HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Stratocaster da 100 a 1000!
di [user #1405] - pubblicato il

Mi sono sempre chiesto che cavolo ci fanno 10 modelli di Stratocaster in una forbice di prezzo di 1000 euro. Tra Squier, Fender Mexico e Fender Usa c'è una chitarra diversa ogni 100 euro. Ha davvero senso un listino così fitto? Non è deviante per il consumatore? Oppure una così ampia scelta rappresenta in realtà una risorsa? E a livello acustico sono davvero così ben spesi 900 euro in più per una American Standard rispetto a una Squier Bullet? Sarete voi a giudicarlo dopo aver seguito la prova con la maggior concentrazione stratocasterosa di ogni tempo.

Desideravo da tempo mettere in fila, in ordine rigorosamente di prezzo, la fascia "abbordabile" della chitarra più popolare al mondo e cercare di capirci realmente qualcosa. La prova, devo dire, è stata utilissima anche perchè mi ha dato spunti per rispondere a molte delle domande che ponevo in introduzione all'articolo.

Devo fare doverosi ringraziamenti agli amici di Tomassone che ci mettono sempre a disposizione qualsiasi cosa chiediamo, compresi gli spazi di prova del negozio, teatro ormai di tante prove non ultima quella che oggi andremo a vedere.

Nella sostanza abbiamo selezionato dieci chitarre "stratocaster" nella fascia di prezzo compresa fra 100 e 1000/1100 euro pescando dalle produzioni Fender e Squier. L'obbiettivo è quello di capire quali e quante siano le differenze fra gli strumenti anche in riferimento al prezzo. Si parte dalla economicissima Squier Bullet (120 euro circa) fino ad arrivare alla American Standard (990/1100 euro circa). Nella tabella che segue trovate riassunte le principali caratteristiche degli strumenti in prova elencati nell'esatto ordine con cui poi li vedrete provare nei quattro video che seguono.





Ai video aggiungo qualche considerazione personale al fine di trasmettere le principali impressioni che ho avvertito imbracciando questi strumenti. La più economica, ovvero la Squier Bullet, è una chitarra con grossi limiti. Le meccaniche sono davvero approssimative con giochi che possono arrivare fino al millimetro compromettendo non poco la possibilità di accordare con precisione. Anche tutte le finiture sono poco curate, i pot sono deformati e diversi fra loro, per non parlare della finitura dei tasti e altre amenità. Ok, per 110 euro di chitarra cosa aspettarsi di più? Va tenuto conto che questi strumenti molto spesso finiscono nei pack tanto di moda fra i regali per i giovanissimi. Ebbene, dare uno strumento di questo tipo in mano a un/a ragazzino/a lo trovo un po' pericoloso, per la percezione sbagliata in termini di "sicurezza" dell'intonazione e affidabilità di uno strumento che finalizzato a far nascere la passione. Non ultimo il sapore "usa e getta" di questa Squier non mi piace appiccicato a uno strumento musicale.

Al di là del singolo valore di ogni strumento c'è una considerazione importante da fare. Al termine della prova, la mia personale impressione evidenzia che non va dato per scontato il fatto che la Stratocaster messicana base sia necessariamente superiore al modello Squier più elevato, così come il primo prezzo USA non è IMHO superiore all'ultimo della serie messicana. I segmenti si sovrappongono e non combaciano testa/coda come invece sarebbe naturale immaginare. Per farla semplice, ritengo di aver trovato maggior soddisfazione da una Squier Classic Vibe, rispetto ad una messicana standard e che la Road Worn relic Mex sia di non poco superiore a una Highway One Usa.

Concludendo, bocciata senza troppe remore la Squier Bullet e constatato un sostanziale calderone in cui scalpitano e sgomitano sette modelli su dieci, emergono a mio giudizio la Squier Classic Vibe, la messicana Road Worn e banalmente, ma non troppo, l'American Standard. Queste chitarre, rispetto alle altre sono state semplicemente più personali e accattivanti una volta prese in mano, in termini di finitura, suono, playability e consistenza. In particolare, va detto, la chitarra che mi è piaciuta di più, anche in relazione alla percezione del rapporto qualità prezzo, è a sorpresa la Squier Classic Vibe. Rifinita veramente molto bene, con una verniciatura sottilissima e davvero ben fatta del body, più carica sul manico, ma ben compensata da una ottima finitura complessiva dei tasti e da hardware di buona qualità. Da colpo di fulmine, soprattuto per i 370/390 euro con cui la si può portare a casa.

Ma veniamo alle prove. Ho suonato e confrontato le chitarre in contesti diversi per cercare di dare risalto al maggior numero possibile di sfumature ricavabili dagli strumenti. L'amplificatore usato per la prova è un piccolo Victoria Double Deluxe al quale abbiamo mantenuto inalterati i settaggi durante l'itero svolgimento della prova.

Il primo video si riferisce ad accordo plettrato in ognuna delle cinque posizioni dello switch.

 

 

Nel secondo video prendiamo in esame una azione decisamente più aggressiva sulla chitarra sempre mediante uso del plettro.

 

Nel terzo video lasciamo il plettro per un po' di finger picking su un semplice lick blues.

 

Nel quarto e ultimo video troviamo le dieci chitarre alle prese con un classico pezzo arpeggiato che ben rende i valori di pulizia e difinizione dei suoni.

 

Ragionando un po' su listini Squier e Fender è evidente quello che si diceva in apertura dell'articolo, ovvero il fatto che  troviamo un modello di Stratocaster ogni 100 euro se non meno. Ho sempre pensato che questa cosa fosse fuorviante per il dilettante alla ricerca del "miglior acquisto" e in realtà forse lo è davvero. Va però fatta una considerazione. Fender, e quindi Squier, propongono questo listino perché figlio della naturale concorrenza con la quale il marchio statunitense deve fare i conti. Non è difficile imaginare come al primo "buco di prezzo" di casa Fender ci sia pronta la marca alternativa (e nel 99% dei casi anche più economica) a riempire la mancanza con uno strumento "strat style". E' quindi comprensibile che in Fender cerchino di contrastare questo fenomento propondendo fasce di strumenti che intersechino tutti i segmenti di spesa del mercato. E' naturale: il "simbolo" Stratocaster è loro ed è lecito che ambiscano a conquistarsi la maggior parte di mercato orientata a quel genere di chitarra. E' in questo caso che a mio giudizio entrano in campo i negozianti. Deve essere infatti il punto vendita a fornire una adeguata informazione al cliente indirizzandolo sulla giusta strada per uscire dalla selva del marketing, altrimenti davvero, il chitarrista sprovveduto o alle prime armi potrebbe trovarsi in serie difficoltà.

