Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Come collegare la batteria elettronica al computer
di gabriele bianco | 16 febbraio 2012 @ 07:30

Capita che a un certo punto non ci si senta più appagati dal suono della propria batteria elettronica, cosa che accade soprattutto nelle batterie di fascia bassa. Non è naturalmente necessario perdersi d'animo e quindi rassegnarsi all'idea di convivere a oltranza con dei brutti suoni, c'è una piacevole e - in alcuni casi - economica soluzione all'orizzonte: gli strumenti virtuali.

Soprattutto chi muove i primi passi nell'ambito delle batterie elettroniche e degli strumenti virtuali, è portato a pensare che le due entità vivano di vita propria e che non possano coesistere. In alcuni casi gli strumenti virtuali, vengono ingiustamente additati come disgustosi sostituti di un batterista in carne e ossa. Niente di più sbagliato.

E' si vero che uno strumento virtuale può essere utilizzato da un qualsiasi musicista per definire un abbozzo di linea ritmica nei propri pezzi, ma è necessario considerare il tutto da un punto di vista differente, che è poi la causa per la quale un batterista si lancia in questa direzione: dare una nuova voce al proprio drumset elettronico.

Ormai gli strumenti virtuali drum oriented a disposizione, sono talmente tanti e differenti per qualità, prezzo e genere cui si rivolgono, da riuscire ad accontentare praticamente tutti. Si tratta solo trovare quello più adatto alle proprie necessità, installarlo sul proprio computer e - finalmente - fare in modo che batteria elettronica e strumento virtuale instaurino una comunicazione.

Ecco quindi come fare. E' necessario focalizare l'attenzione nel modulo sonoro della batteria elettronica, il vero centro nevralgico di tutto lo strumento. Suo il compito di convertire ogni singolo colpo sferrato ai pad, (nella casistica che stiamo affrontando) in un segnale MIDI. Questo il linguaggio che modulo sonoro e strumento virtuale utilizzeranno per comunicare. A fare da intermediario tra i due, un cavo. I moduli sonori più evoluti dispongono di due connessioni: MIDI e USB. Altri più datati o appartenenti a una fascia di prezzo più accessibile, garantiscono il solo connettore MIDI. E' comunque una condizione sufficiente.

Nei due casi (MIDI o USB), cambiano giusto alcuni passaggi. Nel caso si disponga della sola connessione MIDI, è necessaria un'interfaccia audio (anche la più economica in assoluto) che disponga del connettore MIDI In. Nel caso si possa contare su una connessione USB, è sufficiente collegare il cavo adeguato, da un capo all'uscita USB del modulo sonoro, e all'altro a una qualsiasi porta USB libera sul proprio computer.

Superata questa fase, ci si trova davanti a un altro bivio. Modalità standalone o host? Che brutte parole... Un plug-in standalone, non ha necessità di appoggiarsi a un altro programma per funzionare. Doppio click sulla sua icona e il gioco è fatto. Come svantaggio più evidente, l'impossibilità di utilizzare i suoi suoni all'interno di un progetto. Solitamente questa modalità operativa, è accompagnata da quella che segue. Un plug-in host, al contrario, ha la necessità di essere avviato all'interno di un altro programma. Per essere pratici, supponiamo di aver acquistato Addictive Drums (XLN Audio) e di preferire tra le varie DAW disponibili sul mercato Cubase. In questo caso, sarà necessario avviare Cubase e far partire un'istanza di Addictive Drums al suo interno. A prescindere dalla DAW utilizzata, sarà quindi necessario fare come segue:

  1. Scegliere tra le impostazioni della DAW, il canale attraverso il quale la batteria elettronica e il programma comunicano
  2. Creare una traccia MIDI
  3. Associare alla traccia MIDI creata, il plug-in scelto (nel nostro caso Addictive Drums)
  4. Sedersi alla batteria e scoprire che picchiando lo Hi-hat, si sente suonare il rullante

Il punto quattro, è quello che più scoraggia chi non sa dove mettere le mani. Tutti i plug-in drum oriented, offrono all'utilizzatore la possibilità di definire la mappatura della propria batteria elettronica. In buona sostanza di scegliere a quale elemento del drumset virtuale deve corrispondere ogni elemento della propria batteria elettronica. In qualche felice caso, è possibile contare sui preset forniti dal produttore. Scegliendo da un elenco (più o meno lungo a seconda del produttore) il modello della propria batteria elettronica, si risolve il problema. In caso nella lista non fosse presente il modello in nostro possesso, è possibile ricorrere alla modalità "learn" presente nella quasi totalità dei plug-in.

