DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
P90 troppo basso? Non gettiamo la spugna: compriamola!
P90 troppo basso? Non gettiamo la spugna: compriamola!
di [user #910] - pubblicato il

"Anzi, usiamola" spiega il nostro lettore Oliver, alle prese con la regolazione in altezza di un pickup P90 con un po' di sano fai-da-te.
Penso che tutti sappiano cosa sia un P90, e che sia disponibile in due “formati”.
Uno è il Soapbar, che è il più diffuso, e si fissa al body tramite due lunghe viti che lo attraversano in mezzo, tra i poli magnetici.
L’altro è il Dogear, così chiamato per le due estremità triangolari, aggiunte ai lati per poterlo fissare su body vuoti (hollow body).

P90 troppo basso? Non gettiamo la spugna: compriamola!

Non è però infrequente trovare P90 Dogear montati su chitarre solid body: la Les Paul Junior ne è l’esempio più classico.
Il sistema di montaggio è molto semplice, ma ha un limite intrinseco: non consente di regolare l’altezza del pickup rispetto alle corde.
L’unica cosa che si può fare è agire sui singoli poli, per avvicinarli o allontanarli dalle corde. Si intuisce subito che il margine di regolazione non è elevatissimo, sia perché i poli magnetici probabilmente non funzionano allo stesso modo se vengono allontanati troppo dal magnete sottostante, sia perché... sarebbero bruttissimi da vedere.

Nelle chitarre Gibson normalmente il problema non sussiste: nascono già con un’impostazione corretta che posiziona il P90 in condizioni ottimali.
La LP Junior, per esempio, a conti fatti non è altro che una LP Standard alla quale non è stato applicato il top in acero. Però l’angolo di giunzione del manico è stato modificato opportunamente e le corde arrivano al ponte a un'altezza ideale.

P90 troppo basso? Non gettiamo la spugna: compriamola!

Per qualche motivo che continua a sfuggirmi, la maggior parte delle chitarre non-Gibson che si ispirano agli stessi modelli storici non vengono costruite con queste attenzioni, con il risultato che quasi sempre il povero “orecchio di cane” si ritrova troppo distante dalle corde, con importanti conseguenze sul suono e sulla suonabilità. Un pickup troppo distante non solo suona “di meno” (cosa che a volte può essere anche intenzionale), ma porta ad alzare volume e gain dell’amplificatore. E con un single coil significa una cosa sola: rumore.

Ma non bisogna arrendersi. Se il P90 è proprio il pickup che ci piace, non dobbiamo gettare la spugna. Anzi, compriamone un po’.
Si trova facilmente in fogli, elegantemente neri, di spessori variabili (che si possono anche sovrapporre e sommare), in formato A4 e a prezzi contenuti.

P90 troppo basso? Non gettiamo la spugna: compriamola!

Si lavora e si taglia molto facilmente e ha una consistenza ideale, morbida ma non troppo. 
È un attimo, e parte l’Art Attack.

Basta riportare la sagoma della cover P90 sulla spugna e tagliare. Una lama affilata o un paio di forbici vanno benissimo.
Con un comune punzone si praticano i fori per il passaggio delle viti.
Fatto?

P90 troppo basso? Non gettiamo la spugna: compriamola!

Da un singolo foglio si ricavano almeno sei sagome.
In non più di cinque minuti e a costo ridicolo di qualche centesimo ricaviamo quello che sul web viene venduto come “P90 shim”: fatto quasi sempre allo stesso modo, ma al prezzo di una decina di euro (+ spedizione, spesso extra UE).
Funziona!

P90 troppo basso? Non gettiamo la spugna: compriamola!
chitarre elettriche fai da te gibson gli articoli dei lettori pickup
Mostra commenti     27
Altro da leggere
PRS Swamp Ash Special: non sei tu, sono io
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Bare Knuckle e paletta Strat per la Jackson 7-corde di Josh Smith
Fender ammicca al vintage giapponese con la Gold Foil Collection
Una Gibson Les Paul Standard gold top del 1958
La sottile inesistenza del vintage
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Blanco non sente la voce e sfascia tutto: povera stella
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964