CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP

Gianni Rojatti
utente #17404 - registrato il 03/01/2009
Città: Udine
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli Annunci

Articoli pubblicati

Riverbero, l'effetto del momento
di Gianni Rojatti | 12 gennaio 2022 ore 12:30 da (Didattica)
Fino a poco più di 10 anni fa, il riverbero pareva un pedale antipatico ai chitarristi. Si usava poco e quando serviva, bastava il suono classico, della tradizione; quindi niente di meglio del tono confortevole e caldo delle molle di un vecchio amplificatore. Perché, quando si cercava dell’ambiente nel quale annacquare ritmiche, arpeggi e assolo, il riferimento era il delay: fosse quello vellutato dei tape echo alla David Gilmour e quello digitale e voluttuoso alla PASSION & WARFARE di Steve Vai, si cercava una ripetizione che offrisse volume e presenza sonora, carattere, una certa puntigliosità nella pronuncia ritmica e, il tutto, mai a discapito dell’integrità del suono originale.
Chon: musica tortuosa e bellissima
di Gianni Rojatti | 17 dicembre 2021 ore 20:00 da (Didattica)
Ascoltare i Chon significa misurarsi con una delle espressioni più giovani e fresche del chitarrismo moderno. Capitanati dai due chitarristi Mario Camarena ed Erick Hansel, i Chon offrono una proposta musicale che si serve di un fraseggio chitarristico estremamente complesso e articolato, di sicura derivazione shred, messo al servizio di una scrittura che fonde generi, stili e sonorità diverse spaziando dal jazz, al progressive non disdegnano contaminazioni elettroniche ed hip hop.
Derek Day: come spaccare live in sette mosse
di Gianni Rojatti | 08 luglio 2021 ore 14:30 da (Didattica)
Si chiama Derek Day e ha 25 anni. Inizia suonando per strada a Venice Beah dove se la cava bene, si fa notare tanto e - in un lampo - si trova a dividere il palco in giro per il mondo con Slash, Steel Panther, Steve Vai, Ted Nugent. Ha scritto a quattro mani con Vernon Reid dei Living Colour il singolo “Click On Me”. Una delle voci e chitarre più cool e ricercate dell'area di Los Angeles, Derek sarà con noi per condividere qualche esperienza sulla sua smagliante attività musicale.
Claudio Bruno: la musica è lo specchio dell'anima
di Gianni Rojatti | 22 giugno 2021 ore 13:30 da (Didattica)
Claudio Bruno è un giovane e preparato chitarrista acustico che suona live e in studio con artisti di spicco della nuova scena italiana, Gazzelle, Fulminacci su tutti… Claudio ci presenta e racconta in esclusiva il suo nuovo brano “Between the Tides” impreziosito dal Master - e dal supporto - di Massimo Varini.
Plettrata e legato: il meglio dei due mondi
di Gianni Rojatti | 04 giugno 2021 ore 18:00 da (Didattica)
Una lezione per lavorare su tanti aspetti del fraseggio solista: timing, tecnica e armonia. In particolare, ci concentreremo sulla pennata mista, un tipo di approccio che fonde pennata alternata e legato, cercando di prendere il meglio dei due mondi esecutivi: l’attacco ritmico e l’incisività della plettrata; la fluidità e morbidezza sonora del legato. Svilupperemo questa tecnica su un fraseggio che si muove tra scale modali e pentatoniche a tre note per corda.
The Aristocrats congelati sul palco
di Gianni Rojatti | 02 giugno 2021 ore 14:30 da (Didattica)
È uscito meno di un mese fa Freeze! Live in Europe 2020, live degli Aristocrats, la super band di Guthrie Govan, Bryan Beller e Marco Minnemann che negli ultimi dieci ha contribuito a svecchiare la fusion con inserti di qualità tecnica, sonora e di contaminazione stilistica. Apporto indispensabile per riaccendere su questo genere un interesse diverso e – soprattutto – proveniente da un pubblico più fresco.
Malmsteen: ecco il mio lavoro più estremo
di Gianni Rojatti | 24 maggio 2021 ore 13:30 da (Didattica)
Ma secondo voi, Yngwie Malmsteen bloccato a casa per mesi dal lockdown, che fa? Facile: suona allo sfinimento e confeziona quello che - a detta sua - è il disco più estremo che abbia fatto, dove pure canta.
