CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
La Dave Mustaine è la prima Gibson acustica con 24 fret
La Dave Mustaine è la prima Gibson acustica con 24 fret
di [user #116] - pubblicato il

Intarsi a dente di squalo, la testa di Vic Rattlehead bene in vista, elettronica ad output potenziato e la bellezza di 24 tasti: la Dave Mustaine Songwriter è una prima assoluta per Gibson.
Musicista iconico della scena metal, fondatore di una delle band più amate di sempre e personaggio estremamente forte per stile e carattere, Dave Mustaine è entrato a far parte delle scuderie Gibson all’alba del 2021. I primi esemplari di Flying V non si sono fatti attendere ma, nelle immagini mostrate in anteprima a febbraio dello stesso anno, ha stupito scovare un’originale chitarra acustica.
Quella che compariva tra le foto era una chitarra molto simile alla Songwriter, il disegno originale Gibson di derivazione Dreadnought ora proposto in un’esclusiva veste Ebony per il frontman dei Megadeth.
Lo strumento mostrato allora si discostava per dettagli come la spalla mancante fiorentina anziché la morbida veneziana, ma colpiva già la presenza del 24esimo tasto: sebbene fosse un aspetto quasi scontato nella Flying V della stessa serie, si tratta di una prima assoluta per Gibson su una chitarra acustica.
La Songwriter di Dave Mustaine è ora realtà, ed entra tra le fasce alte della produzione acustica Gibson con una scheda tecnica mai vista prima nei cataloghi del marchio.

La Dave Mustaine è la prima Gibson acustica con 24 fret

Sotto la finitura lucida alla nitrocellulosa della Songwriter si cela una tavola armonica in abete sitka su fasce e fondo in noce. Dentro, un Advanced X-Bracing sagomato a mano reinterpreta il classico disegno a X per un timbro moderno, equiliibrato e presente.
Il manico in mogano con profilo Advanced Response promette suonabilità agile grazie a una sezione sottile in abbinamento a un raggio di 16 pollici per la tastiera.
La scala corta da 24,75 pollici si completa con ben 24 fret su una tavola di ebano seminata di vistosi intarsi a doppio dente di squalo.

Capotasto, ponticello e pin fermacorde sono in TUSQ per una trasmissione delle vibrazioni eccellente e una buona tenuta d’accordatura. Sotto il ponte, di tipo belly up “alla rovescia”, un sensore LR Baggs VTC vede un output maggiorato e controlli di volume e tono accessibili dal bordo interno della buca.

La Dave Mustaine è la prima Gibson acustica con 24 fret

Signature a pieno titolo, e con elementi distintivi bene in evidenza, la Songwriter di Dave Mustaine riporta sul battipenna e sulla paletta l’effige di Vic Rattlehead, la mascotte dei Megadeth.
Un look total black avvolge per intero lo strumento, che rinuncia a binding e purfling di sorta in favore di un aspetto pulito e minaccioso, quasi “stealth”.

Sul sito Gibson, la Dave Mustaine Songwriter può essere vista più da vicino a questo link con altre foto, dettagli tecnici e prezzo di listino per il mercato statunitense.
chitarre acustiche dave mustaine gibson songwriter ultime dal mercato
Link utili
L’annuncio della collaborazione
Mostrati i primi modelli
La prima Flying V di Dave Mustaine
La Dave Mustaine Songwriter sul sito Gibson
Nascondi commenti     21
Loggati per commentare

