DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!
Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!
di [user #35497] - pubblicato il

Una Telecaster diversa dal solito fa scattare la scintilla per costruirne una ancora più originale, su misura, con strumenti semplici ma idee molto chiare. Ecco la storia del nostro lettore Onghi.
Mentre scorrevo la bacheca di Instagram durante un pomeriggio primaverile, ho visto la foto di una bellissima Nash T2HB in una configurazione alquanto insolita su una Telecaster: P90 al manico e Humbucker al ponte. Sono rimasto letteralmente impressionato da cotanta bellezza. Desideroso di sentire come suonasse e come si comportasse nella posizione centrale, quindi P90 insieme all’Humbucker, ne sono uscito davvero scioccato.
Era un periodo in cui sentivo la necessità di avere una chitarra con l’humbucker al ponte. Riflettendo un po’, non volevo nel mio gear una cosa che hanno tutti: sentivo la necessità di dover cambiare un po’ le carte in tavola. E mi sono detto? Perché non realizzare una Tele-style come la T2Hb di Nash?

Inizialmente il progetto era quello di farmi costruire una Telecaster con due P90 da un noto liutaio italiano, però le cifre erano un po’ alte. Volevo risparmiare.
Nel lontano 2016/2017 conobbi un ragazzo di nome Nicola, anche lui grande cultore come me di Fender. Questa sua passione per la musica, insieme alla mia, nonostante non abitiamo proprio dietro l’angolo, ci ha dato la possibilità di conoscerci. Gli anni passano, la nostra amicizia si rafforza e Nicola comincia ad ampliare il mondo legato alla realizzazione di chitarre elettriche. Con le nostre solite chiacchiere da bar legate al mondo Fender e non solo, parlo di questo progetto “Telecaster T2Hb”. A sorpresa decide di accettare la sfida.
Ci siamo confrontati su quale legno fosse meglio usare, dato che, avendo già due chitarre in ontano e una in pino, era meglio rompere gli schemi. Sono venuto a conoscenza di questa falegnameria italiana, della Brianza, con un’ampia di scelta di legni di altissima qualità. Pertanto, dopo un lungo consulto: due pezzi di pioppo, uno ebano e uno di acero fiammato sono i legni che ho scelto.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

I disegni del body sulla tavola sono stati fatti tramite delle dime che raffigurano al 100% la forma di una Telecaster, idem per il manico e per la tastiera.
Tutti i lavori eseguiti sono stati fatti senza l’ausilio di CNC, a mano e con piccole attrezzature.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

Per quanto riguarda la tastiera, ho optato per un raggio da 12” per dare modernità allo strumento, con 22 tasti medium jumbo e dot madreperlati.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

Il manico invece, un pezzo unico in acero fiammato, come forma è un mid-C che risulta molto ergonomico e fornisce un’ottima impugnatura. Risulta preciso e scorrevole.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

Per risaltarne le fiammature, Nicola, ha applicato della vernice color Noce.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

Una volta terminati manico e tastiera, ci siamo concentrati sulla verniciatura del body. Per prima cosa abbiamo applicato del fondo turapori, per far aderire meglio la vernice alla nitro. Sono state applicate cinque mani di fondo e, una volta che ha aderito bene su tutto il body, abbiamo carteggiato per rimuovere le piccole imperfezioni. A seguito, è stata applicata della vernice Daphne Blue Nitro, tramite la pistola spray collegata a un compressore.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

Terminata la verniciatura, ci siamo occupati dell’assemblaggio dell’elettronica e dell’hardware della chitarra.
Per risparmiare qualcosa, ho deciso di comprare potenziometri, selettore, manopole, battipenna, ponte, meccaniche, control plate, strings ferrules, strings guide, cover humbucker e trussrod direttamente su Aliexpress. Humbucker e P90 invece sono due Tonerider: Hot P90 al manico e un Birmingham Alnico V al ponte. Ponte e meccaniche sono Wilkinson.
A fine lavori, la chitarra si presenta così, con un peso di circa 4.3kg.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

Nonostante il peso sia importante, rimane una chitarra molto versatile e con molto carattere.

Pota! Ho fatto un omaggio alla mia terra: Potacaster!

Il fatto di aver scelto un radius 12” ti dà la possibilità di eseguire dei bending precisi, morbidi e senza impegno. Nonostante ci siano un P90 e un humbucker, la posizione centrale non viene snaturata, in quanto abbiamo deciso di tenere quest’ultimo un pelino più vicino al P90.
Il P90 al manico si comporta davvero molto bene, molto definito sia sui puliti sia su suoni più distorti. È anche piacevole da sentire perché allo stesso tempo è anche morbido.

