CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
di [user #116] - pubblicato il

“Behold, The Glove” annunciava Matthew Bellamy in un suo brano accompagnato da un videoclip a tratti surreale. Quel guanto è ora uno strumento vero, parte integrante dei concerti dei Muse.
Dei Muse si può dire tutto, ma di certo non si fossilizzano a lungo in uno stile musicale. Dai primi passi nel rock alternative, la lunga evoluzione della band britannica ha portato Matthew Bellamy e compagni ad avvicinarsi sempre di più a un immaginario sonoro ed estetico fatto di sintetizzatori e accessori tempestati di luci colorate che sembrano usciti da un film di fantascienza anni ’80. Gli step sequencer rubano la scena alle chitarre, e giacche luminose, occhiali LED e trovate originali ispirate alla tradizione cyberpunk sono il fulcro degli show.
Un oggetto in particolare ha catturato la curiosità dei fan perché, da semplice accessorio stilistico, è finito per diventare uno strumento musicale con un suo preciso - e attesissimo - momento nelle scalette dei concerti.

“Behold, The Glove”, “ecco il guanto” era il titolo di un brano incluso anche nel film Simulation Theory. Nel videoclip che lo vede protagonista, Matthew trova il misterioso guanto cibernetico nel deserto e… comincia a suonare le tastiere, poi va a cavallo in riva al mare. Insomma, la trama non è chiarissima, ma quell’aggeggio era già nei progetti della band.



L’idea di un guanto che permetta di controllare musica ed effetti con dei gesti è stata spesso affrontata da musicisti e progettisti, trovando applicazioni anche al di fuori della sfera musicale. È impossibile non notare riferimenti a oggetti come il Power Glove per console Nintendo, in Italia conosciuto principalmente per il film “The Wizard: Il Piccolo Grande Mago dei Videogames”.



All’epoca, il Power Glove creò tantissimo hype tra i giovani videogiocatori, salvo poi deluderli a causa di un funzionamento controintuitivo e impreciso. Le tecnologie sono certamente più accurate oggi e, in musica, controller del genere sono all’ordine del giorno.
I Muse, del loro personalissimo guanto, ne hanno fatto un sintetizzatore che ora portano sul palco con regolarità.

L’oggetto di scena diventa uno strumento musicale a tutti gli effetti, un sintetizzatore con un controller touch sull’avambraccio che permette all’artista di gestire intonazione ed effetti in tempo reale, forse in modo un po’ più macchinoso di quanto non sarebbe realmente necessario, ma dal sicuro impatto scenico.

Il guanto ha un posto fisso nei recenti set, per il brano “Behold The Glove” spesso eseguito in medley con la classica “Uprising”, in cui è impiegato per l’intro prima di lasciare spazio alla chitarra che - al di là del crescente interesse del gruppo verso i suoni elettronici - continua a essere protagonista nel solo del brano fino all’esplosivo finale.

Nel video è possibile vedere il guanto in tutto il suo cibernetico splendore durante la recente esibizione al Isle of Wight Festival 2022.

curiosità matthew bellamy muse sintetizzatori
Nascondi commenti     3
Loggati per commentare

di diumafe [user #17831]
commento del 22/06/2022 ore 22:31:06
Ma guanto è creativo Bellamy!
È proprio un Matt...
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 23/06/2022 ore 09:03:59
high five col guanto: "Bella Mi'!"
Rispondi
di Ernestor [user #46937]
commento del 24/06/2022 ore 01:59:04
Boh, il guanto è roba già vista, più per scena… la musica è un “liberamente tratto da: il mio amico J.M. Jarre”. La somiglianza con l’outro di Oxygène parte 4 tradisce fin troppo l’ispirazione vai al link Un tipo di musica che mi piace, i Muse poi sono tra i gruppi che più stimo, però stavolta non ci sento chissà che innovazione, preferisco vederla come refresh stilistico da un tuffo nei mitici 70/80.
Rispondi
Altro da leggere
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Bob Taylor si ritira: annunciato il nuovo CEO e Presidente
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964