di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 11/05/2022 ore 16:52:18
Esteticamente non mi piace, sicuramente suonerà benissimo, però proprio non capisco come si dovrebbe arrivare al 24° tasto e per fare poi cosa su un'acustica...Ma vabbè, il marketing è marketing!?
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 11/05/2022 ore 16:58:09
Concordo, su tutto.
Rispondi
di Gigibagigi [user #49591]
commento del 11/05/2022 ore 18:38:30
Un'acustica con 24 tasti e teschi incatenati. Sicuramente economica, come solo Gibson sa fare. Cavolo, averci pensato prima.
Rispondi
di alexus77 [user #3871]
commento del 11/05/2022 ore 20:24:12
Mah... considerato che ho preso la mia Songwriter a meno di un terzo del MSRP sul sito, direi che questa e' roba da collezionisti a cui fa proprio schifo il denaro. De gustibus.
Rispondi
di TumblinDice [user #38343]
commento del 11/05/2022 ore 21:48:53
Ho sembre trovato sorprendente (e francamente anche un po' imbarazzante ) che una società come Gibson decida di affidare a Mustaine la promozione del proprio marchio.

Come se Eko Guitars facesse di Povia il proprio brand ambassador, a prescindere dalle capacità tecniche e artistiche di entrambi.

Per quanto riguarda la chitarra la trovo pacchiana, nel 2022 potevano trovare qualcosa di meno abusato e banale dei teschi ...
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 12/05/2022 ore 12:26:19
Scusa, senza alcuna polemica, ma proprio non ho capito il tuo commento: un produttore di chitarre affida l'endorsing di propri strumenti al chitarrista di una band sulla scena da 40 anni, con alle spalle milioni di dischi venduti e che ha contribuito a creare un nuovo genere. Se non è la combinazione più adeguata non comprendo quale lo possa essere.
Ciao
Rispondi
di TumblinDice [user #38343]
commento del 12/05/2022 ore 14:11:21
Discuto riguardo l' opportunità di legare il marchio e farlo rappresentare dal personaggio Mustaine relativamente alle sue note dichiarazioni in ambito sociale, religioso e politico. Niente da dire sul musicista.

Leggiti questo delirio complottista dove Mustaine accusa Obama di aver iscenato e ordinato sparatorie di massa al fine di far passare una legge sulla regolamentazione delle armi:
"Back in my country, my president is trying to pass a gun ban. So he's staging all of these murders, like the Fast and Furious thing down at the border and Aurora, Colorado, all the people that were killed there. And now the beautiful people at the Sikh temple."

Mustaine è un estremista religioso che supporta la destra più radicale e reazionaria e non perde occasione per ribadirlo dopodichè, sicuramente, il marketing avrà considerato che il ritorno di immagine dovuto al fatto che imbracci una Gibson è vincente.
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 12/05/2022 ore 15:06:41
Mustaine è sicuramente un personaggio a dir poco particolare, ma per quanto con un orientamento non democratico è stato spesso contrario a molti dei repubblicani, uno su tutti Trump.

