CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

giambu
utente #4070 - registrato il 27/03/2004
Chitarrista, tastierista, compositore, arrangiatore e produttore di me stesso; musicista insomma - ma solo per amore - dal 1967. Forse, da grande, lo farò anche per denaro! Musica preferita, quasi tutta, ma andando un po' più nei diversi generi troviamo: Classica: barocca (Bach, Vivaldi...) e i grandi compositori tra '800 e '900. Jazz: tutti gli Standard (dagli anni '40 in poi) e i chitarristi jazz (da Charlie Christian a Jim Hall). Rock: classici anni '60 e '70, psichedelia e West Coast, progressive inglese e italiano. In particolare i Rolling Stones, The Who, Deep Purple, Neil Young, PFM e Le Orme. in generale tutti i classici anche degli anni successivi anche se con minore entusiasmo (Police, Dire Straits, Clash, Cure, Depeche Mode...). Elettronica e Dance; dalla disco anni '70 (si, lo confesso, sarà che ero giovane allora!) ai Kraftwerk all'elettronica anni '90 (Air, Massive Attak, Underworld, Daft Punk...). Non disprezzo neanche Eminem o Caparezza, ma solo a piccolissime dosi insieme a Frankie HI-NRG ... Tra gli italiani, a parte gli autori storici come Gino Paoli o Bruno Lauzi, Guccini, Bennato, Dalla, non molti altri. Nei primi dischi Vasco Rossi si è dimostrato l'unico vero rocker italiano. Un po' di anni fa mi piacevano abbastanza i Subsonica ma non ho sentito molto di nuovo da parte loro. La verità è che fino ad alcuni anni fa non c'era che un canale di musica in televisione ed alcune volte trasmettevano cose decenti. Oggi ce ne sono dieci (!) e niente da ascoltare di nuovo...
Città: Roma
Sono interessato a: Basso, Chitarra acustica, Chitarra elettrica, Home recording, Tastiera.
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli

Attività

Se ne è andato Van Wood...
di giambu | 10 marzo 2010 ore 22:32 da (Chitarra)
Peter Van Wood, più conosciuto alle recenti generazioni come astrologo, se ne è andato stamattina a Roma all'età di 82 anni. In realtà l'olandese dell'Aja che si era trasferito in Italia nel 1949, aveva cominciato la sua carriera come chitarrista e compositore. Aveva creato un trio con Carosone e DI Giacomo incidendo numerosi dischi.
Amplificatori solid state, chi li ha usati?
di giambu | 24 luglio 2009 ore 09:14 da (Chitarra)
Fino a poco tempo fa sono stato uno strenuo sostenitore delle valvole. Avevo imparato negli anni ottanta, dalla rivista Chitarre, che i migliori suoni per chitarra provenivano dagli amplificatori a valvole e per questo mi ero comprato un bel Fender Champ 12 di cui sono ancora orgoglioso proprietario. Ma ricordo che in quel momento, mentre stavo per compralo, vicino a me un serio professionista e non un semplice appassionato come me (e come ho continuato ad essere), stava provando un Roland JC-120. E da quel Roland proveniva un suono incredibilmente avvolgente. per le mie orecchie, che mi affascinava e mi impressionava. Ma, malgrado ciò, tornai a casa giustamente orgoglioso del mio piccolo valvolare. In seguito ebbi modo di apprezzare il suono di ampli come il Peavey Bandit ma non rimasi mai molto interessato agli amplificatori solid state.
Concerto del 1 maggio 2009
di giambu | 02 maggio 2009 ore 10:01 da (ONSTAGE)
L'anno scorso ho scrtitto un commento piuttosto critico su concerto 2008. Quest'anno mi è sembrato molto meglio, salvo il povero Castellitto che, pur bravo attore e anche bravo regista, cercava continuamente e con poco successo di galvanizzare il pubblico.
Customizzare o non customizzare l'ampli?
di giambu | 23 febbraio 2009 ore 10:43 da (Chitarra)
Pur non essendo un patito delle modifiche è molto tempo che pensavo di migliorare il mio amplificatore, magari cambiandolo. Possiedo dal lontano 1988 un Fender Champ 12 valvolare, di cui sono piuttosto soddisfatto e su cui ho già scritto un articolo a ottobre scorso. Ma sognavo, come tutti, qualcosa di più, anche se per solo uso casalingo. Purtroppo dopo un po' di prove l'unico che avrei desiderato avere era un Twin di ultima generazione, ma questa scelta presentava alcuni problemi. Oltre al costo e alla potenza c'era anche una questione di dimensioni e di peso. Mettendogli poi delle ruote assumeva la pericolosa dimensione di un grande televisore, che non avrei mai potuto usare ad un volume decente.
Fender Champ 12, piccolo grande valvolare
di giambu | 04 ottobre 2008 ore 15:20 da (Chitarra)
Da alcuni anni si parla molto di piccoli amplificatori valvolari per la registrazione o per casa ed io vorrei parlare del mio Fender Champ che possiedo dal 1988. Questo piccolo valvolare che "features a unique CLASS-A type output section" come recita il manuale originale, ha 10 watt, due valvole 7025 Fender Special Design come pre e una 6L6GC sempre Fender Special Design come finale. Ha due canali, uno spring reverb (senza avere però una valvola dedicata) ed un cono da dodici. I controlli sono il volume, bassi, alti (con un boost per i medi), gain e volume per il secondo canale e il riverbero. Tra le uscite la tape out stereo, un output e l’uscita per le cuffie. Venti anni fa, quando ancora impazzavano i solid state come il Jazz Chorus della Roland, era l’unico piccolo valvolare disponibile sul mercato, perlomeno a Roma, alla cifra di 500.000 lire.
Gibson 336 o PRS Hollowbody II?
di giambu | 22 settembre 2008 ore 09:44 da (Chitarra)
Il numero di settembre di una nota rivista di chitarre riporta una intervista ad Andrea Braido in cui egli confessa di usare una PRS Hollowbody II come semiacustica. Dice di aver avuto altre semiacustiche Gibson come la 335 ma che la PRS è tutta un'altra cosa.
Concerto del 1 maggio 2008
di giambu | 02 maggio 2008 ore 23:11 da (ONSTAGE)
Che ne pensate del concerto? Io l'ho visto in televisione, e non tutto, ma non mi ha soddisfatto molto. Molte cover, sicuramente un segno dei tempi, ma molte sicuramente non all'altezza non dico degli originali ma di altre cover suonate e cantate più decentemente... Claudio Santamaria è anche un attore simpatico ma eviti in futuro di cantare di fronte a mezzo milione di persone. E così anche Federico Zampaglione che fa la chitarra solista. E anche lui un personaggio simpatico e capace di fare delle canzoni gradevoli ma non è un chitarrista da assoli alla Hendrix. E potrei continuare ma mi fermo qui.
Il suono di una chitarra elettrica non collegata.
di giambu | 02 ottobre 2007 ore 15:37 da (Chitarra)

