CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Alexander25
utente #607 - registrato il 30/08/2002
Città: Roma
Sito Internet: http://www.mururoa.net/
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli

Attività

La storia di Alexander25
di Alexander25 | 08 aprile 2008 ore 19:29 da (People)
...
Purtroppo...
di Alexander25 | 05 aprile 2008 ore 19:13 da (People)

il BarAccordo chiude per sempre.

Riaprirà?

Forse...

Ma altrove...

AlexUnder

Devo aspettare ancora un giorno
di Alexander25 | 01 aprile 2008 ore 11:35 da (People)

E finalmente domani rimettero le mani sulla mia amata strato. Ieri mi ha chiamato il liutaro, lavoro di verniciatura finito, ha dovuto verniciare tutto il manico, esclusa la paletta. Dice che c'erano alcuni problemi col truss-rod, boh, non so perchè. Mi dice anche che secondo lui l'elettronica andrebbe rivista da zero, ma visto che gli avevo detto che non volevo assolutamente modifiche, non ha toccato nulla, ma una sbirciata l'ha voluta dare.

A me non interessa, la chitarra mi piace così com'è, ho chiesto solo un refretting e quello dev'essere! Confido che abbia fatto un buon lavoro(e ci mancherebbe!)

Mi sono messo d'accordo col buon Mauro per andarla a riprendere insieme, visto che deve portargli un basso. Poi finalmente prove Rush, così posso provarla subito. Giusto il tempo per riadattarmi, visto che ho un paio di serate ravvicinate, forse le ultime con gli Snowdogs....sigh...:(

Devo correre al corso....

AlexUnder

Lavori in...Corso...
di Alexander25 | 31 marzo 2008 ore 14:46 da (People)

Ebbene sì, so tornato stamattina in sede e visto che non ho una minchia daffare, ovviamente mi hanno infilato in un corso già iniziato la settimana scorsa che mi romperà gli zebedei fino a metà della prossima. Poi ci sarà una cosa tipo stage, che in pratica è un progetto finto da portare avanti con quanto "appreso" dal corso...

E' il terzo della serie che mi faccio ed ovviamente come gli altri sarà completamente inutile, visto che, appena ne avranno la possibilità mi rispediranno da qualche altro cliente in culandia a fare tutt'altro e quello che apprenderò in questi giorni(ammesso che ci capisco qualcosa) andrà come sempre nel dimenticatoio...potenza del lavoro a progetto e dell'informatica: sapere di tutto e un cazzo di preciso!

Così non sarò molto presente sul web, le mail e i diari li leggero a mozzichi la sera tardi a casa, in quanto il tornare in sede implica che sarò di ritorno no prima delle 19, fottendomi almeno un paio d'ore di vita al dì, causa traffico e rotture dei capi...

Massì, tanto viviamo per lavorare mica il contrario no?

Affanculo che palle... O_°

AlexUnder the table

Ohh che cazzo!
di Alexander25 | 28 marzo 2008 ore 14:18 da (People)

Vabbè che è venerdì...

Vabbè che è la settimana dopo Pasqua....

Vabbè che so spariti tutti pe vari motivi...

Ma che cazzo il Bar è aperto, offro una birrazza a tutti!

Crepi l'avarizia!

Certo, ho visto in mia assenza come hanno mandato avanti il Baretto...bravi bravi...

Me cojons

AlexUnder the Brave

Ghost and Goblin
di Alexander25 | 27 marzo 2008 ore 12:04 da (People)

Mannò dico: cjavete presente er mitico giochetto d'a saletta o ar bare sotto casa? Quello co a musichetta scrausa che ce stanno sti due che pomiciano, poi ariva quell'uccellaccio brutto ingrifato che je porta vja a donna, allora lui se'ncazza e se mette l'armatura da frocietto e parte n'sà manco lui peddove e ogni vorta co a musichetta satanica te fanno vedè ndò sei arivato e andò devi arivà? Eppoi spara sulle lapidi, li morti che cammineno e tutte ste cazzate che tanto ce piacevano? Aho mo dovete da capì che er nostro, dopo una notte insonne, accausa de nvento che te se portava, e tacci sua faceva mbordello che nnà chiuso occhio, je toccava arzasse presto pe passà o stretto che ppoi è largo e pieno d'acqua che annuoto nun je s'apoffà, sennò ce metteva demeno, de sicuro che aspettà ste carette der mare, che dovete da sapè che già all'annata cjaveva perso 4 ore, perchè una de ste navette dercazzo, avea sbattuto er muso e le corna che cjanno e jera toccato mbarcasse co' l'unni e ostrogoti che veniano dar norde, e che dopo du giorni je toccava mbarcasse a piedi perchè li treni mpotevano passà. E aggiungece che n'artro po' se gonfiavano pure come zampogne, mortacci loro, sembrava de venì dall'arbania, a nave d'a speranza...sì...a speranza de rompeje e corna mortacci loro!

