CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Lorenzo Feliciati: il mio suono di basso
Lorenzo Feliciati: il mio suono di basso
di [user #116] - pubblicato il

Parliamo di suono, elemento decisivo e caratterizzante per ogni musicista. E lo facciamo con Lorenzo Feliciati, bassista, compositore e produttore che proprio nel suono trova uno degli elementi più distintivi della sua produzione artistica.

"Mi fa piacere che il mio suono sia riconosciuto come particolare e distinguibile, perché credo sia ciò a cui ogni musicista tende. In effetti, il suono per me ha un ruolo decisivo: tra il 2010 e il 2020 ho realizzato diciannove dischi come bassista, produttore e arrangiatore;  quindi mi sono preso la piena responsabilità di quella che sarebbe dovuto essere la mia voce. Ma anche nei dischi in cui sono stato chiamato come session man, credo proprio il mio sound sia stato una delle ragioni per le quali sono stato coinvolto. Quindi, i miei dischi - e in partcolare quelli da solista - rappresentano la migliore testimonianza della mia ricerca sonora e del mio timbro.
Per questo, prendendo a riferimento la mia produzione, ecco una sorta di panoramica su come compongo il mio suono.
Partendo dai bassi, devo dire che quasi in ogni pezzo io tendo a usare più di un basso. Questo soprattutto per una ragione di esigenze sonore dettate dalle varie sezioni del pezzo: ogni brano finisce per avere bisogno di un sound più particolare in una sua determinata parte. Sound che un solo preciso modello di basso può darmi. In questo, parto dalla grande, principale, differenza tra bassi: quelli con i tasti e quelli fretless. Se per esigenze artistiche sento che un brano necessita di due suoni, non mi sono mai fatto scrupoli a imbracciare un basso diverso sia anche per una sola sezione della struttura. Dal vivo, ovviamente, la cosa cambia e non lo faccio.  Cambiare strumento durante l’esecuzione di un pezzo diventa una cosa funambolica; inoltre rischierebbe di distrarmi dal coinvolgimento nell’esecuzione, facendomi anche divertire meno suonando.
Quindi quando registro e produco suono tanti bassi: vecchi Fender, bassi Bolt On, bassi Neck-Thru, a quattro, cinque corde e con corde differenti…strumenti che mi garantiscono ciascuno una risposta molto diversa e di conseguenza sonorità diverse. Inoltre, con le loro diversità, stimolano e ispirano anche me a suonare in maniera differente, contribuendo a cesellare sonorità diverse…
 
Lorenzo Feliciati: il mio suono di basso

Quando arriva il momento di registrare parto sempre da un minimo di due tracce. 
Con la prima entro in una DI che può essere una DI artigianale (uso un modello molto interessante prodotto da un ingegnere romano che si chiama Nouglian) oppure una vecchia e fidata DI della MarkBass; si chiamo Super Pro DI e la utilizzo da tanti anni.
L’altra traccia, invece, finisce in una testata della MarkBass, la Little MarkTube. Questa permette di miscelare il suono valvolare con quello del solid state: una possibilità in più, enorme, di agire sulla timbrica del proprio basso. Ovviamente queste due tracce sono registrate in contemporanea e questo mi permette di miscelarle tra loro ottenendo combinazioni sonore differenti. E si torna al discorso dei bassi: anche in questo caso, non mi faccio scrupoli a bilanciare in maniera diversa i due suoni di basso, in sezioni diverse di uno stesso brano se questo mi aiuta a ottenere un determinato risultato! Ecco, negli ultimi mesi ho usato moltissimo il VintagePre della MarkBass, una macchina sola che mi permetteva di fare entrambe le cose: mandare un’uscita diretta come DI e una di linea, non bilanciata, come preamplificatore. 
Invece, è raro, rarissimo che utilizzi la microfonazione della cassa dell’amplificatore. Anche se devo coordinare 4, addirittura 6 tracce che arrivano dalla DI, dal segnale del pre, dagli effetti, queste le trovo comunque più gestibili e malleabili rispetto al suono singolo e finito ripreso dal microfono di fronte all’ampli. Senz’altro è un approccio personale e soggettivo e senz’altro è condizionato dal fatto che mi piace lavorare molto in produzione, post editing…e quindi voglio massima libertà nella gestione del suono.
 