Jurgen

chitarre elettriche
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
La Premium dell'RG Tour va a......
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky...
PRS rinnova le SE per il 2018...
Gretsch rinnova tra hardware dorato e parlor...
Pubblicità
Commenti
Per me le migliori s
di plettrox [user #6758] - commento del 18/03/2009 ore 08:2
Per me le migliori sono: -indubbuamente la prima è l'american standard,una spanna sopra tutte. -poi mi piace molto dai video la messicana Road Worn. La squier bullet non la comprerei mai e regalrei mai,meglio qualche euro in più ma uno strumento che suona meglio.
Rispondi
Re: Per me le migliori s
di gianlucaVR [user #16353] - commento del 18/03/2009 ore 10:5
ma ragazzi cioè la bullet è una chitarra per chi deve cominciare, io ne ho una comprata solo perchè è rosa ma vi dico che per quello che costano sono fantastiche, cosa ci si deve aspettare da 120 euro di chitarra fatta in cina? Dai trattiamola bene sta poveretta stratobullet, trattiamola per quella che è, na chitarrina da 100 euro …
Rispondi
Re: Per me le migliori s
di Indy [user #15686] - commento del 18/03/2009 ore 11:3
Anche io sto cercando una Ferrari a 500 euro. Pretendo poco, basta che sia Ferrari!!
Rispondi
Complimenti ^_^
di odiomuso utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 08:3
Questo articolo è illuminante per chi non ha voglia di provarsi 10 Strato ( tipo me ) :) Anche se sono un Tele oriented mi è stato molto utile per constatare e conoscere certi aspetti. Su certi modelli vicini le differenze sono minime, almeno a sentire dal video. Concordo con Plettrox sulla scelta delle chitarre ^_^
Rispondi
Che bello!
di Nevskji utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 08:3
Non è nei miei programmi (causa disastratissimo portafogli) comprare una chitarra, ma sono QUESTI gli articoli che mi hanno fatto appassionare a questa testata. chitarre provate, suonate, toccate, distorte, maltrattate! è questo che voglio vedere! Comunque, se avessi la possibilità, credo che mi orienterei sulla Highway one...mi sembra quella col suono più corposo - e col palettone :) - (per quanto si possa capire da un video), mentre la American standard la trovo un po' troppo...squillante, non so se riesco a farmi capire. Sai adesso cosa sarebbe veramente fantastico??? Che tu facessi la stessa prova con le Jaguar! Io ho una Japan, pagata 850€ senza custodia, e ancora non afferro la differenza con la USA, che ne costava se ricordo bene 1300. E' prodotta nelle due uniche versioni USA e Japan. L'unica differenza che ho fino a questo momento percepito sta nel fatto che quella USA arriva con il suo bel case Fender, ma nient'altro...
Rispondi
ma guarda ...
di Lauro utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 08:3
... un po' ... proprio mentre sono ancora in cerca dalla "mia" stratoforme da modificare appare un articolo di Luca che mi illustra prezzi e possibilità appunto delle Strato. Articolo ottimo, se si mettono assieme Luca e la famiglia Tomassone non può che uscirne qualcisa di buono, del resto ma pericolosissimo poichè corre il rischio di far piacere più chitarre da 390 auro che da 1100, ma illuminante. Illuminante come già in un fascia di prezzo che possiamo dire economica oggi si possano trovare strumenti ampiamenti soddisfacenti, utili sia all'amatore che al professionista. Le mie preferite ? La Road Worn e la Squier classic Vibe che oltre a ben sentire (le sento più "scure, più "piene"), ho ben osservato e apprezzato per il bel corpo (due pezzi) e la verniciatura impeccabile. Lauro
Rispondi
secondo me invece..
di les stratodan utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 08:4
secondo me la migliore e' la mexico standard..non frigge per nulla sui bassi e suona bene in tutte le posizioni..la american sfrigola,e questo mi fa gia' pensare che uno come me che suona picchiando dovra' rifare action e cambiare scalatura di corde..ma putroppo per mia esperienza vissuta so che spesso anche dopo tutto questo continua la "frittura di mare",ed e' una cosa che odio.. in generale mi piacciono tutte le messico..ci sarebbe voluta una ottima vintage 62 per farmi propendere verso un'american,ma in questo range di scelta la mexico e' perfetta,e ha PURE un bel sustain!
Rispondi
Sfrigola?
di farfilo67 [user #18067] - commento del 19/03/2009 ore 10:2
Io ho l'Amercan Standard... ed è perfetta, non sfrigola su nessun tasto: l'unica cosa è che devi rifare il setup perchè te la danno col ponte sospeso (a me piace flat) e la scalatura da 0.9... Ma una volta piazzata la muta da 0.10 e risettata è una spada...
Rispondi
Re: Sfrigola?
di Drommexx [user #19422] - commento del 23/05/2009 ore 17:0
A proposito di questo fatto che sfrigola... Ma come mai, ultimamente, mi e' capitato di trovare un paio di Fender American Standard che non sfrigolano assolutamente? E' una mia impressione? Hanno sistemato qualcosa nell'elettronica o e' l'effetto champagne (un errore nella produzione ha portato a una miglioria epocale)?
Rispondi
Bravo JU! 10+
di Oliver [user #910] - commento del 18/03/2009 ore 08:5
Bravo JU! 10+ Interessantissimo (anche per chi come me ha già trovato la sua Strato). Bella e utile prova, un "lavoraccio" che sicuramente sarà di grandissima utilità per tutti, se non altro per chiarire una volta per tutte che non esiste "la" Strato, ma ce n'è per tutti i gusti. La Squier Classic Vibe colpisce anche me, per il suo equilibrio in tutte le situazioni. E il suo prezzo la rende... preziosissima! Buona, anche se un po' freddina, la Standard USA. Proprio come la mia, che ha avuto bisogno di un po' di ormoni. Ma la cosa che mi ha sorpreso di più è stata quanto "sorde" risultino alcune Strato rispetto ad altre! Solo provandole tutte insieme si riescono ad apprezzare le sfumature. E complimenti anche ai Tomassone, che con il loro atteggiamento positivo ed intelligente ci permettono di godere di queste utili esperienze.
Rispondi
Cosa intendi..
di riccardoguitar [user #17659] - commento del 18/03/2009 ore 16:4
Cosa intendi per "ormoni"??..cioè spiegati meglio, che modifiche hai apportato? Ho anch'io una American Standard..e fin'ora ho solo sostituito solo i pickups con dei Texas Special..certo, vorrei cambiare anche le meccaniche e far dare una botta alla vernice che mi sembra un po soffocante..per il resto mi potresti illuminare?? GRAZIE SALUTI
Rispondi
Re: Cosa intendi..
di gixxer [user #22205] - commento del 30/10/2011 ore 22:4
Secondo me, a questo punto, l'unica cosa che puoi cambiare sono le sellette originali in lega. Prova le Callaham in acciaio e poi ringraziami. Non ci credevo nemmeno io. Ciao a tutti......................
Rispondi
Tanto per dire
di francescoRELIVE [user #13581] - commento del 18/03/2009 ore 08:5
Secondo me, si, hanno diversi timbri e sonorità ma poi bisogna anche beccare la chitarra giusta! mi spiego: l'altra settimana ad un concerto un signore ha suonato un paio di canzoni con la mia strato mexico e appena è sceso dal palco mi fa: "cavolo, bella sta chitarrina!!! altro che la mia!" Ci è rimasto un pò male quando gli ho detto che è messicana dal momento che lui ha una standard americana dell'80 ... de gustibus...
Rispondi
Re: Tanto per dire
di Indy [user #15686] - commento del 18/03/2009 ore 11:3
Gli anni '80 non sono proprio il massimo per le Fender... anzi è stata proprio la mancanza di qualità di quel periodo a fali quasi fallire. Ora credo che sia folle pensare che una chitarra anni '80 sia meglio di una nuova solo perché 'quasi' vintage! Magaripuò capitare l'eccezione ma io credo che le Fender di ora siano meglio di quelle di quegli anni. Evidentemente anche le Mex di ora sono meglio di quelle americane di quel periodo. Ma non mi stupisce affatto.
Rispondi
Re: Tanto per dire
di Cliath [user #196] - commento del 19/03/2009 ore 11:1
Quoto e straquoto
Rispondi
Ottima prova
di felicevai utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 08:5
Ottima prova, e ci tengo a sottolineare l'utilità di questa comparativa, perchè troppo spesso accade di impostare male i primi investimenti musicali. Complimenti sinceri.
Rispondi
I vincitori
di frenchifarina utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 09:0
Secondo me i vincitori sono il piccolo Victoria ed il grande Jurgen! Con un ottimo ampli ed un'ottima mano suona bene anche la Bullet... Complimenti!
Rispondi
Squier perchè l'entry level ??
di Banana utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 09:1
Permettimi un appunto, magari le Affinity o le Bullet non è che siano proprio il massimo della produzione Squier, come non lo sono le Affinity che fanno da "Apripista". Magari mi sarei aspettato una comparativa con una "Vintage Modified Series" oppure una Standard Stratocaster® (Special Edition) che a mio avviso suonano benissimo e di OTTIMA fattura. Di mio conto suono anche con una Squier Standard Stratocaster® (Special Edition), riponendo ogni tanto la mia amata Fender YJM nella custodia e francamente tra rifiniture e manico, non ha nulla ad invidiare ad una Standard Usa Fender. Effettivamente la prova sarebbe stata falsata, poichè parliamo di Squier da 300 euro in su ma vorrei precisare questa cosa per evitare che si associ al nome Squier solo produzione "scadente" o poco curata. Complimenti per la prova.
