CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

redazione
utente #116 - registrato il 21/02/2002
ATTENZIONE! Per comunicare con la redazione non usare il sistema di messaggistica di ACCORDO, ma scrivi una mail a redazione@accordo.it 
Città: Milano
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli Annunci

Articoli pubblicati

Prase: due nuovi webinar dedicati ai professionisti AV
di redazione | 07 aprile 2020 ore 15:00 da (News)
A supporto di un comparto professionale forzatamente bloccato, Prase propone due webinar: Lab Gruppen Cafè e MidasDN9630. Entrambi gli appuntamenti saranno tenuti da Matteo Barbaro.
Nathalie Ray: Cross My Way Again
di redazione | 07 aprile 2020 ore 14:30 da (News)
La canzone della cantante ticinese ha superato le 2 milioni di visualizzazioni in pochi giorni. Un brano dedicato a tutte le persone che non hanno smesso di amare e provare emozioni. Hanno collaborato al suo progetto due eccellenze della musica italiana: il Maestro Fio Zanotti e Carlo Assalini.
Paolo ma quella canzone non si può suonare!
di redazione | 07 aprile 2020 ore 10:30 da (Chitarra)
Quante volte avete sentito Paolo Pilo suonare brani che, almeno in teoria, su una chitarra sembravano impossibili da trasportare? Questa sera alle 18.30 sul canale Instagram di Accordo.it potrete parlarne direttamente con lui e approfondire l'argomento.
Modern Ash: le Dinky in frassino viste da vicino
di redazione | 07 aprile 2020 ore 08:00 da (Chitarra)
Il classico heavy Jackson Dinky ottiene una struttura in frassino per il 2020 con una finitura studiata per valorizzarne l’estetica, insieme con dotazione tecnica estrema.
Ludwig Super Classic Black Oyster Pearl
di redazione | 06 aprile 2020 ore 18:21 da (Ritmi)
Ringo Starr è stato il batterista del gruppo che avrebbe cambiato la storia della musica, i Beatles. Questo giovane musicista di Liverpool appena ne ebbe l’opportunità entrò nel principale negozio di strumenti di Londra e abbandonò la sua Premier per quello che allora era considerato dai suoi colleghi europei uno status symbol, una batteria di costruzione americana, e in particolare la Ludwig. E come se non bastasse, Ringo ne era così orgoglioso che volle il logo del marchio esposto sulla cassa.
Speciale Mike Mangini - Ritmi 2011
di redazione | 06 aprile 2020 ore 17:59 da (Ritmi)
È lui l’erede. Succede a Mike Portnoy nei Dream Theater, uno dei gruppi più popolari della scena musicale internazionale. Della sua tecnica, della disposizione simmetrica del suo setup, del suo metodo e di molto altro ancora ci parla in quest’intervista esclusiva, frutto di uno scambio di mail durato alcune notti e di un entusiasmo e una disponibilità fuori dal comune. Il sogno continua…
Linux MultiMedia Studio - Audio Magazine
di redazione | 06 aprile 2020 ore 16:27 da (RECnMIX)
L’approccio alla musica computer based, dipende tanto dal genere al quale ci si intende affacciare, quanto dalla strumentazione alla quale affidarsi. Una di queste variabili è il computer. Nell’eterna diatriba “meglio Windows o meglio Mac”, si fa strada prepotentemente Linux; un tempo troppo macchinoso per l’utente medio. Denigrato a priori per questa sua nomea, inizia ad avere un buon numero di proseliti non necessariamente provenienti dal mondo della sistemistica e della programmazione.
Fare musica con l’iPad VOL2
di redazione | 06 aprile 2020 ore 15:50 da (RECnMIX)
Un tempo – neanche troppo lontano – l’unico vetro sul quale ci si divertiva a strusciare il dito, vedeva come altro elemento essenziale la condensa. Meglio di una tela per un pittore! I tempi sono cambiati e, nonostante alcuni si dilettino in memoria dei vecchi tempi nella perduta arte del disegno su condensa, è decisamente più divertente lasciare le proprie impronte sulla superficie vetrosa di un tecnologico iPad. La nuova generazione, probabilmente con meno innocenza di un tempo, sempre più si sta abituando a usare strumenti piatti, senza profondità, peso, dimensioni, odore. Che tutto questo lo si consideri triste, folle o futuristico, questa è la realtà.