Allorchè sbarcammo in terra italica er giorno XXV de Martius all'ore 10, addopo der plenilunio, cheppoi medicheno perchè Annibale ha preferito passà pell'alpe, e graziarcazzo! se aspettava er traghetto stava ancora là, eppoi cjaveva l'elefantessa gravida che je faceva male la nave.

Epperquindi er nostro s'avventura pella calabre peninsula che je pare che le cose vanno bene, allora se rilassa, va tranquillo che stavolta nun ce mettemo 15h come l'anno scorso che nerfrattempo le nostre guarnigioni veniveno massacrate nea tera de Albione dalli diavoli rossi, vedrai vedrai...see, ho visto, anfatti all'artezza demposto che se chiama castro-villari, je dicheno che più su c'è a neve e ce vonno le catene, porcadenamignotta eva, aho me so portato solo e manette e nfrustino! unbastano?? ehhhnnnooo! Sennò le accatti accà, mi fa un simpatico gentildonno, che me propone l'acquisto der doppione catenaccio per 100 sesterzi, mecojoni je faccio, cche cazzo so fatte de adamantio? maffanculova, cheppoi manco serviveno ancazzo, solo in serata sapemmo che la neve nun aveva attecchito, ma i 20 km de fila c'erano pelli lavori iniziati da queo stronzo de Augusto e Nerone aveva bloccato, eddallora nun se sapeva che facce der passo der Diavolo, comme o chiamo io ormai tra Lagonegro e Lauria, i 30 km de inferno. Allora che se nventa rudimillo nostro? Je vjè nmente che cjà mmatto de amichetto suo che abita inperdillà, aho, lui è daà zona, cjò saprà come scappà da qua no? Allora lo chiama e quello lo vjè a prende sotto ndulivio che pure Noè era naufragato, sotto l'acqua s'abbraccieno co Enzino e la Peste, che siì guarda coma dumatti, saranno mica ricchioni st'accordiani, prima er Mozzo mo Enzino....mah... Allorchè i du matti vengono nvitati a casa dell'Enzino, che vengono inondati dalla gentilezza dei genitori deo stesso, che so tarmente brava gente, che anzichè buttali fori daa finestra, je fanno da magnà, je ncartano er vinello da portasse, che è bono da morì e li abbracciano e je vonno bene che te dichi, aho ma persone così perchè da noi nnesistono più? Ammazza che ospitalità! Nun fosse che li due peregrini erano attesi dar papato, sarebbe rimasti sicuramente un par de giorni. Allora s'ariparte, avemo scerto a strada, aho questa è più corta, salutamo Enzino che s'è fatto 800km pe portacce in giro pella calabbria, e annamo, aho so 60 km e arivamo ar mare, dallì entramo in terra vesuviana e tornamo a casetta....ar cazzo! 60 km in du ore e mezza! Aho manco li lupi passaveno dellà! Mo se penso alle curve me vjè ancora da vomità! Nun c'era un rettilineo + lungo de 20 cm, velocità media, 15km orari, coll'acqua elle frane tutt'intorno! Arivamo ar mare che era incazzato come er nostro eroe e faceva paura, ormai s'era fatto buio, allora che decidono: fermamose a dormì, eccosi se fanno spellà 63 euri pe na stanza a Scalea(e semo rimasti in calabria, erano le 20). Praticamente ho dormito in macchina, dato che il continuo passaggio de camion e machine era mostruoso, ella Peste la mattina che pija pure pel culo: "però ho dormito benissimo...saranno state le macchine!" Oddio...teneteme che faccio n'uxoricidio. Vabbè aho non piove, annamo. So e 9, eschiamo dall'hostaria, plic, macchedavero?? drang er diluvio, affanculo, appiccio er quadro...mmmhhh, chedè quella spia gialla der motore? machemme morto quarche ronzino nea notte? vaffanculo, è la spia dell'avaria motore, che te deve dì se il motore è rotto, ma se rotta lei(e due) e quindi te manna in blocco er motore e frena li ronzini...mortacci sui me so dovuto fa tutta a strada a dueallora, che ndiscesa arivavo a 120 e n'salita me sonavano li camion. A pioggia però cja aiutato, bagnando la strada pe scivolà mejo fino a casa. Alla fine ho ammazzato er mostro finale sul raccordo anulare e ho riconquistato la bella....sì na bella dormita, chegnafaccio...

Ner più bello telefonando ar lavoro pe dije che nun je lapotevo fa, me dicheno:"Aho ma che non ce o sai? qua venerdì finisci te rispedimmo ar mittente" ah grazie, mannatevenaffanculotutti va!

AlexUnder Decimo Meridio

Bbona pascua!
di Alexander25 | 20 marzo 2008 ore 13:08 da (People)

A belli cicci de zio!

Oggi ultimo giorno di lavoro prima delle vacanze pasquali che passerò rimpilzandomi come un faggiano al forno il quel di (quasi) Milazzo('nce scassate a minchiazza!)...tzè facili rime...