Il suo funzionamento è tutto sommato semplice, ma (anche se è necessario farlo solo una volta) particolarmente noioso da mettere in atto. In questa modalità, si seleziona sul plug-in l'elemento virtuale che vogliamo far corrispondere all'elemento all'interno del set elettronico. Tanto per tornare all'esempio fatto in precedenza (hi-hat che produce il suono del rullante), è sufficiente selezionare sul plug-in lo hi-hat e picchiare (nel set elettronico) sul pad dedicato allo hi-hat. Se il pad che stiamo mappando dispone di più zone di sensibilità, sarà naturalmente necessario ripetere l'operazione per ogni zona.

Terminata la mappatura, siamo pronti per ascoltare la nuova voce della nostra batteria elettronica e magari registrare (MIDI) e riascoltare quanto fatto.

Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
Triadi: non fraseggi se non le sai...
Invecchierà con me...
Hornet HDD-1: il digital delay per...
Shure: arriva la serie MOTIV...
Pubblicità
Commenti
Bene, adesso basta solo trovare una batteria ...
di francescoRELIVE - user #13581 dal 08/11/2007 | 16/02/2012 @ 09:0
Bene, adesso basta solo trovare una batteria elettronica economica... O costa meno una centralina con un pò di trigger?
Rispondi
Re: Bene, adesso basta solo trovare una batteria ...
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 16/02/2012 @ 09:2
Considera che la trigger station più economica (Alesis Tigger i/O USB/MIDI Pad Trigger Interface), viene a costare circa €140. Rimarrebbe il problema di trovare una batteria elettronica economica e senza modulo sonoro. Comprando tutti i pezzi singolarmente, considera circa €50 per ogni pad (Yamaha TP65 Pad Tom). Quindi 50x4 = €200. Bisogna aggiungere il costo del pad della cassa, il più economico costa circa €70 (Yamaha KP65 Pad Cassa). Per andare rapidi, pedale hi-hat circa €50 (Alesis DM5 Pro Hi-Hat Pedal), Pad piatti (Roland CY8 Dual trigger Cymbal pad) 3x70 = 210. A questo ci sono almeno altri €20 di cavetteria varia e il rack. Senza considerare il prezzo del rack, siamo già a €690. Prezzo naturalmente variabile se riesci a trovare le cose elencate di seconda mano. La batteria più economica sul mercato, mi pare che sia la Alesis DM6 Kit, non arriva neanche a €500 e comprende tutto (pure il rack).
Rispondi
Re: Bene, adesso basta solo trovare una batteria ...
di Pioneer - user #11634 dal 15/12/2006 | 16/02/2012 @ 09:2
Io la volevo comprare già la scorsa estate. Usata si trova ad ottimi prezzi. In tutto il discorso che hai fatto tu sapevo praticamente tutto, ad esclusione del punto 4. Buono a sapersi :D
Rispondi
Rapidissimo...
di ciullio - user #23157 dal 23/02/2010 | 16/02/2012 @ 09:5
Sei stato più rapido del previsto! Mi hai spiazzato! Tanto che adesso dovrai aspettare tu qualche giorno prima che io provi il tutto e posti qualche commento... Ma lo farò! " Abbi un pelino di pazienza".. Ottimo articolo! Ho tutto ciò che occorre per poter fare un test, a risentirci presto...
Rispondi
Ottimo articolo, a breve dovrei farlo pure io ...
di essevuesse - user #14172 dal 17/02/2008 | 16/02/2012 @ 13:2
Ottimo articolo, a breve dovrei farlo pure io con la batteria elettronica del mio batterista. Se al posto del rullante parte "you suffer" dei Napalm Death posso disturbarti? :-) Anche tra qualche settimana?
Rispondi
Re: Ottimo articolo, a breve dovrei farlo pure io ...
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 16/02/2012 @ 15:0
Certo, scrivi pure quando vuoi :)
Rispondi
Drum hero
di br189s - user #22265 dal 30/12/2009 | 19/02/2012 @ 23:0
Ok magari non gliene fregherà niente a nessuno, oppure qualcuno risponderà "questo non è un gioco" o simili........comunque volevo farvi presente che esiste un modo per utilizzare come batteria una di quelle "giocattolo" di band hero.....sfruttando l aporta USB, il programma XLN sovracitato e, come ho trovato in una guida, Fruity loops Studio. Qualcuno mi sa dire se quest'ultimo programma (FLS) fa le veci di cubase?
Rispondi
Re: Drum hero
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 19/02/2012 @ 23:3
a me interessa e... fruity loops puo' in linea di massima fare quel che fa cubase.. un po' meno facile il contrario...
Rispondi
Re: Drum hero
di br189s - user #22265 dal 30/12/2009 | 21/02/2012 @ 21:3
Ok...se ti interessa sapere come fare dammi pure la mail......
Rispondi
Re: Drum hero
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 21/02/2012 @ 23:1
se non ti scoccia... marioefranca@hotmail.com
Rispondi
Re: Drum hero
di br189s - user #22265 dal 30/12/2009 | 22/02/2012 @ 00:0
fatto......se qualcuno ha bisogno chieda pure, tanto fare copia e incolla della mail che ho mandato a "yasodanandana" costa poco sia a me che a lui.... :) ciao
Rispondi
Re: Drum hero
di yasodanandana - user #699 dal 26/09/2002 | 22/02/2012 @ 00:0
graZie!!!
Rispondi
Re: Drum hero
di giucol85 - user #35718 dal 09/10/2012 | 09/10/2012 @ 23:05:56
per favore..son disperato..potresti spiegarmi come collegare la batteria di band hero al pc..sarebbe ottimo per cominciare a cimentarmi con la batteria..
grazie tante in anticipo
Giuseppe
Rispondi
Re: Drum hero
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 20/02/2012 @ 02:0
