DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Postura corretta per chitarra classica, acustica, archtop ed elettrica
La posizione che si assume sulla chitarra è un fatto di istinto ma anche di studio e analisi, fondamentale per ottimizzare l'esecuzione ed evitare danni fisici a lungo termine. Ecco la postura ideale da assumere quando si suona la chitarra, dalla classica alla solid body. Continua...
di paoloanessi [user #32554]
22
Accordiani In Cattedra: un fraseggio di Joe pass
Trascrivere e studiare direttamente le frasi che i grandi musicisti utilizzano nei dischi è una delle maniere più proficue per studiare jazz. Partiamo da un fraseggio mozzafiato di Joe Pass e vediamo come può essere rielaborato sul proprio gusto e le caratteristiche del proprio playing Continua...
di vins [user #32072]
2
Epiphone giapponese o koreana?
shaggy scrive: E' ormai ormai da un anno che grazie al mio nuovo insegnante di chitarra Angelo Lazzeri, grandissimo chitarrista jazz (visitate www.angelolazzeri.it per farvi un idea), mi sto avvicinando alla musica jazz e vorrei acquistare una semiacustica adatta al genere.La mia scelta è ricaduta sull epiphone emperor o joe pass.Ne sono riuscito a trovare due usate;una della metà degli anni novanta di costruzione giapponese e una altra piu recente di costruzione koreana.Qualcuno mi può dire se per materiali o cura costruttiva mi conviene una invece dell' altra dal momento che costano piu o meno la stessa cifra? Grazie in anticipo a tutti Continua...
di shaggy [user #6415]
4
Eccola la mia joe pass dopo l'incontro col liutaio
oldboy1891 scrive: Era lì...la mia Epiphone Emperor Joe Pass...triste nell'angolo perchè non la suonavo molto... Molte volte avevo pensato di venderla per comprare una chitarra che avrei usato un po' di più,ma in fondo l'estetica della chitarra mi piaceva,e poi avevo un buon feeling col manico...purtroppo il risultato finale,il suono,non mi entusiasmava... Così ho preso la chitarra e sono andato dal liutaio...pensando:o la permuto(ed è la volta buona,siccome avevo più volte trovato acquirenti,ma all'ultimo momento ci ripensavo e me la tenevo)oppure la faccio suonare!!! Il liutaio mi dice che la chitarra ha buoni legni, e con qualche modifica e ritocco può dare molto di più!Seguo il suo consiglio e gli dò via libera per le modifiche. Oggi ho ripreso la chitarra..e sto qui a scrivere perchè non mi pare vero sentire finalmente cantare questa Signora in Sunburst!!!!Ora finalmente è degna del nome (Joe Pass) che porta!!! Sembra finalmente che la chitarra abbia preso un'anima... Ecco gli interventi che ha fatto il mio liutaio:-Sostituzione dell'elettronica (potenziometri ecc.) con elettronica gibson; -Sostituzione dei pick-up con dei PAF Gibson originali; -Sostituzione del ponte con uno in ebano originale gibson(quello precedente era di qualche ignoto legno orientale colorato ad ebano); -Sostituzione del capotasto con uno in osso (il precedente era plasticaccia); -Livellamento e smussatura degli angoli dei tasti.Certo,l'operazione,come potrete intuire,non è certo stata indolore per il mio portafogli,ma ne è valsa la pena!!! Non è certo una Gibson es-175 ora,ma... ;-) la mia epiphone sarà sicuramente meno dimenticata nell'angolo!!! Continua...
di oldboy1891 [user #5308]
0
Epiphone Joe Pass
Salpa scrive: Domande spontannee su Epiphone Joe Pass Emperor II " beato chi ne può dire di più! " (grazie..) ? è possibile la regolazione fine di ogni diapason ? ? quanti tasti (sbarrette) ha? ? visto che manca del traversone centrale come la Sheraton: la "coloritura" dovuta alla cassa è uniforme anche nei bassi? ? è abbastanza al sicuro da "derapemento" 1^ corda? Le domande sono fatte per quelli che possono solo comprare "a scatola chiusa" e per quelli che da imprudenti non ci badano... Grazie, Salpa Continua...
di Salpa [user #7759]
0
Epiphone Emperor Joe Pass
RicoBlues scrive: Quando un "bluesman" nato nella bassa padana sulle rive del Po, "fender-dipendente" decide di vendere una Stratocaster per comprare una semiacustica tipicamente da jazz, viene da pensare che qualcosa sia cambiato. In effetti probabilmente sono cresciuto musicalmente e le occasioni per suonare sono cambiate dalle mie parti, solo locali piccoli e si suona quasi "unplugged". Forse conta anche il fatto che con la band siamo rimasti in trio e che non sono mai stato un forzato degli assoli e che mi ha sempre affascinato il modo di suonare di Chet Atkins quel'incantevole mix di cantato ed accompagnamento. Capitava allora che mentre il mio bassista si accaniva su un Gallien&Krueger, vagando per il negozio mettevo gli occhi su una Epiphone Emperor II Joe Pass Signature. Premetto che di Joe Pass ho visto solo un breve video a casa da un'amico e non è certo uno dei miei preferiti, anzi, ma il più grande rispetto per la sua arte e la certezza che se ha messo la sua firma su uno strumento almeno qualche controllo di qualità in più ci sarà. Così ora mi ritrovo tra le mani questo strumento che dopo già un mesetto e un concerto mi regala belle emozioni. Continua...
di RicoBlues [user #148]
29
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Artisti diversi, scalette diverse, suoni diversi: come gestire tutto?
Vintage: il restauro delle chitarre di Rudy Pensa
Cloudburst: il riverbero ambientale più piccolo e creativo di Strymon...
Yamaha espande la gamma di mixer AG per gli streamer
Il mito del Jazz Chorus in edizione limitata
Per Steve Vai, andare in tour non è più sostenibile
PRS Swamp Ash Special: non sei tu, sono io
Strumenti vecchi per musica nuova
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Bare Knuckle e paletta Strat per la Jackson 7-corde di Josh Smith
Le Ibanez elettriche diventano ukulele (e fanno impazzire Paul Gilbert...
Fender ammicca al vintage giapponese con la Gold Foil Collection
Una Gibson Les Paul Standard gold top del 1958
Cabinet inedito e Celestion al neodimio per l’Orange Rockerverb più...
Ear Training: che cos'è?

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964