DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Tenere a bada l'ampli a transistor
Tenere a bada l'ampli a transistor
di [user #38595] - pubblicato il

Un amplificatore perfetto per i concerti non sempre si presta bene all'uso casalingo. Gestire i volumi di un combo da 65 watt può essere difficoltoso a livelli più bassi. Le soluzioni non mancano, ma non sempre sono prive di effetti collaterali.
Un amplificatore perfetto per i concerti non sempre si presta bene all'uso casalingo. Gestire i volumi di un combo da 65 watt può essere difficoltoso a livelli più bassi. Le soluzioni non mancano, ma non sempre sono prive di effetti collaterali.

Ho un amplificatore Fender Frontman 65R. Tolto il fatto che possa piacere o meno, il mio problema riguarda il volume.
Appena alzo il volume a uno, questo spara tantissimo sia sul pulito sia sul distorto e diventa difficoltoso suonarlo in casa considerato che non ha l'ingresso per le cuffie. Quindi mi chiedo se esista qualche pedale per poter modulare meglio il volume complessivo dell'amplificatore senza modificarne il timbro.

Tenere a bada l'ampli a transistor

Risponde Pietro Paolo Falco: a differenza degli amplificatori valvolari, in quelli a transistor come l'FM65R in linea di massima si può dire che l'escursione dei potenziometri è lineare, quindi per farli "cantare" non hai bisogno di metterli sotto torchio con alti volumi, in quanto il suono sarà sempre uguale. Quello che fa la differenza, però, è l'altoparlante.
Non è detto che un altoparlante come quello montato nel tuo amplificatore reagisca allo stesso modo ad alti e a bassi volumi. Capita spesso che un cono, vibrando meno, trasmetta una sensazione di suono piatto, smorto. Può essere un'impressione personale o anche una realtà data da un cono troppo rigido, che non riesce a vibrare a dovere con segnali troppo deboli.
Se questo è il tuo caso, un abbassamento di volume altererà in ogni caso il timbro, a prescindere dalla soluzione trovata. Se invece ti trovi soddisfatto dal lavoro del cono a bassi volumi, prova a trovare un equilibrio lavorando di precisione sul potenziometro del volume per suonare a livelli accettabili oppure aggiungi in catena un pedale volume. A questo link trovi un articolo a riguardo.
Nella tua ricerca potrai incontrare i cosiddetti attenuatori di potenza. Sono aggeggi studiati per mandare un segnale minore all'altoparlante pur facendo lavorare l'amplificatore a pieno regime. Sono utili sui valvolari, quando si intende spremere le valvole ma con volumi contenuti. Sono decisamente meno utili su un transistor, per i motivi di cui sopra.

Tenere a bada l'ampli a transistor
amplificatori
Link utili
Il pedale volume
Mostra commenti     23
Altro da leggere
Il mito del Jazz Chorus in edizione limitata
Amped 1 è l’amplificatore universale da pedaliera di Blackstar
Blackstar St. James: 50w non sono mai stati così leggeri
Spark Mini: ampli smart Positive Grid in miniatura
Line 6 Catalyst: il digitale torna combo
Classe-I: un doppio classe-D?
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964