Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Verificare l'efficienza di un pickup
Verificare l'efficienza di un pickup
di - user #23272 dal 03/03/2010 |

Il pickup, su carta, è uno dei componenti più semplici di una chitarra. Molti sono, invece, i fattori in ballo che rendono complesso fare delle diagnosi in caso di guasti. Come agire per capire cosa non va in un pickup?
Smontando una vecchia Telecaster di un  amico, ho notato che il pickup al manico aveva il filo dell'avvolgimento interrotto il quale penzolava fuori avvolgimento. Il filo, sottilissimo, talmente fino che non sono riuscito nemmeno a fargli una foto perché ci vorrebbe un'attrezzatura da macrofotografia che non ho, é così probabilmente in seguito a precedenti e maldestre manipolazioni. Però la cosa strana è che il pickup funziona.
Domanda: ma se un filo dell'avvolgimento è interrotto non dovrebbe compromettere il funzionamento del pickup? Ora ascoltando sembra che il pickup al manico abbia meno dinamica e volume del pickup al ponte. Sembra, ma non vorrei che il mio ascolto sia condizionato dalla consapevolezza del difetto.
Ora vorrei sapere se è possibile verificare l'efficenza di un pickup magari con l'ausio di un tester. È possibile, che so, paragonare l'impedenza del pickup al manico (difettoso) col pickup al ponte (non difettoso)? Insomma quali sono i parametri da controllare per verificare l'efficenza di un pickup? E per fare le misurazioni bisogna dissaldare i fili dei pickup dal selettore?
Risponde Luca Villani di I-SPIRA pickup: in realtà non c'è molto che si possa confrontare, perché pickup al manico e al ponte della Telecaster sono differenti tra loro.
L'interruzione dell'avvolgimento causa in genere la mancanza totale di segnale generato dal pickup.
Può essere che il pickup continui a suonare (poco e male) quando la rottura del filo resta composta e le due estremità "si guardano" a distanza di pochi millesimi di mm, permettendo a una porzione del segnale di circolare ugualmente per induzione.
Nel caso in questione è probabile che alcune spire esterne siano state allentate per una manomissione o smontaggio della cover e siano fuoriuscite, ma se sono realmente interrotte è difficile che il pickup possa continaure a generare segnale, a meno di una rottura posizionata altrove, in una porzione non visibile della bobina.
Un tester può evidenziare il valore della resistenza in corrente continua, che nel caso di un normale pickup al manico può essere attorno ai 7/8 Kohm, ma nulla di più.
Per questa operazione basta mettere i puntali sullo spinotto di un cavo jack collegato all'uscita della chitarra, avendo cura di selezionare il pickup che si vuole misurare e portando volume e tono nelle posizioni di "tutto aperto".

Marco Omar Viola di M.O.V.Guitars: quando un pickup è interrotto ci sono molte cose che si riescono a riconoscere come segnali di allarme, il volume molto ridotto o assente nei casi peggiori, la mancanza di spessore nelle frequenze basse, il fatto che il potenziometro del tono comincia di punto in bianco a fingere da volume nonostante l'immutato cablaggio.
Certo che se il tuo pickup ha un filo penzolante, a meno che non sia un avanzo di un inizio o di fine avvolgimento, è sicuramente interrotto e il fatto che emetta del segnale non è un indice di buon funzionamento. Va sicuramente ribobinato o sostituito.
Con il tester puoi provare a controllare la resistenza in kOhm dell'avvolgimento e se ciaramente vuoi una lettura pura, devi dissaldare almeno il pickup dal selettore e dal potenziometro. Il paragone deve essere fatto con un pickup di pari caratteristiche, non certo quello al ponte. Comunque, i pikup al manico delle Telecaster viaggiano dai 5,3 ai 5,9K con filo AWG42.
chitarre elettriche - fender - telecaster

Link utili
I-SPIRA pickup
M.O.V.Guitars
Altro da leggere
Pubblicità
L'alimentazione a batterie arriva...
Spezzato, sincopato, funk...
Splittare con l'escursione del potenziometro...
Maton EMD6: la travel full size...
Pubblicità
Commenti
Grazie della risposta. ...
di Martinez53 - user #23272 dal 03/03/2010 | 19/07/2012 @ 16:16:00
Grazie della risposta.
Rispondi
Per me....
di herrdoctor - user #18849 dal 10/04/2009 | 19/07/2012 @ 17:56:47
Per me si è rotto
e la parte sotto tocca cmq su un'altra spira.

