DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Il trucco c'è ma non si vede
Il trucco c'è ma non si vede
di [user #13581] - pubblicato il

Come si può avere un setup compatto e pratico senza rinunciare all'impatto scenico? Ci ha pensato il nostro lettore francescoRELIVE, con un espediente a dir poco curioso.
Son tornato a suonare dal vivo: questo fine settimana bene tre live in tre giorni.
Allora come affrontare questi concerti su palchi di medie dimensioni senza rinunciare all'impatto visivo?

Il trucco c'è ma non si vede

Questo era il setup che ho utilizzato: il Bogner Alchemist sopra a una cassa 4x12 Marshall.
Ma andiamo un pò più vicino...

Il trucco c'è ma non si vede

Tutto molto bello ma... non vi sembra ci sia qualcosa che non torna?

Il trucco c'è ma non si vede

Un solo cavo che arriva dritto nell'ampli.

Ok ok, vediamo invece il setup usato nella sera successiva:

Il trucco c'è ma non si vede

Eccolo qua: stessa situazione ma...

Il trucco c'è ma non si vede

... questo giro mi hanno messo pure una saponetta!

Il trucco c'è ma non si vede

Ma allora, perché il microfono è sul combo?
Ecco svelato il mistero!

Il trucco c'è ma non si vede

La cassa Marshall è diventata un comodo flight case molto leggero (perché senza coni) e dall'impatto visivo importante.
A breve verrà modificata con un pannello calamitoso che terrà la pedaliera in verticale e allo stesso tempo creerà un vano porta cavi (già cablati tipo treccia) all'interno della cassa.
Nel frattempo ho già installato un LED che illumina tutto il retro e coperto i buchi dei coni mancanti con della stoffa nera.

Ma allora, perchè nelle prime foto non c'era alcun microfono?
Semplicemente perchè uscivo direttamente dalla pedaliera al mixer, garantendo un buon suono al fonico. Il cavo che andava all'ampli invece mi serviva per avere un po' di suono sul palco (non necessario perché per l'80% del live ho sempre tenuto gli in-ear).

In entrambi i casi il sound che usciva dall'impianto era ottimo, a detta dei fonici.

Il trucco c'è ma non si vede

Tutto sommato mi sembra una soluzione simpatica e comoda per racchiudere figosità e comodità all'interno dello stesso contenitore.
Che ve ne pare?
Anche l'occhio vuole la sua parte!
accessori effetti e processori fai da te gli articoli dei lettori
Nascondi commenti     40
Loggati per commentare

di TidalRace [user #16055]
commento del 17/08/2022 ore 09:13:36
E' una scelta controcorrente rispetto alla moda attuale dei grandi palchi, dove non si vede più alcun amplificatore.
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 11:19:15
in un gruppo rock&roll è stato richiesto espressamente dal cantante, altrimenti uscirei sempre e solo in digitale.
Rispondi
di Gigibagigi [user #49591]
commento del 17/08/2022 ore 09:25:23
Non è che dentro la LP custom c'è una Harley Benton, vero?
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 11:19:37
in realtà è una Greco ahahah
Rispondi
di Oliver [user #910]
commento del 17/08/2022 ore 09:33:30
Hehe. Si vede che sei ancora giovane... portarsi un combo da 30kg (avevo la testata: un macigno anche quella!) più una cassa che ne peserà quasi una decina, credo, per poi suonare in diretta è una cosa che non potrei permettermi.
Ormai non sposto più il mio amato combo Koch e giro (se giro) con una mini-testata Peavey e una leggerissima Dragoon 1x12". Sempre che non decida di andare solo in diretta, con una pedalierina microscopica, o addirittura con il solo Zoom Multistomp. Tanto a me in fondo servono solamente un paio di suoni :)
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 11:21:25
next step sarà mettere una finta testata con dentro la parte di trasmettitore e cassetto contenitore del ricevitore e cuffie dell'inear. Così quando non ci sta la testata sul palco porto via solo quella! ahhaah

