DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La scomparsa di Jeff Beck: dagli Yardbirds a icona mondiale
La scomparsa di Jeff Beck: dagli Yardbirds a icona mondiale
di [user #116] - pubblicato il

È venuto a mancare il 10 gennaio 2023 Jeff Beck, tra i chitarristi elettrici più influenti che il rock ricordi. Aveva 78 anni.
La rivista Rolling Stone lo ha inserito al quinto posto nella classifica dei migliori chitarristi di tutti i tempi
In effetti, Jeff è un riferimento universale. Iconica è la sua presenza degli Yardbirds, formazione che ha plasmato gli inizi di carriera di leggende come Eric Clapton e Jimmy Page.

“Nato” con una Gibson Les Paul in mano, è con la Fender Stratocaster che Beck trova la sua dimensione più naturale. Il suo playing si trasforma, la leva del Tremolo diventa un’estensione della sua mano destra e caratterizza il linguaggio in modo inconfondibile, insieme con le corde pizzicate a dita.

La sua carriera è costellata di collaborazioni, il Jeff Beck Group lo segue per gran parte della sua ascesa verso l'olimpo del chitarrismo rock, poi la carriera solista, ma il trio è forse la formazione in cui Jeff dimostra di esprimersi al meglio. Riempie gli spazi, dialoga con i compagni di band e cesella note ed effetti con una padronanza dello strumento, della dinamica e dei suoni assoluta.
La giovane Tal Wilkenfeld e una roccia ritmica come Vinnie Colaiuta lo hanno supportato nella fase di maggiore libertà espressiva nella sua carriera recente, frontman capace di tenere interi stadi in un pugno solo con il suo strumento al collo. Capacità simili non si insegnano, si hanno o non si hanno, e a Jeff sono valse numerose presenze ai Grammy Awards tra nomination e vittorie, per lo più proprio nella categoria “miglior esibizione strumentale”.



Attivo fino alla fine, il suo ultimo lavoro discografico è stato quello al fianco con l’attore e musicista Johnny Depp, dal titolo 18, ma sempre nel 2022 ha collaborato anche con Ozzy Osbourne, suonando su due brani del disco Patient n.9. Appena due mesi fa, l’artista compariva anche in un video promozionale Fender, armato di una Strat American Vintage II su stile ’57, tra le sue preferite.

A portarlo via è stata una meningite batterica. La famiglia dell’artista non si è pronunciata a riguardo, chiedendo solo di rispettarne la privacy. La notizia è stata infatti diffusa solo l’11 gennaio ed è giunta in Italia nella notte del 12.
Jeff lascia un vuoto incolmabile nella scena musicale mondiale. Due volte candidato alla Rock & Roll Hall of Fame, è stato un esempio per intere generazioni, fino a rappresentare una fetta importante dello stile maturato dall’italiano Pino Daniele negli ultimi anni della sua carriera. E, siamo certi, la sua tradizione non si fermerà con la sua morte.
jeff beck
Link utili
Jeff Beck nel video Fender
Mostra commenti     21
Altro da leggere
Non solo Stratocaster: le chitarre preferite di Jeff Beck
Chitarre distrutte: da Pete Townshend ai Måneskin
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
I 10 batteristi fondamentali dell’hard rock - Introduzione
'The Mystical Journey of Jimmy Page's '59 Telecaster' il video animato che racconta la storia della famosa chitarra
Perché Jeff Beck è il più grande dei grandi
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964