Come ovvio sono pieno di lavoro, tutti in ferie e ammè rompono le palle: fai questo, ce sarebbe da fa quell'altro, riunione infinite e sterili, ecc. ecc.

Approfitto quindi adesso di questi 10 minuti di tregua per augurare ai reduci diarianti una buona Pasqua, non ve sfonnate de ova, me raccomanno!

Il Bar? Boh, lo Zio è ancora in ferie, Mozz è assente ingiusticato, emmò rischia il licenziamento, se non torna la prossima settimana metto l'annuncio che cercamo uno bravo a sperme li topi pel caffè! C'è rimasto solo aRfio, se lui rimane, il Bar è aperto, sennò se riapre il 26.

Quindi carissss, passate bone vacanze e, ovviamente, andate tutti a cagare, ma non nel cesso del Bar, che è chiuso per demolizione...

:D

AlexUnder

La busta paga!
di Alexander25 | 19 marzo 2008 ore 12:32 da (People)

Ohhh, finalmente mi hanno portato la busta paga!

Tacci loro quanti soldi de tasse me tocca pagà, arrivo a malapena a fine mese, mesà che devo cambià lavoro!

....che profonda tristezza....

AlexUnder

Che Jam!
di Alexander25 | 19 marzo 2008 ore 11:30 da (People)

Ohh, era ora! Una gran bella jammata ieri! Eravamo un bel po' e ci abbiamo dato dentro! Il buon Crodo si è presentato armato di tutto punto ed ha portato anche un suo amico sbattero. E' veramente un fenomeno, si sente che faceva il turnista, tra l'altro persona squisita e gentile...epperò non hai portato la Jim Reed che dicevi eh! ;D In compenso quella strana Samick suonava abbestia...lei...non le mani eh?? ;) Che qua mi pare che ultimamente i discorsi pare che dicano è la chitarra che fa il chitarrista, non il contrario! Vabè... :P

Carlo era in gran vena, Cristiano smadonnava perchè ha portato per l'ennesima volta l'ampli senza che ce ne fosse bisogno, ma mi ha fatto fare una bella impro su una sua base molto intricata. 3 tonalità di variazione: Emin, Bmin, D. Ho improvvisato arpeggi negli accordi di chiusura e pentatoniche e scale minori sulle variazioni di tonalità. Era parecchio che non mi cimentavo in impro così particolari, prima ne facevo in quantità industriali, me la sono cavata e mi sono divertito nell'unico pezzo elettrico sulla Strat di Matteo. Cmq ragionavo che appena torna a casetta la SandroCaster mi cimento sulle basi che avevo trovato tempo fa e mi rimetto ad improvvisare almeno una volta a settimana sulle variazioni e arpeggi, mi ci vuole allenamento mentale.

Per il resto grande prova a sorpresa di Eric! Il buon cantante degli Snowdogs si è sparato un gran numero di pezzi che non pensavo conoscesse, nelle altre jam aveva sempre preferito starsene in disparte, stavolta invece ci ha fatto divertire con una voce spettacolare, è stato riempito di complimenti ed alla fine se ne è andato col sorriso sulle labbra che gli ha fatto passare per una sera tutte le problematiche che ha ultimamente...insomma la musica come terapia stavolta ha funzionato. Parecchi i generi toccati: funkettoni, i soliti standard blues, con qualche venatura jazzica, poi classici del rock e hard rock, ma anche pop e un paio di brani dei Rush! Incredibbbile! Certo erano quelli anni 70, non i bordelli prog, però sono venuti benissimo ed è stato davvero divertente sentirli con le percussioni, chitarre acustiche e soli in pentatonica! :D

Inzomma, è stata bella, lunghissima(22,00-01,00) serata ed hanno suonato tutti fino a farsi male alle mani!

Ci si rivedrà sicuramente fra un paio di settimane, che la prossima è dopo Pasqua e ovviamente stanno tutti con la panza piena!

AlexUnder

SQS - Sez. Dimenticatoio: Tesla - Song & Emotion
di Alexander25 | 18 marzo 2008 ore 15:03 da (People)

Artista: Tesla

Album: Psychotic Supper - 1991*

Song and Emotion - Lyrics:

Mai nome più appropiato per una canzone, che mescola in me emozioni legate alla musica. Mentre la ascolto provo ancora un brivido indimenticabile, malinconico e triste, ma anche di rinascita. Il ricordo della morte di mio cugino Luciano... Era il 1993, pochi giorni prima di conoscere una delle persone che ha cambiato in modo radicale la mia vita: Sandro. Stavo lì, davanti a quella bara e le note del favoloso assolo di Frankie Hannon mi rimbombavano nella mente e nel cuore. Una triste e struggente colonna sonora di un momento della mia vita che non scorderò mai. Son passati 15 anni da allora, ma questa canzone non finirà mai di ricordare quei momenti.