In ogni caso il combo che ho usato fa comunque il suo sporco lavoro ed è godibilissimo anche live.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 17/08/2022 ore 10:43:14
Direi coerente con l'epoca social in cui viviamo dove è più importante apparire.
Comunque di sostanza per cui andarne fieri ce ne è abbastanza tra Alchemist e Custom bellissima accoppiata, mi farei bastare questa e qualche pedale....
Bravo in ogni caso idea simpatica!
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 11:22:45
per le mini occasioni ho anche una piccola pedaliera con qualche pedale, a volte la uso con un Boss Katana e basta e avanza. Qui ho unito l'utile (avere una cassa contenitrice) con la necessità di un pò di scenografia.
Rispondi
di go00742 [user #875]
commento del 17/08/2022 ore 11:00:28
Direi che il bassista invece non si è risparmiato nulla o è vuota anche la cassa EBS e davanti ha solo un poster come coni ? dì la verita entrava in una D.I col basso ... :-)
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 11:23:52
No no, la cassa è vera ma confermo che anche lui esce direttamente sul mixer tramite la D.I. RADIAL SB-1 Acoustic
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 17/08/2022 ore 11:17:44
CI PUO STARE..SE SI VUOLE A TUTTI I COSTI UNA CASSA SUL PALCO...SE GUARDIAMO I BIG SFILANO CASSE MARSHALL A NON FINIRE E VORREI VEDERE VERAMENTE SE DENTRO CI SONO I CONI...LA LES PAUL APPOGGIATA PER TERRA MI FA PAURA!!!
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 11:24:3
per fortuna c'era moquette e l'ho lasciata lì solamente il tempo della foto ahuahhau
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 17/08/2022 ore 11:28:54
Pazzesco, la 4x12 finta, il combo, in diretta dalla pedaliera e in-ear…. Questa mi mancava davvero:-)
Credo che non lo farei mai.
L’ultima volta che ho visto Brian Adams dal vivo, sul palco non c’era nulla, nemmeno un cavo (microfonazione batteria a parte) era tutto nascosto.
Ottimo impatto visivo comunque, e un suono da paura.
Molta sostanza e poca fuffa.
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 11:33:03
Alla fine son dell'idea che è l'ascoltatore che deve tornare a casa dicendo "ho sentito come un disco" perchè vuole rivivere live le emozioni di canzoni che magari ascolta in macchina o sotto la doccia.
Se poi bisogna condire il tutto con un pò di scena, almeno che questa sia anche funzionale a chi si trova a montare e smontare il rig 2-3 sere di fila ahahah
Rispondi
di diumafe [user #17831]
commento del 17/08/2022 ore 12:18:46
Perché non metti una tua foto cartonata a grandezza reale sul palco e suoni direttamente dal divano di casa?
Il futuro!!! 😁😁😁
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 17/08/2022 ore 12:44:04
ci sto lavorando! ahahah
Rispondi
di _Spawn_ [user #14552]
commento del 17/08/2022 ore 14:29:40
Onestamente non capisco il sarcasmo di certi commenti. Il muro di casse vuote è una soluzione scenica usata da decenni sui grandi palchi rock/metal....
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 19/08/2022 ore 09:46:44
vero, io l'ho solo adattata alle mie necessità ;)
Rispondi
di bulgi81 [user #45146]
commento del 17/08/2022 ore 15:34:45
Ottima idea! Potrei rubarla...
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 19/08/2022 ore 09:46:58
solo l'idea però! il resto mi serve! :P
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 17/08/2022 ore 16:37:03
Sono anni che i grandi chitarristi lo fanno, ma loro vanno in giro coi roadie, e la tua flight case mi pare tutt'altro che comoda.
Il chitarrista che non deve apparire invece spesso ha la 4x12 microfonata nel retropalco.
Per quelli come noi, il combo non microfonato a far uscire un po' di suono mi pare inutile, tanto poi ti serve comunque la spia per sentire le voci e il resto.
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 17/08/2022 ore 16:38:5
Allora fai come nei vecchi concerti dei Seether.
Avevano dei finti Mesa e Ampeg alti 4 metri ai lati del palco.
Rispondi
di Ros_Cjarnia [user #30246]
commento del 17/08/2022 ore 19:39:11