Rispondi
modelli lawsuit
di adf1973 [user #12488] - commento del 18/03/2009 ore 09:3
Beh..io aggiungerei ai modelli nuovi alcune valide alternative presenti sul mercato dell'usato vintage ed in particolare i modelli lawsuit giapponesi acquistabili, per esempio, su ebay. In particolare ne posseggo due: una greco SE600 modello Jeff Beck del 1978 ed un'aria ST500 pickup Di Marzio del 1981. In particolare la greco messa a confronto con una fender strato americana di fine anni 80 è risultata superiore come suonabilità, sonorità e bilanciamento con notevole sorpresa del pessessore della chitarra americana. In riferimento ai costi, ho pagato la greco circa € 450 compresi costi di dogana e di trasporto dal giappone, l'aria circa € 500 (ma la prima è notevolmente superiore), inoltre degne di nota sono anche le fernandes e le tokai anche se queste ultime si mantengono su livelli di costo superiori anche se costruite nello stesso stabilimento delle greco. Quindi se si è interessati su di un acquisto intorno ai € 500, prenderei in considerazione l'acquisto di un modello vintage giapponese, sopratutto quelli di fini anni 70 inizio anni 80 migliori come manifattura.
Rispondi
1° American Standar
di mauro87 [user #16339] - commento del 18/03/2009 ore 09:3
1° American Standard 2° Road Wom (Made in Mexico) 3° Classic 60 (Made in Mexico)
Rispondi
Re: 1° American Standar
di Tyler Durden [user #10062] - commento del 18/03/2009 ore 12:4
Fondamentalmente, come puoi leggere più avanti, condivido! SaluTONES!!!
Rispondi
ottimo articolo
di contender [user #7055] - commento del 18/03/2009 ore 09:4
che mi terrà impegnato almeno questa sera per un approfondito ascolto. i complimenti a jurgen e alla ditta tomassone che dimostra che; A) ha un magazzino spettacolare in cui scegliere veramente di tutto, B) che esistono grazie a Dio delle aziende in cui puoi comprare una chitarra dopo averla vista e provata e se permettete (almeno io) preferisco spendere qualche euro in più ma provare la mia chitarra e uscire subito col mio acquisto in mano che ordinare una cosa al negoziante (fisico o online poco cambia) e apsettare per risparmiare magari 30 euro su una chitarra.
Rispondi
Re: ottimo articolo
di Drommexx [user #19422] - commento del 23/05/2009 ore 17:1
In realta', caro Contender (complimenti per la frase nella firma) da Tomassone i prezzi non sono per niente alti. Sfido chiunque a trovare roba di qualita' come dai Tomassone (e con quella scelta) per quei prezzi. Io da loro ho comprato la mia Les Paul Standard (Gibson ovviamente) e quando ho sentito il prezzo credevo che ci fosse una truffa. Infatti mi sono messo in macchina da Bari a Bologna per andare a prenderla di persona. La chitarra e' stupenda e suona da Dio. Sulle Fender stessa cosa. Hanno in assoluto i prezz piu' bassi. Quindi tra le due l'una... o sono dei Mecenate o sono dei falsi ma fatti davvero bene. Io, per non farmi mancare niente prendero' un American Standard Olympic White con tastiera in acero (come quella di Jimi Hendrix a Woodstock) da loro.
Rispondi
Riflessione
di KJ Midway [user #10754] - commento del 18/03/2009 ore 09:4
Grande Jurgen, (ti serve un roadie?) certo che con un ampli così si riesce a far suonare bene un pò tutto. A mio giudizio, andrò controcorrente ma secondo me la vincitrice è la Classic '60 secondo posto per la Vibe ed al terzo ci metto la American Standard; mi spiego meglio, la AS dovrebbe essere immediatamente riconoscibile proprio perchè essere la Stratocaster Standard, ed invece no non eccelle rispetto alle altre, non sta 2 spanne sopra, e la differenza di prezzo? 100 Euro solo perchè ti danno anche il case, ed il resto fate voi. Il problema di una così variegata scelta secondo me è a tutto svantaggio della Fender stessa per una volta, perchè uno dovrebbe spendere 1000 Euro 400 in più della più cara delle non americane, per avere pressocchè lo stesso prodotto? non sarebbe più saggio migliorare qualitativamente la Standard per non rischiare di indirizzare la clientela incerta su prodotti più economici? Ale
Rispondi
Re: Riflessione
di Eziooram [user #16471] - commento del 18/03/2009 ore 16:3
Concordo appieno con questa riflessione.
Rispondi
c'è anche la miaaaa
di Burats [user #16167] - commento del 18/03/2009 ore 10:0
la road house strat! ehehe Complimenti bell'articolo.. effettivamente io non ne ho provate molte di strato, è interessante sapere le differenze...
Rispondi
Bell'articolo! A pa
di Robertocaster [user #1945] - commento del 18/03/2009 ore 10:1
Bell'articolo! A parte i modelli di fascia più bassa gli altri sembrano tutti ottimi strumenti. Tante volte però una chitarra può suonare bene da sola ma quando si suona in gruppo sparisce un pò nel mix, mentre chitarre anonime escono poi fuori in maniera inaspettata.
Rispondi
E la Strato Ash Special Edition?
di Virgilio [user #12857] - commento del 18/03/2009 ore 10:2
Anche quella mi sembra una valida alternativa all'american standard, per di più personalmente preferisco il frassino al classico ontano per il corpo della Strato. Comunque quella che mi piace di più e la Classic '60 seguita dall'American standard, mi sa che appena mi avanza qualcosa ci faccio un pensierino. Ciao
Rispondi
Davvero un bell'arti
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 10:4
Davvero un bell'articolo! Eccheccazzo! Che dire, probabilmente sarò di parte ma l'american standard mi è sembrata la migliore. Posso dire che quella che mi ha sorpreso di più è la squier standard....davvero niente male! Quella che mi ha deludo di più è sicuramente la highway.....boh....non mi è piaciuta per niente, eppure non dovrebbe essere così diversa dalla american standard... Saluti G.
Rispondi
Re: Davvero un bell'arti
di slowfingers utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 12:5
Ciao Jimi, la highway delude per i pickup ed il ponte, cambiati quelli va oltre la Standard. Chi prende la highway deve mettere in preventivo almeno altri 250 euro, con 850 euro si ritrova uno strumento di alto livello superiore alla standard da 1000.
Rispondi
Re: Davvero un bell'arti
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 13:0
si però se uno "pimpa" un'american standard può ottenere una chitarra ancora meglio di una suhr....:-D E poi 250 euro mi sembrano un pò pochini. Ad esempio 3 single Duncan o Dimarzio = circa 180/200 euri ponte wilkinson di quelli belli= 120 eurini circa Spertzel autobloccanti = 60 eurini circa. E non ho messo cose spaziali, ma cose abbastanza standard e siamo già sui 400 euri..... E poi se io provo una chitarra e suona come la highway che ho sentito qua, non la compro....cioè potrei andare sulla fiducia, nel senso che è una chitarra liuterusticamente impeccabile e sicuramente suonerà bene con pick up diversi....ma ora suona male....come faccio a spendere 700 euro sulla fiducia? se poi suona bene, è un'altro discorso...sarei scemo a spendere di più per un american standard.. Cmq va troppo a gusti, obiettivi e situazioni personali... E poi magari le highway suonano una bomba e il video non rende...;-)
Rispondi
Re: Davvero un bell'arti
di plettrox [user #6758] - commento del 18/03/2009 ore 13:4
Giusto. Giustissimo. Compri una Standard e con i soldi che spendo per una highway arrivi molto più in alto. E di suo la standard è già molto ben suonante.
Rispondi
Re: Davvero un bell'arti
di slowfingers utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 17:3
Il problema è che una High non suonerà mai bene così com'e'. Ha il ponte in zama e tre single decenti ma senza personalità, un ponte wilkinson in acciaio a sei viti costa 60 euro e già guadagna in suono e sustain. Sulle Sperzel sono dubbioso, su alcune le metto , su altre no e non sento troppo la mancanza. Tieni presente anche che il ponte vecchio ed i pickup originali non si buttano, io, per esempio, ho venduto i single per 60 euro ed il ponte per 20 euro. L'unica cosa che si butta è il capotasto... anzi, meglio distruggerlo :)
Rispondi
Re: Davvero un bell'arti
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 21:2
si questo è vero....grazie a dio pickup, ponti e meccaniche si rivendono facilmente, almeno si recupera un pò qualcosa.. Secondo me cmq, ad oggi, le strato più interessanti sono le american deluxe....splendide, fatte e finite... Se oggi dovessi comprare una strato comprerei una deluxe...
Rispondi
Mi mancava una prova del genere!
di paolinux [user #14508] - commento del 18/03/2009 ore 10:5