Psychotic Supper: terzo album della band statunitense alla sua consacrazione, dopo i fasti di fine anni 80 e la pubblicazione del celeberrimo Five Man Acoustical Jam che aprì effettivamente su scala mondiale la "moda" dei Live Unplugged, facevano parte di quel filone di Hard Rock(considerato da alcuni anche Hair Metal) nato a fine anni 80, di cui i massimi esponenti erano sicuramente i compagni di etichetta Guns 'n Roses e che si rifacevano molto allo stile di Bon Jovi o Skid Row, ma con un livello tecnico decisamente elevato. I riff di chitarra la fanno da padrona, ottime le sonorità e la qualità di registrazione che allora lanciava la Geffen come etichetta con un sound schiacciante, perfetto, disarmante se si vanno ad ascoltare produzioni dell'epoca, tanto da lasciare interdetto l'ascoltatore che adesso, 17 anni dopo, lo ascolta per la prima volta. Un album che io adoro nella sua interezza ma mi va di sottolineare alcuni brani in particolare:

Don't De-Rock Me: una sfuriata di hard rock potente e massiccia, molto live come concezione con ottimi assoli incrociati tra i due chitarristi ed il batterista, niente virtuosismi scontati, ma un rock che fa vibrare, che trascina.

What You Give e Stir It Up: due ballate semi acustiche, che armonizzano al meglio le stupende qualità vocali di Jeff Keith e le facili ma al contempo disarmanti melodie arpeggiate delle acustiche e dell'elettrica in solo di Sheock e Hannon, coppia formidabile di chitarristi.

Toke About It: un infuocato rock blues con un riffone granitico e divertentissimo, ritornello da cantare a squarciagola, uno dei primi brani che ho avuto veramente voglia di tirarmi giù in vita mia(e sono stati pochi, lo ammetto...)

* le fonti sono wikipedia, il video è la versione originale del brano, dove si vede la copertina dell'album.

AlexUnder

Nuova rubrica: Senti Qua Special
di Alexander25 | 18 marzo 2008 ore 11:31 da (People)

Sapete che sono scemo, ma ogni tanto qualche idea quelle due caccole che mi trovo nella scatola cranica la tirano fuori.

Mi piacerebbe iniziare una nuova rubrica aperta a tutti e da allargare a chiunque ne voglia far parte, passo alle spiegazioni: facile ma da perderci un pochino del proprio tempo, ma a turno almeno una volta a settimana possiamo dare un bel contributo, poi i più belli possiamo unirli in utili articoli da Homepage.

Senti Qua Special (SQS)

  • Ognuno di noi si prende la briga di recensire un album o una band intera
  • Le band/album dovranno essere divisi per sezioni/periodi.
  • Ovviamente chi vuole può approfondire l'argomento band di ognuno di noi, ma evitiamo i doppioni, se avete qualcosa da dire sulla recensione, ci sono i commenti, magari chi ha intenzione di farla lo scrive pubblicamente.
  • non ci sono tempi da rispettare nè obblighi, chi vuole si cimenta, ma l'idea è fare un diario a tema ogni settimana come minimo, il massimo sarebbe ogni giorno, ma penso sia impensabile, anche se siamo molti...quindi volendo, si potrebbe pure.
  • Visto che ci sono tra noi vecchietti come me fissati con roba vintage che ignorano buona parte di quella moderna, sarebbe interessante che i giovanotti ventenni(o ancora più pischelli) ci introducessero alle nuove band e tendenze di ora.
  • Avremmo così varie sezioni: Past(Vintage-album 70's e band pre CBS) - Post(80-90) - Modern(dal 2000 ad oggi) e sezione Dimenticatoio(ogni tempo) come meteore o album che conoscete solo voi che però hanno fatto la storia della vostra vita.
  • Si può scrivere in tutte le sezioni, non è detto che un pischello non abbia più conoscenze dei 70 di un cinquantenne e viceversa.
  • linkare video e riferirsi a parti di wikipedia per le biografie può facilitare e velocizzare il lavoro, mi interessano le vostre/nostre impressioni, non delle fredde analisi del prodotto

Insomma ne potrebbero venire fuori cose sfiziose. I generi sono TUTTI e la presenza della chitarra non è assolutamente fondamentale. Dalla House al Death Metal tutto è consentito. Ciò che non vorrei vedere però sono insulse e sterili discussioni su: è meglio questo, è meglio quell'altro...

PS. ve vojo bene, se non interessa a nessuno ditemelo subito che lo faccio da solo, chi commenta dica: sì ci sto e promuova idee.

Nel frappè: annatevelappijànderkulo!

