DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Roberto Gualdi:
Roberto Gualdi: "Andare a tempo. Predisposizione o formazione?"
di [user #116] - pubblicato il

Il tempo, un buon senso del tempo e un buon controllo di questo elemento sono tra i talenti più preziosi a cui un bravo musicista può ambire. Talenti che nel caso particolare di un batterista, diventano decisivi. Il tempo, e la conseguente capacità di sentirlo e gestirlo, sono un aspetto talmente risolutivo della propria attività musicale da essere spesso oggetto di dissertazioni, tra mito e realtà, su quanto questo sia un talento innato - che si ha o non si ha - o una dote che, invece, si può affinare se non addirittura costruire. La parola a Roberto Gualdi.
Quello della “Tenuta Del Tempo” è un argomento centrale della Didattica di Roberto Gualdi che ha esplorato questo tema individuando sei componenti attraverso i quali si snoda e articola la sensibilità ritmica di un musicista.
Questi sono:
  • Predisposizione Genetica
  • Background culturale
  • Fluidità & Tecnica
  • Consapevolezza Ritmica
  • Conoscenza del Repertorio
  • Condizionamenti Psicologici
La Predisposizione Genetica è un elemento innegabile. Così come c’è chi nasce con il dono dell’intonazione vocale o dell’orecchio assoluto, c’è chi parte con una sensibilità ritmica più spiccata, puntuale. Ma questo non sarà che che uno dei tanti aspetti della “Tenuta del Tempo”. Chi nasce dotato di questa risorsa, di sicuro avrà dei vantaggi; se non altro, magari, la necessita di minore tempo da investire negli esercizi e nella pratica. Ma la sola predisposizione non basterà di sicuro a fare di lui un batterista o un musicista.

Roberto Gualdi: "Andare a tempo. Predisposizione o formazione?"

Un altro aspetto decisivo ma accidentale, è l’Ambiente Culturale nel quale un musicista - prima ancora di iniziare a formarsi e studiare - nasce e cresce.
Siamo profondamene condizionati dall’ambiente in cui cresciamo: chi è frutto di un ambiente sociale e culturale in cui ci sono  musica, danza e musicisti vivrà questi elementi come naturali, percependoli come immediati strumenti espressivi e comunicativi. A questo, poi,  si aggiunge l’elemento della quotidianità. “Nelle chiese di Haarlem durante le cerimonie si suona R’n’B, Gospel. Una persona che inizia ad andare a messa da bambino, arriva all’età adulta con già dieci anni di ascolti e quotidianità con questi linguaggi musicali.” La stessa età nella quale, un batterista nato in un altra realtà geografica e culturale, ne arriva magari solo a scoprire l’esistenza.

Roberto Gualdi: "Andare a tempo. Predisposizione o formazione?"

Il terzo aspetto è quello legato alla Tecnica. Non possedere tecnica limita la possibilità di esprimere il proprio talento e la propria sensibilità ritmica. Un musicista può anche percepire in maniera precisa un flusso ritmico di sedicesimi. Ma senza la fluidità e gli strumenti tecnici per esprimerlo e pronunciarlo correttamente, questo non uscirà altrettanto chiaro e pulito. La tecnica condiziona la “Tenuta del Tempo”. Erroneamente quando si parla di tecnica la si associa al virtuosismo, a un’espressione musicale necessariamente complessa e articolata. E invece, la Tecnica è la capacità di avere il controllo totale di quello che si suona. Possedere la tecnica è il dono di poter suonare senza preoccuparsi dell’aspetto meccanico e - appunto - tecnico del proprio playing. Concentrandosi su altri elementi come timing, espressività, feeling.

Nelle prossime puntate, continueremo questa analisi assieme a Roberto. Affronteremo Consapevolezza Ritmica, Conoscenza del Repertorio Condizionamenti Psicologici.

batteristi lezioni di batteria roberto gualdi
Link utili
Il sito di Roberto Gualdi
La pagina officiale di Roberto Gualdi
Il corso di batteria di Roberto Gualdi sul sito del CPM
Tama, la batteria di Roberto
Mostra commenti     23
Altro da leggere
Un ostinato alla Simon Phillips
Simon Phillips: Suono & Accordatura
Simon Phillips: Paese che vai, tempo che trovi
Come studiare a metronomo: tra velocità e qualità
Suonare: davanti & dietro al beat
Intervista a Dave Abbruzzese: da icona grunge a produttore
Roberto Gualdi: istinto, personalità & felicità
Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show
Dei Lazzaretti: chi non va a tempo, suona da solo
Roberto Gualdi: "Essere se stessi è l'unica vera ricchezza"
Non ascoltare il metronomo. Sentilo
Lettura & versatilità
I 5 batteristi migliori dell'Universo
Agostino Marangolo: come suonare "A me me piace o Blues"
Batteria: 50 dischi fondamentali. "Toto IV" dei Toto
Tre cose indispensabili per suonare la batteria.
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964