Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi | Valutazioni
Ovation rinasce con stile
Ovation rinasce con stile
di [user #116] - pubblicato il

Gli appassionati di chitarre Ovation hanno sofferto il recente periodo buio vissuto da questo storico marchio, ma finalmente le roundback inventate da Charlie e Bill Kaman tornano sul mercato grazie a DW Drums, giusto in tempo per festeggiare i 50 anni del marchio. Ecco la presentazione della nuova linea.
"Fu un'idea pazza di mio padre, cominciata cinquant'anni fa. Ci sono voluti dieci anni per avviarla e a quel punto mi disse 'hey Bill, occupatene'. Così mettemmo assieme un team che ci ha portati negli anni '70, '80 e '90. Abbiamo fatto molte ottime chitarre, che innumerevoli artisti hanno usato per fare musica che non avrebbero potuto fare con altri strumenti. Ovation si è presa un po' di vacanza a inizio anni 2000, ma adesso è tornata grazie a Chris Lombardi di DW Drums Workshop, che si è impegnato per farla continuare, perché è un'azienda americana e lui vuole che funzioni".
 
Ovation rinasce con stile

Sono le parole dette da Bill Kaman - figlio del fondatore e gestore di Ovation per tutto il periodo d'oro - in occasione della conferenza stampa di presentazione della nuova gamma di roundback al Namm 2015 di Los Angeles. Bill ha ricevuto in dono il prototipo di una della cinque nuove chitarre americane (forse la più affascinante) realizzate per commemorare i cinquant'anni dell'azienda e i quarant'anni della Adamas. È la Adamas 1198-AV40, un gioiello con top in fibra di carbonio verniciato in rosso rubino lucido, buche tonde che citano il prototipo Adamas #23, cassa media. Acustica pura, ha un'amplificazione opzionale diretta realizzata con un pickup OCP1. In USA sarà venduta a 6.300 dollari di listino, si parla di uno street price di poco inferiore a 5mila dollari.
 
Ovation rinasce con stile

Delle altre chitarre ancora non ci sono immagini ufficiali, il sito sarà aggiornato dopo il NAMM. Si sono intraviste solo immagini scadenti, postate sui social dai fan che hanno partecipato alla riapertura della fabbrica di New Hartford l'autunno scorso. Sono una Ovation Folklore FD14AV50-4, una Adamas 2098-AV40, una Custom Elite 2078AV50-5 e una Custom Legend 2077AV50-4. Strumenti di altissima classe, secondo Chris Lombardi le migliori Ovation di sempre. In attesa di vedere la gamma completa, basata anche su una linea di prezzo competitivo prodotta in Oriente con uno strettissimo controllo qualitativo, gustiamoci questi pezzi quasi unici pregiati e sfacciati, che dichiarano al mondo la volontà Ovation di tornare a essere protagonista di primo piano nel mondo della musica.
 
 
namm show 2016 ovation
Link utili
Il sito ufficiale Ovation
La pagina Ovation su Facebook
Il sito Ovation Tribute
The Ovation Instruments Collectors su Facebook
The Ovation Fan Club