AlexUnder

Il liutaRo
di Alexander25 | 17 marzo 2008 ore 15:22 da (People)

Ieri come promesso ho lasciato la bimba dal dottore, ecco le mie impressioni a freddo:

Il personaggio è molto, come dire, particolare, il classico artistoide/artigiano si potrebbe dire, in sè brava persona, ma molto(forse troppo) con i paraocchi, una cosa che ho sfortunatamente denotato in molti personaggi che in Italia producono nel loro piccolo ottimi strumenti artigianali, su tutti il denigrare a priori l'operato degli altri. Su tutte la problematica di accettare il lavoro di tattoo sulla mia tastiera in acero da parte di Piera. Il solito muro di diffidenza per le cose "nuove" e il volersi parare a priori del proprio lavoro:"io garantisco il mio lavoro, non quello degli altri!"

Discorsi che lasciano il tempo che trovano e che, come spesso accade, tagliano le gambe alle sperimentazioni su piani che vanno aldilà dell'ordinario e del consueto. Avendo dimostrato ampiamente con altri lavori la sua competenza abbiamo deciso con sguardi con la Peste di far lavorare il liutaio così come sa, senza intervenire nel suo lavoro. Il tattoo lo farà in un secondo tempo, quando la strato sarà tornata alla base. Con l'occasione ho potuto mettere le mani su una strato mexico con elettronica attiva prodotta dallo stesso, praticamente quella EMG di gilmouriana memoria ma meno "compressa" così mi è stato detto. Differenze con la mia, su un ampli per basso non ne ho notate granchè, ma francamente prediligo il lavoro che il buon Sandro ha fatto sulla mia. A me i pu attivi non hanno mai sfagiolato e preferisco di gran lunga dei buoni passivi(che il buon Siffredi non se ne abbia a male, per il resto sono con lui! :).

Una buona cosa però ne è uscita: in 18 anni mai toccato il truss-rod, risultato a detta del liutaio: E' dritto come un fuso sto manico, forse pure troppo, cmq si vede che è un ottimo acero, splendidamente stagionato!" Beh, una bella soddisfazione dalla mia piccola!

Spero che torni presto da me, più bella che mai... Già mi manca...sigh... :°(

AlexUnder

Domenica la porto
di Alexander25 | 14 marzo 2008 ore 14:08 da (People)

Inzomma ho deciso: domenica porto la mia unica splendida bambina per la prima volta dal dottore dopo quasi 17 anni(se pensato che è del 90 l'anno di costruzione...). Mi direte che era ora no? In effetti sì! Farò cambiare anche il capotasto in osso e i reggi corde sulla paletta che so rugginosi e fanno schifo. Un set up generale, farò rimettere cmq gli stessi tasti(non sono jumbo mi dissero) e l'action più o meno come è sempre stata.

Solo che ora la Peste mi ha messo una pulce nell'orecchio, mi ha detto al telefono:"Non è che magari quando lo svernicia ti puoi far ridare il manico che ci disegno su una cosa personale per te?" Mmhhh, diciamo che è stata un'uscita un po' tardiva, anche perchè non avrei idea di cosa farci disegnare... l'idea è sicuramente bella e la personalizzerebbe in modo stupendo, lei è troppo brava a fare ste cose. Solo che penso ai tempi di consegna che si allungherebbero, non sono convintissimo neanche se mi piacerebbe il risultato finale....boh...voi che dite?

Per quanto riguarda l'amichi, pure io ne ho perso uno, ma non mi lamento come un bimbo che gli hanno rubato il giocattolo, ste checche isteriche, poi penso di sapere chi è stato: qualcuno che ha detto basta a questo sito in maniera definitiva e quindi penso che amico rimarrà cmq, indipendentemente da un numerino in una pagina.

Se non fosse così, allora 'fanculo! ;D

Buon we, brutti pederasti!

AlexUnder

Refretting
di Alexander25 | 13 marzo 2008 ore 14:14 da (People)

Sabato mattina con ogni probabilità porterò la strato da un liutaio di fiducia. Mauro, fratello di Shadow, ci ha fatto due bassi ed una chitarra con un lavoro spettacolare, quindi mi posso fidare. Mi diceva però che con ogni probabilità il prezzo del refrettaggio+set up, ecc. dovrebbe stare intorno ai 300 euri. Il che ovviamente non è una passeggiata, anche se devo ancora portagli la chitarra e farmi fare un preventivo vero, che, almeno spero, sarà magari di minore entità. Certo che con 300 euri uno ci ricompra tutto il manico, anzichè refrettarlo. Se qualcuno ha avuto esperienze analoghe, mi può dire se come prezzo ci si può stare o è eccessivo?

Già che ci sono, che cosa posso fargli risettare? Un nuovo capotasto in osso?

Considerate ovviamente che le mie sono seghe mentali, in quanto non so se il prezzo sarà effettivamente questo.

AlexUnder

D’Ambra Grigia e Canfora (articolo o diario?)
di Alexander25 | 12 marzo 2008 ore 12:52 da (People)

Ieri grazie ad un invito fortuito io e la Peste abbiamo assistito a questo evento gratuito di teatro d'avanguardia e sperimentale.

