CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Ignazio Di Salvo: chitarrista e oggi anche cantante
Ignazio Di Salvo: chitarrista e oggi anche cantante
di [user #116] - pubblicato il

Ignazio Di Salvo è un chitarrista, compositore e insegnante che ha appena pubblicato un suo nuovo disco solista "Trust", lavoro nel quale esordisce anche come cantante. Ci siamo fatti raccontare questo disco e abbiamo parlato della sua attività didattica.

Ignazio Di Salvo inizia a studiare chitarra classica a 9 anni con il Maestro Francesco Buzzurro. A 16 anni il primo demo strumentale “Where the Thoughts Come From?” gli vale il titolo di giovane talento su molte riviste. Si laurea in Jazz al Politecnico di Milano, frequenta alcuni seminari al Berklee College of Music e ottiene un master al Conservatoire Royal de Bruxelles. Nel 2014 pubblica il suo primo album “A Gift To The World”. Oggi vive in Belgio e affianca all'attività di compositore quella di insegnante.
.
Ci fai un quadro delle tue attività professionali e artistiche come musicista e insegnante?
Sono un chitarrista/compositore/cantante. Mi occupo principalmente di due progetti in questo momento: la mia symphonic metal band Silent Utopia, che è un progetto che unisce la cinematic music con il metal moderno, ed il mio progetto solista rock, in cui sono anche cantante e per il quale sto per pubblicare il mio nuovo disco “Trust”. 
Lavoro anche come session man live ed in studio per vari progetti pop, suono anche molto jazz ed insegno musica a tempo pieno.

Quanto e come la contingenza storica del lockdown e del Covid ha condizionato e cambiato la tua attività?
Di sicuro ha avuto un impatto molto grave per tutti i lavoratori dello spettacolo purtroppo.  Nel mio caso ha impattato sui concerti in programma durante l’estate 2020 e sull’insegnamento. Non mi sono perso d’animo ed ho comunque portato avanti alcuni progetti.
Prima di tutto ho riprogettato il mio sito internet, che oltre a contenere la mia musica ed i miei progetti contiene adesso anche due corsi on line. 
Ho attivato la mia scuola di musica attraverso la quale sarà possibile studiare con me one-to-one per tutti i residenti in Belgio o in Olanda, oppure seguire i miei corsi via Skype o Zoom da qualsiasi parte del mondo in quattro lingue: italiano, inglese, francese e spagnolo. 
La crisi Covid ha anche ritardato molto l’uscita del mio nuovo disco ed anche la promozione live, credo dovrò aspettare almeno sino a fine anno solare purtroppo, se non di più. 

Ignazio Di Salvo: chitarrista e oggi anche cantante

Proprio oggi esce il tuo nuovo album. Ce ne parli?
Il mio nuovo disco solista si chiama “Trust” e contiene le prime dieci tracce inerenti il mio nuovo percorso come chitarrista/cantante. 
I miei eroi sono soprattutto chitarristi anche capaci di cantare e di scrivere canzoni, uno su tutti Ritchie Kotzen, ma anche Miles Kennedy degli Alter Bridge.
Più che essere un chitarrista “virtuoso” sento di essere soprattutto un songwriter, che ama scrivere canzoni ed arrivare dritto al cuore di chi mi ascolta. 
Questo primo disco è soprattutto un’esperimento: volevo tradurre in musica le mie idee, e nel frattempo sto scrivendo le nuove canzoni del prossimo, che rilascerò poco a poco nei prossimi mesi, invitando gli ascoltatori a partecipare al processo di creazione.
In questo disco le influenze principali sono Halestorm, Ritchie Kotzen e John Mayer.
Le prossime tracce conterranno molti più elementi funk e groovy, oltre che le già presenti influenze pop-rock.
Il disco sarà disponibile in digital download dal mio sito ad inizio settimana prossima, e sui distributori digitali poco dopo.
Trust è il titolo che rappresenta il percorso individuale che ognuno di noi deve fare per accettarsi, amarsi per come si è ed entrare in sintonia profonda con gli altri, rispettandone limiti e potenzialità.
 