Musicisti: questione di carattere
di redazione | 06 aprile 2020 ore 15:30 da (Didattica)
Se nella musica si ambisce a trovare delle possibilità lavorative, la perizia acquisita con lo studio potrebbe non essere sufficiente. E' necessario coltivare anche delle affinità caratteriali che aiutino a ritagliarsi possibilità professionali: curiosità, tenacia, spirito imprenditoriale, voglia di stupire. Le CapGirls ne hanno parlato con Massimo Varini, Matteo Da Los, Caterina Cruciti e Gianni Rojatti.
Perché è importante studiare
di redazione | 06 aprile 2020 ore 13:53 da (Didattica)
Abbiamo radunato un team di musicisti stellare per parlare dell'importanza dello studio e di un maestro e una scuola di musica a cui appoggiarsi. La parola a uno dei più grandi chitarristi della storia del Rock, Steve Vai, due delle più brillanti sei corde della scena emergente, Nili Brosh e Gretchen Menn e un autentico virtuoso della batteria, docente al Musician Institute di Los Angeles, Jeff Bowders.
Performance generativa in Ableton Live di Luca Capozzi - Audio
di redazione | 05 aprile 2020 ore 19:15 da (RECnMIX)
Tra i vari modi possibili di fare musica, quella generativa è una delle più intriganti. Contrariamente a quanto possa sembrare, non si tratta solo di premere un tasto e lasciare che la macchina faccia il nostro lavoro. Generare una composizione è come giocare col DNA: “piantare” delle informazioni semplici, facendole interagire e variare nel tempo in modo che subdole variazioni garantiscano ore di divertimento.
Simone Sello su Vasco - Chitarre 2011
di redazione | 05 aprile 2020 ore 19:06 da (Chitarra)
Tim Pierce, Dean Parks, George Lynch, Stef Burns e ancora Massimo Varini, Simone Sello e Samuele Dessì questo il folto gruppo di chitarristi che si sono alternati tre le 13 tracce di Vivere O Niente, l’ultima fatica del Blasco nazionale del quale avete potuto leggere l’anteprima su musica.accordo.it. Va da se che con questi loschi figuri alle chitarre il risultato non può che essere del sano rock, certo con quel tocco di pop che lo rende molto italiano. Parlare dei suoni, soprattutto delle chitarre di questo album non è facile vista la grande quantità di addetti ai lavori. In generale si è puntato a dare l’impressione del canonico chitarra-cavo-amplificatore, pur utilizzando come al solito una strumentazione ricercata. Un po’ di chorus nelle ballate come “Dici Che”, ma finali saturate per “Manifesto Futurista Della Nuova Umanità”. Il ritrovato Vasco, che ha voluto rispolverare i vecchi tempi non si è limitato a farlo con i testi e la ritrovata ironia ma soprattutto con il sound. Molto Hammond e Pianoforte, pochi synth e trigger vari. Davvero interessante infine lo stile country con chitarre riverberanti in puro stile far west.
Speciale Whitesnake - Chitarre 2012
di redazione | 05 aprile 2020 ore 19:00 da (News)
Passare da commesso a divinità del rock è un salto che può sembrare insormontabile. Non lo è se si possiede una voce spiccatamente bluesy ma graffiante al punto giusto e tra le mani capita l’annuncio dal titolo “I Deep Purple cercano un cantante!”. Insomma non lo è se si è David Coverdale.
50 anni di home recording - Maurizio Piccoli VOL3
di redazione | 05 aprile 2020 ore 17:27 da (RECnMIX)
GLI ANNI OTTANTA, IL COMPUTER E IL MIDI La decade degli anni Ottanta, a parte l’arrivo della nuova versione del Teac, il 3440 dotata del riduttore di rumore di DBX, fu caratterizzata dalla diffusione, dapprima timida, del computer e delle applicazioni musicali a esso collegate (sequencing soprattutto), dall’arrivo del Midi, dei suoni campionati e della Yamaha DX7, una vera pietra miliare tra le tastiere professionali utilizzate anche in ambito casalingo. L’effettistica registrava l’ingresso a casa dapprima del modulo di riverbero Fostex 3180 e poi del mitico SPX90 di Yamaha che acquistai nel 1987.
