Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Fender Telecaster Custom 1975 Tele-bration
di alberto | 11 luglio 2012 @ 07:30

Già riprodotta nella sua versione originale classe 1972, la Custom Telecaster è spuntata anche in una variante Tele-bration per celebrare i sessant'anni della veterana di casa Fender. Nata come omaggio alla Telecaster per i suoi 60 anni, non riproduce un modello specifico, ma rilegge e reinterpreta il passato..
Tra le tante Telecaster passate negli ultimi 60 anni di storia, la Custom è forse quella che ha raccolto la più grande disparità di consensi. Osannata all'esordio come arma anti-Gibson grazie a quel ricco pickup al manico progettata da Seth Lover, venne ripudiata appena cominciò a diffondersi il dubbio sul manico a tre viti e micro-tilt, una delle ragioni principali della nascita del mito delle Fender "pre-Cbs" (in effetti l'idea - anche se di Leo - ha poco senso e in più veniva realizzata male a causa della del basso livello di precisione raggiungibile dagli attrezzi dell'epoca).

Poi, però, tale Keith Richards promosse una Telecaster Custom nera a suo principale attrezzo di lavoro. Da quel giorno pochi si azzardarono a parlarne male (come fai a sostenere che Keef usa una ciofeca?) e pian piano la Custom cominciò a scalare la montagna del gradimento, anche grazie allo splendido pickup Wide Range al manico, capace di produrre grandi volumi di suono pur mantenendo grande chiarezza e definizione, qualità tipiche dei single coil. Finalmente affermatasi come strumento di razza, la Custom ha un posto nella vetrina di fender.com tra gli strumenti più interessanti.

Già riprodotta nella sua versione originale classe 1972, la Custom Telecaster è spuntata anche in una variante Tele-bration per celebrare i sessant'anni della veterana di casa Fender, accanto a una Telecaster Custom (non è un gioco di parole, quella con "Csutom" dopo nel nome è la tradizionale Tele a due single coil col binding, nata nel 1959-1960 originariamente sunburst) e a un rapido ritorno della Cabronita.

Come dice il nome Tele-Bration, questa serie è un omaggio alla Telecaster, non riproduce un modello specifico del passato, piuttosto lo rilegge e lo reinterpreta, sempre nel rispetto della sua epoca. In questo caso la chitarra si colloca nell'anno 1975, impossessandosi di qualche dettaglio del Jazz Bass dell'epoca, non disponibile sulla Tele in origine: accentuato contour e segnatasti neri a blocco. Il corpo è in frassino naturale, di gran spolvero a metà anni '70, selezionato per avere un peso ragionevole. Resta il micro-tilt e il bullet alla paletta per la regolazione del truss rod, resta il ponte Telecaster a tre sellette, storicamente incoerente perché fu proprio con la Custom che nacque il ponte a sei sellette, che consente di regolare l'intonazione della singola corda.


Ho messo le mani al volo su una di queste chitarre in casa di un amico-maniaco che compra tutte le edizioni limitate Telecaster che mamma Fender manda in terra e ho avuto modo di strimpellarla per qualche minuto. Impossibile fare un test vero, che spero si possa organizzare presto, mi limito a dare quache impressione al volo.

Straordinaria la leggerezza considerando il legno del corpo, grazie alla selezione accurata e al contour che riduce notevolmente il volume del legno usato. Perfetta la finitura dei tasti, manico scorrevole, raggio vintage da 7'25" (un valore per chi non è mai riuscito ad abituarsi ai manici piatti) come sulle Fender dei bei tempi, sottolineata da tasti alti e sottili. Acero del manico bianco tipo scaffale Ikea, anche quello molto anni '70. Vernice rigorosamente uretanica, proprio come allora, lucida e glossy, altra caratteristica che diede il via alla vintagemania, ma che oggi a furia di vederla non dispiace. Bella vena del corpo in tre pezzi. Tocco di classe: la manopolina dello switch dei pickup color bianco invecchiato, anziché nera come si usava, bella dai, anche se non si abbina a nulla della chitarra.