Ho citato Cubase prendendone uno tra i tanti. FL Studio supporta questo tipo di plug-in e questo tipo di comunicazione. Quindi si, è possibile utilizzare FL Studio per questo scopo.
Rispondi
Re: Drum hero
di br189s - user #22265 dal 30/12/2009 | 22/02/2012 @ 00:0
Grazie mille per la delucidazione..... Senti mi sai dire quale dei due collegamenti è migliore??? USB o MIDI???
Rispondi
Re: Drum hero
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 22/02/2012 @ 00:0
Usb è più immediato e veloce, ma per il tipo di comunicazione e i dati trasmessi, uno vale l'altro.
Rispondi
Re: Drum hero
di br189s - user #22265 dal 30/12/2009 | 22/02/2012 @ 19:5
OK grazie mille.....senti mi chiedevo se c'è, e se conosci qualche "programma" di effetti per chitarra da usare con FL studio, tipo addictive drum per la batteria.......ovviamente per pc.....
Rispondi
roland
di eddy1 - user #28766 dal 31/03/2011 | 23/02/2012 @ 17:4
io ho una roland td6v con collegamento midi non usb. va bene usare il prog, sopra citato Addictive Drums (XLN Audio)? e facile usarlo? e la prima volta che provo. garzie dimenticavo dove posso acquistare il programma?
Rispondi
Re: roland
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 24/02/2012 @ 12:3
Ciao, va benissimo qualsiasi strumento virtuale purché tu abbia (come scritto sopra) un'interfaccia audio con ingresso MIDI. In pratica prendi la MIDI out della tua batteria elettronica e vai con il cavo adeguato alla MIDI IN dell'interfaccia audio collegata al tuo computer. Puoi acquistare il programma anche on-line. Il programma è tutto sommato semplice da usare, ci sono dei presets che ti consentono di non mettere necessariamente sulla gestione dei suoni.
Rispondi
Re: roland
di eddy1 - user #28766 dal 31/03/2011 | 24/02/2012 @ 18:2
ok grazie provo e poi le diro. saluti eddy
Rispondi
Re: roland
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 25/02/2012 @ 01:3
Oddio, dammi del tu! :)
Rispondi
Re: roland
di eddy1 - user #28766 dal 31/03/2011 | 25/02/2012 @ 20:4
ok ciao eddy
Rispondi
yamaha DD-65
di seafarer - user #33315 dal 24/02/2012 | 24/02/2012 @ 12:0
Ciao a tutti, mi sono appena iscritto al forum e, da chitarrista che sono, inizio scrivendo di batterie... quando si dice "docta varietas". Ad ogni modo, qualcuno ha mai avuto sotto le mani una Yamaha DD-65? Potrà sembrare un giocattolo ma come controller MIDI in una stanza stretta non sarebbe male. Che mi dite?
Rispondi
Re: yamaha DD-65
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 24/02/2012 @ 13:5
Ciao e benvenuto! Per iniziare o da utilizzare come controller MIDI, può andare bene. L'unico problema di questa piccola batteria elettronica, consiste nel fatto che i pad risultano piccoletti e attorniati da delle aree di plastica piuttosto evidenti. Il rischio è quello di colpirle e quindi rovinarla. Se stai attento, non andrai incontro a questo problema.
Rispondi
Re: yamaha DD-65
di seafarer - user #33315 dal 24/02/2012 | 24/02/2012 @ 14:5
Grazie per l'interesse. Avevo letto che la DD65 aveva un bug che le impediva di distinguere tra hi-hat chiuso e aperto se collegata via MIDI. Insomma invierebbe solo un input, aperto o chiuso, senza considerare la posizione del pedale. Vi risulta? Grazie a tutti
Rispondi
Re: yamaha DD-65
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 24/02/2012 @ 15:0
Sinceramente non ho mai sentito di questo problema. In ogni caso le due posizioni (aperto e chiuso) sono riassegnabili direttamente dal plug-in installato.
Rispondi
bug hihat yamaha dd-65
di pakizio - user #34422 dal 08/05/2012 | 08/05/2012 @ 00:43:10
ciao, ho da poco acquistato una yamaha dd-65 e ho riscontrato il problema che hai scritto nel tuo post.
In effetti la Batteria non invia il segnale midi che distingue apert-chiuso.
Hai per caso risolto?
Un grazie infinito se mi saprai dare una dritta.
Flavio
Rispondi
Interfaccia Midi/USB
di vincegiuse - user #33585 dal 16/03/2012 | 16/03/2012 @ 20:2
Salve ragazzi! Sapete dirmi se questo adattatore va bene per collegare la centralina della batteria elettronica? Grazie http://www.ebay.it/itm/CAVO-ADATTATORE-INTERFACCIA-MIDI-USB-IN-OUT-PC-AUDIO-/160 649406009?pt=Cavi_Prolunghe_Convertitori&hash=item2567736639#ht_5953wt_698
Rispondi
Re: Interfaccia Midi/USB
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 16/03/2012 @ 23:0
Ciao! Si, quel tipo di convertitore va benissimo per connettere il modulo sonoro al computer.
Rispondi
Re: Interfaccia Midi/USB
di vincegiuse - user #33585 dal 16/03/2012 | 17/03/2012 @ 11:1
Grazie mille Gabriele! :-D
Rispondi
Salve a tutti, ho un Alesis Dm6 completa di ...
di papps88 - user #33614 dal 19/03/2012 | 19/03/2012 @ 14:5
Salve a tutti, ho un Alesis Dm6 completa di cavo usb funzionante,il mio desiderio è usare un programma e le sue librerie per cambiare i suoni della dm6.Al momento ho provato Fl studio ma non credo vada bene, mi potreste consigliare un ottimo programma per fare cio'? grazie a tutti.....sono disperato
Rispondi
Re: Salve a tutti, ho un Alesis Dm6 completa di ...
di gabriele bianco - user #16140 dal 18/09/2008 | 19/03/2012 @ 22:0
Ciao, ti consiglio di fare qualche ricerca nell'archivio del sito, troverai tante piacevoli sorprese.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