Mi trovo spesso nei negozi a guardare con curiosità modelli che non mi sognerei di provare perchè economici(e seuperficialmente li snobbo) anche perchè mi ci vorrebbe più di un pomeriggio, ma con queste prove e questa schematizzazione certamente potrò farmi una idea dei modelli che possono valere qualcosa e che posso consigliare agli amici. Bravo Jurgen!
Rispondi
bravi!
di fran [user #4367] - commento del 18/03/2009 ore 11:0
ottimo articolo! ...però non si fa riferimento a quello che, a mio avviso, è il difetto maggiore delle chitarre Fender. La "consistency". La capacità di mantenere un determinato livello di produzione per un gran numero di strumenti. Tutti noi siamo stati testimoni di modelli che suonavano "stupendamente" provati in un contesto (negozio, amico, tipo che suona al pub) e magari in un altro, comunque simile, il risultato era decisamente deludente. E' da lì che nascono miti e leggende metropolitane e lì che mamma Fender dovrebbe concentrare le sue risorse... o forse a loro va bene così ;) F ps anche le messicane Fender Classic Player 60 (sui 600€) non sono affatto male... ottimi pick up tra l'altro....
Rispondi
Squier
di jackburton [user #16907] - commento del 18/03/2009 ore 11:0
E' da qualche giorno che mi interrogo sull'effettiva necessità di spendere oltre 1000 € per una chitarra...... Ho una strato squier standard a cui ho mnatato dei texas special e devo dire che per averla pagata 180 € usata + altri 100 € per i pickup suona infinitamente meglio della mia Strato Sambora.
Rispondi
Re: Squier
di LITTLEROCK [user #13427] - commento del 18/03/2009 ore 11:3
Infatti la penso proprio come te...ho acquistato una squier Affinity 20th anniverario (usata a 140€ e mai usata) e cambiato i pu (anche se quelli di serie non erano malaccio)...e che dire...suona benissimo!!!....vicino ad una standard non fa per nulla brutta figura. Sapete darmi qualche notiziola succulenta su questa serie? A che fascia potrebbe appartenere se confrontata con le chitarre sopracitate?
Rispondi
Re: Squier
di ANTOLO [user #10287] - commento del 18/03/2009 ore 16:3
ciao! io la squier affinity l'ho posseduta per un po di tempo. Appartiene alle entry level ma ha rifiniture e settaggio nettamente superiore alla bullet (forse una delle peggiori chitarre di tutti i tempi)e a tante altre chitarre. Purtroppo io non son riuscito a migliorarla cambiando i Pickup, anzi aveva perso sia in attacco che sustain...alla fine li ho rimontato i suoi e l'ho rivenduta! cmq i pickup originali della mia erano spompatissimi sui toni medi...gli alti erano belli i bassi così così. PS: ma nessuno ha notato che son state messe a confronto chitarre con mapleneck e altre con tastiera in palissandro? solo questo falsa completamente la prova e la rende (quasi) inutile.
Rispondi
Re: Squier
di plettrox [user #6758] - commento del 18/03/2009 ore 13:4
Forse perchè ha legni migliori,componenti migliori,liuteria migliore e suona tutta meglio? ;)
Rispondi
Negozianti????
di Indy [user #15686] - commento del 18/03/2009 ore 11:3
--- Deve essere infatti il punto vendita a fornire una adeguata informazione al cliente indirizzandolo sulla giusta strada per uscire dalla selva del marketing, --- Ma scherziamo? Ma dove vivete????
Rispondi
wow
di simonec78 [user #13803] - commento del 18/03/2009 ore 11:4
Grande articolo ! (so che non si puo' dire , pero' ho dato anche la preferenza...) Mi hanno stupito le Mex. Diciamo che i il suono si sente migliorato da quel punto in su. Forse gia' nell' ultima delle Sq. Sicuramente , come dite voi , i due marchi sono parzialmente sovrapponibili tra la migliore delle Sq e la "peggiore" delle Fender. Da Tele-ista posso dire che passai da una Sq indonesia ad una Highway Usa. Un altro pianeta. Sia come suono che come (sopratutto) rifiniture. Non credo che il discorso per le Strato sia molto diverso.
Rispondi
Complimenti per l' o
di irmo [user #17391] - commento del 18/03/2009 ore 12:0
Complimenti per l' ottimo test, credo sarebbe molto aprezzato anche un test analogo con strato da 1500 a 5000 € anche perche' credo che la scelta sia ancora piu' varia. ciao e grazie Danilo
Rispondi
Re: Complimenti per l' o
di Indy [user #15686] - commento del 18/03/2009 ore 15:2
Concordo, sarebbe utile fare la fascia superiore e inserire qualche modello Custom Shop. Magari non le serie limitate ma quelle più commercializzate (anche senza arrivare a 5000 euri).
Rispondi
american standard
di Florio [user #16607] - commento del 18/03/2009 ore 12:3
Bell'articolo, è sempre interessante vedere comparaziomni accurate. Come dico sempre, non me ne intendo, ma... anche per me è banalmente ("ma non troppo") positivo il giudizio sull'american standard (ma anche in altre occasioni ho detto che ne possiedo una di cui sono soddisfattissimo, per il suono, le rifiniture e, in genere, la comodità) e, come pura impressione, mi è piaciuta anche la Classic 60 (un po' meno, però, nelle ultime posizioni dello switch). Una piccola considerazione marginale (o no?): in generale, mi è parso che in alcuni modelli fosse più accentuata la differenza tra una posizione e l'altra dello switch. Comunque è anche difficile farsi un'idea precisa ascoltando tanti suoni (nei tre video, le chitarre vengono producono quasi cento "campioni"...), per cui è possibile che un'impressione possa essere occasionale e, magari, riascoltando le prove tra un mese uno avrebbe sensazioni (e compilerebbe classifiche) diverse. Ciao a tutti.
Rispondi
magari la bullet
di brozio77 [user #10423] - commento del 18/03/2009 ore 12:3
forse e veramente iper economica ma la produzione squier anche secondo me non e' assolutamente da buttare, specie quella indonesiana fatta dalla cort, quindi le affinity e le standard. uncambio di picup e son chitarre spesso piu che buone. la classic vibe invece mi ha deluso non poco. ero partito per prenderla ma ho preferito spendere 130 euro in piu' per la mexico standard, non c'era paragone. la classic vibe suonava tipo lama di rasoio mentre la mexico molto piu piena. de gustibus
Rispondi
Opinioni
di Tyler Durden [user #10062] - commento del 18/03/2009 ore 12:4
Dai. Bel test. Cavolo, le orientali suonano praticamente TUTTE veramente "sottili", l'Indonesiana soprattutto. Tutte esibiscono un twang assolutamente insufficiente e una grave "impersonalità" nelle posizioni intermedie. Spero proprio che le donne di laggiù non siano così! :-) La Standard Mexico suona veramente "calda", forse troppo. La Deluxe Road House invece è molto più "strutturata", così come la Classic '60 (carina). La Baja Custom pare molto "arrembante": saranno i pickup con una punta di output in più? La Road Worn forse però in effetti è la migliore Messicana di questo test (o almeno quella che suona mediamente meglio nelle varie posizioni, a mio modesto avviso). Americane: la Highway One è accattivante, piuttosto interessante nelle posizioni intermedie, insolitamente "cattiva" al centrale...non mi spiace! L'American Standard a ben vedere rimane effettivamente la migliore del lotto, quella con più "pregi" pur senza essere esente da "difetti", in primis una "personalità" non esattamente spiccata e un pickup al ponte rivedibile: a essere onesti dovremmo andare però pure a valutare le caratteristiche liuteristiche delle sorelle meno blasonate, perché laddove i legni, il manico, l'assemblaggio ecc. lo consentono si potrebbe valutare la possibilità di un upgrade dei pickup (e ovviamente delle corde!) che potrebbe restituirci sorprese veramente interessanti anche sulle "orientali", secondo me... Però è veramente difficile dire se queste leggere differenze siano realmente frutto della "provenienza" delle Strato in analisi o piuttosto della intrinseca variabilità che affligge (croce e delizia) un po' TUTTA la produzione Fender, a ogni livello e qualunque stabilimento si consideri... Ah...comunque di tutte queste Strato viste credo che non me ne comprerei proprio...nessuna...:-) SaluTONES!!!
Rispondi
Re: Opinioni
di Leonardo_B utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 12:5
chissà perchè sospetto che tu abbia una Am standard ;-)
Rispondi
Re: Opinioni
di Tyler Durden [user #10062] - commento del 18/03/2009 ore 15:1
Esatto... ...ma che sto proprio per vendere!!! :-))) La mia Strato ideale non è una Fender...è una...G&L! ;-) SaluTONES!!!
Rispondi
Santa G&L.. concordo
di Alexina [user #16905] - commento del 18/03/2009 ore 17:3