lo definirei più un anarco-religioso rincoglionito dalla droga (o dalla sua mancanza)...
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 16/05/2022 ore 12:09:1
Scusa, ma mi trovi in completo disaccordo: Mustaine qui non esprime idee politiche o religiose o altro, è un chitarrista e reclamizza una chitarra. La tendenza al tutt'uno è secondo me assai deleteria: se dovessimo applicarla tout court finirebbe che il Papa che strimpella la chitarra sarebbe il miglior endorser del mondo o, cambiando scenario, dovremmo ritenere Maradona un pessimo calciatore. Facciamo che usiamo la razionalità e riteniamo Mustaine è un buon chitarrista e compositore ed evitiamo di raccogliere messaggi antidemocratici o complottisti, se no buttiamo il bambino con l'acqua sporca.
Ciao
Rispondi
di Massisv [user #61630]
commento del 12/05/2022 ore 08:22:11
definirla orrenda è fargli un complimento
Rispondi
di Ampless [user #60399]
commento del 12/05/2022 ore 08:44:21
A leggere i commenti mi viene da dire:
"Meno male che sono cieco!"
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 13/05/2022 ore 17:02:31
ahahah, sei un grande
Rispondi
di Ampless [user #60399]
commento del 14/05/2022 ore 09:11:31
Ciao carissimo, senti questa, non è una barzelletta, ma mi è accaduto nel 2010 a Tirrenia, quando la mia situazione visiva aveva cominciato a prendere una brutta svolta.
Mi trovavo in un centro vacanze dentro una struttura che ospita ipovedenti e non vedenti, ma non solo, io e la mia compagna entriamo nella sala ristorante per pranzare, ad un certo punto entra un cameriere, naturalmente senza alcun problema visivo, inciampa su un bastone bianco di un ospite che lo aveva poggiato ad un tavolo, il bastone rotola in mezzo al locale, il cameriere si china e lo prende in mano, poi si gira e rivolgendosi ad una sala piena di commensali ciechi esclamò:
"Di chi è questo?"
Io avrò riso, insieme alla mia compagna, per tutta la vacanza come un deficiente, ancora oggi quando la racconto in giro la gente si piega dal ridere.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 14/05/2022 ore 10:52:28
ahahah, io avrei risposto, tutti in coro, "de stoca##o"
Rispondi
di Mimmo66 [user #26026]
commento del 14/05/2022 ore 14:11:53
Ahahahahahahahahahahah 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣 Mi sa che rido fino a domenica 🤣🤣🤣🤣
Rispondi
di Ampless [user #60399]
commento del 14/05/2022 ore 22:14:03
Caro Mimmo, c'è chi colleziona chitarre, io colleziono figure di m....
se dovessi raccontare quante me ne sono successe con il mio handicap visivo..
Una volta esco di casa per recarmi da una sanitaria per acquistare una fascia elastica per la gamba, le mostro i piedi, nel mentre mi accorgo che sono uscito di casa con un mocassino marrone e una scarpa da ginnastica verde..
un altra volta entro in carrozza di un treno, faccio per mettermi a sedere, e senza farlo apposta mi sono seduto in braccio a un tipo, era dello stesso colore dei sedili, si mimetizzava bene..
Rispondi
di Mimmo66 [user #26026]
commento del 14/05/2022 ore 22:46:14
Ma con lo spirito che dimostri vinci sempre tu 👋👋👋🍻
Rispondi
di 5maggio2001 [user #36501]
commento del 12/05/2022 ore 10:54:33
mah.... mi convince molto poco, capisco fare delle flying v metal o delle explorer ma questa mmmmmmmmmm
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 12/05/2022 ore 11:29:02
La mascotte dei Megadeth avrebbe aiutato a vendere un bel po' di chitarre di fascia media negli anni '90... oggi non so quanti siano disposti a spendere tutti quei soldi per un'acustica con il faccino di Vic sopra, mi sarebbe piaciuta una soluzione meno impattante dal punto di vista estetico. Se però riescono a venderle hanno ragione loro e torto io.
Mi intrigano invece i 24 tasti su un'acustica, il semplice fatto che finora non siano mai serviti a nessuno, e che siano di non facilissimo accesso, non vuol dire che a qualcuno possa venire in mente come sfruttarli, e quindi ben vengano.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 12/05/2022 ore 12:29:54
La chitarra esteticamente mi pare abbastanza ordinaria: la decalcomania mi pare un di più che avrei lasciato alla scelta del cliente. I 24 tasti sono una scelta interessante, condivido quanto ha scritto theone... . Il prezzo è un altro paio di maniche: oltre 4.000 dollari mi pare sinceramente, non uno sproposito, ma due.
Ciao
Rispondi
di spillo91 [user #17528]
commento del 12/05/2022 ore 18:22:39
Anacronistica, brutta e troppo cara. Quindi andrà a ruba.
Rispondi
Altro da leggere
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora succedere
Atlas: la sfida Source Audio ai compressori
iRig Pro Quattro: interfaccia audio portatile multitraccia da IK Multimedia
Il Cry Baby signature di Kirk Hammett è realtà
Special Cranker: un overdrive di cui fidarsi
SH9: Scott Henderson signature dal creatore del TubeScreamer
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Gibson USA Les Paul Joe Perry Signature 19961997
Seguici anche su:
Altro da leggere
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria
Dentro il suono di Yvette Young: dove l'estro incontra il virtuosismo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964