, che come qualcun altro ti ha consigliato tu possa comiciare a fare qualcosa da solo. Come già detto non servono attezzature costose, ma un amico falegname quello si. Comunque che passione! Non pensavo di essere da solo ad averla, ma ho scoperto che siamo in tanti in giro per l'italia che la condividono con me. Allora buon lavoro a tutti. Ciao.
Rispondi
Da Frudua
di Frudua - user #18428 dal 14/03/2009 | 14/03/2009 @ 19:1
Buongiorno! Scrivo alcune precisazioni in merito ai commenti (molto apprezzati comunque ;) sul mio corso individuale di liuteria elettrica. Il mio corso si rivolge si anche agli hobbisti ma comunque a persone che vogliono attrezzarsi per essere autonome nella costruzione. Ritengo infatti che frequentare corsi presso un liutaio o una scuola sia un perdita di tempo e denaro. Il fatto che io segua una persona individualmente da alla persona garanzie di gran lunga maggiori di raggiungimento degli obbiettivi che si pone anche perchè ognuno ha una sua idea di ciò che vorrebbe costruire e dell'impronta che vuole dare al proprio stile. Una scuola o il laboratorio di un liutatio sono normalmente attrezzati con apparecchiature ed utensili che sono costati migliaia e migliaia di euro. Se frequentate un corso nel lab di un liutaio o in una scuola, difficilmente tornando a casa avrete a disposizone un Duplicarver da 2000 euro, una macchina per fare le tastiere in 2 minuti da 400 euro, una combinata da 5000 euro, seghe a nastro professionali alte 2 metri da 1800 euro e decine di altri costosi utensili e attrezzature. E allora che fate? Come replicate quello che avete imparato? Io organizzo il corso ad hoc. La persona interessata deve avere ovviamente un posto (io ho iniziato in una cantina di 2mt per 3) e deve essere disposta a spendere qualcosa per attrezzarsi anche un minimo. Mi dice quanto può spendere e io le studio una lista attrezzature che per inteso può prevedere acquisti da un minimo di 800 euro all'infinito. La lista gli permette di spendere oculatamente i suoi soldi. Senza la lista spenderebbe (lo dico per esperienza personale) 10 volte tanto. Come fa infatti a capire cosa gli serve realmente se non ha esperienza? E come fa a sapere dove comprarlo a meno? Il costo del vitto e dell'alloggio che l'allievo spende per ospitarmi lo spenderebbe in ogni caso se fosse lui a spostarsi in un'altra città per frequentare il corso presso un liutaio. La lista non è inclusa nel corso non solo perchè non sarebbe possibile, (va infatti "customizzata" a seconda del budged e dello spazio a disposizione) ma anche perchè redarla mi costa sempre parecchio tempo. Vedendola vi rendereste immediatmente conto del perchè. In pratica è un libro su come aprire un lab di liuteria con foto articolo, codici articolo, fornitori, indici per ordine albabetico, per costo, per convenienza e per utilità. In breve un mio corso costruzione può costare da un minimo di 800 euro (attrezzature), 299 euro (lista attrezz), più il mio vitto e alloggio (mettiamo 400 settimanali), più la settimana di corso (1440) totale fanno 2939. Che è un bel pò differente dalle 6000 menzionate più sopra. Ovviamente posso organizzare, come ho fatto per il mio allievo Garbujo (www.garbujoguitars.com) l'apertura chiavi in mano di un lab ccompleto e in questo caso si che si spende parecchio. Ciò non toglie che uno possa chiedermi anche un normale corso di setup di mezza giornata o setup + rettifica tasti o setup + rettifica tasti più sostituzione tasti. Spende molto meno, serve solo qualche cacciavite o max 200 euro di attrezzature (se uno vuole fare le cose bene) e due giorni. Dopodichè uno più guadagnare anche 200 euro ogni re-fretting e almeno 80 ogni rettifica. Non ho parlato di alcuni trucchi che insegno che è possiile apprendere solo nei miei corsi come per esempio come regolare un Floyd Rose da zero in 3 minuti di orologio. Cosa che nessuno vi insegnerà mai e per la quale ho visto chiedere anche 40//50 euro. In ultimo vogliamo paragonare un corso in cui ci sono 20 allievi con uno in cui hai un maestro a disposizione tutto per te, tutto il giorno e senza segreti? Al quale puoi chiedere qualsiasi cosa? Comunque per info piu' specifiche ho spoatato il sito qui: www.corsidiliuteria.it Vi abbraccio, Galeazzo Frudua
Rispondi
corsi all'isola del Giglio della Fusion School
di leopetrucci - user #18078 dal 18/02/2009 | 02/09/2009 @ 13:3
Ciao Per maggiori informazioni sui corsi organizzati dalla Fusion School di Roma puoi vedere il nuovo sito www.fusionschool.it dove sono dettagliatamenmte descritte con brochure, foto e video le varie tipologie di corso organizzate a Roma ed all'isola del Giglio. I due liutai sono: Franco Di Filippo, fondatore della marca di chitarre Douglas e liutaio sul campo da più di 30 anni e Leonardo Petrucci (www.liutaiomagico.com) liutaio anche lui da più di 30 anni, esperto di antichi strumenti a corde italiani e da tanti anni collaboratore della rivista Chitarre.
