CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Il giro del sintetizzatore in ottanta giorni - Puntata 80
di [user #18600] - pubblicato il

Chiudiamo questa (lunga) panoramica relativa al funzionamento dei sintetizzatori con un doppio appuntamento relativo, come il precedente, alla modifica di controllo. Sono di scena, questa volta, due trattamenti oggettivamente antitetici: integrazione e quantizzazione, che permettono di smussare i cambiamenti bruschi o di generare bruschi cambiamenti dove l'origine sia invece fin troppo smussata. Tradotta quest'aulica prosa in funzionalità pratiche, con la quantizzazione sarà possibile avere sempre la certezza di un'analogica purezza d'intonazione; con l'integrazione, sarà possibile legare insieme i fraseggi generando il deprecabile effetto di portamento/glide che ha reso infelici tanti gabbiani degli Anni 70...


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964