DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Mattia Tedesco, tra Hendrix e Vintage sul palco di SHG
Mattia Tedesco, tra Hendrix e Vintage sul palco di SHG
di [user #116] - pubblicato il

Session man tra i più apprezzati e richiesti della nuova generazione, Mattia Tedesco sarà uno dei nomi più attesi a calcare i due palchi di SHG Music Show il 19 e 20 novembre a Milano. Un appuntamento speciale, in cui suonerà chitarre vintage da sogno, quelle presenti nell'esposizione clamorosa di Cesco's Corner. Abbiamo incontrato Mattia per parlare con lui di chitarre Vintage.

Quello del 19 e 20 novembre sarà un SHG speciale, perché il 2022 segna il trentennale di quella che oggi è la fiera italiana di riferimento, la più longeva per gli appassionati di musica e strumenti musicali. Per l'occasione, SHG Music Show proietterà un faro sulla propria storia e sulla tradizione della chitarra elettrica in generale, con un'area Second Hand rivisitata, ispirata alla dimensione dei Second Hand Guitars delle origini, ma anche con un'attenzione speciale al vintage e al collezionismo. Per la prima volta la fiera ospiterà un'intera area espressamente dedicata agli strumenti d'epoca: si chiamerà Vintage Vault e farà da collettore per alcuni dei collezionisti più appassionati e stimati del panorama italiano ed estero. L'esperienza non si limiterà però ai tavoli e all'esposizione, e gli strumenti che hanno scritto pagine indimenticabili del rock torneranno a vibrare sul palco di SHG Music Show. Al fianco di Francesco Balossino - curatore della Vintage Vault - il compito di ridar loro voce sarà affidato a Mattia Tedesco.

Mattia, sei sempre impegnatissimo: a cosa stai lavorando?
Fortunatamente la stagione 2022, 2023 per me è iniziata alla grande!
Per prima cosa sono ripartite le mie lezioni su Vibly: quindi sto preparando lezioni, serie, puntate, il che consegue scrivere materiale, registrare... una bella mole di lavoro! Poi, la mia collaborazione con Francesco Balossino, Cesco's Corner, mi assorbe parecchio: non passa giorno senza che ci incontri per mettere le mani su nuove chitarre da vedere, provare, smontare, valutare... e poi promuoverle, fare i video... insomma, siamo sempre insieme in questa bellissima avventura di vintage!

Mattia Tedesco, tra Hendrix e Vintage sul palco di SHG

Trovi il tempo di dedicarti all'insegnamento?
Certo, insegno alla RGA di Donato Begotti dove ho le mie classi che sono ripartite a pieno regime.
 
E, invece, la tua attività da session man?
Ho il mio studio che, praticamente non si ferma mai, perchè sono sempre coinvolto in tante session a distanza. Insomma, lavoro tantissimo e sono felice!
 
Mattia Tedesco, tra Hendrix e Vintage sul palco di SHG

A SHG salirai sui nostri palchi per farci vedere e ascoltare le chitarre Vintage di Cesco's Corner.
Ci anticipi qualcosa della tua demo?
Intanto lasciami dire che sono felicissimo di tornare sul main stage di SHG! È un'occasione bellissima, tanto più che quest'anno il Vintage a SHG sarà meraviglioso: impossibile mancare perchè ci sarà qualsiasi cosa!
In ogni caso, sono sincero: quando suono e faccio e sentire le chitarre di Francesco, non mi preparo nulla e lascio che sia il singolo strumento ad ispirarmi. Attraverso le emozioni, il feeling che quella chitarra trasmette sono spinto a suonare un certo pezzo, un certo riff, le canzoni di un tale artista... quest'anno però vorrei fare qualcosa di diverso e vorrei che ci fosse un filo rosso che faccia da conduttore nelle mie esibizioni. E sarà il fatto di celebrare il mito di Jimi Hendrix, suonando le sue cose...poi, vediamo se sarò di parola o è solo una promessa di marinaio: ma al momento è quello che vorrei fare. Lasciarmi andare, seduto con una manciata di pedali ai piedi, e suonare frammenti di pezzi di Hendrix che le chitarre che avrò tra le mani mi ispireranno.