Imbracciata pesa qualche po' di più della '72 provata qualche mese fa, più o meno come la mia 1975 sunburst originale. Il pickup al ponte fa il suo dovere, Telecaster quanto basta anche se un po' arricchito sui toni medi per ampliare la gamma di utilizzo. Resta aperto il discorso sul pickup al manico, che ha un bel suono ed è utilizzabile in contesti in cui serve l'humbucker, ma che ha ben poco a che fare con le caratteristiche sonore del Wide Range originale, oggi molto ricercato, tanto da essere arrivato a quotazioni da oltre 500 dollari al pezzo. Il che significa, in parole povere, che si dispone sì di una chitarra molto versatile, ma che manca il growl ricco e brillante che ancora stupisce in tante ritmiche del vecchio Keef e non solo (sentire il primo disco di Johnny Lang, Lie to me, per capire cosa intendo, registrato con una Thinline 2 del 1974 con due Wide Range originali). Decidessi di regalarmi una di queste chitarre, non avrei dubbi: mi sbarazzerei del pickup al manico e ci monterei per esempio una replica Lollar, quanto di più simile esista al pickup progettato da Seth Lover e montato da Fender negli anni '70. 
chitarre elettriche - fender - telecaster - custom 1975

Link utili
Il test della Custom Telecaster '72
Si discute sui pickup Wide Range 1
Si discute sui pickup Wide Range 2
I Wide Range di Lollar
La 75 sul sito Fender
Fender Tele-Bration
Altro da leggere
Pubblicità
Triadi: non fraseggi se non le sai...
Invecchierà con me...
Hornet HDD-1: il digital delay per...
Shure: arriva la serie MOTIV...
Pubblicità
Commenti
Esteticamente molto bella, a parte ...
di Bustio - user #24438 dal 28/05/2010 | 11/07/2012 @ 08:26:22
Esteticamente molto bella, a parte i segnatasti che proprio non li mando giù!
Rispondi
da Telecasterofilo , penso che ...
di ivaneffect - user #12070 dal 18/02/2007 | 11/07/2012 @ 10:06:4
da Telecasterofilo , penso che si sono impegnati per tirare fuori la Tele più brutta di tutta la storia...
Rispondi
....perfettamente d'accordo! Che cazz di ...
di Laceblues - user #7285 dal 15/04/2005 | 11/07/2012 @ 10:12:58
....perfettamente d'accordo! Che cazz di tastiera è?
Rispondi
Quei segnatasti sono orribili dal ...
di Fall4 - user #32838 dal 25/01/2012 | 11/07/2012 @ 10:52:25
Quei segnatasti sono orribili dal mio punto di vista.
Rispondi
Condivido, pure le manopole ...
di irmo - user #17391 dal 02/01/2009 | 11/07/2012 @ 14:32:46
Condivido, pure le manopole non sono proprio un gran che', sarebbe bastata la mascherina/battipenna rinnovata a rendere la chitarra diversa dal solito look, troppa carne al fuoco dal punto di vista estetico, poi suonera' sicuramente alla grande, ma anche l' occhio vuol la sua parte. Poi, va beh, semplici punti di vista.
Rispondi
Tanto fascino per questa vecchia ...
di Pinus - user #2413 dal 05/09/2003 | 11/07/2012 @ 11:05:30
Tanto fascino per questa vecchia chitarra.....
Ecco il microtilt
http://www.fretnotguitarrepair.com/repair/electric-guitar/neck-angle.php
Rispondi
come faccia a piacere dio ...
di stono - user #11272 dal 27/10/2006 | 11/07/2012 @ 12:32:48
come faccia a piacere dio solo lo sa, sound a parte ovviamente.
Rispondi
Keith Richards
di framus54 - user #9847 dal 07/03/2006 | 11/07/2012 @ 20:12:23
1° ma adesso Keith Richards è diventato un grande chitarrista?
2° la tastiera è brutta anche se la suonasse segovia, sembra un pianoforte incidentato.
Per il resto,anche se rispetto i gusti di tutti, preferisco la strato, la trovo molto più versatile,se voglio gli Humbucking mi compro una gibson.
Rispondi
1) Ma no, Keith Richard ...
di PierluigiMaisto - user #20005 dal 14/07/2009 | 11/07/2012 @ 20:53:02
1) Ma no, Keith Richards da quarant'anni a questa parte ha venduto libri porta a porta, mica ha venduto milioni di dischi e suonato ovunque e in tutto il mondo...