Sono scelte, ovviamente ognuno è libero di fare come vuole,se ritiene necessaria la "presenza scenica" di un'amplificazione imponente. Infatti su mercatino musicale ci sono annunci di testate Marshall con casse svuotate a noleggio, questo evidentemente significa che c'è richiesta di cose come queste. È una corrente di pensiero,non si può dire che sia utile ma nessuno lo vieta. A me piace l'esatto contrario,arrivare sul palco con solamente un minuscolo combo valvolare (si parla di 7 o 15w) e la custodia rigida con dentro chitarra,tracolla,cavi,tre pedali,plettri, accordatore. In questo modo psicologicamente non crei aspettative come potrebbe essere arrivando con 200000€ di rack testate chitarre,quindi se poi sei capace di suonare la cosa si noterà molto di più. Abbiamo le mani per "farci notare" non servono frigoriferi alle nostre spalle...😅😉
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 19/08/2022 ore 09:48:35
per altre situazioni ho anche io un setup analogico e più portatile (piccolo ampli e piccola pedaliera). Dipende sempre dalle esigenze, ciò non toglie che il suono che esce arriva sempre da come suoniamo a prescindere dalla strumentazione ;)
Rispondi
di THE_Luke [user #31235]
commento del 18/08/2022 ore 16:51:01
Figata!
ma per portarlo in giro il bogner lo infili nella marshall vuota?
se no comunque ti ci vuole un furgone per portar via tutto...
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 19/08/2022 ore 09:50:22
no no, alla fine il bogner l'ho portato in queste occasioni perchè volevo togliergli la polvere. Ho un monovolume ma ci stava tutto nel bagagliaio comodamente, dentro la mashall ci stava solo pedaliera e qualche cavo di collegamento. Prossimamente pensavo di mettere una "finta" testatina con dentro tutto quello che riguarda inear e radiojack
Rispondi
di THE_Luke [user #31235]
commento del 22/08/2022 ore 11:20:35
quindi in pratica esci in diretta col POD sempre, e alla bisogna ti fai mettere l'uscita nell'input dell'alchemist?
e che testatina useresti come porta-inear-e-radiojack (questa è pura curiosità, dato che ovviamente tutta questa sovrabbondanza di onde modificherà di molto la bontà del suono, dato che come sai le onde radio creano interferenza [LoL])?
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 22/08/2022 ore 11:41:42
sì, in linea di massima il suono esce sempre dal pod. A bisogno posso usarlo come "spia" entrando nell'alchemist sul canale clean (boostato che ha più headroom).
Per la testatina va benissimo anche una grezzissima roba vintage del tutto inutilizzabile, ovviamente schermata contro Radio Maria
Rispondi
di onlyfender [user #5881]
commento del 19/08/2022 ore 07:59:22
Questi trucchetti si sono sempre fatti… 20 anni fa nascondevo dentro la cassa marshall il Pod della Line6 e lo remotavo via midi con due finti pedalini (patch up/down) per evitare che a fine concerto venisse il solito fissato a farmi la predica perché “il digitale suonava freddo”. Oggi fortunatamente certi pregiudizi stanno scomparendo.
Rispondi
di Fritz [user #333]
commento del 22/08/2022 ore 10:48:55
Premesso che il mondo è bello perchè è vario e ognuno fa come gli pare, per me è una assurdità.
Devi comunque portarti una fracca di chili e spazio nella macchina per qualcosa che non serve a nulla.
Io da quando sono passato al digitale non faccio più live (grazie covid) ma se dovessi ricominciare porterò solo la strumentazione strettamente necessaria.
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 22/08/2022 ore 11:44:19
quando ti pagano (e pure bene) per avere un oggetto di scena io non mi faccio tanti scrupoli.
Poi -in situazioni diverse- posso sempre uscire solo con una pedaliera digitale oppure una piccola pedaliera analogica o ampli digitale con un pò di suoni oppure con combo valvolare... dipende sempre cosa devi fare e come lo devi fare.
Rispondi
di Fritz [user #333]
commento del 22/08/2022 ore 13:12:26
Se è richiesto e pagato allora è un altro paio di maniche.
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 23/08/2022 ore 11:48:00
Che buffonata. Portatevi quello che vi occorre davvero e stop, senza finzioni e escamotage estetici. Di cosa dovreste mai preoccuparvi? Di quale giudizio? Di appagare con un inganno la vostra psiche e l'occhio critico di qualcuno? Figuriamoci.
Piuttosto aiutatevi tra musicisti a trasportare i vari strumenti. Mai avuto problemi a dare una mano al batterista a trasportare i mille pezzi di cui si compone il suo strumento o le casse degli altri o l'impianto per voce e tastiere.
L'epoca delle patacche.
P.s. non è mio intento offendere nessuno ma dato che si è presentato un articolo un po' particolare, mi pare il minimo essere schietto.
