DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
di [user #116] - pubblicato il

Dai robot che suonano con te al giradischi virtuale: le idee Yamaha per nuovi dispositivi musicali da usare in simbiosi col proprio smartphone.
“Stepping Out of the Slate”, come “pensare fuori dagli schemi”, è l’originale progetto Yamaha che intende contrastare la progressiva virtualizzazione delle moderne tecnologie. L’intento è ritrovare il piacere di toccare e ammirare un oggetto fisico, elementi che nel corso degli anni sono stati rimpiazzati da interfacce virtuali e touchscreen.

I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica

RhythmBot è probabilmente l’idea del Yamaha Design Lab più significativa in questo senso. Quattro piccoli robot, ognuno con un diverso suono percussivo, si sincronizzano con un’app per smartphone e, attraverso questo, ascoltano i suoni circostanti e si inseriscono al loro interno con dei pattern ritmici.
I robot riescono così a interagire con la musica che si sta ascoltando, ma anche con quella che si sta creando sul momento. L’utente può così canticchiare una melodia, suonare o battere un tempo e lasciarsi accompagnare da un ritmo personalizzato, dando vita a una originale jam session o, semplicemente, a un accompagnamento rilassante alla propria quotidianità.



Più che prodotti di consumo, le idee del progetto Stepping Out of the Slate rappresentano una dichiarazione d’intenti, la volontà di restituire fisicità alle moderne tecnologie che mandano sempre più dispositivi reali in pensione in favore di interfacce grafiche e virtuali capaci di soppiantarli con pochi pixel su uno schermo.

In controcorrente con la modernità propriamente detta, parte dal concetto che alcune azioni non dovrebbero essere sostituite dal tocco su un display. La sensazione tattile di stringere un oggetto fisico tra le mani, su cui operare in modo meccanico, fa parte di un vero e proprio rito che appaga l’utente. Non è un caso che le idee comprendano anche un giradischi con un braccetto da poggiare sullo schermo dello smartphone e che funziona esattamente come la puntina di un vero giradischi, riproducendo musica nel punto del disco mostrato a schermo.
La musica digitale ha rappresentato forse il primo e più evidente passaggio tra le operazioni meccaniche alla pressione di un pulsante fino al tocco di uno schermo, e un piccolo giradischi per smartphone è un forte segnale in questo senso. L’idea Yamaha in questo campo si chiama TurnT.



Winder è invece un giocattolo a molla, come un carillon, che col suo movimento fa partire la musica dallo smartphone.



La riproduzione musicale è invece comandata da un sensore che rileva la fiammella di una candela sul MusicLight, un elemento d’arredo originale, intimo, che riesce a legare due elementi accomunati dall’essere impalpabili, per quanto diversi tra loro: la luce di una fiamma e il suono di una melodia.



Nostalgici, originali, affascinanti, i prodotti Stepping Out of the Slate del Yamaha Design Lab sono al momento solo dei prototipi e non è confermato se si affacceranno sul mercato con delle versioni commerciali, ma è già possibile vederli a questo link.
accessori curiosità yamaha
Link utili
Il progetto Stepping Out of the Slate sul sito Yamaha
Nascondi commenti     4
Loggati per commentare

di RedRaven [user #20706]
commento del 08/08/2022 ore 16:48:32
i RhythmBot probabilmete saranno cari, non si potrà regolare il volume, non andranno bene per suonare con più persone, non hanno MIDI IN e USB out, e aggiungete altri difetti a piacere.
Ma quanto sono geniali, nella loro minimalità.
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 09/08/2022 ore 12:44:47
Sono tanto inutili quanto fantastici... non costassero una fucilita li vorrei tutti!
Rispondi
di ventum [user #15791]
commento del 09/08/2022 ore 15:16:34
sembrano usciti da un fiaba Disney... gli oggetti che si animano
Rispondi
Loggati per commentare

di Mimmo66 [user #26026]
commento del 09/08/2022 ore 18:10:24
le cazzatine "inutili" che ti fanno perdere la testa
Rispondi
Altro da leggere
Yamaha FGC-TA: in prova la dreadnought TransAcoustic
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Yamaha: a SHG chitarre da capogiro con Mancuso, Colombo e Marchì
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Yamaha THR100H Dual
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964