2) de gustibus non disputandum est, non piace nemmeno a me

3) dire "preferisco la Strato" parlando di Custom Telecaster è come dire "quale supercar preferisci?" "mah, io preferisco i treni"

4) "se voglio gli humbucker mi compro una Gibson"... Una Gibson a scala lunga, manico avvitato in acero e corde passanti? credo che nemmeno durante l'era Norlin abbiano fatto nulla del genere!

In conclusione, capisco che la chitarra proprio non ti piace, ma quando si parla di un particolare tipo di strumento sarebbe bene restare "in-topic" ;)
Rispondi
Keith è uno dei piu ...
di Pinus - user #2413 dal 05/09/2003 | 12/07/2012 @ 12:33:42
Keith è uno dei piu grandi artisti degli ultimi 50 anni
Rispondi
Un grande chitarrista Keith Richards? ...
di GianniJanaRojatti - user #17404 dal 03/01/2009 | 12/07/2012 @ 20:15:20
Un grande chitarrista Keith Richards?
Ma stiamo scherzando?
E da quando è stato declassato?
Per me è, e resta, una divinità chitarristica!
In Keith We Trust!
(...e ce l'ha pure scritto paul Gilbert sulla maglietta!) ;-)
https://i2.ytimg.com/vi/5_XbKN5CsXw/mqdefault.jpg
Rispondi
Non volevo commentare, ma....
di dedatolo - user #13905 dal 05/01/2008 | 11/07/2012 @ 21:25:08
...ma almeno uno che dica che il manico è proprio bello ci va :-) A me piace moltissimo e spero di farmi al più presto una chitarra con tale caratteristica.
Rispondi
Giochi di società orientali
di nicolapax - user #27042 dal 15/12/2010 | 12/07/2012 @ 08:25:58
QUOTO: ...ma almeno uno che dica che il manico è proprio bello ci va :-) A me piace moltissimo e spero di farmi al più presto una chitarra con tale caratteristica.

Si, per giocarci a dama! No dai, non ti offendere ma il manico è veramente qualcosa che grida vendetta!
Quella che imbraccio nella foto è una tele fiesta red del 1963 originale, quindi sulle tele sono un pochino tradizionalista.
Rispondi
bellissima. l'idea dei segnatasti con ...
di poseidon - user #30697 dal 29/08/2011 | 11/07/2012 @ 21:43:21
bellissima. l'idea dei segnatasti con quello stile è di una grezzurìa unica, spettacolo. ovviamente l'essere un po' tamarra per me è un pregio, in fondo faccio rock'n'roll, se mi fossero piaciute le cose eleganti suonerei in un quartetto d'archi.
Rispondi
Stupenda!
di Finck - user #32940 dal 31/01/2012 | 12/07/2012 @ 01:37:19
Secondo me è stupenda, richiama il basso geddy lee...le manopole non sopporto, sembrano da pedalini mxr, un tocco di classe potevano darlo lì! (Primo commento su accordo, ce l'ho fatta :D)
Rispondi
Huei ragazzi ...... come direbbe ...
di andre49 - user #27016 dal 13/12/2010 | 12/07/2012 @ 02:13:15
Huei ragazzi ...... come direbbe qualcuno giù a Roma, parliamo di una Telecaster Custom 75, mica di pizza e fichi ... intanto sull'attenti e giù il cappello ! Sì, è bruttina, ma non mi dispiacerebbe averla nella mia rastrelliera.
Rispondi
Esteticamente fra segnatasti e manopole ...
di ciclosonico - user #28944 dal 08/04/2011 | 12/07/2012 @ 02:25:5
Esteticamente fra segnatasti e manopole io la trovo orribile, speriamo suoni almeno bene...
Rispondi
Non è proprio una bellezza ...
di gio_black - user #21077 dal 11/10/2009 | 12/07/2012 @ 11:07:08
Non è proprio una bellezza ma ha il suo porco fascino, e come qualcuno ha detto non stiamo parlando di pizza e fichi ma di una fender, magari averla,
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
50 anni di Slash
di rockmaniac Oggi 23 luglio 2015 Saul Hudson compie cinquant'anni. La sua storia è...
Nuova data per David Gilmour e senza bagarini
di rockmaniac David Gilmour annuncia una nuova data per la fine dell'estate 2015, con prezzi...
Goditela finché ti regala la sua voce
di RozzoAristocratico Una riparazione di fortuna a una vecchia chitarra ti dona un suono diverso da...
Les Paul Junior 1957: the real thing
di biggiorgione Le riedizioni Gibson non scarseggiano per qualità e suono, ma imbracciare una...
Peavey MiniMEGA: mille watt in quattro chili
di redazione Peavey insegue la massima portabilità con una potenza capace di affrontare i...