Rispondi
di pelgas [user #50313]
commento del 23/08/2022 ore 16:54:34
Il mondo non è più quello di una volta. I giovani che vogliono sentire e vedere un bel Marshall su un palco sono rarissimi, come l'Arabia felice.
Detto ciò, succede proprio questo, che adesso tutto è apparenza. Addirittura chi fa i palchi pensa già ai selfie che si faranno i fans.
Jovanotti ha scritto e diretto non tanto le musiche quanto il makeup del palco e dell'abbigliamento, del trucco, colore delle tracolle ecc. In virtù delle fotografie. anzi la scelta delle spiagge la dice lunga sull'immagine
La musica oggi si vende più con gli occhi che con le orecchie
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 23/08/2022 ore 16:59:53
Ma a noi che ci frega di Jovanotti. Quella è musica leggera mainstream. Io vivo su tutt'altro circuito. E comunque parliamo di noi, non di "artisti". A me neanche interessa tanto sapere se il chitarrista ha l'ampli o un pedale o una pedaliera (ognuno ha i suoi gusti e anche io ho i miei ma non attengono all'argomento), ma se mi accorgessi che il tizio sul palco sta facendo una buffonata del genere rimarrei davvero amareggiato e me ne andrei. Se devo vedere il circo, vado a cercare quello, non un concerto.
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 23/08/2022 ore 17:09:33
Hai ragione, fa ridere.
In ogni caso ho fatto anni caricando in macchina l'impianto e le luci, la batteria che usava il batterista (che è mia ) così come migliaia di euro tra cavi e mixer. Oltre a quello ci sono moltissimi dettagli che fanno la differenza in un live, tra questi anche quello che la gente vede o si aspetta di vedere. Va così e ci si adegua ;)
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 23/08/2022 ore 15:44:5
Vorrei chiederti .. il transmitter degli in ear è collegato al line6 (per sentirti da solo) o ha una mandata dal mixer del fonico (per sentire tutti)?
E per curiosità, se lo ricordi, che mixer usava il service? Perchè sono molto combattuto per prendere un X air 18 delle behringer per poter avere i mini mixer personali a disposizione (opzionali) .
Rispondi
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 23/08/2022 ore 17:06:29
no, l'inear riceve sempre il segnale dall'uscita spia del mixer.
Io utilizzo un x32 (simile all'x air 18) proprio per permettere a tutti -in modo autonomo- di gestirsi le spie tramite app nel cellulare.
Anche gli altri mixer digitali hanno questa possibilità, dipende sempre da quello che si ha.
Solitamente noi ci affidiamo ai fonici consegnando una scheda tecnica dettagliata delle cose di cui abbiamo bisogno
Rispondi
di _Spawn_ [user #14552]
commento del 24/08/2022 ore 22:57:52
E' evidente che molti dei commentatori suonano poco in giro o quanto meno non al di fuori di realtà che possono essere le birrerie locali, sopratutto i duri e puri che parlano di "circo e buffonate". Io sono uno di quelli (ci tengo a sottolinearlo) ma ho abbastanza lungimiranza da capire che in alcune situazioni la parte scenica dello spettacolo è imprescindibile e specificatamente richiesta dall'organizzazione dell'evento.
Anni addietro in un mio negozio di fiducia vidi una Engl Powerball in offerta che era stata affittata per un festival ad un chitarrista che accompagnava una giovane cantautrice. Lui era il possessore di una testata Line6 Vetta ma l'organizzazione chiese espressamente che sul palco nessuno si presentasse con amplificatori a modelli fisici (parliamo di quasi 20 anni fa...) e quindi si dovette organizzare recuperando una testata valvolare al volo.
Poi possiamo discutere per giorni sulla richiesta dell'organizzazione ma se uno vuole lavorare a volte deve mandare giù anche certi "bocconi".
Rispondi
di alexus77 [user #3871]
commento del 25/08/2022 ore 05:11:1
E pensa che io suono una chitarra matrioska, rivestita da un basso, dentro un violoncello, contenuto in un contrabbasso, dentro un pianoforte a coda... ma in realta', surprise! suono un ukulele dentro la chitarra
Rispondi
Altro da leggere
Un amore che non tramonta mai: cara mia Stratocaster
ChordPulse: una band con cui suonare in un attimo
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Gibson ES 339 tra il Satin e il Gloss
Fender American Original '50s Stratocaster Inca Silver
Cambio superficiale: spunti per una finitura fai-da-te
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964