CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
In studio? Fai ciò che chiedono, a modo tuo
In studio? Fai ciò che chiedono, a modo tuo
di [user #116] - pubblicato il

Il professionismo non è solo soddisfare le richieste del committente, ma sapere esattamente come realizzarle al meglio nei modi meno convenzionali. Lo racconta Carl Verheyen.
Un buon chitarrista da studio deve essere in grado di trasportare con fedeltà sul disco le idee del cliente. La tecnica è importante, ma non è tutto. Può accadere che un artista abbia in mente una precisa resa sonora ed è compito del musicista scegliere gli strumenti più adatti, accoppiarli e regolarli nel modo migliore per renderla realtà. Una ricca strumentazione e una profonda conoscenza della stessa sono elementi di primaria importanza per scovare soluzioni non sempre scontate, ma quanto mai efficaci.

In studio? Fai ciò che chiedono, a modo tuo

Carl Verheyen non è solo uno dei turnisti più apprezzati in circolazione, ma è anche un vero fanatico di strumenti. Della sua collezione, ci racconta: “Ho circa settanta chitarre. Molte Telecaster, qualcosa come tredici Stratocaster ma anche diverse Gibson Les Paul, SG e 335.
Non si tratta però di un accumulo compulsivo: sono tutti attrezzi da lavoro, e Verheyen ha trovato il suo equilibrio per usarli tutti senza rinunciare alla sensazione di “trovarsi a casa propria” che spesso fa schierare fenderiani e gibsoniani senza permettere loro di trovare una mediazione. La soluzione è più semplice di quanto si pensi: “Sulle prime uso corde .009, mentre sulla scala corta delle Gibson trovo un buon compromesso compensare la tensione con corde .010: mi restituisce il feel delle mie corde preferite.

Non mancano, naturalmente, strumenti dal taglio meno convenzionale: “Ho anche chitarre in stile Stratocaster più moderne, John Suhr, alcune artigianali anche con Floyd Rose. Ho anche cose completamente diverse, per esempio una Supro Dual Tone del 1956, che uso per lo slide. E… le uso tutte!“.

In studio? Fai ciò che chiedono, a modo tuo

Il lavoro del musicista da studio, quando si miscela con il desiderio di calcare i palchi di tutto il mondo, genera precise esigenze. Un’amplificazione variegata ne è la diretta conseguenza: “Posseggo, credo, 50 amplificatori. Se suonano bene, semplicemente non li rivendo più. Al momento ho cinque amplificatori in Europa e altri 45 pronti a casa. C’è di tutto, Marshall, Fender, Vox, Dr Z, THD, dei vecchi Jim Kelley…

Un ampio vocabolario di suoni tra cui scegliere gli elementi più adatti al caso è senza dubbio importante, ma un deposito infinito di corde e valvole non ha senso se non si sa esattamente cosa si può tirare fuori da ogni singolo “attrezzo”.
Carl ci ha raccontato il suo modo di porsi nello studio di registrazione e come una richiesta precisa di un cliente possa vedersi soddisfatta intraprendendo una strada profondamente diversa da quella più ovvia.

carl verheyen interviste musica e lavoro palchi e strumentazione
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
In vendita su Shop
 
SQUIER Paranormal Super-Sonic Graphite Metallic
di SLIDE
 € 399,00 
 
Soundsation SB-NW10 Bongos da 6 E 7
di Music Island
 € 35,00 
 
DW 5700 DWCP5700 asta giraffa con Spedizione omaggio
di Dream Music Studio
 € 135,00 
 
Godin Multiac Nylon Encore Burnt Umber SG (VALUTIAMO PERMUTE)
di Gas Music Store
 € 1.229,00 
Visualizza il prodotto
Showtec Airwolf
di Music Delivery
 € 329,00 
 
HINKE ELEMENTARY METHOD FOR OBOE METODO PER LO STUDIO DELL'OBOE LIBRO DIDATTICO ED PETERS
di Borsari Strumenti Musicali
 € 18,50 
Visualizza il prodotto
Manopole tipo Gibson "Speed" vintage white
di Chitarre e componenti
 € 1,50 
 
ELECTRO HARMONIX ATTACK DECAY
di Voodoo Factory
 € 129,00 
Nascondi commenti     2
Loggati per commentare

di Gigibagigi [user #49591]
commento del 11/07/2020 ore 19:2
Sempre un grande maestro, il buon Carl. Sentito ad un concerto a Bassano del Grappa di recente, semplicemente perfetto.
Rispondi
di alexus77 [user #3871]
commento del 13/07/2020 ore 08:11:39
Dai, che con quella LsL ci fai di tutto ;)
Rispondi
Altro da leggere
Carlo Di Pinto: songwriting per chitarristi
Live in Oslo, il nuovo album di Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi
Matteo Mancuso, TransAcoustic e Time to Leave
Boria, Chiantese, Furian, Mer e Paulovich: i Sorelli D'Italia
Angela Centola, Juan Martin e la chitarra flamenca
Vandenberg: "Van Halen, il solo Guitar Hero degli '80"
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Amplificatore Fender Super Reverb primi anni 60
Visualizza l'annuncio
Ovation Custom Legend 1719 30CM Commemorative - 2004
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Seguici anche su:
Altro da leggere
Morto Phil Spector, inventore del Wall Of Sound
JHS vende il primo Centaur mai prodotto
Il NAMM non si fa, ma i costruttori ci sono tutti
Canzoni sbagliate!
Morto Alexi Laiho: fondatore dei Children of Bodom
Brand da tenere d’occhio nel 2021
No: questo non è lo schema del chip Covid-19
Sotto l'albero del chitarrista: una guida disinteressata
Il Natale del Baby Boomer
Un plettro da 4,5 miliardi di anni
Ti annoi? Satchel ti insegna i versi degli animali sulla chitarra
L’Octavia di Band Of Gypsys battuto per 70mila dollari
Guitar Man: Joe Bonamassa in un documentario
I 5 acquirenti che non vorresti mai trovare
Lo sapevi che...? La nuova rubrica Instagram di Accordo.it




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964