HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Collegamenti della pedaliera multieffetto
di [user #7838] - pubblicato il

Ciao a tutti, ho scritto questo articolo sperando di suscitare interesse su un argomento che, almeno a me,mette in crisi ossia: come collegare una pedaliera multieffetto per chitarra elettrica nei due contesti prinicipali di utilizzo, ossia quello casalingo e quello live. Ovviamente non voglio creare la solita diatriba tra "pro-digitale" e "valvolari a vita!!!",ma solo trovare le soluzioni più o meno definitive per sfruttare al meglio una pedaliera multieffetto e quindi aiutare chi, come me, ha un budget minimo e non va alla ricerca del suono da migliaia di euro alla Petrucci, ma ha bisogno della massima flessibilità senza spendere un capitale, per suonare pezzi che spaziano dalla musica pop all'hard rock più spinto con un pizzico di metal. Premetto che posseggo una zoom g2, pedaliera che, se pur non ai livelli della boss gt6/8 e di altre della stessa categoria, ritengo comunque ottima per rapporto qualità/prezzo.

Leggendo qua e la ho visto che ognuno ha usato soluzioni diverse; riassumo schematicamente le soluzioni più adottate secondo ciò che ho potuto carpire dal marasma di notizie via forum:

- "CONTESTO CASALINGO" :

1)pedaliera collegata nell'input di un piccolo valvolare da pochi watt tipo epiphone valve junior versione combo.

2)pedaliera collegata nel return di un ampli economico che già si possedeva.

3)classico collegamento diretto nell'input dell'ampli.

4)utilizzo di ampli diversi da quelli dedicati per chitarra, come ad esempio quelli per basso o per tastiera.

- "CONTESTO LIVE" :

1)pedaliera in diretta nel mixer (soluzione che regna sulle altre).

2)pedaliera collegata nel return di amplificatori valvolari di grosso wattaggio o direttamente nell'input se questi sono sprovvisti di mandata effetti e che comunque sono caratterizzati da una gran riserva di pulito (vedi fender deville e simili).

3)pedaliera collegata ad un finale di potenza a transistor di alto wattaggio (mi viene in mente subito il rocktron velocity 300) ed il suono sparato dentro una 2x12 o 4x12.

Non so se ho tralasciato altre soluzioni e appunto vorrei sentire le vostre idee, le vostre esperienze ed impressioni sonore al riguardo per tirare le somme, anche se non è facile affatto in quanto altri fattori possono influire (chitarra, qualità della pedaliera ecc..), aspettando con curiosità le vostre risposte faccio un caloroso saluto a tutti.

effetti e processori
Altro da leggere
Pubblicità
Mod Rex: 4 modulazioni in sincrono per...
V4: canali valvolari extra a pedale da...
Trasforma la chitarra in un synth 8 bit con...
Cos’è un BBD: studiamo il Nemphasis...
Pubblicità
Commenti
meglio nell'imput..
di Doug [user #13332] - commento del 11/06/2008 ore 12:1
Ciao! Posseggo anch’io la Zoom G2.1u e ho provato sia i collegamento in diretta nel mixer (andando poi su casse anche di ottima qualità) che i collegamenti nell’imput dell’ampli o nel return. Conclusione: il suono che esce collegando la Zoom nell’imput del mio Laney LC30II valvolare (ma anche nell’imput di un semivalvolare, nel caso specifico, un Laney TF00) è di gran lunga superiore a qualsiasi altro tipo di collegamento, almeno secondo i miei gusti!
Rispondi
meglio nell'input
di sixstrings74 [user #7838] - commento del 11/06/2008 ore 12:2
ciao doug e grazie per la "dritta", ho avuto da te la riconferma che i laney (ma anche fender blues junior ho sentito) digeriscono bene i pedalini ed ora anche le pedaliere multieffetto, il clean di questi ampli si adatta bene per uso di effetti esterni. terrò in considerazione il fatto di acquistare un valvolare (laney appunto o simili) per sfruttare al meglio la pedaliera.
Rispondi
Si, però dire “ac
di Doug [user #13332] - commento del 11/06/2008 ore 19:2
Si, però dire “acquistare un valvolare per sfruttare al meglio la pedaliera” è un po’ un’eresia! Nel senso che un valvolare, in teoria, andrebbe usato senza simulazioni digitali ma col suo suono tirando al massimo l’ampli per sfruttare le valvole (e quindi l’ampli stesso). Io, per ora, lo uso con la Zoom perché faccio cover e mi servono diversi tipi di suono e patches..! Cmqe, come ti dicevo, mi sembra che la pedaliera suoni al meglio se collegata all’imput dell’ampli. Ciao!
Rispondi
di bulgi81 [user #45146] - commento del 30/05/2016 ore 17:36:19
Ciao a tutti! Vorrei un consiglio. Ho comprato da poco una pedaliera Digitech RP500 ed ho un ampli a transistor Huges & Kettner 60-r. Il mio obiettivo, suonando cover è avere un parco suoni il più vario possibile, quindi non mi interessa avere il "mio" suono.