A lezione con Ellade Bandini
Cinque groove una storia di eriktulissio
Ellade Bandini continua a raccontarci la suo storia musicale, lasciando la parola alla batteria. Un medley tra i groove...
Ellade Bandini: Un batterista lento, pigro e da turismo di redazione
Descrivendosi Ellade Bandini tratteggia il ritratto deciso e sereno di un vero artista. Una figura di musicista magari...
Ellade Bandini: Suoni & Sensazioni di redazione
Ellade Bandini è capace di trasformare la sua batteria in un libro di avventure di Emilio Salgari. Tra piatti,...
Ellade Bandini: Il ballabile più mosso di eriktulissio
Una serie di appuntamenti esclusivi in cui Ellade Bandini racconta la sua storia musicale e ci regala delle vere...
Ellade Bandini: lo swing di Euro di eriktulissio
Ellade Bandini è uno dei più grandi e importanti batteristi del nostro paese. In questa serie esclusiva di lezioni ci...
Ellade Bandini: i The Champs & la Rumba Rock di redazione
Continuano le lezioni Ellade Bandini che ci racconta, da protagonista, la storia della musica nel nostro paese...
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie di redazione
Seduto alla batteria, Ellade Bandini ci racconta attraverso la sua storia quella della musica italiana. In questo video...
Ellade Bandini - Le origini e la formazione di redazione
Ellade Bandini, grande protagonista del batterismo italiano, racconta i suoi primi esperimenti con le bacchette, fatti...