chitarre elettriche fai da te gli articoli dei lettori t-style
Nascondi commenti     22
Loggati per commentare

di E! [user #6395]
commento del 19/08/2022 ore 13:04:50
Molto bella, complimenti.
Il manico è "gorgeous".
Anche a me piacciono tantissimo i P90, soprattutto al manico, sono single coil più grossi e morbidi, molto caldi, sembrano rendere più "spessi" anche i cantini pur mantenendo morbidezza.
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:05:00
Il manico ho voluto farlo bello, perché è da tempo che volevo un acero fiammato! Comunque nonostante tutto Tonerider proponga dei prodotti low-budget (costano veramente poco), i pick-up sono di ottima fattura. Hanno una definizione pazzesca, nonostante tutto comunque ci siano pick-up migliori. Grazie comunque!
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 19/08/2022 ore 14:51:16
Ottima scelta di pickup e bellissimo strumento, anche se io non avrei messo il logo Fender.
Rispondi
di teppaz [user #39756]
commento del 19/08/2022 ore 21:05:37
concordo, mi hai preceduto di poco perchè stavo per scriverlo pure io.
Complimenti comunque per il lavoro, l'unica cosa che non piace troppo è la paletta troppo scura ma nel complesso gran bel risultato.
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:06:05
Grazie mille!
Rispondi
di fbf [user #36393]
commento del 19/08/2022 ore 15:12:4
Complimenti! Ottimo progetto e gran suono!!!
Però a mio avviso la paletta stona in quel colore (verniciatura) con il celeste del body
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:07:18
Grazie mille! Ho voluto far così il manico perché appunto, come dicevo nell'articolo, volevo risaltar le fiammature! Ti ringrazio molto per i complimenti però
Rispondi
di teppaz [user #39756]
commento del 19/08/2022 ore 21:08:14
Ma domanda: c'è il truss rod? non si capisce dalle foto.
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:07:5
Il Truss Rod c'è, è come negli anni 50-60, quindi a vite a fine manico.
Rispondi
di Cukoo [user #17731]
commento del 19/08/2022 ore 21:34:49
Ottimo lavoro. Bellissimi l'acero e il pioppo.
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:08:06
Grazie mille!
Rispondi
di pelgas [user #50313]
commento del 20/08/2022 ore 07:04:51
Il brano è suonato perfettamente. Suono assolutamente Telecaster, ottimo progetto. Bella esteticamente, anche se i colori pastello diventano più belli con l'effetto del tempo. Concordo sull'uso del logo, non c'è niente di grave, e avrei messo addirittura un logo più chiaro.
Come hai trovato l'hardware cinese? È roba buona? Per i pickup, nulla da dire, al ponte la Telecaster suona quasi sempre bene soprattutto se non ha le corde passanti secondo me. Idem al centrale, che suona bene anche nei modelli più scrausi. Il vero tallone d'Achille della Telecaster è la posizione manico, lì si vede l'esperienza del liutaio nella posizione e scelta del pickup, lì si sentiranno i legni
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:11:25
Ti ringrazio molto! Ascolto Ligabue sin da piccolo, quindi si può dire che ce l'ho nel sangue ahahahhahahahaa. Vedo di rispondere in maniera esaustiva a ciò che mi hai chiesto: allora, onestamente, non ho trovato differenza tra l'hardware cinese e quello di marca. Il volume e il tono funzionano davvero bene, sono morbidi da usare e soprattutto ti danno molta dinamica e non perdi di definizione nemmeno con ampli Hi-gain. Hanno un'ottima escursione anche sul volume in sé, ed è lineare. Anche il selettore, che forse è la parte meno importante dell'elettronica di una chitarra, funziona altrettanto bene. Forse, l'unico neo, è che è duro da muovere.
Rispondi
di Max Scarpanti [user #56093]
commento del 20/08/2022 ore 09:06:1
Per me una Telecaster con humbucker al ponte non è una Telecaster.

Ma i gusti sono tanti e variegati

Complimenti Onghi ottimo lavoro ;)
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:11:58
Grazie mille :)
Rispondi
di spaccamaroni [user #7280]
commento del 20/08/2022 ore 17:05:31
Ottimo lavoro e bel suono.
Non capisco la scelta di mettere il logo Fender, un bel "POTA" sarebbe impagabile :-D
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 22/08/2022 ore 11:12:2
Grazie fes! Ahahahahha si beh ci stava!
Rispondi
di felix9 [user #33282]
commento del 22/08/2022 ore 19:32:58
La chiitarra è veramente bella, ma io non riesco a capire come si possa realizzare uno strumento in modo artigianale mettendoci tanto lavoro e impegno, cosa di cui andare orgogliosi, e poi piazzarci sopra il logo Fender. Proprio non capisco, ci mettevi sopra solo un bel logo "Potacaster" ben visibile e via a testa alta. Scusa se mi sono permesso di dire la mia, complimenti però per il lavoro fatto.
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 25/08/2022 ore 10:02:34
Hai tutto il diritto di dire ciò che ti pare, ci mancherebbe 😁 grazie mille in ogni modo per le parole!
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 22/08/2022 ore 23:02:19
Concordo.... Visto la buonissima riuscita del lavoro ( così dalle foto sembra), io ci avrei messo orgoglioso la mia di firma...
Posso chiederti quale è la falegnameria alla quale ti riferisci? ( In zona conosco solo Riwood).
Grazie!
Rispondi
di Onghi [user #35497]
commento del 25/08/2022 ore 10:01:58
Si bravo, è proprio Riwoods! Grazie per i complimenti.
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 25/08/2022 ore 15:24:31
Ciao gran bel lavoro, forse avrei scurito un pelo di meno il manico (bella la fiammatura) Per il resto mi associo anche io alla corrente di pensiero che un bel Potacaster sulla paletta era la morte sua😂. Alla prossima! PS : sostanzialmente pota nel tuo dialetto che significa? Scusa l’ignoranza 😁
Rispondi
Altro da leggere
Un amore che non tramonta mai: cara mia Stratocaster
La Music Man Kaizen di Tosin Abasi in video
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
Come dev'essere la TUA chitarra?
ChordPulse: una band con cui suonare in un attimo
SHG 2022 Vintage Vault: il mito di Wandrè
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964