Santa G&L.. concordo pienamente :) .. presto ne avrò anch'io una tra le mani..slurp sbav.. la Legacy Tribute Series(che magari a te nn piace :D ).. con 700 euro e anche meno se son fortunata!!in barba alle made in USA più care per cosa poi??perchè fa figo??:) no dai..non voglio alzare un polverone, ma ho sentito strato standard USA da un millozzo suonare veramente male!!.. le G&L made in Indonesia montano pick up forniti dalla G&L USA, così come i ponti..e l'elettronica..che segue le specifiche dei progetti americani alla perfezione!!!provare per credere... Provata qualche mese fa ..mi è stata soffiata da non so chi...e se lo trovo non avrò pietà :P..mi è rimasto quel profumo addosso..il profumo di una signora chitarra.. personalità da vendere.. certo non si presta per le cattiverie..ma per quelle sono già attrezzata :D Poi il look.che dire: è veramente figa..la blueburst e la sunburst sono veramente eleganti(e soprattutto non sono dei padelloni immani..che di solito poi tutte le chitarre mi stanno gigantesche addosso :D)!!ma senti..siccome sono ignorantaaa sai dirmi qualcosa sul PTB system? :P SaluTONES a te :)
Rispondi
Re: Santa G&L.. concordo
di Tyler Durden [user #10062] - commento del 18/03/2009 ore 18:1
Ciao! Siamo forse off-topic ma... Io ho già un'ASAT Classic (tipo Tele) made in USA e a mio modesto parere la considero la Tele definitiva. E ti assicuro che, nonostante la sua spiccata eleganza, assolutamente "si presta per le cattiverie". :-) E' vero però che la qualità delle "sorellastre" orientali, sotto tutti i punti di vista (in primis quello sonoro), è veramente notevole ed è praticamente sovrapponibile con quella delle più blasonate Americane (certo le G&L made in USA e le Tribute non esibiscono differenze così marcate come quelle che esistono tra la varie Fender!). G&L ha tra l'altro una varietà di customizzazione veramente simpatiche, oltre che delle finiture impressionanti: penso ad esempio alla ASAT Bluesboy equipaggiata con l'humbucker al manico...alle ASAT coi P-90...io infatti credo che la mia "Stratocaster" definitiva sarà una Legacy del tipo semi-hollow...non so se l'hai mai vista/provata... Beh..."padelloni immani" forse no...in fondo siamo sempre in "design" Strato piuttosto pedissequo...ma ti invito a notare il PESO di queste chitarre (unico neo significativo, se di neo si può parlare): quelle col body in frassino richiedono spalle DECISAMENTE forti! :-) Il PTB system? Power Treble Bass...un controllo passivo che permette di "tagliare"/enfatizzare separatamente basse frequenze e alte frequenze...una piccola gemma di ulteriore versatilità (a chi occorre ;-))... SaluTONES!!!
Rispondi
Re: Santa G&L.. concordo
di Alexina [user #16905] - commento del 18/03/2009 ore 19:3
Eh si fuori topic mi sa :P ..però da questo bell' articolo dello Jurgen ho poi ottenuto informazioni assai interessanti da te..che mi hai stuzzicata con la tua G&L experience!non ho mai provato il modello che mi hai suggerito.. ma lo farò :) Grazie mille anche per la delucidazione sul ptb system.. Respect Alex p.s: la legacy che ho provato non mi pareva pesante..mmm...forse perchè se ti innamori a volte perdi un pò di lucidità :) hi hi
Rispondi
Re: Santa G&L.. concordo
di Tyler Durden [user #10062] - commento del 18/03/2009 ore 20:1
"la legacy che ho provato non mi pareva pesante..mmm...forse perchè se ti innamori a volte perdi un pò di lucidità" No, forse perché il body della chitarra che hai provato era in ontano! :-) Ho detto occhio al frassino perché la G&L produce chitarre in frassino in larga scala (laddove in casa Fender sono un po' "mosche bianche"), sia su simil-Tele che simil-Strato, quindi quando becchi il modello col body in frassino sulle spalle lo senti eccome...:-) La Legacy semi-hollow è pressoché impossibile da trovare...difatti se fossi riuscita a provarla ti avrei immediatamente domandato dove...:-) SaluTONES!!!
Rispondi
eheheheh son gusti alla fine
di brozio77 [user #10423] - commento del 18/03/2009 ore 13:2
ma ad esempio a me e piaciuta fra le squier di piu' la standard che la classic vibe, fra le messico la standard, la piu piena de lotto fregata solo in chiarezza un pelo dai pickup ceramici, e fra le americane vabbe' la standard ma non e' che fosse questa cosa astronomica.
Rispondi
bah....
di mottolone [user #14179] - commento del 18/03/2009 ore 13:2
Io apprezzo molto questi tipi di test ma ammetto che non riesco a sentire nessuna differenza forse a causa della qualità audio che è sicuramente il massimo che si può offrire al momento con le risorse di internet ma secondo me non è abbastanza per poter dare un giudizio. Poi sicuramente queste chitarre differiscono più per feeling tecnico ( approccio fisico della mano ) con lo strumento ma questo lo si può valutare solo di persona. Sarebbe interessante fare la stessa prova con Gibson/Epiphone modello les paul e con le Ibanez RG Prestige/non prestige.
Rispondi
condivido
di Vudienne [user #9301] - commento del 18/03/2009 ore 14:1
la bonta della ClassicVibe, inoltre mi è piaciuta la Baja. Non mi hanno entusiasmato invece (a parte le prime due squier) la HigwayOne e la Deluxe, neanche la Mexico che mi pare un po troppo scuretta. Riguardo al sovrapporsi dei prezzi mi sembra tutto abbastanza normale, c'è di mezzo un marchio, un nome che qualcosa deve pur costare! Significa prestigio, rivendibilità. Poi sarà la sensibilità di ognuno a valutare se la differenza di prezzo sia troppa o poca. Altrettanto normale è che i 600 euro di differenza tra le standard USA e Mexico possano sempbrare molti e ingiustificati, questo succede in tutte le marche in tutti gli strumenti, in tutte le cose. Per avere quel "pochino in più" devi pagere "molto di piu". E poi ci siam fermati alla standard usa... se andiamo avanti col livello, è peggio ancora.
Rispondi
pagella personale
di ivaneffect [user #12070] - commento del 18/03/2009 ore 14:1
Squier Bullet: 1.5 Squier standard: 3 Squier classic vibe: 5 Mex standard:5.5 Mex Deluxe : 6 Mex Classic60: 7 Mex baja : 7 Mex Road Worm: 8.5 Highway one : 8.5 Standard USA: 9- La mia MIJ: 8.5 :D apparte la squier bullet che ovviamente è ai minimi termini mi è piaciuta molto la mex road worm, e ovviamente la standard anche se comprerei sicuramente la classic 60 o la baja, perchè come rapporto qualità prezzo credo siano al top tra le chitarre di casa Fender.
Rispondi
Re: pagella personale
di Vudienne [user #9301] - commento del 18/03/2009 ore 14:4
carina la pagella, ecco la mia: Squier Bullet: 2 Squier standard: 1 Squier classic vibe: 6 Mex standard: 5 Mex Deluxe : 4 Mex Classic60: 7 Mex baja : 8 Mex Road Worm: 7 Highway one : 5 Standard USA: 7 ps: quando andavo a scuola io i 9 e i 10 non li davano mai
Rispondi
Re: pagella personale
di Francescofalcone [user #16513] - commento del 21/03/2010 ore 22:0
eppure a sentire le prove le squier non suonano così male
Rispondi
Ottimo articolo, bravo Jurgen!!!
di T610 [user #6089] - commento del 18/03/2009 ore 14:3
Come sempre ottimo lavoro jurgen, grazie per gli articoli sempre sorprendenti e molto interessanti, noto con rammarico che i prezzi dalle mie parti sono più alti diciamo che nella provincia di BS\BG, i prezzi dei negozi, sono di circa €50 in più per tutti i modelli della prova, a parte questo le squier che ho posseduto anche in passato non mi piacciono per niente, diciamo che le chitarre interessanti partono dalle classic60 in su, la migliore sicuramente la standard usa, la mia personale classifica è in linea con quella di ivaneffect dando una pagella anche io do gli stessi voti. Jurgen grande come al solito adesso mi aspetto una prova analoga con le telecaster, poi se hai voglia potresti fare anche un test con le fender dai 1000 euro in su.....;-)
Rispondi
io propongo...
di cisco [user #1569] - commento del 18/03/2009 ore 14:5
infiliamo nel test anche una stratocaster del 64 ? Cosi sentiamo tutte queste differenze...
Rispondi
Bellissimo articolo
di fatoldsun utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 15:2
Bellissimo articolo e prezioso test! Possiedo da anni una Squier Affinity,la mia prima chitarra,e devo dire che per quel che costa non è malissimo. Peccato che ormai avrebbe bisogno di tasti nuovi e questa operazione la vedo troppo troppo costosa per una chitarra di questo livello...ma chi sa che non mi decida,in fondo ci sono affezionato! Ciao e complimenti.
Rispondi
la fender..daun mode
di elbecko [user #17488] - commento del 18/03/2009 ore 15:5
la fender..daun modellino di 100 euro ad una custom shop ovvero la mia gilmour signature n.o.s...mah!
Rispondi
secondo me 1)americ
di kiro [user #16723] - commento del 18/03/2009 ore 15:5
secondo me 1)american standard 2)classic 60 mexico
Rispondi
Re: secondo me1)americ
di Florio [user #16607] - commento del 18/03/2009 ore 18:1
Ciao, sono d'accordo con te: praticamente hai stilato la mia stessa (stringata) classifica (vedi uno dei commenti sopra), ed è interessante che proprio tu la pensi così (tu sei l'accordiano che deve aprire un negozio di strumenti, vero?... tienici informati, ché probabilmente nel tuo negozio ci sarà una buona scelta!). Buone cose.
Rispondi
questi sono ottimi e
di customblack [user #14990] - commento del 18/03/2009 ore 15:5
questi sono ottimi e utilissimi articoli, grandi complimenti alla redazione
Rispondi
Conclusioni personali
di Hermano [user #9275] - commento del 18/03/2009 ore 16:1