Parlando di chitarre Vintage, ne hai una dei sogni?
Sono abbastanza fortunato perchè, quella che era la chitarra dei miei sogni da adolescente, da ragazzino ce l'ho! È una Stratocaster del 1969 e, anzi, le ho addirittura aggiunto una sorellina che è una Jaguar del 1966. E direi che così, per il momento, sono ampiamente apposto! Però sognare non costa nulla e quindi...proprio sta mattina ero da Francesco e sotto le mani mi sono passate chitarre clamorose, alcune per altro, appartenute a chitarristi veramente importanti: Kirk Hammet dei Metallica, Neal Shon dei Journey...è chiaro che quando ti trovi a spupazzare chitarre del genere qualche pensiero strano lo fai! Anche se a volte ci sono dei budget in gioco che ti riportano alla realtà!

Mattia Tedesco, tra Hendrix e Vintage sul palco di SHG

L'ultima chitarra sulla quale hai fatto "Sogni mostruosamente Proibiti"?
Una Stratocaster degli anni '50, con tastiera in acero. Proprio stamattina ne ho provata una del 1954 o 1955, tra l'altro hardtail, quindi con il ponte fisso, cosa abbastanza inusuale per una Stratocaster...beh, una volta in mano non la mollavo più! Sono quei rapporti strani che possono nascere con corte chitarre che le afferri, suoni e ti sembra siano tue da tutta la vita.
Quindi, la mia ricerca della chitarra dei Sogni non si muovi su criteri di anni, colori, modelli...
È una cosa più romantica che succede quando provi una chitarra Vintage e non vorresti più liberartene e magari sei costretto a farlo solo perchè costa una cifra assurda!
 
Che consiglio daresti ad un chitarrista che vuole avvicinarsi al mondo del vintage?
Non bisogna pensare al prezzo che poi, però, è la prima domanda che fanno tutti quelli che si avvicinano al vintage, imbracciano una chitarra e chiedono: "Sì ma quanto costa?".
Certo il prezzo è decisivo sei vuoi comperarla ma quello che vorrei passasse è che quando ci vieni a trovare non sei obbligato a comperarla: si può provare, suonare...noi di Cesco Corner abbiamo un bel seguito di ragazzi che passano a trovarci semplicemente per sentire la storia di queste chitarre, conoscerle, ascoltarle...magari farci una foto perchè è la stessa chitarra usata da qualche Guitar Hero...o addirittura taccarla perchè è proprio come quella, degli stessi anni, lo stesso modello, di quella di Jimi Hendrix! Questa è una bella cosa: essere affascinati da queste chitarre: aver voglia di provarle, non avere paura. Perchè tanto non si rompono e non sono nemmeno difficili da suonare! Semmai hanno un feeling totalmente diverso, perchè vengono da un'altra epoca! È solo una questione cronologica, di date...magari è una chitarra usatissima, ultra vissuta. Oppure è una chitarra Vintage ma in ottime condizioni, suonata pochissimo. Dettagli non da poco, che te la faranno avvertire in maniera molto diversa suonandola.

Mattia Tedesco, tra Hendrix e Vintage sul palco di SHG

Non bisogna avere paura del Vintage. Non bisogna lasciare che l'idea di quanto costano ci limitino nel provarle. È giusto provarle e poi decidere. Per scoprire che magari trovi una chitarra talmente meravigliosa che legittima l'idea di vendere tutte quelle che hai per comperarne una! Aver paura del costo non è una buona maniera per avvicinarti al Vintage: perchè altrimenti si trasforma della favola della Volpe e l'Uva: siccome costa troppo non mi piace e non mi interessa nemmeno provarla!

 Mattia Tedesco, tra Hendrix e Vintage sul palco di SHG
interviste mattia tedesco shg music show 2022 vintage
Link utili
SHG Music Show
Acquista adesso il tuo biglietto per SHG
Le lezioni di Mattia Tedesco su Vibly
la RGA di Donato Begotti
Mostra commenti     3
Altro da leggere
Dallo shred al pop napoletano, andata e ritorno: sul palco con Edoardo Taddei
La chitarra elettrica dopo la pandemia: dalla fascia media al custom da sogno
Il groove interiore: quello che ti fa sorridere mentre suoni
La versatilità della Telecaster con Gennaro Porcelli
Pantera: lo speciale Gibson su Rex Brown
National Style O: Gennaro Porcelli e il suono del blues
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964