Lorenzo Feliciati: il mio suono di basso

Tornando alle tracce che ho registrato (DI + segnale della Testata), tratto entrambe con pochissima compressione e solo se necessario.
Viceversa le trasformo sempre in Stereo con dei plug-in che devono dare spazialità ma non aggiungere coloritura o timbro sonoro differente. Ecco, semmai amo molto il Chorus: ci sono plug in ottimi che danno apertura al suono e non mangiano carattere e frequenze al suono. Quello è il Chorus che cerco.
Invece, se devo fare delle parti di basso molto effettate registro dalla mia pedaliera; anche in questo caso creo due tracce: una pulita e una con solo il suono processato degli effetti. In questa maniera li posso miscelare e dosare manualmente, con il pieno controllo del bilanciamento.
Poi, una parte fase importante e che – soprattutto nelle mie produzione – cerco sempre di seguire da vicino è la fase del Mastering. Perché forse, più ancora del basso, quello che amo e curo di più sono le frequenze basse.  Ho lavorato spesso con Michael Fossenkemper dei TurtleTone Studios, un ingegnere di New York specializzato che ha vinto vari Grammy e ha lavorato con Elton John, Steve Lukather…ma è soprattutto specializzato nella Dub e quindi la persona perfetta per assecondare la mia passione per le frequenze basse cui accennavo poco fa. Ultimamente ho lavorato anche con Enrico Sesselego: Enrico ha mixato e masterizzato “Rumble” e si è mostrato un partner ricettivo e sensibile circa le mie esigenze. Ha la mia stessa ampiezza di vedute circa l’utilizzo delle frequenze basse e la loro gestione nel mix finale.
Nella creazione del suono un aspetto decisivo, resta comunque il tuo approccio artistico. Io, per esempio, registro il basso alla fine delle mie produzioni. Voglio metterlo al servizio della musica. Far fare al basso quello che sento ancora manchi alla musica...ma ve ne parlo meglio nel video che trovate di corredo a questo articolo."

ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
La pagina di Lorenzo Feliciati
Ascolta "Rumble" di Lorenzo Feliciati su Bandcamp
Il sito di Lorenzo Feliciati
In vendita su Shop
 
Ernie Ball 1690 90 Nickel Wound Bass
di Banana Music Store
 € 11,90 
 
Ernie Ball 1390 90 Stainless Steel Bass
di Banana Music Store
 € 15,50 
 
Ernie Ball 1385 85 Stainless Steel Bass
di Banana Music Store
 € 15,50 
 
Ernie Ball 1375 75 Stainless Steel Bass
di Banana Music Store
 € 15,50 
 
Ernie Ball 1360 60 Stainless Steel Bass
di Banana Music Store
 € 14,50 
 
SQUIER - Contemporary Active Jazz Bass HH MN Flat White 0370450505
di Music Works
 € 439,00 
 
SQUIER - Classic Vibe 70s Jazz Bass MN Black 0374540506
di Music Works
 € 395,00 
 
EKO - GBU WIRELESS SYSTEM GUITAR BASS E UKULELE
di Music Works
 € 119,00 
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Basso e batteria in cinque
In cinque come i King Crimson
Lorenzo Feliciati: "Koi", musica di fusione
Massimo Moriconi: la tecnica serve per fare musica
Adam Deitch. Suonare la batteria Dubstep: influenze
Ma il basso, quando lo registriamo?
Basso elettrico: studiare con il metronomo
"Life" il disco di Federico Malaman
Non suoni nel disco: lo dice Jeff Beck
Quali pedali sono indispensabili per suonare il basso? - Parte 2
Andrea Lombardini sul palco dei Giardini di Mirò
"Salamanders in The Sun": omaggio a Steve Vai
Basso: esercizi per conoscere la tastiera
"Rumble" il nuovo lavoro di Lorenzo Feliciati
Phil Mer e Andrea Lombardini: groove erotici e sogni dispari
Bumerang: fusion che picchia forte
"MalaLicks": il nuovo libro di Federico Malaman
I Sex Pistols di Fasano, Rojatti, Scipione
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
CHARVEL PRO-MOD DK24
Visualizza l'annuncio
Blackstar HT-5R 5-Watt 1x12 Amplificatore chitarra elettrica
Visualizza l'annuncio
rastrelliera porta chitarre e basso
Seguici anche su:
Altro da leggere
Vuoi fare l’influencer? Spiacente: YouTube non paga
Lo streaming funziona, se sai cosa vendi
Non farti fregare: impara a leggere i numeri dei social
Le telecamere di The Scene al Grand Ole Opry
Il rock è reazionario
A Sanremo ha vinto il rock: e giù tutti a indignarsi
Una foto svela per errore la prima Silver Sky SE?
Steve Vai infortunato per “un accordo bizzarro"
Shure stravince al Music & Sound
La collezione di Tommy Emmanuel in vendita per beneficenza
Spotify: il brevetto “ascolta” il tuo stato d'animo
Bruce Springsteen: Jeep ritira lo spot pubblicitario dopo la notizia d...
Chick Corea è morto
USA: fermate chitarre false per quasi 160mila dollari
Gli sviluppi delle accuse di molestie sessuali a Marilyn Manson




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964