“D’Ambra Grigia e Canfora”, tratto da una poesia del poeta persiano Qatran, è il titolo della performance di Raffaele Curi. "Un granello di sabbia per parlare poeticamente dell’annoso, difficile rapporto tra noi e i popoli chiamati arbitrariamente orientali.

Un susseguirsi di immagini ed emozioni molto forti. Nella struttura dell’Antico Mercato del Pesce degli Ebrei, allestita oltre per il simbolismo stesso che sottindente, presenta dei pannelli futuristi che circondano l'intera struttura e sulle quali vengono proiettate immagini, video tratti da film orientali, frasi di James, Yeats e tratte dal Corano e dalla Bibbia. Presente al centro un attore arabo con un agnellino adagiato sulle gambe incrociate. L'eterna differenza ed il disagio della cultura orientale/occidentale, due aerei partono dalle piramide al Big Ben, fino a fermarsi ad un passo dalle stesse, in quello che ovviamente richiama le torri gemelle ed ecco che viene proiettata un'enorme bandiera degli USA sui pannelli che aprendosi...eccoli: i Village People, in carne ed ossa, dal vivo con la loro YMCA, l'inno della futilità occidentale ma anche della diversità, l'inno all'omosessualità ed anche alla libertà.

Poi le scene più forti: Alessandro Pintus, ballerino di budò, un’antica danza giapponese, ci anticipa che si presenterà senza veli: una nudità intesa come purezza e riprende le parole delle sacre scritture: “se non ci spogliamo dei nostri averi non entreremo da nessuna parte”.

Il suo nascere dalla sabbia, bendato. Cieco cerca qualcosa, ma non lo trova, sbatte colpi fortissimi sulle strutture, lancia disperato la terra rossa che è il palcoscenico, disperato, agghiacciante nudità che non lascia quel senso di pudore, che va oltre, quell'oltre che tutti ultimamente cerchiamo. Arte, espressione estrema del proprio corpo e della danza. E' riuscito a trasmettermi cose che a parole sono poco esprimibili. Questa è senz'altro Arte, quella che si capisce, ma non si può spiegare, quella che ognuno da la sua interpretazione e così deve essere. La stessa band americana viene incorniciata in tutta quest'orgia di suoni ed immagini, tanto da dimenticarti anche di applaudirli, come per non interrompere questo continuum di cui loro stessi fanno parte, dal quale non possono distaccarsi. Insomma vengono visti per quell'immagine che rappresentano, in carne ed ossa, non un video, per dare un messaggio ancora più forte. Di diversità, ma di unione. Aerei di ogni nazione con un rumore assordante sempre più forte si trasformano in angeli. Una tessitrice di tappeti, gli stessi che vengono proiettati sul pubblico, facciamo tutti parte della stessa trama, disegnata apposta per noi da qualcosa di superiore che ci accomuna. L'agnello, Sem, Cam e Jafet appaiono: Noi discendiamo da Cam. Ragazzi in partenza all'inizio con i loro trolley girano in un battito di orologio, un'intreccio Kubrik/the Wall, torneranno alla fine bendati, il loro viaggio è finito, ma solo uno avrà capito, gli altri rimarranno lì, bendati affiancati all'uscita, mentre noi, pubblico, sfiliamo via, a ricordarci la nostra cecità, sotto lo sguardo severo dei tre pro-genitori, figli di Noè imponenti e al centro l'orientale, l'occidentale e l'agnello...

Perla: E il falco potrà ancora udire il richiamo del falconiere? (W.B.Yeats – il secondo avvento).

AlexUnder

Lettera aperta ad Accordo
di Alexander25 | 10 marzo 2008 ore 11:34 da (People)

E' finita? Non lo so. Sicuramente non sarà più come prima. Ma poi penso che in un Bar c'è tanta gente che entra e che esce...Ripenso a tanti che ormai sono spariti da mesi o da anni, che ormai non si ricordano più neanche cosa sia Accordo e il diario. Ma sono rimasti lo stesso nel mio cuore...

Chiuderò anch'io il mio diario per dissenso? Non lo so, non credo che sia nelle mie corde, sono un debole lo so, ma per me è una droga, alla quale non riesco a rinunciare. Pensare il futuro qua in mezzo senza Mozz, lo ZIO, AlecB, Moonlite, Charlie...Glen... Beh non è bello, ma tutto ha una fine giusto? Ok quindi, avete deciso, io starò qua ancora per un bel pezzo, amenochè non fossi impossibilitato o troppo indaffarato, ma quella è la vita che ti richiama all'ordine non una decisione drastica come han fatto quasi tutti.

