DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Yvette Young:
Yvette Young: "Non mi interessa lo shred ma scrivere bella musica"
di [user #17404] - pubblicato il

Abbiamo chiesto a Yvette Young giovane chitarrista tra le più influenti dell'attuale scena strumentale, cosa abbia acceso in lei la voglia di suonare e, soprattutto, di farlo in una band.
La band di Yvette Young sono i Covet e sorprendono con un originalissimo mix di generi e influenze: ci sono le atmosfere stralunate e sognanti dell'indie rock più romantico che si spalmano sui portamenti e groove cervellotici del migliore math rock. Ma anche raffinatezze armoniche jazz, tratteggiate da cascate di arpeggi di estrazione pianistica che Yvette snocciola con scioltezza disarmante e suoni deliziosi. Eppure il virtuosismo che, comunque, emoziona per purezza e modernità nel playing di Yvette, pare non essere il frutto del desiderio di emulazione nei confronti di altri chitarristi...​

Yvette Young: "Non mi interessa lo shred ma scrivere bella musica"

"Se dovessi raccontare come ho iniziato a suonare, come ho iniziato a stare in una band e come sono arrivata al mio sound attuale, la cosa che potrebbe incuriosire è che mai sono stata interessata o coinvolta dalla scena strumentale dei chitarristi, virtuosi, degli shredder. A me piaceva ascoltare le band, tanto che da adolescente, appena ho potuto, mi piaceva sgattaiolare a certi concertini punk che si tenevano in piccole feste private nella mia zona. Adoravo vedere le persone che stavano assieme, suonavano e si divertivano come una band. In quel periodo ho iniziato ad appassionarmi ad una scena di band punk o, più ancora, di gruppi che suonavano post rock tipo AMERICAN FOOTBALL o THIS WILL DESTROY YOU. Insomma, mi piaceva tutto quello che mettesse al centro della musica il songwriting, la scrittura di melodie efficaci. Per questo non mi sono mai sentita, non ho mai cercato di essere una shredder, perchè quello che mi interessa è suonare e offrire alle persone bella musica, belle canzoni ricche di melodia."

E voi? Cosa ha acceso la vostra voglia di essere il chitarrista di una band?

 

Yvette Young è stata la protagonista della puntata di "Note di Stile" dedicata ai nuovi Guitar Hero. "Note di Stile" è lo show che ogni prima domenica del mese Gianni Rojatti, assime a Mattia Maieli,  cura per Accordo.it su Radiofreccia
covet yvette young
Link utili
Yvette Young sul sito Ibanez
Il profilo Instagram di Yvette Young
Mostra commenti     9
Altro da leggere
Steve Lukather: musica onesta, fatta alla vecchia maniera
Mattia Tedesco: quando suoni devi divertirti. Impossibile se senti male
Riverbero, l'effetto del momento
Yvette Young: identikit di una musicista meravigliosa
Dentro il suono di Yvette Young: dove l'estro incontra il virtuosismo
Le Ceneri del Prog
The Police: Greatest Hits
Su Radiofreccia i nuovi eroi della chitarra
Luca Mantovanelli, nuova chitarra sul palco di Eros Ramazzotti
Yvette Young: due consigli per studiare chitarra
In tour con Steve Vai? Ecco il segreto
Marty Friedman: due buone ragioni per iniziare a suonare la chitarra
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Blanco non sente la voce e sfascia tutto: povera stella
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964