CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Epiphone Dot dentro e fuori
di [user #17731] - pubblicato il

Non la faccio lunga: ho venduto una chitarra senza personalità per comprare la sorellina ufficiale ma povera di sua maestà la Gibson ES 335. Insomma mi sono preso una Epiphone Dot, colore natural, nuova, costruita nel del 2010. Ho sempre avuto un debole per le semihollow e, lo confesso, per il marchio Epiphone: un’azienda nata a Smirne più di un secolo fa. Il fatto che ora sia ridotta a puro brand di riserva di Gibson Guitar Corporation non ne sminuisce il fascino. Sono un sentimentalone.


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Bob Taylor si ritira: annunciato il nuovo CEO e Presidente
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964