Raccontaci chi suona assieme a te nel disco:
Ho avuto il piacere di ospitare Dino Fiorenza come bassista nella song "Erase and Rewind". Le sue parti di basso sono assolutamente mostruose e contribuiscono a creare il sound modern hard rock che avevo in mente. Sul resto dei pezzi ho suonato tutti gli strumenti: voce, le chitarre, il basso. Per le parti di batteria mi sono affidato ad EZ Drummer, on ottimo plug in che ha contribuito non poco al sound del disco.
 


Ho visto che stai promuovendo un corso dedicato alla tecnica. Ce lo racconti/descrivi?
Il metodo si chiama “Contemporary techniques for electric guitars”. 
Contiene più di sette ore di video lezioni più 21 licks da studiare ed una bonus lesson.
Ho voluto fare un corso accessibile a tutti e che prendesse in considerazione anche tecniche più recenti come lo slap, lo swybryd picking, di cui faccio abbondante uso, ed il double tapping, una mia personale variazione del tapping ad otto dita che consente di estendere in orizzontale gli arpeggi ancora di più che il “tradizionale” tapping ad otto dita.

Quale a tuo parere è lo stato di salute della chitarra strumentale? Ci sono degli artisti emergenti che stanno a tuo parere facendo evolvere questo genere?
Devo dire che secondo me lo stato è molto buono anche grazie a YouTube ed Instagram. È pieno di ragazzi che suonano molto bene. Allo stesso tempo noto una certa tendenza però alla ripetizione di schemi già usato negli anni '80 e '90, spacciati come innovazione. Una certa tendenza alla perdita della melodia in favore di video ed audio che suonano un po’ poco dinamici, e leggermente tendente alla “musica per video giochi”.
Ci sono allo stesso tempo però ragazzi che suonano incredibilmente bene, e sanno suonare per davvero, più stili in maniera organica e credibile, belle composizioni e suoni. Anche se la chitarra elettrica non è probabilmente più uno strumento che va nelle classifiche mainstream, ci sono tanti ragazzi interessanti e credo questo sia positivo.

Tu sei autonomo nella registrazione delle chitarre per i tuoi dischi e progetti? Ci parli del tuo approccio alla produzione e registrazione?
Per fortuna sono autonomo. Ho il mio home studio nel quale registro i miei dischi e le chitarre per altri clienti nel caso mi si richieda di partecipare ad altre produzioni. 
 
chitarra ignazio di salvo
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
Il sito di Ignazio Di Salvo
Acquista "Trust" il disco solista di Ignazio Di Salvo
In vendita su Shop
 
Visual Sound Garage Tone Chopper Tremolo
di Esse Music Store
 € 70,00 
Visualizza il prodotto
Roland Rcc-10-hdmi Cavo Hdmi Da 3 M
di Music Delivery
 € 35,00 
 
RODE VIDEOMICRO MICROFONO CARDIOIDE PER FOTOCAMERA CON SOSPENSIONE ELASTICA E FILTRO ANTI-VENTO
di Borsari Strumenti Musicali
 € 49,00 
 
Peace MTSC-5
di Banana Music Store
 € 115,00 
 
Mackie MC-150
di Banana Music Store
 € 73,00 
 
Paiste PSTS China 18" USATO cod. 18521
di Lenzotti
 € 89,00 
 
YAMAHA CS665A
di Banana Music Store
 € 70,90 
 
Seymour Duncan SH-15 Alternative 8 Gold (11102-85-GC)
di Banana Music Store
 € 132,00 
Mostra commenti     1
Altro da leggere
La triplice natura della chitarra
Walter Trout, "Ordinary Madness", il nuovo album in uscita il 28 agosto
Connexion, il nuovo album di Peppino D'Agostino
Esce oggi “Curriculum vitae”, l’album d’esordio di Rareş.
The Ritual Begins At Sundown il nuovo album di Robby Krieger
Workshop di chitarra con Gianni Rojatti
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Ovation Folklore 6774-4 anno 1995
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?
I sosia dei Måneskin su un cartellone in Lettonia? Significa più di ...
Fender Stratocaster #0018 del 1954: il restauro ToneTeam
E se il ritorno al rock passasse dalla realtà virtuale?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964