CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Frammenti dai  “120 arpeggi dall'op. 1” di Mauro Giuliani
Frammenti dai “120 arpeggi dall'op. 1” di Mauro Giuliani
di [user #46004] - pubblicato il

In questa lezione ci misuriamo con una manciata di spunti di studio estrapolati da uno dei testi più noti per la chitarra classica. I 120 arpeggi di Mauro Giuliano sono il libro – adottato in Conservatori, Licei Musicali e scuole di musica -probabilmente più studiato per chi deve iniziare a costruire e poi affinare affinare la propria tecnica classica.

L’autore di questa pietra miliare della didattica per chitarra è Mauro Giuliani, chitarrista di leggendaria bravura stimato e seguito da musicisti come Paganini, Rossini e addirittura Beethoven.

Frammenti dai  “120 arpeggi dall'op. 1” di Mauro Giuliani

Autentico virtuoso, con il suo repertorio e le suo eccezionali abilità strumentali, ebbe il merito di rinnovare l'immagine della chitarra,  fino ad allora considerato uno strumento secondario se non addirittura  destinato al solo svago musicale.
Più ancora, grazie alla sua fervente vena compositiva, contribuì a lanciare un fortunato filone nella editoria musicale di testi e spartiti riservato allo studio privato. 
 
 



Fondamentale per la corretta esecuzione di questo arpeggio (tratto dal secondo della serie) è la corretta meccanica della mano destra. Il movimento del dito parte dalla nocca della mano destra e dovrebbe muoversi come una leva, senza “spezzare” le falangi interne.

Frammenti dai  “120 arpeggi dall'op. 1” di Mauro Giuliani

Così si avrà più stabilità e precisione sonora e ritmica. Il pollice della mano destra sull'accordo finale di C (comune a tutti gli arpeggi) deve suonare sia la quinta che la quarta corda in rapidissima successione, in maniera tale da ottenere un effetto quasi di simultaneità tra i due suoni. 
 



Questo arpeggio (quarto della serie) presenta la particolarità di un pattern in terzine di crome che si ripete su set di corde differenti. Prestate attenzione all'ultimo gruppo di terzine di ogni battuta dove il pollice torna sulla quinta corda mentre l'indice e il medio continuano a suonare la prima e seconda corda.
 



In questo arpeggio fa capolino l'uso dell'anulare e la fondamentale dell'accordo di dominante (G). Per passare correttamente dal C al G7 della seconda battuta potete utilizzare la posizione del G7/B già presente negli esempi precedenti e successivamente appoggiare il dito 3 oppure disporre direttamente tutte e quattro le dita sulla tastiera in un unico movimento. Tratto dal settimo arpeggio della serie.
 



In questo esempio utilizziamo 2 note simultanee suonate rispettivamente da pollice e indice. Fate attenzione a pizzicare contemporaneamente le due corde per ottenere l'effetto richiesto, altrimenti il risultato sonoro sarà meno incisivo e si avvertiranno due note suonate in rapida sequenza.  Numero 11 della serie originale.

 



Ora le note simultanee diventano 3, usiamo le dita pollice, indice e anulare. Il pollice successivamente alla nota suonata sulla quinta corda passa sulla quarta. Attenzione a mantenere il giusto timing ed evitare di “scivolare” in avanti col tempo. Numero 18 della serie originale.
 



L'ultimo arpeggio proposto si caratterizza per una figurazione ritmica differente, sestine di sedicesimi. Provate a suonarlo anche pizzicando le prime due corde con il medio e l'anulare e suonando la terza corda con l'indice. Numero 25 della serie originale. 

Nel video Filippo Bertipaglia suonerà gli esercizi sopra proposti con una Salvador Cortez CC-06, una chitarra classica della serie Student con top in cedro per un suono caldo e un attacco veloce e fasce e fondo in agathis. 
 
 
cc06 chitarra classica lezioni salvador cortez
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
Visita il sito Salvador Cortez
In vendita su Shop
 
SALVI BOW BRAND RE 2 OTTAVA NATURAL GUT BUDELLO CORDA PER ARPA CELTICA
di Borsari Strumenti Musicali
 € 7,00 
 
SAMSON - R21 ST3 - Microfoni Dinamici - Cardioidi - Set 3 pezzi
di Music Works
 € 49,00 
 
CASIO CS68 WH SUPPORTO PER PIANOFORTE DIGITALE CASIO PRIVIA PX-S1000 e PX-S3000 BIANCO CS-68
di Borsari Strumenti Musicali
 € 129,00 
 
Zildjian 19" K Custom Hybrid China
di Banana Music Store
 € 375,00 
 
Electro Harmonix Hot Tubes OD USATO cod. 68121
di Lenzotti
 € 160,00 
 
Moog Music Subharmonicon
di Banana Music Store
 € 788,00 
 
Pickup Single Coil Telecaster Nashwille bridge
di Chitarre e componenti
 € 60,00 
 
Micro switch on-off-on 3piedini
di Chitarre e componenti
 € 4,00 
Mostra commenti     0
Altro da leggere
"Higher Ground" di Stevie Wonder in Open D
Lo studio dei Vibrati
Improvvisare senza scale: accordo minore
Lezioni on line: a che serve un insegnante?
Slide & Open D: suonare "Sleepwalk"
Chitarra Funk: suoniamo la Disco anni '70
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Matteo Vaghi Modern
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?
I sosia dei Måneskin su un cartellone in Lettonia? Significa più di ...
Fender Stratocaster #0018 del 1954: il restauro ToneTeam
E se il ritorno al rock passasse dalla realtà virtuale?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964