CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Orange è anche chitarre custom: guarda il processo di creazione
Orange è anche chitarre custom: guarda il processo di creazione
di [user #116] - pubblicato il

Orange Amps collabora con il laboratorio di liuteria Blast Cult e mette a punto una chitarra elettrica di fascia alta ispirata ai classici del rock.
Si chiama OE-1 ed è la prima chitarra elettrica Orange basata su un progetto custom, realizzata interamente a mano su ordinazione.

Orange Amplification ha già percorso le strade della liuteria elettrica con una chitarra destinata al mercato degli esordienti e degli studenti in forma di Guitar Pack, per poi riprendere il discorso alcuni anni più tardi con un basso elettrico originale. Ora, per la sua prima Custom Guitar, Orange mette a punto uno shape inedito e si affida al liutaio Jason Burns di Blast Cult, laboratorio artigianale piuttosto noto tra i fan di rockabilly e dintorni.

Orange è anche chitarre custom: guarda il processo di creazione

La OE-1 guarda da vicino ai progetti più legati alla tradizione del rock, aggiungendo sul piatto una serie di accorgimenti stilistici atti a farne un progetto singolare, ricco di carattere sul piano estetico quanto su quello timbrico.
La chitarra è una single-cut con cassa piatta e una spalla inferiore smussata, rifinita in una tinta a due toni tra un classico gold top e un bianco avorio nella porzione superiore, con un pronunciato purfling tutto intorno.

La cassa è in mogano senza fori di alleggerimento, con legni selezionati per leggerezza e risonanza.
Il manico, incollato e anch’esso in mogano, ha un profilo asimmetrico, che parte in una V appena accennata sui primi tasti per arrotondarsi in una tondeggiante C dalla sezione abbondante man mano che si procede lungo la tastiera.

22 fret di tipo jumbo posano lungo una tastiera in ebano segnata da intarsi a blocco. Il diapason, esattamente come si può immaginare su uno strumento simile, misura 24,75 pollici.
Immancabile, un ponte ABM Kalamazoo con relativo stoptail fa il paio con un set di meccaniche Grover, tre per lato su di una paletta nera dove campeggia il grosso logo Orange in madreperla intarsiato a mano.
Curioso, e forse dovuto alla natura artigianale dello strumento che offre una certa possibilità di personalizzazione in un continuo lavoro di ricerca e sviluppo, è scoprire come le foto ufficiali presentino la dicitura “AE-1” sul coperchio del trussrod anziché quello che è stato poi indicato come il nome del modello: OE-1.

Orange è anche chitarre custom: guarda il processo di creazione

Per ciò che riguarda l’elettronica, al momento il laboratorio pone l’utente davanti a due opzioni.
È possibile avere una coppia di pickup in stile Filter’Tron modello Mojo UK montati su due mascherine da Dog Ear, oppure due Sopabar 90 con poli sottili di tipo Staple in alnico.
In entrambi i casi è previsto l’abbinamento con potenziometri switchcraft da 500k abbinati a caratteristiche manopole in metallo color ottone con centro cromato.

Nel video preparato per il lancio, il direttore tecnico di Orange Ade Emsley e il liutaio Jason Burns raccontano la progettazione dello strumento e mostrano le fasi di lavorazione dai componenti grezzi fino al prodotto finito.



La prima Custom Guitar di Orange, battezzata OE-1, può essere vista più da vicino sul sito ufficiale a questo link, dove ascoltare anche diversi esempi audio.
chitarre elettriche oe1 orange
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
La prima chitarra Orange su Accordo
Il basso Orange su Accordo
Le Custom Guitar di Orange Amps
In vendita su Shop
 