Altro da leggere
Pubblicità
I pickup di Jake Bowen si fanno sette-corde...
Sadowsky a cinque corde e 24 tasti...
Charvel prova le Pro-Mod: due Seymour Duncan...
D'Addario ridisegna le XL per acustica e...
Pubblicità
Commenti
di elgaldil [user #22921] - commento del 24/01/2016 ore 15:33:46
Che felice che sono!!!
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 24/01/2016 ore 15:39:03
Mi piacerebbe sentire il parere di Alberto, che se non erro conosco come grande estimatore di queste chitarre ...
Rispondi
di alberto [user #3] - commento del 24/01/2016 ore 16:30:59
Io sono entusiasta, da quanto leggo le chitarre americane sono strepitose e quelle orientali hanno un rapporto qualità/prezzo incredibile. La gamma è completa e in grado di soddisfare ogni richiesta e l'amplificazione Ovation, di suo già efficientissima, è stata ulteriormente migliorata.
Insomma, pare che DW Drums abbia fatto un lavoro eccezionale, ricuperando le strutture di New Hartford e i maestri liutai che hanno fatto la storia di questo marchio glorioso. Il mio amico Bill Kaman non è facile ai complimenti, ma lo vedo felice come un bambino (tra l'altro la chitarra che gli è stata donata è un gioiello inestimabile). Non vedo l'ora di provarle, spero che Gewa cominci subito la distribuzione e che il nostro Denis organizzi un test a brevissimo.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 24/01/2016 ore 17:18:
Possiedo una 1612 custom del 1985, sempre suonabilissima. Ma negli ultimi 20 anni le ovation in negozio erano una cosa indecente per suono (inesistente con le casse ridotte, snaturando il progetto originale) e per qualità. Le Ovation si sono deprezzate nei negozi, al livello di fascia economica, e quelle di qualità hanno perso nello stesso tempo valore.
Il marchio si è letteralmente rovinato! Spero proprio che si riprenda.
Rispondi
di alberto [user #3] - commento del 24/01/2016 ore 23:49:46
Non sono d'accordo su molti aspetti. Ho parecchie Ovation costruite in USA negli ultimi 20 anni e sono tutti strumenti di grande qualità e voce eccellente. Ammeto di aver messo assieme la mia collezione proprio grazie al deprezzamento di cui parli tu (non di tutte, alcuni modelli sono ricercati e costosi, anche se non come Martin e Gibson), ma le Ovation di fascia media e alta non hanno mai avuto problemi di qualità.
Invece concordo sul calo qualitativo degli ultimi anni (quelli a gestione FMI) nella produzione orientale, un ambito su cui pare che DW farà un grande sforzo per mettere nei negozi chitarre eccellenti a prezzi abbordabilissimi. Le premesse ci sono tutte, stiamo a vedere.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 25/01/2016 ore 00:41:04
Sono di Milano, e negli anni quando capitavo da Lucky Music guardavo sempre se c'era qualcosa di meglio della mia 1612. Non so da quanti anni ormai, ma se guardi adesso le ovation "top" le vendono - se ci riescono - a meno di 700 euro.
Quando la mia, comprata di seconda mano nel 1986, un affare, l'ho pagata allora 30 anni fa 760mila lire (come dimenticare il vuoto al portafoglio, un dolore..), ed era considerata una chitarra "base", mica una adamas.
Ma quelli erano gli anni di Marcel Dadi, che suonava solo Ovation, con le foto di Charlie Kaman che gli faceva provare i modelli. Che modelli di Ovation hai collezionato?

Rispondi
di alberto [user #3] - commento del 25/01/2016 ore 00:50:19
Hey, ma oggi le Ovation top sono tutte orientali, è un bel po' che non se ne producevano in USA. Oltretutto FMI ha completamente trascurato di sostenere l'azienda. Da quanto vedo la musica sta per cambiare.

Di Ovation ne ho un po... vai al link
Rispondi
di boogiebeppe [user #7048] - commento del 25/01/2016 ore 12:21:01
la prima in alto a destra...presente!
Per il resto queste belle notizie fan solo bene all'economia, magari alla mia personale un po' meno ....
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 25/01/2016 ore 20:43:19
Ah quella custom legend che vedo nel link.. quanto mi piace. Non che mi dispiacciano le altre che hai. fortunello.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 24/01/2016 ore 17:49:47
Grazie capo ! Aspettiamo le prove sul campo ...
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
L'accordatore Boss gratis sul tuo smartphone
Liuteria al servizio dell'ergonomia
Epiphone Les Paul '56 a confronto: non è tutto oro quello che luccica
Boss scava nelle origini del chorus con Waza Craft
Il suono di Robben Ford in una capsula Roland
I più commentati
Regent P13 anni '30: rara come il tartufo
Perché l'Hotone Xtomp è un'ottima idea
Epiphone Les Paul '56 a confronto: non è tutto oro quello che luccica
Il suono di Robben Ford in una capsula Roland
Steve Vai: "Passion and Warfare Tour" con Dolcetti
I vostri articoli
Richwood A20E
Regent P13 anni '30: rara come il tartufo
Epiphone Les Paul '56 a confronto: non è tutto oro quello che luccica
Liuteria al servizio dell'ergonomia
Pura masonite: le chitarre in cartone pressato
Hot licks
Plettare velocemente
La tecnica nell'improvvisazione
Migliora i tuoi accompagnamenti: Notte prima degli esami
Studiare le scale: triadi e omissioni
Avvicinarsi allo slide in Open G
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964