CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Orianthi bussa alla porta di Gibson
Orianthi bussa alla porta di Gibson
di [user #116] - pubblicato il

Una signature acustica segna la prima collaborazione tra Orianthi e Gibson: in vista una possibile rottura con Paul Reed Smith?
Mentre scriviamo, la SJ-200 di Orianthi non ha ancora fatto la sua comparsa sul sito ufficiale Gibson, ma un video di presentazione è appena saltato fuori sul canale YouTube. D’altra parte, le avvisaglie di un avvicinamento tra la chitarrista e il colosso statunitense c’erano fin dalla metà del 2020.

Orianthi bussa alla porta di Gibson

Fin dai suoi primi passi sui grandi palchi, da Michael Jackson ad Alice Cooper, l’immagine di Orianthi è sempre stata associata al marchio PRS. “Mi accompagna da quando avevo 14 anni, Paul Reed Smith è come una famiglia per me” ha spiegato l’artista in una recente intervista, ma al contempo non ha mai tenuto segreta la sua passione per strumenti musicali provenienti anche da altri brand storici. Nella sua collezione compaiono alcune Telecaster, una Les Paul e una Flying V, che è stata anche protagonista di un recente videoclip pubblicato nell’agosto dello scorso anno.



Ora, dopo lunghe anticipazioni e indiscrezioni, Orianthi ha ufficializzato la sua prima collaborazione con Gibson per la creazione di una signature acustica basata sullo storico shape Super Jumbo.

Orianthi bussa alla porta di Gibson

La Gibson SJ-200 Custom di Orianthi ha una cassa in acero con un top in abete sitka di grado AAA. A distinguerla dal resto del catalogo è l’atipica decisione di montare un manico prelevato da una semiacustica Gibson 345, così da garantire il sound pieno e profondo della SJ insieme con la suonabilità agevolata di uno strumento più vicino al mondo elettrico.
L’estetica non rinuncia a tutti i canoni del caso e ai plus della sua natura di signature, con intarsi sulla tastiera che richiamano la silhouette di un fiore di loto, lo stesso fiore che fa da base anche per il ricamo stampato sull’ampio battipenna. Il tutto, sulla base di un’appariscente finitura Cherry.
Anche l’elettronica riceve appunti speciali, con un pickup LR Baggs appositamente modificato su richiesta dell’artista e con controlli accessibili dall’interno della buca.



Non c’è modo di sapere se si tratti di una collaborazione una tantum o se, con la SJ-200 Custom, Orianthi abbia messo un primo piede nella porta con l’idea di trasferire anche il suo comparto elettrico tra le file Gibson. Sarà senza dubbio interessante seguire i futuri sviluppi, fino all’arrivo dello strumento sugli scaffali nel maggio 2021.
chitarre acustiche gibson namm 2021 orianthi sj200 ultime dal mercato
Link utili
Sito Gibson
Mostra commenti     11
Altro da leggere
Walrus Eons: tutte le sfumature (più cattive) del fuzz
Il distorsore KHDK ha le idee chiare: Shred!
PRS è anche effetti a pedale
Urban Ironbark: Taylor rivoluziona la serie 500 con un occhio all’ambiente
Laney LA Studio Supergroup con Two Notes Torpedo
Greeny: la Gibson Les Paul del 1959 è tornata
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Gibson USA Les Paul Joe Perry Signature 19961997
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964