Hagstrom HJ500-BLK
di Banana Music Store
 € 696,00 
 
mad professor Super Black
di Esse Music Store
 € 240,00 
 
BOBINE PER HUMBUCKER 53MM CREAM SET/2
di Boxguitar.com
 € 4,00 
 
XOTIC - BASS RC BOOST
di Music Works
 € 149,00 
 
KYSER KG6SA CAPOTASTO PER CHITARRA ACUSTICA ARGENTO
di Boxguitar.com
 € 22,00 
 
HBE ComPressor Retro (spedizione inclusa)
di Gas Music Store
 € 129,00 
 
ROCKBAG - 22503B BORSA HARDWARE BATTERIA
di Music Works
 € 109,00 
 
ROLAND CB-BPR07 Pouch Custodia per Roland R07
di Centro della Musica
 € 9,00 
Nascondi commenti     27
Loggati per commentare

di dale [user #2255]
commento del 05/06/2021 ore 18:14:15
Bellissima, stupenda ha look e grinta da vendere!!
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 05/06/2021 ore 18:19:38
Me gusta!
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 05/06/2021 ore 18:53:48
Niente di nuovo sembra una soundsation coi p90 e la paletta leggermente piu bella..praticamente fa c..
Rispondi
di fbf [user #36393]
commento del 05/06/2021 ore 21:22:4
D'accordissimo!
Rispondi
di WATERLINE [user #51250]
commento del 05/06/2021 ore 22:34:57
Sinceramente dal punto di vista estetico mi lascia piuttosto indifferente.
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 06/06/2021 ore 06:46:00
No, oggi come oggi credo che prenderei una Yamaha Revstar, o ancora meglio una Yamaha XSR 700.
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 06/06/2021 ore 08:18:26
Non giudico lo strumento, sarebbe da provare...immagino suoni molto bene dalle specifiche.
Però $ 5,500 azz....non so chi sará pronto a spenderli.
Rispondi
di Lespo [user #18097]
commento del 06/06/2021 ore 12:12:19
Io pensavo sotto i 1000 e nemmeno ero convinto........
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 06/06/2021 ore 14:18:38
Sono praticamente fatte a mano, le produrra' un laboratorio di liuteria e non una fabbrica quindi i dettagli tecnici come la finitura dei tasti per esempio sara' a livelli top, la quota di lavoro manuale sara' altissima, la selezione dei materiali quanto di meglio ci si possa aspettare, siamo a livello di chitarre artigianali, tra i 2500 ed i 3000 potrebbe essere un prezzo ragionevole e ragionato....piu' di 5000 sono davvero tanti
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 07/06/2021 ore 15:45:24
Sul fatto a mano, a mio parere, siamo vittime di un grosso equivoco: i pezzi di una chitarra è 100 volte meglio siano fatti a macchina, perchè una fresa cnc lavora con precisione di centesimi di millimetro, un falegname di millimetri, quindi manico e body a cnc tutta la vita: lavorazione migliore, più rapida e precisa. Stesso discorso per i tasti e le meccaniche: tutta roba che esce da torni e frese ed è molto meglio così. All'uomo resta la fase di assemblaggio e lì ogni chitarra è fatta a mano. Quindi l'incidenza della manodopera varia solo in base alla perizia, ma non capisco perchè un liutaio dovrebbe impiegare più tempo di un operaio: le operazioni quelle sono. Certo uno le può fare meglio e l'altro peggio, ma alla fine significherà solo che una chitarra esce perfetta mentre l'altra necessità di un set up: 40 euro dal liutaio di fiducia.
Anche sulla scelta dei materiali non mi pare che si giustifichi un divario di oltre 3.000 euro fra una buona chitarra ed una custom shop: esclusi i legnami protetti, gli altri sono tutti "stagionati" in essicatoio ed anche lì la differnza fra una tavola ed un'altra può variare da 1 a 100 euro, non di 1.000.
Ciao
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 08/06/2021 ore 07:50:22
mah...secondo me sottovaluti molto quanto l'operato dell'uomo possa incidere in termini di qualita' del prodotto finale ed il tempo costa....poi sono d'accordo anch'io che il prezzo sia esagerato per quello che offrono ma sono anche convinto che come qualita' siamo ai massimi livelli
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 08/06/2021 ore 08:32:03
