CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Santa Cruz 12 fret dreadnought
di [user #179] - pubblicato il

Se io fossi foco arderei, ma se fossi un chitarrista classico e volessi tradire Segovia per Norman Blake sceglierei una Santa Cruz 12D. La tastiera larghissima (1 7/8) come le chitarre professionali da concerto ed i 12 tasti fuori dal corpo, nonchè la particolare dolcezza del suono, rendono questo strumento una via di mezzo tra uno stumento classico, il liuto, la chitarra battente e la chitarra folk per come siamo abituati a vederla ed immaginarla. Uno strumento decisamente affascinante ed insolito che attira ed incuriosisce chiunque abbia l'opportuntà di vederne da vicino uno.

Santacruz 12D

La chitarra che ho avuto occasione di provare e che ho posseduto per un breve periodo è appartenuta a Chris Hillman dei Byrds per un decennio e fu acquistata direttamente da Hillman alla Santa Cruz, ma le sue caratteristiche non si discostano da quelle attualmente in produzione e che hanno mercato per il 95% nei soli stati uniti.

Caratteristiche tecniche: dreadnought corta, 12 tasti fuori dal corpo, tavola di abete sitka, fondo, fasce e manico in mogano, advanced scalopped X brace, tastiera in ebano, paletta slotted, nessuna variazione della altezza delle fasce, meccaniche waverly, binding in ebano e herringbone alla paletta ed alla sagoma della tavola.

Immagino che alcuni di voi si domanderanno quel'è la collocazione di questa chitarra in un parco acustico, per cosa nasce, dove si inserisce meglio. La risposta più azzeccata potrebbe essere nell'accompagnamento folk, senza virtuosismi, visto che richiede corde 013/056 e che l'action non è proprio da "signorinelle", ma farlo, sarebbe riduttivo per uno strumento con personalità così spiccata. La Santa Cruz 12D nasce senza dubbio come chitarra rirmica, flatpicking, ma con una sonorità più dolce e più calda dell'equivalente dreadnought 14 tasti. Da notare che la Santa Cruz è l'unica 12 tasti D di cui io abbia notizia ad adottare una tastiera così larga, cosa che, se da un lato racchiude in se fascino e magia, dall'altro non contribuisce certo a fare di questa chitarra un modello particolarmente popolare, non fosse altro che per le inevitabili difficoltà esecutive per chi ha mani piccole.

Il suono, potente, caldo, ha bassi più pronunciati e acuti più contenuti rispetto alla sorella "lunga", ma, soprattutto, è uno strumento che, per dirla alla Mr. Hoover, fondatore della Santa Cruz, "ispira" il chitarrista, lo proietta verso sonorità e composizioni inusuali.

Giudizio complessivo: charme 9, suonabilità 7, suono 8. Il prezzo di questo particolare strumento, in Usa, è circa di 3.450 dollari. Non credo che la 12SD venga importata normalmente, ma probabilmente si può ottenere su ordinazione da Tommasone

12d chitarre acustiche santa cruz
Mostra commenti     3
Altro da leggere
Godin al Namm 2019 con le sue prime acustiche
Namm 2019: anticipazioni e chitarre più attese
Lowden mostra le Tiger Myrtle limitate
Una Parlor arricchisce la Gold Series
Collings C100: definizione e volume in piccolo formato
Piccola, canterina e retrò: in prova la Gretsch G9531
Seguici anche su:
News
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964