50 anni di home recording - Maurizio Piccoli VOL2
di redazione | 05 aprile 2020 ore 14:37 da (RECnMIX)
NEL FRUSCIO DEGLI ANNI SESSANTA La prima chitarra, di marca imprecisata, la comprai usata nel 1962 e fu in quell’anno che iniziai ad appendere parole alle note. Da subito mi nacque fortissima l’esigenza di non perdere quello che “inventavo” musicalmente poichè, non sapendo nulla di notazione musicale, potevo fermare su carta solo i testi delle prime canzoni. A distanza di anni mi par di capire che la pratica della registrazione casalinga nascesse e nasca tuttora dal timore di veder sparire le proprie composizioni e dalla conseguente necessità di annotare, indelebilmente se possibile, ogni rigurgito di creatività.
50 anni di home recording - Maurizio Piccoli VOL1
di redazione | 05 aprile 2020 ore 14:11 da (RECnMIX)
Credo siate d’accordo con me se dico che la fantasia è l’Altra Stanza, quella in cui desideriamo entrare quando la Stanza del Vero in cui viviamo è così piena di sé, spesso fastidiosamente, che impedisce i passi alla nostra immaginazione, ci obbliga ad annusare gli stessi profumi. Spesso verso l’Altra Stanza ci dirigiamo quando il vero si presenta a noi velato, quel tanto da metterci in moto un pensiero “creativo”.
Qual è il suono giusto per studiare?
di redazione | 05 aprile 2020 ore 13:38 da (Didattica)
Esercitarsi con un suono giusto può evitare tanti successivi grattacapi. Perché se il suono con il quale ci si esercita nascondo le lacune del nostro playing, quando queste affioreranno prepotenti dal vivo o in studio di registrazione, sarà troppo tardi per correre ai ripari. E allora, ci siamo fatti aiutare dai più grandi: Guthrie Govan, Kiko Loureiro, Marty Friedman, Marco Sfogli, Daniele Gottardo, Gianni Rojatti, Giacomo Castellano, Cesareo e tanti altri…
FF7 Raw: Zvex fatto in casa
di redazione | 05 aprile 2020 ore 11:00 da (Chitarra)
Le aziende sono chiuse per l’emergenza Covid-19, ma la produzione non si ferma: Zvex svela l’edizione limitata del Fuzz Factory 7 in versione Raw.
Blood Donor: un distorsore per la Croce Rossa
di redazione | 05 aprile 2020 ore 08:00 da (Chitarra)
Catalinbread ha ridisegnato uno dei suoi distorsori più apprezzati per avviare un progetto benefico in favore della Croce Rossa statunitense.
Speciale Mr Big - Chitarre 2011
di redazione | 03 aprile 2020 ore 19:32 da (Chitarra)
Il buon vecchio Ted Templeman ci aveva visto giusto quando mise tra le mani di Billy Sheehan il numero di Mr. Paul Gilbert, che guarda caso era alla ricerca di un progetto nuovo per il post RacerX, permettendo così la nascita della super-band che racchiude al suo interno alcuni tra i musicisti più bravi del periodo. Con soli quattro album, tralasciando per il momento l’era Kotzen, i Mr. Big sono riusciti a compiere un’evoluzione musicale lunga e articolata, degna di discografie ben più lunghe. Iper-tecnicismi, ballate rock, composizioni dal sapore blues e perfino scorribande in ambito grunge.
1 di 480   «« Precedente  Successivo »»
Cerca Utente
Seguici anche su:
People
Prase: due nuovi webinar dedicati ai professionisti AV
Nathalie Ray: Cross My Way Again
Giulia Molino: Va tutto bene
Franco Marino: da oggi online “Per me sei come il cielo”
John Frusciante: il nuovo Ep da solista
Paolo ma quella canzone non si può suonare!
Modern Ash: le Dinky in frassino viste da vicino
Ludwig Super Classic Black Oyster Pearl
Speciale Mike Mangini - Ritmi 2011
Glossario, le parole che contano - Audio Magazine
Registrare uno strumento in ambito domestico - Audio Magazine
Linux MultiMedia Studio - Audio Magazine
Fare musica con l’iPad VOL2
Musicisti: questione di carattere
Perché è importante studiare








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964