1987: un assolo su una ballad hard rock
di Gianni Rojatti | 18 maggio 2021 ore 12:00 da (Didattica)
“1987” è uno studio rivolto ai chitarristi rock di livello intermedio che vogliono arricchire il loro fraseggio solista. Un assolo che si ispira al sound di grandi dischi hard rock della seconda metà degli anni ’80 e si prefigge di arricchire il vocabolario pentatonico con diversi inserti tecnici e armonici: utilizzo degli armonici e della leva, legato, triadi, arpeggi e, soprattutto, l’applicazione della Scala Minore sviluppata a tre note per corda.
Funk Rock: un assolo con Misolidio e Cromatismi
di Gianni Rojatti | 07 maggio 2021 ore 07:30 da (Didattica)
Giochiamo con i generi: su una base Funk che ricorda un vecchio poliziesco anni ’70, improvvisiamo un assolo con suono e tecnica Rock che, però, si serve di diverse idee armoniche ammiccanti al Jazz. In particolare, lavoriamo su Modo Misolidio e Cromatismi.
Scala Blues e Modo Dorico su un pezzo Punk Rock
di Gianni Rojatti | 23 aprile 2021 ore 17:00 da (Didattica)
“Alligator Punk” è un piccolo studio scritto per approfondire la Scala Blues e il Modo Dorico e, soprattutto, per sentirli in azione in un contesto alternativo a quello Fusion, Blues e Funk in cui li si trova generalmente affrontati in ambito Didattico. Infatti, questo assolo si sviluppa su una base Punk Rock e le tecniche utilizzate sono tutte di estrazione rock e metal.
Levara, la band di Trev Lukather
di Gianni Rojatti | 20 marzo 2021 ore 13:30 da (Didattica)
I Levara sono una band emergente che si affaccia nel 2021 con una bella responsabilità. Un disco d’esordio annunciato per maggio, anticipato da una manciata di singoli davvero tosti e di cui dovranno mantenere le corpose aspettative riposte dagli appassionati. Già, perché quello che questi giovanotti suonano è un rock d’altri tempi, che strizza spudoratamente l’occhio agli anni ’80 e scomoda le sonorità ariose e patinate del miglior songwriting di quei tempi.
2020: le cose che ho ascoltato e mi sono piaciute di più
di Gianni Rojatti | 31 dicembre 2020 ore 15:30 da (Didattica)
"Ma la musica, musica è tutto quel che ho" cantava Pino Daniele. La musica, l'amore per la musica, dovrebbe essere sempre la prima ragione che ci spinge a suonare. Ed è un amore che va coltivato, cercando, ascoltando, curiosando tra cose diverse. Credo ci sia moltissima grande musica in circolazione. Ecco le cose, nuove e meno nuove, che ho ascoltato di più quest'anno.
Vandenberg: "Van Halen, il solo Guitar Hero degli '80"
di Gianni Rojatti | 07 dicembre 2020 ore 10:30 da (Didattica)
Abbiamo chiesto ad Adrian Vandenberg di parlarci degli anni '80, degli spazi enormi che chitarra e Guitar Hero avevano nella musica di quegli anni e dello stato di salute della chitarra rock nello scenario musicale attuale.
Check Sound: sbattere le corna nell'underground
di Gianni Rojatti | 18 novembre 2020 ore 16:00 da (Didattica)
"Check Sound" di Daniele Galassi è un libro tanto divertente quanto amaro. Perché è la storia di una band heavy metal italiana che intraprende una lunga e impegnativa gavetta, assolutamente motivata a guadagnarsi una fetta di popolarità.
Mixing Secrets: sapere è potere
di Gianni Rojatti | 16 novembre 2020 ore 16:00 da (Didattica)
“Mixing Secrets” è il manuale più venduto al mondo tra aspiranti fonici, musicisti che decidono di ampliare le proprie competenze dedicandosi anche alla registrazione e proprietari di home studio. È un libro indubbiamente superlativo perché alla base c’è una grande idea: fare proprie le metodologie di lavoro adottate da produttori professionisti (con studi di registrazione faraonici a disposizione) e applicarle a possibilità più ridotte. "Mixing Secrets" si rivolge quindi a musicisti con un budget di produzione ridotto e da ottimizzare oppure a fonici e musicisti proprietari di home studio, che magari devono sfruttare al meglio piccoli spazi di lavoro.