Può darsi tu abbia ragione, anche perchè il mio metro di paragone è la produzione di altri beni, non di strumenti musicali ed è vero che il tempo costa. Però le lavorazioni non richiedono l'intervento di un artista o di un mago, un buon operaio è sufficiente e la differenza di costo per il tempo di un operaio specializzato ed uno preso dalla strada non è 100 ad 1. Inoltra la lavorazione richiesta per assemblare e rifinire una chitarra quante ore può richiedere? A mio parere l'incidenza sul costo finale non è certo preponderante. D'altra parte se non fosse così non capisco come possano Ibanez o Cort fare ottimi strumenti, che escono perfettamente settati a prezzi decisamente abbordabili.
Ciao
Rispondi
di TB [user #1658]
commento del 11/06/2021 ore 00:11:34
Ibanez fa ottime chitarre a prezzi abbordabili, ma dove può (negli effetti) ti vende uno scatolotto verde con quattro componenti dentro a 140€, che se gliene costa un decimo è grasso che cola. Perché? Perché PUO': il Tubescreamer è diventato un classico, lo vogliono tutti, quindi all'Ibanez se ne fregano dei costi di produzione e si permettono un mark up che i concorrenti "senza nome" (e quindi senza fascino) non possono applicare.
Bisogna smetterla di pensare al prezzo degli strumenti musicali (ma non solo) in termini "ragionieristici", di somma dei costi: non ha nessun senso!
Il prezzo lo fa la domanda, più ce n'è e più si può tenere alto il prezzo, in maniera completamente indipendente dai costi.
Semmai c'è da chiedersi come sia venuto in mente alla Orange di lanciarsi nel mondo del custom shop con una chitarra così costosa: può piacere o no (a me no), ma si tratta comunque di una simil-Gibson, o simil-Gretsch, senza nessuna innovazione particolare e, soprattutto, senza il fascino e la storia che permettono a quei marchi di chiedere certi prezzi.
Sarà un'operazione di immagine, con una produzione molto limitata, non vedo alternative.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 11/06/2021 ore 08:32:07
Perdonami, ma il tuo discorso sa un po' di reaganismo spinto (e la presidenza Reagan ha causato danni inenarrabili all'economia USA dopo averla drogata per 8 anni, lasciando macerie a chi seguiva). Al netto del fatto che la domanda viene orientata da chi vende, tali costi (di marketing) entrano nel computo "ragionieristico" che contesti: il Tubescreamer perderebbe mercato progressivamente se Ibanez non proponesse ogni due anni qualche azione di rilancio, azioni che costano.
Ciao
Rispondi
di TB [user #1658]
commento del 11/06/2021 ore 09:34:30
Che c'entra Reagan, è l'economia capitalistica che funziona così, ci piaccia o meno (d'altronde, non mi pare che la Gibson, per dire, abbassi i listini durante le presidenze democratiche...).
La domanda viene orientata da chi vende e pure i costi di marketing vanno considerati: certamente, è ovvio, ma è altrettanto ovvio che sono costi che ti permettono di applicare ricarichi di prezzo più che proporzionali, sennò non varrebbe la pena sostenerli. Non mi ricordo tutte queste azioni di rilancio periodiche del TS, ma anche ci fossero costerebbero un'inezia rispetto agli analoghi sforzi promozionali di un concorrente che uscisse dal nulla e volesse posizionarsi nella stessa fascia di mercato: la spinta necessaria a mettere in moto una macchina è molto maggiore di quella che serve a mantenercela, vale in fisica come in economia.
E' per questo che mi sembra avventata la mossa di Orange, a meno che non abbia fini prevalentemente promozionali, di promozione del marchio in generale.
Bye
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 06/06/2021 ore 09:12:54
Tralasciando le considerazioni estetiche in quanto personali trovo estremamente grossolana la soluzione di quel grosso spessore sotto la parte di tastiera che sormonta la cassa, soluzione peraltro obbligata dalla scelta di installare un ponte TOM....certo si sarebbe potuto dare al manico un'inclinazione all'indietro in stile Gibson ed il risultato sarebbe stato certamente un po' piu' elegante ed avrebbe alleggerito la linea dello strumento.