La mia lettera aperta è alla direzione di questo sito: complimenti! Con un sol colpo dopo la triste perdita del Presidente avete deciso di falciare anche i "senatori", perfetto. Una bella dittatura del cazzo complimenti vivissimi. La mancanza di Glen si denota da questo: chi ha preso in mano Accordo non ci sta capendo un cazzo, questo momento di transizione è più deleterio di una bomba atomica(ed io sono esperto de sta robba nucleare...) e mieterà altre vittime. Perchè caro Alberto? Perchè la persona dietro un commento è vera! In carne ed ossa! E ci tiene a queste pagine grigio rosse ormai più di te. Questo sito è diventato grande perchè grandi persone ci hanno scritto sopra. Se le grandi persone se ne vanno, questo sito diviene piccolo ed insignificante... E' la passione degli uomini che rende grandi le imprese. Ma senza un bravo condottiero, tutto va allo sbaraglio. Alberto: hai sbagliato! La cosa peggiore? Lo sai perfettamente, ma sei troppo pieno di te per tornare sui tuoi passi e chiedere scusa.

E questa è la più grande delle offese che si potesse fare a Glen. Far morire Accordo.

Perchè questa lettera sta qua? Perchè non sarebbe stata pubblicata, e cmq è una mia riflessione, personale, che chiunque può obbiettare e farmi anche cambiare idea. Perchè io so riconoscere i miei errori.

E adesso il Bar riapre, perchè così voglio io e così avrebbero voluto tutti.

Cranghhhhh

E d'ora in poi si torna al cazzeggio di sempre.

Quando volete io sarò qui, per tutti.

AlexUnder

Riscopriamo gli antichi mestieri - la Liuteria
di Alexander25 | 07 marzo 2008 ore 00:25 da (Chitarra)

Riscopriamo gli antichi mestieri - la LiuteriaAlexander25 scrive: Porto a conoscienza degli accordiani questa interessante iniziativa dell'amico liutaio di Fabriano Giulio Negrini:

"RISCOPRIAMO GLI ANTICHI MESTIERI"

6 APRILE 2008 - ore 17:00 HOTEL JANUS - Piazzale Matteotti, 45 60044 Fabriano (AN)

Il Club Inner Wheel di Fabriano, organizza una serata rivolta alla conoscenza del mestiere del LIUTAIO.

x Black Poodle
di Alexander25 | 06 marzo 2008 ore 17:00 da (People)

Per Cristiano patito di girl-band e di MySpace!

Ecco a voi le Flagitious Idiosyncrasy in the Dilapidation!

Belle brave e soprattutto dai modi gentili!

E' proprio vero che le cose migliori ormai vengono dall'oriente, pure le passere adesso!

Enjoy(sta minchia)

AlexUnder

Parlamo d'altro va
di Alexander25 | 06 marzo 2008 ore 15:32 da (People)

Il diario quotidiano è sempre uno sfogo, che a volte non combacia con ciò che è giusto lasciare fuori da certi contesti. E' per questo che ho eliminato il mio diario precedente, non perchè abbia cambiato idea, ma semplicemente perchè è inutile rinfocolare discussioni che non portano a nulla e che non fanno altro che male a tutta la comunità. Invidio molti di voi che in certe discussioni preferiscono reprimersi pur di non entrare nel merito evitando di essere facile preda del Submit.

Parlando di musica e chitarre ieri, proprio come i bimbi col giocattolino dell'amichetto in prestito, ho riattaccato tutto il rack in casa(che grazie a prove e serate non attaccavo da mesi perchè non ne sentivo la necessità) solo per provare il Carl Martin Compressor.

Ovvio che è stata una prova ridicola e fittizia, perchè provare un compressore ad 1 Watt lascia il tempo che trova, poi non è che non conosca che effetto sia, più che altro volevo vedere alcuni settaggi di base prima della prova del nove di sabato. Approccio: ho lasciato il settaggio di Gigi/Alfio come lo usa lui, poco compressore e Resp a palla per dare sustain, il Gain ho dovuto abbassarlo a 2 sennò sfondavo i vetri. Con il clean/crunch ho settato più compressione, perfetto per arpeggi e accompagnamenti tipo "acustico". Con il Lead escono power-chord belli corposi con parecchia sustain si emulano i finali Petrucci style ;) mentre nei soli è ottimo con un po' di compressione per assoli in velocità, legati e Satriani style(ariuscicce! :).

Il dilemma è: meglio settarlo per i soli o per le ritmiche pulite? Perchè un pedale mica c'ha i preset! Presumo cmq che riuscirei a sfruttarlo molto meglio con i brani dei Rush, visto che le dinamiche sui pezzi Mururoa sono fondamentali. Inoltre il livello della compressione se abbasso il volume della chitarra va a farsi fottere o sbaglio? perchè abbassando l'output lavora ad una soglia superiore e quindi non comprime...

quanto so stupido, scusate! O_o

AlexUnder

Jam, conoscenze e prove su strada
di Alexander25 | 05 marzo 2008 ore 11:28 da (People)

Ieri una jammata "x".

"X" nel senso che la defezione all'ultimo momento di Alex the Hammer alla sbattera ci ha troncati e lasciati in enormi difficoltà, ma vediamo i lati positivi.