Rispondi
tariffe
di brodyvox - user #32474 dal 03/01/2012 | 03/01/2012 @ 23:5
franco di filippo e leonardo petrucci fanno questo lavoro da 35 anni e credo che abbiano parecchio da insegnare.di loro ha parlato anche il tg2 i video li trovate su you tube e poi il corso si tiene all'isola del Giglio che e' un posto della madonna.2)Frudua super disponibile e professionale effettivamente si spende parecchio e visto il bel periodo di merda che ci ritroviamo in italia viene da chiedersi:"con i locali che fanno suonare sempre meno,con la recessione,le tasse e tutto il resto vendere chitarre soprattutto di anonime liuterie amatoriali penso che diventi proprio arduo.anche se il proverbio dice impara l'arte e mettila da parte.se avete un po di soldi da parte e intenzioni serie fatelo pure.3)Negrini e' un liutaio da panico il corso costa 2500 € piu' iva il corso dura 10 giorni e si alloggia in un agriturismo...recensioni iper stimolanti,l'unica pecca che si vede la costruzione di un unico modello di chitarra e di stampo metal.a mio avviso questi sono i primi 3 corsi da tenere in considerazione ,anche se parlando su facebook con numerosi liutai vieni a scoprire che non hanno mai fatto nessun corso e hanno fatto esperienza sul campo diventando bravissimi e creando bassi e chitarre usati da grossi nomi italiani e stranieri(a mio avviso notizia molto rassicurante e incoraggiante) per motivi logistici,economici e volento turistici a giugno frequentero' il corso della fusion school dal quale mi aspetto grandi cose. vi faro' sapere
Rispondi
Bravo Ragghianti
di carlovanni - user #34920 dal 19/06/2012 | 20/09/2013 @ 14:24:1
Senza nulla togliere agli altri, ai professionisti qui presenti, al parere degli amatori, credo che Ragghianti abbia fatto un commento di assoluta intelligenza ed onestà. Se uno ama alla follia queste cose, certamente può decidere di investire migliaia di euro in un corso, buono, mediocre, ottimo che sia, ma a parte alcune nozioni che gli faranno certamente risparmiare tempo e soldi e fatica non avrà esperienza manuale nè sensibilità di fronte alle situazioni. Poi. a che scopo investire? Per creare chitarre proprie e rivenderle? Il mercato è praticamente già saturo, e con 400 euro si comprano strumenti eccellenti, senza contare che vende più il solito cazzillo di fender strato, anche squire giapponese, piuttosto che eccellenti artigianali. poi, quanto verrà a costarvi una chitarra, tra materiali, corso e tutto? valutazioni da fare. diciamo invece che il pensiero sia quello di eseguire setup e riparazioncine per conto terzi; anche qui, che mercato pensate ci sia? cosa potete chiedere per un setup? 50 euro, da sconosciuti? Io mi sono messo a levigare u paio di tastiere di chitarre massacrate, e sono venute perfettamente; costo del corso, zero, un po' di buonsenso e qualche dritta su web. da una roba insuonabile, tastiera rimessa a nuovo, tasti puliti e tolti spigoli aguzzi, cambiati i capotasti (5 euro l'uno) messi in grafite, sono due chitarre diverse. ore di manodopera: 3 ciascuna, A MANO, carta vetrata, paglietta, polish, olio, limette, seghetto. Spesa materiali e attrezzi: diciamo 20 euro. Ecco, io mi sentirei pronto a farlo per altri, ma adesso, PER SICUREZZA, metto mano alla mia SG e levigo gli inserti e la tastiera, e vi assicuro che lo faccio con mano attenta. Voilà una discreta operazione di liuteria senza grandi spese. A suo tempo, anche uno scalloping, ed era venuto meglio di tante cose professionali che vedo in giro. occhio, attenzione, umiltà e mano. Secondo me, se volete investire in un corso, dovete anche sapere che avrete un ritorno; ma è la mia umile opinione, sia chiaro.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Nuova data per David Gilmour e senza bagarini
di rockmaniac David Gilmour annuncia una nuova data per la fine dell'estate 2015, con prezzi...
