CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Zoom G9 TT oppure Pedali analogici ?
di [user #6706] - pubblicato il

Salve a tutti volevo proporre a voi un importante quesito. Come tutti sappiamo il mondo degli effetti è super vasto, ma le grosse scelte terminano sempre su due grosse categorie, I pedali analogici e le pedaliere multieffetto Qua ognuno dice la sua chi preferisce un suono analogico, chi digitale chi più chi meno. Oggi sul mercato sono infinite le marche che fanno effetti dalla Boss alla Berhinger alla Beta Alvin all'Ibanez fino alla Zoom. Io attualemente sono alla ricerca di un buon distorsore o comunque di una buona effettistica. suono principalmente con un suono molto distorto e penso di aver trovato il giusto suono con un bel Vox distortion bulldog, un pedale dalla potenza impressionante. Ecco la questione...

Io uso in catena:

-Ch1 della boss come chorus

-Sd1 della boss come overdrive

-Vox bulldog (lo dev comprare ancora)

il fatto è che mi da molto rumore, la prima domanda è per evitare i rumori basta comprare un noise gate della beringer e risolviamo tutto??? o quello della boss è meglio?

La domanda seria arriva ora... siccome la pedaliera come avete intuito non è assolutamente completata servirebbe ancora un bel reverbero, un bel wah e poi penso principalemnte bastino... il fatto è che cosi arriviamo oltre i 400 €

Vale la pena farsi una pedaliera analogica con cinque pedali invece di farsi ad un prezzo più basso una bella zoom g9 multieffetto? Io suono molto dal vivo e uso uno stinger testata e cassa valvolare... ed il rumore del noise è alto.. diciamo che con il multieffetto non c'è ma è l'unico vantaggio qualcuno l'ha mai provata? La mia chitarra è una epiphone les paul custom con pick up al ponte JB.. fatemi sapere cosa ne pensate.. conto su di voi

Risponde Guido Michetti di Vinteck: La scelta tra una pedalierina multieffetti o una serie di pedali è di fatto una non scelta. Mi spiego meglio. Optare per una pedalierina competa è una soluzione dettata da due fattori principali: quello economico e quello di praticità immediata.

Quello economico è evidente, una pedalierina, in particolare di bassa qualità, costerà sempre meno di un sistema di pedalini. Quello di praticità è legato alle situazioni di utilizzo.

Ci sono occasioni nelle quali qualsiasi cosa va bene (che, so una festina, un matrimonio, insomma occasioni dove alla fine la qualità sonora è veramente la cosa meno importante). Se invece si vuole realmente andare a creare il proprio suono personale, scegliendo con cura il timbro, le modulazioni, la qualità del delay, etc. allora i pedalini singoli sono una necessità. Ad oggi ci sono sul mercato una quantità tale di effetti che la scelta è realmente imbarazzante. Ce n'è veramente per tutti i gusti e per tutte le tasche, si tratta solo di testare quelle che sono più confacenti alle proprie esigenze. Per ciò che concerne la rumorosità sinceramente io ho verificato che i problemi maggiori si verificano entrando in un amplificatore proprio con i multieffetto che probabilmente rendono meglio in diretta.

L'utilizzo di un noise gate è una soluzione che in tantissimi casi si riesce tranquillamente ad evitare. Nel 90% delle pedaliere che mi capita di assemblare i gate non vengono mai inseriti per problemi di dinamica. Con delle regolazioni idonee e non esasperate il fattore rumore è sempre estremamente ridotto. Certo è che, purtroppo, più i prodotti sono di fascia bassa maggiore sarà il rumore finale. Questo assioma purtroppo è vero nella stragrande maggioranza dei casi.

effetti e processori
Link utili
Vinteck
Mostra commenti     21
Altro da leggere
Beetronics Whoctahell: diavolo di un fuzz
Loud n’ Proud: 4-input plexi vintage in pedaliera
Collabora con Accordo per i test di basso
Ecstasy Red e Blue in miniatura senza compromessi
Il Big Muff Pi Civil War diventa Deluxe
Il nero, il giallo e il verde
Seguici anche su:
News
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive




Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964