VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Apple ritira lo spot che fa imbestialire i musicisti
Apple ritira lo spot che fa imbestialire i musicisti
di [user #116] - pubblicato il

Pubblico e critica lo hanno definito “distopico”, “offensivo”: lo spot con cui Apple presenta l’iPad Pro M4 a creativi e musicisti si rivela un terribile errore.
“Crush!”, lo spot con cui il 7 maggio 2024 Apple solleva il sipario su quello che definisce come l’iPad più potente e sottile mai creato, non verrà mai trasmesso in TV.
Il motivo è l’ondata di indignazione popolare che ha investito il colosso di Cupertino alla prima messa online, tale da spingere Apple a scusarsi per “aver mancato il punto” nello spot.

L’iPad Pro basato su chip proprietario M4 punta su un carico di caratteristiche capaci di far venire l’acquolina in bocca ai musicisti come l’innovativo Logic Pro basato sulle AI per la separazione intelligente degli stem. Un concentrato di potenza al servizio di creativi, e come tale Apple ha voluto presentarlo. Peccato che lo spot, dal titolo “Crush!”, abbia finito per sortire un effetto a dir poco negativo.



L’idea è che il dispositivo, il più avanzato finora nel catalogo di tablet Apple, sarebbe in grado di incorporare, “comprimere” appunto, un’enorme serie di dispositivi con una particolare attenzione ai mezzi creativi come gli strumenti musicali.
Nello spot quindi chitarre e pianoforti finiscono sotto una pressa gigante che, calando lentamente su di essi, li schiaccia inesorabilmente.
Dalle loro “ceneri” emerge l’elegante tavoletta dell’iPad Pro con chip M4.
Il messaggio è chiaro, anche classico per il genere di comunicazione, ma il modo in cui viene trasmesso non piace affatto ai creativi, che vedono il processo come un terribile atto di distruzione dell’arte, più che come un’eccitante compressione di strumenti.

Veder schiacciare pianoforti, ottoni, metronomi, giradischi e chitarre - con tanto di cassa acustica che letteralmente esplode sotto lo stress della pressa - colpisce nell’intimo i musicisti, che in men che non si dica insorgono.
Lo spot è ancora visibile online, ma l’indignazione è tale da convincere Apple a cancellare ogni programmazione di messa in onda televisiva e a scusarsi pubblicamente per aver urtato la sensibilità degli spettatori.
Quando si dice “furor di popolo”.
apple curiosità ipad
Link utili
L’iPad sul sito Apple
Mostra commenti     19
Altro da leggere
Industria musicale contro le AI: è guerra aperta
Per Guitar Center il futuro è nella fascia alta
AC/DC: Too Old to Rock 'n' Roll?
Eddie Vedder: "…è il disco migliore che abbiamo mai fatto!"
Duane Eddy è morto: padrino del twang, è stato il pioniere del surf rock
La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964