Goditela finché ti regala la sua voce
di RozzoAristocratico Una riparazione di fortuna a una vecchia chitarra ti dona un suono diverso da...
Invecchierà con me
di Onghi Portarsi a casa una chitarra nata il proprio stesso anno fa un effetto...
Ibanez RG 652: incanto sottomarino
di GianniJanaRojatti Ho ricevuto una nuova Ibanez in prova. Si tratta della RG 652 AHM, Prestige....
Gibson SJ 100: un classico in versione speciale
di Burats Nata come la versione economica della più prestigiosa SJ200 la 100 arriva nei...

Hot licks
Paul Gilbert: studenti senza espressività di redazione
“Certi allievi si preoccupano solo di eseguire le cose correttamente. Ma suonare è ben altro. Lo shred? Mi sta...
Più di quel che suoni, conta come suoni di redazione
Grazie a un timing feroce e una meccanica di pennata perfetta, Giacomo Castellano regala vigore anche a uno dei box...
Cesareo: due chitarre in un pollaio di redazione
Cesareo continua a parlarci di quanto sia decisivo – ma anche molto difficile - suonare in una band, tappa...
Migliora i tuoi accompagnamenti: Neanche un minuto di non amore di redazione
Diverso dalle solite ballate da spiaggia, "Neanche un minuto di non amore" ha un ritmo funk tutt'altro che scontato in...
Triadi: non fraseggi se non le sai di redazione
Alcuni lettori ci hanno scritto per avere qualche suggerimento su come impostare lo studio delle triadi. Ecco alcuni...

I vostri articoli
Gurus Naked Preamp CH2: oltre ogni pre-visione di Aynrand
Gurus trasforma la testata Naked in una serie di stompbox per replicare il sound dei suoi canali in un comodo...
Wide Range: l'humbucker di Fender-CBS di FBASS
Il Wide Range fu la risposta Fender al PAF Gibson. Disegnato dallo stesso sviluppatore, si differenzia per la...
PRS SE Custom 24 di Petewho
La serie SE è il rifugio di ogni amante del sound PRS con un occhio di riguardo per il portafogli. La Custom 24 della...
La botta dei Sidewinder di FBASS
Dal primo basso a violino ai moderni Grabber, EB Bass e Thunderbird, Gibson ha fatto molta strada nelle quattro corde,...
Gibson ES225: una vita di classe in quattro anni di biggiorgione
In produzione solo dal 1955 al 1959, la ES225 cattura lo sguardo dei fan delle archtop Gibson con il suo mogano...

Lezioni di basso
La tecnica è al servizio della versatilità di dadoneri
Essere un musicista versatile non significa esclusivamente sapersi destreggiar senza problemi tra diversi generi...
In cinque come i King Crimson di redazione
Un’altra lezione per basso e batteria. Lorenzo Feliciati e Lucrezio De Seta ci propongono una serie di studi per...
Arpeggi: studiare & ascoltare di dadoneri
Basso. Lavoriamo su un metodo efficace e solido per colorare i nostri accompagnamenti con fill e fraseggi. Sarà...
I due che suonano in cinque di redazione
Lucrezio de Seta e Lorenzo Feliciati iniziano il loro ciclo di lezioni per batteria e basso. Una serie di appuntamenti...
Groove: pensare da batteristi di dadoneri
Basso. In questa lezione parliamo di groove e cercheremo di pensare come batteristi. Prima ancora di preoccuparci delle...

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964