La pedaliera ha il bypass dei modelli di preamp e cabinet ma non ha send e return, quindi niente metodo dei 4 cavi. Per sfruttarla a pieno è consigliato usarla in diretta nell'impianto. Ma siccome ho in dotazione un amplificatore, voglio provare ad usarlo per ricercare suoni ancora più vari. L'ampli ha due canali (clean e lead) ed ha il fx loop.

Attualmente il collegamento che faccio è:
chitarra -> input MFX
output MFX -> input ampli

Il manuale della pedaliera consiglia in questa configurazione di disabilitare il preamp del multieffetto, utilizzando così quello dell'ampli, ma in questo modo perdo tutta la versatilità della pedaliera. Non va bene. Per cui utilizzo il multieffetto comprensivo dell'amp modeling, l'ampli in clean con l'equalizzazione flat.

In questo modo sono abbastanza soddisfatto del suono: quello che esce dall'ampli è piuttosto fedele a quello che ho in cuffia. Ma così non sfrutto la variabile ampli, ovvero è precluso l'uso del canale lead dell'ampli: troppo rumore, questo perchè così utilizzo due preamplificatori, quello del multieffetto e quello dell'ampli.

Per avere meno rumore dovrei bypassare il modeling della pedaliera e collegare così:
chitarra -> input ampli
send ampli -> input MFX
output MFX -> return ampli

In questo modo escludo i preamp del multieffetto e uso il preamp dell'ampli, ma allora torniamo indietro perdendo in versatilità.

La questione è che vorrei poter usare il preamp dell'ampli senza rinunciare al modeling del multieffetto.

Qualcuno ha consigli da darmi?
Rispondi
di antoste65 [user #45528] - commento del 17/05/2018 ore 18:31:5
Salve..
Ho un bellissimo e soddisfacentissimo BOSS KATANA50 ma mi hanno "regalato" una Fender MUSTANG FLOOR e la collego talvolta al primo dei 5 Canali del Boss quello "acustic"....
Rispondi
di calogero [user #46024] - commento del 10/07/2018 ore 12:33:34
ho un vox av60 che ha anche una entrata aux in ... entrando qui dalla pedaliera non è male posso conservare le impostazioni di simulazioni casse e amplificatori .... devo solo settare bene i volumi di uscita della pedliera e controllare il master dell'ampli
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Duncan cattura il PAF in single coil per Billy Gibbons
Il ponte si inclina se uso il top wrap
Jackson Mick Thomson: Floyd Rose contro corrente
V4: canali valvolari extra a pedale da Victory
Trasforma la chitarra in un synth 8 bit con un kit fai-da-te
I più commentati
Il ponte si inclina se uso il top wrap
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
George Gruhn svela i 5 ingredienti per una buona chitarra
V4: canali valvolari extra a pedale da Victory
Trasforma la chitarra in un synth 8 bit con un kit fai-da-te
I vostri articoli
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
DigiTech Obscura Altered Delay
Sterling St Vincent Signature
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964