1) Un bell'ampli, belle mani e suona anche la chitarra da 100 euro, ed ascoltata non è molto differente da quella da 1100. 2) Quando sai suonare anche la squire da 100 euro è una chitarra, quando sei all'inizio è insuonabile, in migliaia smettono perchè non riescono a tirarci fuori un suono decente, meglio cominciare una chitarra ed ampli non pessimi, altrimenti il rischio di mollare è altissimo.
Rispondi
L' esperimento per la prossima volta!!!
di Eziooram [user #16471] - commento del 18/03/2009 ore 16:2
Anzitutto complimenti a Jurgen per l'aricolo che è bellissimo. E' incredibile come la deluxe road house, ma anche la squier standard indonesiana, suonino meglio di certe strato. Io proporrei di fare tra un po' di tempo un esperimento in cui il bravissimo Jurgen suonasse le varie chitarre senza far apparire in sovraimpressione il modello e facesse dire a noi a quali modelli corrispondono all' interno di una lista, per poi rivelarci la soluzione. Secondo me ci sarebbero grosse e grasse sorprese!!!
Rispondi
Scusate ragazzi, si
di falconx51 [user #18402] - commento del 18/03/2009 ore 16:3
Scusate ragazzi, si è molto interessante, ma a noi che sappiamo tutti come la differenza tra una chitarra e l'altra dipende da tanti fattori : ponte - Wilkinson, Kahler, Floydd, Fender by Kahler,etc oppure legni, meccaniche, PUPs etc, piacerebbe sapere in base a questi elementi la differenza; "perchè" quella suona meglio di questa. E' chiaro per esempio che difficilmente la produzione nuova monterà un Kahler tipo le MIJ. Hanno ovviato? O hanno perfezionato lo Wilkinson? Parliamoci chiaro, il suono è completamente diverso. Poi come informazione di orientamento sul mercato è utilissima. Per quanto mi riguarda da quando ho la G&L (pagata veramente poco!) tutte le volte che la suono mi stupisco di quanto sia migliore di ogni cosa abbia suonato prima e penso che difficilmente acquisterei un'altra strato considerato che dispongo di una MIJ e della sqier(Korea)di mio figlio. Piuttosto mi sperimento alcune soluzioni per conto mio.
Rispondi
ponte a 6 viti
di sergio64 [user #15057] - commento del 18/03/2009 ore 16:3
Quale ponte simile per stile (6 viti, sellette tipo vintage)è migliore di quello in dotazione alle highway one?
Rispondi
Ma nessuno si è res
di ANTOLO [user #10287] - commento del 18/03/2009 ore 16:5
Ma nessuno si è reso conto che vengono messe a confronto chitarre con mapleneck a quelle con tastiera in palissandro? (per rendere il paragone attendibile avrebbero dovuto averlo di uguale materiale!) e nessuno si è reso conto che la baja è scordata? Ormai lo sanno tutti che all'interno della stessa linea la fender non tiene costante la qualità della produzione. Questo confronto ha, a mio modesto parere, pochissimo senso. Non dico questo per fare quello che ne capisce più degli altri ma dalla mia esperienza (piccolissima) posso dire che la mia tele highway mapleneck 3c sunburst è completamente diversa da quella di un mio compaesano che è stata aquistata pochi mesi dopo. Addirittura il manico E' DIVERSO NEL MATERIALE... quello del mio amico è praticamente bianco, non presenta venature e i tasti sopra sono persino di altre dimensioni, mentre nella mia chitarra era da subito giallo, venature visibilissime e i tasti più larghi ( a dispetto della dicitura meduim jumbo). La stessa cosa è capitata ad altri confrontando alcune fender mex...facevano tutte pena tranne una che, guarda caso, sembrava anche la meglio rifinita!
Rispondi
Re: Ma nessuno si è res
di lorenzoDACG [user #14585] - commento del 18/03/2009 ore 21:1
Quoto... Vista la proverbiale incostanza produttiva della Fender questo test è sì interessante, ma anche sostanzialmente inutile. Possiamo anche dire che tra queste è più bella x di y, ma provandone altre potrebbe essere il contrario (si parla spesso di messicane migliori di americane). E volendo trascendere un po' il discorso, come si già detto, può darsi che cambiando hardware e pick up a y si ottenga una chitarra migiore di quello che si potrebbe ottenere da x... Complimenti per l'articolo, però lo trovo un po' fine a se stesso.
Rispondi
Re: Ma nessuno si è res
di lorenzof [user #17952] - commento del 19/03/2009 ore 03:3
"...Non dico questo per fare quello che ne capisce più degli altri..." bhe veramente dal tono si direbbe di sì. Forse non hai ben compreso uno degli scopi primari dell'articolo: fornire una panoramica del catalogo Fender nella fascia di prezzo X. Nessun liutaio al mondo potrebbe stilare una classifica assoluta dei modelli migliori, anche in presenza degli stessi legni su tutte le chitarre, perché non sono solo quelli a fare la differenza. Inutile cercare sottigliezze quando sai che la realizzazione della giuntura del manico, la misura delle corde e loro usura, la regolazione dell'altezza dei pickup variano drammaticamente il suono della chitarra. Anche confrontando modelli della stessa famiglia troverai sempre differenze, anche grandi.
Rispondi
Re: Ma nessuno si è res
di ANTOLO [user #10287] - commento del 19/03/2009 ore 16:5
se la cosa fosse come dici tu, una semplice panoramica nel range di prezzo, allora che bisogno ci sarebbe di provare tutte le chitarre in ogni posizione pick up? Ovviamente non sono solo i legni a fare la differenza, ma fanno una grande differenza !!! Quello che ribadivo io è che si sarebbe dovuto fare almeno un raffronto tra modelli analoghi...per farla breve: è ovvio che sulla bullett ci siano quei pickup ma non è altrettanto ovvio che ci sia solo il manico con tastiera in palissandro. Forse non son stato abbastanza cristallino nell esprimermi, però occhio, non dare sentenze così alla cieca...io non sono entrato nel post con questo proposito... ciao!
Rispondi
scopo dell'articolo
di lorenzof [user #17952] - commento del 19/03/2009 ore 18:2
Ma se diciamo che lo scopo principale dell'articolo (Jurgen correggimi se sbaglio) è fornire una panoramica del catalogo Fender nella fascia di prezzo X, mi spieghi cosa c'entra andare a cercare tutte le chitarre con gli stessi legni? E' fuorviante immaginare che questo articolo sia utile per fare una classifica (come il 90% degli utenti ha fatto). Chiaro che emergono delle chitarre dal suono più corposo, meno esile, ma la grande differenza che c'è tra i modelli base e la road worn mica vorrai dirmi che dipende dal palissandro o dall'acero del manico?! Già ha più senso dire che per fare un confronto tra le quattro migliori chitarre del test (che si distinguono piuttosto chiaramente dalle altre) occorre mettere sul tavolo le stesse caratteristiche di legno. Ma anche qui sarebbe una fatica inutile: quando c'è una costruzione e dei materiali almeno discreti, è l'orecchio e la mano di ognuno a dover giudicare. E non puoi comunque farlo da un clip video: perché queste chitarre (le migliori almeno) suoneranno diverse in mano ad ognuno, in diversi ampli, per diversi generi, con diverse corde, con diversi pickup. A me è capitato di assistere alla scena di due chitarristi sullo stesso palco (band blues-rock), uno con una tele e uno schifosissimo ampli a transistor da 15, massimo 30 watt, che nel mix bucava 100 volte meglio di uno con cassa e testa a valvole H&K (non ricordo il modello) e una PRS. Probabilmente preso da solo, il secondo aveva un suono da paura, ma poi nella band? Su quel palco? Su quell'impianto, con quel fonico, in quel luogo, con quell'umidità...La ricetta valida per tutte le stagioni non c'è. E il mondo della chitarra non ha a che fare con l'hi-fi. Voglio dire che le variabili per un confronto sono davvero tante, c'è da considerare il contesto di utilizzo, e non ci sono criteri univoci di giudizio che possano essere utilizzati, ma solo un gradimento correlato con N altre variabili. Siccome di mestiere faccio il ricercatore in formazione e le procedure per una indagine scientifica le devo masticare quotidianamente, ti dico che se vuoi fare un test serio devi metterti dentro un laboratorio e realizzare un setting totalmente differente da questo, che probabilmente nessuna rivista di chitarre ha mai utilizato (non che io sappia, magari mi sbaglio). E i risultati sarebbero comunque di dubbia utilità. E l'espressione artistica non ha -per fortuna! dei parametri univoci con cui confrontarsi per essere autorizzata ad esistere. Siccome invece che fidarci di orecchio e mano stiamo sempre a cerare di orientarci fidandoci delle etichette commerciali, ecco che cadiamo sempre nei soliti tranelli che fanno ricca la fender e le altre. Allora ben venga un articolo come questo a mostrarci quali sono le ipotesi da scartare, ma non a scegliere la migliore. Meno seghe mentali e più creazione!
Rispondi
Re: scopo dell'articolo
di ANTOLO [user #10287] - commento del 19/03/2009 ore 21:4
