DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Ovation is back: le round-back tornano a casa
Ovation is back: le round-back tornano a casa
di [user #3] - pubblicato il

Le Ovation tornano a essere fabbricate negli Stati Uniti, nello stabilimento storico di New Hartford, CT. Dopo una lenta agonia che sembrava dover fare uscire definitivamente dalla scena le round-back più famose del panorama acustico di fine secolo scorso, si torna a casa con una nuova produzione americana presentata con l'entusiasmo della vera rinascita.
Le Ovation tornano a essere fabbricate negli Stati Uniti, nello stabilimento storico di New Hartford, CT. Dopo una lenta agonia che sembrava dover fare uscire definitivamente dalla scena le round-back più famose del panorama acustico di fine secolo scorso, si torna a casa con una nuova produzione americana presentata con l'entusiasmo della vera rinascita.
 
Ci siamo. Per un chitarrista americano non poteva esserci un modo migliore per celebrare la festa dell'Indipendenza, a maggior ragione se quel chitarrista americano è Bill Kaman, creatore assieme al padre Charlie del mito Ovation, la chitarra "di plastica" che a fine secolo scorso ha invaso i palchi di tutto il mondo per le sue qualità di suonabilità, tono, amplificazione ed estetica. Passata nelle mani di FMI nel 2008, Ovation ha vissuto una lunga agonia, fino alla recente scelta di chiudere lo storico edificio di New Hartford e passare tutta la produzione in Oriente, culminata nella cessione del marchio a DW. Un percorso in discesa che ricorda quello di Fender nel 1985, con la fine dell'era CBS, la chiusura della fabbrica di Fullerton e la rinascita grazie alla cordata di Dan Smith e Bill Schultz.
 
Ovation is back: le round-back tornano a casa

E di rinascita potrebbe trattarsi davvero, perché DW sta trasmettendo agli appassionati un grande entusiasmo. Prima la firma di un nuovo contratto di affitto dello storico edificio di New Hartford da parte di Don Lombardi di DW, poi un videomessaggio di Melissa Etheridge (immensa artista storicamente legata alle chitarre Ovation) e poi le due celebrazioni che più americano non si può: una roundback stelle e strisce e il video in cui un grintoso Bill Kaman annuncia la ripresa della produzione in America delle "sue" chitarre.
 
 
Le premesse, insomma, ci sono tutte. John Budny, liutaio e responsabile dell'assistenza, non ha mai smesso di lavorare, ma finalmente potrà farlo disponendo di attrezzature e parti di ricambio all'altezza della sua classe. Resta da capire quale percorso verrà intrapreso. Le ultime innovazioni, introdotte da Fende in un tentativo di rilancio in extremis, non avevano suscitato entusiasmi, a partire dalla nuova paletta col nuovo logo della Proto Series LT-60.

La sensazione e la speranza di tutti però è che DW potrebbe scegliere una via dell'evoluzione nella tradizione, per non stravolgere un brand che rappresenta un capitolo fondamentale nella storia della musica e dello strumento musicale americano. Non è un caso se Ovation, nonostante quasi un decennio di latitanza commerciale, può ancora contare su una schiera di fedelissimi.
 
Ovation is back: le round-back tornano a casa

È ormai confermato che la distribuzione per l'Italia passerà a Gewa, che già distribuisce le batterie della neo-casa madre DW. Daremo altre notizie appena possibile.
 
chitarre acustiche ovation
Link utili
Melissa Etheridge su Ovation
La firma del contratto d'affitto
Mostra commenti     47
Altro da leggere
Il calore della noce per le Taylor American Dream 2023
Cantata anarchica e allarme bomba per Fabrizio De André
Come nasce la cassa di una chitarra acustica: Gibson lo racconta
Succedeva 50 anni fa (e magari anche qualcun altro in più)
Yamaha FGC-TA: in prova la dreadnought TransAcoustic
Vintage, modernità e tecnologie: la chitarra acustica oggi
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964