Onestamente non capisco cosa possa fare di questa chitarra uno strumento di fascia alta oltre al prezzo, secondo me se ne venderanno 20 sara' gia' un successone
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 06/06/2021 ore 09:31:48
Mah
Rispondi
di Pattagorru [user #56686]
commento del 06/06/2021 ore 13:50:45
mmhhhh ... ah ah ah ah ah ah ah ahhh
il primo 'aborto clandestino' che supera i 4.500 € !!!
no comment
Rispondi
di 61Ovation [user #31317]
commento del 06/06/2021 ore 16:44:27
5500$…esci dal negozio e ne vale 2000 se trovi chi apprezza i materiali….
Perdonate ma io questi “esperimenti” nn li capisco… saró vecchio e nn aperto
alle novità … oltretutto la trovo dozzinale.
Rispondi
di NICKY [user #46392]
commento del 07/06/2021 ore 08:42:13
Può anche essere valida, ma starebbe bene addosso solo al grande puffo! Perchè fanno chitarre grandi come un Dildo?
Rispondi
di saverio21 [user #20612]
commento del 08/06/2021 ore 19:32:31
Perchè ci sono chitarristi, come me, che sono alti solo un metro e 65 :)
pensa che io amo la Gibson ES335 ma mi sono sempre dovuto "accontentare" della 339 proprio perchè ha il corpo più piccolo... una 335 mi copre per intero, tipo bara proprio :)
Rispondi
di Gigibagigi [user #49591]
commento del 07/06/2021 ore 09:38:54
Togli ad una les paul il carved-top, il manico inclinato, e l'acero fiammato e avrai un obbrobrio da 5.500 Euro. Me cojoni.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 07/06/2021 ore 15:37:18
Io vedo un prezzo di poco inferiore a 4.500 non di 5.500, è comunque tantissimo, soprattutto perchè non vedo nessuna novità il cui studio giustifichi il fatto di costare 4 volte una buona chitarra già in commercio. A me pare che in Orange abbiano proprio sbagliato approccio.
Ciao
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 08/06/2021 ore 22:59:07
Io per primo ho scritto 5,500 ma dollari non euro.
La pagina riporta esattamente $5,427.48...io ho arrotondato
Probabilmente il tuo prezzo é in euro.
In ogni caso...sempre tanti, per i motivi che hai giustamente elencato.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 09/06/2021 ore 08:41:12
Ciao, infatti, io ho visto il prezzo in euro. Però è strano che ci sia una differenza così notevole anche perchè pure il prezzo in pound è allineato all'euro: 3.800 sterline. Misteri dell'esportazione.
Ciao
Rispondi
di SysOper [user #10963]
commento del 09/06/2021 ore 18:01:22
Nessun mistero, il rapporto tra il prezzo in dollari e quello in sterline corrisponde esattamente al cambio ufficiale (1.41)
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 07/06/2021 ore 21:29:09
Diciamo che orange é arrivata un po tarde, quando ormai la chitarra é demodé, oggi giorno vendono di piú le low cost, per sfizio o chi vuole provare ad imparare
Rispondi
Altro da leggere
Solar alle sue prime Tele-style
Perché il Sol si scorda? Ecco come evitarlo
Meccaniche bloccanti: quando e perché usarle… oppure no
Come trovare la chitarra vintage dei tuoi sogni
AZ2204N Prestige: in video il vintage versatile di Ibanez
Pickup zebra e switch HDR: la Godin Summit Classic diventa HT
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Che cos’è il blues? Il video
Un plotone di star per il vaccino con la chitarra dei Tenacious D
Il fenomeno Maneskin
La posizione del pickup al manico tra mito e scienza
Fender a 21 o 22 fret: cosa cambia?
La Made From Melbourne di Maton è costruita con pezzi di teatri austr...
Vuoi fare l’influencer? Spiacente: YouTube non paga
Lo streaming funziona, se sai cosa vendi
Non farti fregare: impara a leggere i numeri dei social
Le telecamere di The Scene al Grand Ole Opry
Il rock è reazionario
A Sanremo ha vinto il rock: e giù tutti a indignarsi
Una foto svela per errore la prima Silver Sky SE?
Steve Vai infortunato per “un accordo bizzarro"
Shure stravince al Music & Sound




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964