Top Set
Il setup di Tony Royster Jr. di gabriele bianco
YouTube iniziava a muovere i primi passi e già Tony Royster Jr. - al tempo appena dodicenne - diventava una Web star....
Il Setup di Charlie Benante di gabriele bianco
Siede al trono ritmico degli Anthrax dal lontano 1982 a oggi. Nonostante sia trascorso tutto questo tempo, velocità,...
Il Setup di Thomas Lang di gabriele bianco
Tanto per il suo stile, quanto per l'energia trasmessa dal suo drumming, Thomas Lang rientra di diritto nella categoria...
Il Setup di Mike Portnoy di gabriele bianco
Per anni - quando suonava ancora con i Dream Theater - si è divertito a sfoggiare dei setup ricchi di elementi (Purple...
Il Setup di Lars Ulrich di gabriele bianco
Fondatore nel 1981 insieme a James Hetfield dei Metallica, è probabilmente uno dei batteristi più discussi del...
Il Setup di Chris Adler di gabriele bianco
Dal 1990 a oggi pesta con arte le pelli della sua batteria alle spalle dei Lamb Of God, band nella quale milita insieme...
Il Setup di George Kollias di gabriele bianco
Batterista decisamente estremo, sia per quanto riguarda i generi musicali nei quali si destreggia con disinvoltura, che...

Interviste
Dixon Revolution Cajón Rack: intervista a Claudio Canzano di gabriele bianco
Un rack studiato per semplificare la vita ai batteristi/percussionisti che a questo aggiunge leggerezza e praticità. A...
Racer Café: Intervista a Erik Tulissio di gabriele bianco
Al Racer Café distribuiscono i... Dolcetti! Un progetto nato dall'estro musicale di due grandi nomi del chitarrismo...
Intervista a Dave Lombardo di gabriele bianco
Molti lo conoscono prevalentemente per aver definito la linea ritmica degli Slayer in tre periodi differenti...
Aspettando RitmiShow Napoli 2014: Naga Distribution di redazione
Gli amanti degli strumenti artigianali, troveranno di che lucidarsi gli occhi (e le orecchie) allo stand Naga...
Intervista a Michael Baker di LaPudva
Con una carriera che abbraccia quattro decenni, Michael Baker ha fatto del low profile la propria cifra umana, ma non...
Vadrum vs V-Drums - Qualche domanda ad Andrea "Vadrum" Vadrucci di gabriele bianco
I vecchi amori non si scordano - diceva qualcuno, così Andrea "Vadrum" Vadrucci a distanza di circa otto mesi dalla...
Intervista a Dave Weckl di gabriele bianco
Quando si parla di Dave Weckl, buona parte dei batteristi entra in un mondo parallelo nel quale si immagina davanti a...
Intervista a Bruno Biriaco di rosarioabramopfp
Se pensiamo a un batterista capace di evolversi dallo strumento alla composizione, sino a diventare direttore...
Quattro chiacchiere con Sergio Pescara di valentinouberti
Abbiamo da poco citato Sergio Pescara in una lezione (Batteria: Shuffle Hard Rock) pretesto grazie al quale abbiamo...
Intervista ad Andrea "Vadrum" Vadrucci di gabriele bianco
Il duro lavoro e la dedizione accompagnati da un grande talento, lo hanno scortato nel percorso che lo ha portato a...

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964