Forse ha una impedenza + bassa ma va...
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Dieci elettriche iconiche
di alberto La chitarra elettrica tocca l'immaginario, infiamma gli animi e trasforma il...
Slide elettrico: suonare più pulito con il damping
di redazione Smorzare la vibrazione delle corde non impegnate a suonare una melodia è...
Pedali, alimentatori, una soluzione economica e un mistero risolto
di JoeManganese Gli alimentatori professionali sono ottimi, ma costano davvero tanto. Se non si...
Traveler Guitar AG-105: mini acustica da viaggio
di Burats Agosto, tempo di vacanze ed ecco che nei negozi spuntano le chitarre da...
Quando ha un nuovo disco, anche Gilmour scomoda i Beatles
di RozzoAristocratico Nominare i mostri sacri è un'ottima tecnica per far parlare di sé in...

Hot licks
Palestra per bending di redazione
Spazio ai principianti con un fraseggio rock blues che li aiuterà a mescolare tra loro pentatonica maggiore e minore....
Nello stile di Jimmie Vaughan di redazione
In un blues il turnaround sono le due misure che precedono un nuovo chorus e rappresentano un momento risolutivo...
Slide elettrico: suonare più pulito con il damping di redazione
Smorzare la vibrazione delle corde non impegnate a suonare una melodia è fondamentale per un risultato pulito e...
Quanto una pentatonica si arrabbia di redazione
Quanto ci piace farla innervosire questa pentatonica! Un fraseggio stizzito e pungente che aiuterà - soprattutto i...
Sempre più in basso di EnricoSantacatterina
L' SM57 è uno standard per la ripresa delle chitarre. Ma se pensiamo agli scenari ultra distorti e profondi del metal...

I vostri articoli
Supro JB Hutto: quanto vale la vetroresina? di biggiorgione
Il vintage è fatto di qualità liuteristica ma anche di storia. Un pezzo di vetroresina dall'aspetto avveniristico...
Lo Speaker di svalvolman
L'altoparlante giusto può esaltare il suono del tuo amplificatore così come quello sbagliato può rovinarlo,...
Tutto quello che avreste voluto sapere sui rumori di dedo
Sapersi muovere tra alimentatori, cablaggi e schermature è fondamentale per assicurarsi un rig performante e...
La mia prima Stratocaster di Baconevio
Un colpo di fortuna può portarti a casa la chitarra dei tuoi sogni per pochi soldi e fornirti un buon passatempo...
La S@ponetta che conquista di Andrea_98
Il nuovo plettro stampato di Steve Tommasi è arrivato. La Essetipicks S@ponetta si caratterizza per uno spessore...

Lezioni di basso
La tecnica è al servizio della versatilità di dadoneri
Essere un musicista versatile non significa esclusivamente sapersi destreggiar senza problemi tra diversi generi...
In cinque come i King Crimson di redazione
Un’altra lezione per basso e batteria. Lorenzo Feliciati e Lucrezio De Seta ci propongono una serie di studi per...
Arpeggi: studiare & ascoltare di dadoneri
Basso. Lavoriamo su un metodo efficace e solido per colorare i nostri accompagnamenti con fill e fraseggi. Sarà...
I due che suonano in cinque di redazione
Lucrezio de Seta e Lorenzo Feliciati iniziano il loro ciclo di lezioni per batteria e basso. Una serie di appuntamenti...
Groove: pensare da batteristi di dadoneri
Basso. In questa lezione parliamo di groove e cercheremo di pensare come batteristi. Prima ancora di preoccuparci delle...

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964