giambu scrive: Il suono di una chitarra elettrica non collegata ha una relazione con il suono finale?

Spiego meglio il mio problema.

Scrissi tempo fa un articolo per chiedere come rendere più aperto il suono di una Telecaster Custom fatta da un liutaio romano e che sembrava quasi una Les Paul.

Ieri ho provato, da spente, una Les Paul Studio, una Stratocaster (sempre Custom) ed infine la Telecaster. Tutte sembrano suonare come devono e cioè la Les Paul più chiusa, la strato intermedia e la tele aperta e ricca di armonici.

A questo punto il problema di un suono molto chiuso non può che derivare dalla circuitazione elettrica. I pickup, che dovrebbero essere dei vintage (anche se non so quali) non dovrebbero aver responsabilità.

E' così anche secondo voi? Per cui i miei timori che il suono potesse derivare da problemi ai legni o altro cade?

Quindi ritorno al quesito iniziale: il suono di una chitarra da spenta deve avere una corrispondenza con il suono quando è collegata?

Grazie

Una Telecaster Baritono...
di giambu | 02 luglio 2007 ore 09:14 da (Chitarra)

giambu scrive: Tre anni fa, in un momento di entusiasmo, mi sono fatto fare ad un noto liutaio romano una Telecaster. Speravo che, allo stesso prezzo di una chitarra made in USA, avrei avuto uno strumento qualitativamente migliore ma non è stato così. Appena terminata la Tele, con la tastiera in palissandro, aveva un suono scurissimo. Gli sono stati cambiati i pickup con dei Vintage (ma non so che modello) e la situazione è leggermente migliorata, ma di poco. Anche il pickup al ponte non ha niente in comune con il suono che avrebbe dovuto avere. E' in qualche modo più robusto e con più medi di quello di una normale Telecaster.

3 di 3   «« Precedente  Successivo »»
Cerca Utente
Seguici anche su:
People
EB-10: macchina da tweaking Walrus Audio
Lee Wrathe: tecnica suono e melodia
Too Cold To Freeze il nuovo singolo di Em4ncipation
Monna Lisa a casa di Iris
Suona una Yamaha: il videoclip lo offre lei
Boaz: 400mila dollari per la chitarra modulare
Martinez Guitars in Italia con Aramini
L’ampli cambia voce quando suono in ambienti diversi
Valdemarin, Malaman e Quagliato: improvvisazione e sana, amorevole, fo...
Il ritorno del Moog Model 10
Gokko Creepy Reverb: riverbero versatile per tutte le tasche
Supro Blues King 8: un watt vintage che diventa preamp
L’ampli da pedaliera BluGuitar diventa Iridium per il metal estremo
Talent Show: come sopravvivere a un'audizione
Gibson Slash 1966 EDS-1275 Doubleneck








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964