Hot licks
Paul Gilbert: studenti senza espressività di redazione
“Certi allievi si preoccupano solo di eseguire le cose correttamente. Ma suonare è ben altro. Lo shred? Mi sta...
Più di quel che suoni, conta come suoni di redazione
Grazie a un timing feroce e una meccanica di pennata perfetta, Giacomo Castellano regala vigore anche a uno dei box...
Cesareo: due chitarre in un pollaio di redazione
Cesareo continua a parlarci di quanto sia decisivo – ma anche molto difficile - suonare in una band, tappa...
Migliora i tuoi accompagnamenti: Neanche un minuto di non amore di redazione
Diverso dalle solite ballate da spiaggia, "Neanche un minuto di non amore" ha un ritmo funk tutt'altro che scontato in...
Triadi & fraseggio melodico di redazione
Le triadi sono uno strumento prezioso per sviluppare il fraseggio solista in maniera melodica, originale e melodica....

I vostri articoli
Gurus Naked Preamp CH2: oltre ogni pre-visione di Aynrand
Gurus trasforma la testata Naked in una serie di stompbox per replicare il sound dei suoi canali in un comodo...
Wide Range: l'humbucker di Fender-CBS di FBASS
Il Wide Range fu la risposta Fender al PAF Gibson. Disegnato dallo stesso sviluppatore, si differenzia per la...
PRS SE Custom 24 di Petewho
La serie SE è il rifugio di ogni amante del sound PRS con un occhio di riguardo per il portafogli. La Custom 24 della...
La botta dei Sidewinder di FBASS
Dal primo basso a violino ai moderni Grabber, EB Bass e Thunderbird, Gibson ha fatto molta strada nelle quattro corde,...
Gibson ES225: una vita di classe in quattro anni di biggiorgione
In produzione solo dal 1955 al 1959, la ES225 cattura lo sguardo dei fan delle archtop Gibson con il suo mogano...

Lezioni di basso
La tecnica è al servizio della versatilità di dadoneri
Essere un musicista versatile non significa esclusivamente sapersi destreggiar senza problemi tra diversi generi...
In cinque come i King Crimson di redazione
Un’altra lezione per basso e batteria. Lorenzo Feliciati e Lucrezio De Seta ci propongono una serie di studi per...
Arpeggi: studiare & ascoltare di dadoneri
Basso. Lavoriamo su un metodo efficace e solido per colorare i nostri accompagnamenti con fill e fraseggi. Sarà...
I due che suonano in cinque di redazione
Lucrezio de Seta e Lorenzo Feliciati iniziano il loro ciclo di lezioni per batteria e basso. Una serie di appuntamenti...
Groove: pensare da batteristi di dadoneri
Basso. In questa lezione parliamo di groove e cercheremo di pensare come batteristi. Prima ancora di preoccuparci delle...

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964