D'accordisssimo ! Questa cosa di certi suoni belli solo se isolati e praticamente indistinguibili suonando nella band l'ho notata spesso! credo che in questo caso sarebbe utile aprire un post che parli delle "frequenze" (correggimi) che vengono coperte dai vari strumenti. "Meno seghe mentali e più creazione!" : siamo della stessa idea anche su questo aspetto, però sai com'è: dal vivo o in registrazione ti rendi conto che uno strumento ti da subito quella "risposta " che invece provando un altro strumento non riesci a trovare, ed è una logica conseguenza cercare di capire a cosa siano dovute queste caratteristiche, penso sia una cosa legittima... PS: non c'entra nulla, o quasi: hai provato a prendere in mano una strato realizzata dalla castley con il corpo in mogano? io si e più passa il tempo più noto che del marchio famoso sulla paletta non me ne faccio nulla, a mio parere uno strumento veramente buono (arebbe stato interessante inserirla nell indagineconsiderando che costa 120 € !!!) ciao!
Rispondi
Re: scopo dell'articolo
di lorenzof [user #17952] - commento del 20/03/2009 ore 03:1
Non intendo mica dire che non serve interrogarsi a fondo, ma serve farlo sulla base di elementi utili e per scopi razionali. Per esempio, per isolare tra le tante quelle 4-5 chitarre evidentemente migliori, che poi ti andrai a provare a accuratamente con le tue mani, se ti interessano.
Rispondi
grazie all'ampli e a
di SteveRV [user #14271] - commento del 18/03/2009 ore 16:5
grazie all'ampli e a jurgen suonano tutte bene. C'è anche da considerare il prezzo che hanno, per 1000euro l'americana è deludente 1° Highway One 2° Squier Bullett 3° Road Worn 4° American STD
Rispondi
dieci volte tanto?
di MetalShredder [user #15116] - commento del 18/03/2009 ore 17:0
Ciao a tutti... vi voglio parlare della mia esperienza: ho cominciato a suonare alcuni anni fa con una squier bullet, identica a quella del video. Dopo qualche anno ho ceduto alla tentazione di una jackson RR3, e la mia prima piccola squier l'ho prestata all'ex ragazza che, proprio in quanto "ex", me l'ha restituita poco tempo fa... nel frattempo mi sono comprato una american standard. Certo sono molto più sentimentalmente legato alla squier per molti motivi ma ritrovarmela in mano a fianco della fender è stata una sorpresa.. dopo un leggero settaggio in action e curvatura del manico, devo dire che io adoro la squier! Tra tutte è quella che, anche con tutti gli ovvi problemi descritti nell'articolo, mi asseconda di più.. forse perchè non ho "paura" di toccarla, di portarla in giro e rovinarla. Forse perchè le posso fare prendere tutta la polvere del mondo per averla sempre fuori dalla custodia attaccata all'ampli, forse perchè il manico è proprio fatto per la mia mano... Però devo dire che, avendole qui tutte e 2 mentre scrivo, mi pento di aver speso dieci volte tanto quanto il mio primo acquisto per uno strumento che non mi regala neanche la metà di quest'emozione... ed in fondo, se non si è professionisti, per me è questo l'importante. Epilogo: la piccola squier viene sempre a vedermi suonare e se ne sta appesa alla sua astina, sperando in fondo che alla fender salti una corda per potersi esibire... anche con quel maledetto tremolo che non regge uno sbadiglio... e forse, quella volta, quel bending estremo che mi costrinse a cambiare chitarra non fu del tutto involontario! ;-) Scusate lo spirito romantico ma sono davvero contento della mia squier. Un saluto e grazie per l'articolo!
Rispondi
ogni strato suona di
di davideangelo [user #9716] - commento del 18/03/2009 ore 17:1
ogni strato suona diversa dalle altre indipendentemente dalla provenienza e dal modello. ho avuto modo di provare 2 squier bullet, la prima una ciofeca,la seconda a mio parere dignitosa. ho provato una fender strato standard made in mexico. non mi è piaciuta per nietne,ma era di sicuro questa chitarra nata male. ho provato una fender strato classic 60 made in mexico e invece mi è piaciuta un sacco. ho provato una highway made in USA completamente deludente. ho provato varie american standard,un paio anonime,una buona, una ottima( che ho acquistato) e poi una strato stupenda la eric clapton custom shop che per ragioni economiche ho lasciato stare. risultato? coprire la paletta e provarle tutte e scegliere con la paletta coperta.
Rispondi
Re: ogni strato suona di
di Joey K. [user #11987] - commento del 18/03/2009 ore 21:3
E' quello che ho provato a fare io virtualmente infatti! Ho tralasciato la lettura e i dettagli dell'articolo a dopo e ho caricato i video con solo la barra di youtube visibile! il (mio) risultato l'ho postato sotto :)
Rispondi
Ottima Recensione!!
di susketto [user #15997] - commento del 18/03/2009 ore 17:4
Cavolo che bel articolo!!!! Penso sarà utilissimo per molti di quelli che si accingono ad'un acquisto di una strato , e non sanno dove lanciarsi, anche perchè nei grossi centri si ha la fortuna di avere una vasta scelta e quindi provare tanti modelli, ma in negozzi + piccoli la cosa non è possibile , quindi specialmente il principiante tende a comprare quello che trova... Cmnq a mio parere da ciò che ho sentito le ultime 2 messicane erano superiori anche alla Standard Usa , o per lo meno a me sono parse + "Stratocaster" l'americana è un pò freddina nel video certo , se ci fosse stata una Custom Shop sarebbe stata n'altra cosa XD
Rispondi
Squier
di dallasmccoy [user #16221] - commento del 18/03/2009 ore 17:5
Personalmente ho tratto le seguenti conclusioni: 1) lui suona bene e ha un bell ampli, quindi suona bene anche la Bullet, e non intendo passare 3 ore a filosofare sulle differenze di timbro tra 10 strato, che tanto mi suonano tutte.....strato! I video andrebbero visti tutti di fila senza guardare che chitarra sta suonando. 2) Certe differenze come resistenza dell accordatura, qualità dei tasti ecc si possono vedere solo dal vivo e non su video, e non credo che seguano necessariamente la scala di prezzo. 3) C'ho una Squier Strat Affinity, pagata 130 ero nuova, su cui ho messo dei seymour duncan SSL-1 (ponte e manico), non direi che suona peggio delle strato fender.....anzi..ed è intonatissima, tiene l accordatura e si suona benissimo, una volta fatto fare un set up a chi lo sa fare. Poi fate voi, è questione di gusti. E cmq l'affinity suonava non male anche coi pick up originali, anche se è vero che sono peggio di quelli Fender, secondo me (più piatti), cosa che forse si sente passando dalla Bullet agli altri modelli nel video, nonostante la mano perfetta di lui e l'ampli stratosferico.
Rispondi
Re: Squier
di alex_kidd [user #19205] - commento del 07/05/2009 ore 15:4
quoto! anch'io ho una strato affinity... e non vedo l'ora di farci un cambio p.u.!
Rispondi
Mega Articolo........
di Ninnishow [user #17103] - commento del 18/03/2009 ore 18:0
Finalmente un mega articolo. Complimentoni . In procinto all'acquisto di una Strato , mi è servito e mi ha schiarito molto le idee e le orecchie. Evviva la tecnologia i video e la multimedialità. Cmq. Pesonalmente prima dell'acquisto aspetterei un attimino, vuoi vedere che con sta stramaledetta crisi economica e con il rafforzamento attuale dell' Euro sul Dollaro si possa avere un prezzo minore dell'attuale !!! Certo non è questo il periodo migliore per acquistare una chitarra.
Rispondi
Utile, ma...
di CHALKIE [user #13556] - commento del 18/03/2009 ore 18:1
Bellissima e utilissima idea che aiuta ad orientarsi un po` di oiu` tra tanti modelli di strato. Pero` la prova aiuta solo a evidenziare le differenze di suono, cioe` il timbro di ogni chitarra. Per comprare una chitarra e` sufficiente che abbia un bel suono, almeno secondo i propri gusti, oltre che un prezzo ragionevole? Non ci sono altre cose assai importanti da valutare? Si`, dico io. Ad esempio il bending. Ci sono chitarre che hanno un bel suono, diciamo ritmico, ma un bending penoso (per esempio sparisce la nota, oppure la chitarra si scorda). E la leva? Se uno vuole una strato spessissimo e` proprio perche` vuole la leva. Se la leva non va, la chitarra si scorda, e se una chitarra si scorda, magari anche di brutto, anche se ha un bellissimo suono e bellissime finiture, non ci penso due volte a lasciarla a qualcun`altro. Quindi, bella prova, solo un tantino incompleta.
Rispondi
Classic Player 60 & 50
di Butters [user #17445] - commento del 18/03/2009 ore 18:3
Grazie jurgen per l'articolo preciso ed utilissimo, mi dispiace solo di non aver trovato nella comparazione la chitarra che credo a brevissimo acquisterò cioè la messicana Classic Player 60, forse perchè si trova nella stessa fascia di prezzo della Highway 1 e allora altro che differenza di 100 euro tra una chitarra ed un'altra, li saremmo arrivati a differenze di 5 o 10 euro :) Se non vado off topic, OVVIAMENTE, vorrei chiedere a qualcuno di voi qualche impressione sulla chitarra in oggetto, sempre in comparazione con quelle recensite da jurgen, se invece vado off topic...hmmm...mi scuso in anticipo ;) Grazie ancora per l'articolo... Silvio
Rispondi
ottimo articolo
di karras [user #18282] - commento del 18/03/2009 ore 18:5