La conoscienza del nuovo accordiano Crodo è stata confortante: ottimo chitarrista e persona squisita che spero verrà spesso a trovarci e ci dia qualche dritta tecnica! Davvero ottimo chitarrista e musicista.

Le prove su strada sono dovute sempre al mitico Flaviux che ci ha portato un bel po' di giocattolini da provare, ad iniziare dalla Strato 57 CS con gli EMG Gilmour attaccata ad un Bassman 4x10 deluxe(mi pare). Impressioni a freddo: la chitarra esteticamente è molto simile alla mia, bianca ma verniciata alla nitro, la vernice mi diceva che si è spaccata quasi subito dopo l'acquisto, esteticamente la "reliccatura" non mi fa impazzire...anzi...gli EMG non mi piacciono come PU(nonostante adori Dave), li avevo già provati su una G&L e mi hanno lasciato un po' così. Il manico a C in acero è pressochè identico alla mia American STD, infatti l'approccio è stato identico. La grande dinamica dell'ampli però faceva la differenza, questo è da dire, se dovessi dare un voto: alla chitarra 6- rispetto alla mia(che è molto meno blasonata) molto più chiusa come suono ma non così nasale come la immaginavo, forse lo sarebbe con i PU originali, 5 se rapportata al prezzo anche per quelle crepe sulla vernice. Al Bassman darei un bel 7,5 per il suono e la dinamica, è cmq un ampli che devi tirare a canna per avere un po 'di crunch, praticamente una monocanale, senza pedali non ci fai granchè, ma per i blues e i funky lo trovo eccellente, gli darei anche 8, lo preferisco all'Hot Rod, ma per come suono io non me lo prenderei mai...

Poi un'acustica Takamine molto bella e un po' coatta con un bel falco sulla buca e occhi dello stesso, edizione limitata, molto bella nell'aspetto, comoda da suonare, controlli spostati sulla parte anteriore un po' scomodi, non mi fa impazzire l'equalizzatore, chiusa nel suono, si sente che è nuova e deve macinare km, ma ha un bel volume ed è piena di medie. Purtroppo il nostro caro amico è stato bidonato dal liutaio che gli ha fatto un settaggio da schifo, dato che già al XII tasto è insuonabile: i tasti sono alti e toccano! Incredibile! Flavio mettigliela per capello e dicci il nome(in pvt) di questo macellaio da evitare come la peste!

Poi mi sono sfiziato anche con la PRS di Matteo "Inquine" approccio della tastiera diverso dalle strato ma come sempre delicato e favoloso, anche se attaccata ad un marshalino a transistor e una pedaliera midi, viene fuori una cagata di suono che allora ti chiedi: sì vabè la chitarra da 3500 euri ma alla fine se la attacchi alla merda, sempre di merda suonerà! Cmq nonostante mi facciano impazzire per estetica e suonabilità, aldilà del prezzo, forse non me le comprerei mai, almeno per come sono fatto ora(stiamo parlando di sogni, ovviamente).

Infine mi sono appena andato a spulciare l'articolo di aRfio sulla comparazione dei compressori di un paio d'anni fa: mooolto bello e interessante, soprattutto dopo che ieri mi ha riportato il RAT e mi ha restituito il favore-prova, prestandomi il suo Carl Martin Compressor-Limiter. Stasera attacco tutto e me lo provo. Poi testerò le varie utilizzazioni in prova coi Mururoa e Snowdogs, interessante sarà vedere la risposta rispetto ai miei suoni e soprattutto rapportato ai brani. Penso mi tornerebbe più utile per i Rush. Mi intriga la funzione Limiter per la sustain e il level che fa in parte il lavoro di Booster. Gigi mi ha spiegato al volo i suoi utilizzi, mo ce smanetto, ma il dubbio che mi assale è: Visto che io ho prestato a lui il RAT e adesso se lo vuole comprare...non è che pure io poi con Carlo Martino....O_o

Untore di GAS

AlexUnder

1 di 20   «« Precedente  Successivo »»
Cerca Utente
Seguici anche su:
People
Quadriadi tra Accordi e Arpeggi
SAM Systems Integral: un modo originale di microfonare l'ampli
Baby Audio Super VHS, il nuovo plugin per gli 80s lover
RME svela la nuova Babyface Pro FS
La storia del Tech 21 di Steve Harris
Godin LGXT: una versatile scoperta
Il Plasma di Gamechanger Audio si evolve con Jack White
GB Drum Box, Game Boy formato plugin
Laboratorio di suono e creatività con Marco Scipione e Daniel Fasano
Andrea Lombardini sul palco dei Giardini di Mirò
SY-1000: Boss porta il guitar-synth al livello successivo
Come si diventa dei musicisti Pro?
Gli espositori raccontano SHG Music Show 2019
Boss Waza Air: l’amplificatore è nella tua testa
Shure BT2: l'upgrade è in promozione








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964