La Chitarra di Bruce Bouillet
di Gianni Rojatti | 06 novembre 2020 ore 00:00 da (Didattica)
Bruce Bouillet è un musicista eclettico che è stato un’icona dello shred anni ’80 suonando a fianco a Paul Gilbert nei Racer X e successivamente si è riletto produttore e tecnico del suono, arrivando a essere nominato a un Grammy per il suo lavoro di registrazione con i Motorhead. Ecco il suo ciclo di lezioni di chitarra esclusive per Accordo nella quali si è parlato di pennata alternata, sweep, string skipping e shared contaminato con il blues!
Vertigine: intervista agli Altarboy
di Gianni Rojatti | 28 ottobre 2020 ore 16:30 da (Didattica)
“Vertigine” è l’ultimo singolo della cantautrice Levante. Il sound di questo brano è attualissimo, di tendenza; al contempo però, colpisce per essere legato ad un impianto sonoro e stilistico spudoratamente anni ’80. Artefici di questa produzione magistrale gli Altarboy, duo di musicisti romani che con Telecaster, synth analogici, qualche vecchio echo a nastro e tanto mestiere, hanno confezionato uno dei più intriganti pezzi di musica italiana ascoltati ultimamente.
Leo Pari, un artigiano della musica
di Gianni Rojatti | 22 ottobre 2020 ore 13:30 da (Didattica)
Leo Pari è un autore che ha scritto per Cristicchi, Renga ed Elodie, un produttore che ha confezionato il primo disco di Gazzelle e un tastierista che ha accompagnato in tanti tour i Thegiornalisti. Ma è soprattutto un artista che sforna dischi di gustoso e mai scontato pop italiano capace di tenere salda a braccetto la canzone d'autore. Come "Spazio" dove calava l'ispirazione di Battisti in un estetica synth pop anni '80 o il successivo "Hotel Califano" dove giocava disinibito con dance ed elettronica. Ora "Lucchetti" è uno dei singoli che anticipa l'uscita del suo prossimo album...
Davide Linzi: "Servono aiuti più che idee"
di Gianni Rojatti | 13 ottobre 2020 ore 12:30 da (Didattica)
Davide Linzi è un nome di punta tra i fonici live italiani. Lo abbiamo invitato, primo di una lunga lista di ospiti, per parlare del buco nero in cui sembra star sprofondando l'attività musicale, artistica e degli eventi dal vivo. Diamo così sostegno e continuazione alla manifestazione "Bauli in Piazza" dello scorso 10 ottobre a Milano.
Eddie Van Halen, la chitarra che amava la musica
di Gianni Rojatti | 07 ottobre 2020 ore 12:00 da (Didattica)
C’è un pezzo che credo sia perfetto per capire il peso e l’entità del genio di Eddie Van Halen, il più grande chitarrista elettrico della storia del rock. Ed è un pezzo inusuale da suggerire, visto che si tratta di una sorta di capriccio suonato su una chitarra acustica. Il brano è “Spanish Fly” ed è un volo pindarico di sola chitarra, di poco meno di un minuto, che si libra tra i solchi pesanti e incandescenti dell’hard rock di "Van Halen II", secondo album della band del 1979.
1 di 12   «« Precedente  Successivo »»
Cerca Utente
Seguici anche su:
People
Intervista a Riccardo Bemporad, liutaio e investigatore suo malgrado
Suono e stile: questione di plettro
Orange The Guitar Butler: preamp a due canali per palco e studio
Il debutto della Jackson Concept Series
Coach: registratore didattico smart dai creatori di Roadie Tuner
Walrus M1: Mako conquista le modulazioni
La leva del tremolo Chibson lunga 1,20m esiste: ecco come suona
È morto Meat Loaf: icona dal Rocky Horror a Bat Out Of Hell
Histoire d’O: ovvero la pace dei sensi
Rider Deluxe: lusso accessibile firmato Soundsation
Mooer X2 diventa Preamp e Cab Sim: ascoltali con Choptones
Regolare il bias dell'amplificatore è sempre necessario?
Timing: tra Bending e Minore Armonica
È morto Alexander Howard Dumble: guru assoluto del suono
Ibanez rivoluziona le RG Premium per il 2022: raccontate dai musicisti...








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964