anzitutto complimenti a jurgen per il bellissimo articolo! detto questo, per quanto mi riguarda potrei dire che di quel poco di esperienza che ho nel mondo delle chitarre, un buon 80% l'ho fatta sulle strato (ne ho avute 12 o 13 e ne ho suonate di tutti i tipi, anche pre-cbs,ora ne ho una sola del '77) quindi ci sono legato ormai in maniera indissolubile..e per me è LA Chitarra. sono particolarmente d'accordo sul giudizio negativo sulle squier bullet ,a mio avviso non vanno acquistate,sono ''fuorvianti'' e davvero non ci si può cavare nulla di decente.Altra strato che mi è sempre sembrata solo una trovata commerciale è la Highway1: la scritta ''made in usa'' è fuoriluogo e serve solo ai fanatici perchè a livello di legni,finiture,wiring e suono mi sono sembrate davvero fiacche.. meglio secondo me una onesta mex standard. Fantastiche le Classic, Baja e Road, le consiglierei a tutti gli amici che non vogliono spendere 1100 euro per la American Standard che però, come dice il nome, è Standard! un must! A mio avviso la cosa migliore che si può fare è trovare una Am.Std dei primi anni '90, con gli stessi soldi della Highway hai una signora chitarra, ottime finiture e legni gia ''assestati''. Per concludere una nota personale (vorrei disquisire di tutte le mie impressioni e valutazioni ma prenderei tre pagine di blog!): mi sono da poco separato (aihmè!) dalla mia adorata Am.Std del '91 che suonava da dio e da STRATOCASTER ed ho preferito tenere la '77..tanti danno addosso alle fine '70 definendole degli obbrobri, io adoro la mia! il suono delle Am Std non peggio anzi è pure più delicato e pulito probabilmente, ma il ''mojo'' e la ''botta'' della mia '77 sono qualcosa di incredibile! Concludo con un consiglio ''in modestia'' a chi vuole prendere una nuova strato: non bisogna farsi infinocchiare dalle scritte ''made in usa'', quella non è una garanzia che la chitarra sia perfetta e suoni meglio delle altre. bisogna provarne tante e di tutti i tipi ad occhi chiusi e sarà lei a scegliere te infine, che sia mex, baja o ''fattadaunjappomessicanofattoditequila''! un plauso particolare quindi all'articolo che da un ottimo spunto per far capire come iniziare la ricerca della propria chitarra. un riffone a tutti! (scusate la prolissità..) Alberto
Rispondi
le chitarre vanno pr
di yasodanandana [user #699] - commento del 18/03/2009 ore 20:2
le chitarre vanno provate.. questo non si discute.. per cui se avessi tutte quelle chitarre a portata di mano, magari troverei tutte quelle differenze di pregio che a livello sonoro non sento.. nel senso che ognuna di quelle chitarre potrebbe suonare esattamente come tutte le altre per esempio con un semplice colpetto di equalizzatore... quindi o la meno costosa si suona dieci volte peggio ed e' dieci volte meno intonata, meno affidabile e piu' frusciosa della piu' costosa.. oppure alla fender ci stanno pigliando per il sedere..
Rispondi
Re: le chitarre vanno pr
di Tark utente non più registrato - commento del 18/03/2009 ore 23:5
sacrosanto.... provare delle chitarre vuol dire portarsi il PROPRIO ampli e giocare (anche parecchio) con l'eq. Alla fine si vede qual'è il meglio che si riesce a tirar fuori da ognuna. Se poi si hanno chilomentri di pedalboard trovo stupido soffermarsi su delle sfumature sonore che verrebbo sicuramente perse
Rispondi
Re: le chitarre vanno pr
di 0dBm [user #13012] - commento del 19/03/2009 ore 01:3
***quindi o la meno costosa si suona dieci volte peggio ed e' dieci volte meno intonata, meno affidabile e piu' frusciosa della piu' costosa.. oppure alla fender ci stanno pigliando per il sedere..*** che sia la seconda che dici? :) p.s. concordo pienamente sul fatto che le chitarre vadano provate in prima persona, resta il fatto che il test è comunque illuminante, nonostante alcuni evidenti problemi di settaggio delle varie chitarre.
Rispondi
Local Hero!!! Sapevo
di dire_straits [user #12991] - commento del 18/03/2009 ore 20:4
Local Hero!!! Sapevo che Jurgen la tirava fuori! hehe... Grandi dIRE!!! Ciao
Rispondi
Telecaster
di FreakHunter [user #18482] - commento del 18/03/2009 ore 20:5
bellissimo articolo, peraltro molto utile a chi, come me, si appresta a prendere una nuova chitarra e non vuole spendere troppo (causa scara capacità tecnica) col senno di poi potrebbe essere fatta una cosa del genere anche per le Telecaster?
Rispondi
highway one
di Ogi_ [user #14636] - commento del 18/03/2009 ore 21:2
Molto interessante la prova comparativa, utile a scremare anticipatamente le strato che proprio non aggradano... Ci terrei solo a precisare che la strato highway one non ha (secondo me ovviamente) dei pick up significativamente più cessi di quelli che si possono trovare nelle altre chitarre sopra i 500 euro.. Parlo con cognizione di causa avendo a suo tempo provato tale chitarra e una strato american standard (ma non 2008). Bè i pick up che suonano un pò più bassi, meno twangosi diciamo, sono una prerogativa stessa della highway one, e mostrano la loro versatilità sopratutto sui suoni distorti rispetto ad esempio alla american standard che ho avuto modo di provare. In pratica suonano un pò meno strato.....!! lasciando spingere un pò di più sul gain dell' ampli senza che chi timpani implodano a suon di acuti..(provare una ritmica distorta pick al ponte per credere) Altra grande differenza i tasti.. un pò più alti rispetto a una standard (personalmente comodi...) Con questo non voglio assolutamente far scalare la classifica alla highway, semplicemente ritengo che il suonare un pò diversa da un' american standard sia semplicemente l' ambito "naturale" dello strumento. Certo che se poi per latri il suono rimane cesso, allora cesso rimane!!
Rispondi
Io ho provato a fare un blind test
di Joey K. [user #11987] - commento del 18/03/2009 ore 21:3
Io ho provato a fare un blind test! Ho coperto il video e ho segnato il minuto in cui il suono mi convinceva di più... Il risultato? Che ho "riconosciuto" con piacere il suono della mia mex nella Deluxe Road House (non ho mai saputo il modello della mia) e secondo me ancora una volta si è fatto valere :) Inoltre a parità di equalizzazioni per me la strato perfetta sarebbe la Road Worn nei pickup al manico e centrali da soli, la American Standard nelle posizioni intermedie e la Highway One nel pickup al ponte! :D Che dite se pò fa'? :)
Rispondi
Ulalla'
di pow [user #13213] - commento del 18/03/2009 ore 21:3
Questo è uno splendido articolo! A proposito, complimenti a Jurgen anche per la scelta di "Local Hero" (mitico Knopfler) e per la piccola esecuzione. A me piace molto, ma proprio molto, il suono della Squire standard indonesiana. Anche il prezzo mi piace parecchio...quasi quasi ci faccio un pensierino! I problemi di "frittura" di corde si possono eludere con un buon settaggio dei vari ponti, manici, ponticelli etc... I problemi di intonazione / accordatura sono difficili da risolvere. Tuttavia, a giudicare da quanto ho sentito, apprezzo molto la Squier standard. Il suo suono cristallino, chiaro e "sottile" è favoloso... sarà che la mia usa standard ha un timbro piu' scuro e "corposo" e quindi mi manca un po' un certo suono. Sta di fatto che a 250 euri ci si porta a casa un suono molto, molto particolare. Il resto dei problemi sicuramente sono presenti (manico troppo doppio o sottile, verniciatura, rifiniture, meccanica, intonazione, accordatura etc.), ma se dovessi cominciare a suonare oggi, mi prenderei quella. A ME ME PIACE! Non mi piace, invece, la highway one usa. Rinnovo i complimenti per l'articolo.
Rispondi
Bello e interessante !!
di setola67 [user #17239] - commento del 18/03/2009 ore 21:4
Bel colpo Jurgen !! Secondo il mio modesto parere un ottimo articolo per dipanare molte nebbie. Aggiungo solo che a me mi sono piaciute anche la Higway e la Baja Custom, che considerando i prezzi, possono rappresentare un buona variante. Quoto in pieno i modelli che hai scelto. E' difficile da suonare Going Home ? Ho sempre amato quel pezzo, ma non sono mai riuscito a trovare nessuno in grado di insegnarmelo !! Sigh ! Sob !
Rispondi
Re: Bello e interessante !!
di lucafriso [user #1405] - commento del 18/03/2009 ore 22:1
***E' difficile da suonare Going Home ? Ho sempre amato quel pezzo, ma non sono mai riuscito a trovare nessuno in grado di insegnarmelo !! Sigh ! Sob !*** In realtà è facilissimo. Sono tutte posizioni ricavate da accordi ma estremamente efficaci. Ho in progetto da tempo degli articoli con le trascrizioni delle due parti di chitarra di MK a cui sono più affezionato: il finale di Tunnel Of Love e Local Hero tratte da Alchemy live. Devo solo armarmi di pazienza e tanta voglia di trascrivere!! :-D
Rispondi
Re: Bello e interessante !!
di dickeybetts [user #16947] - commento del 24/03/2009 ore 13:5
se lo fai diventi automaticamente il mio idolo...
Rispondi
Complimenti davvero
di scheggiarock [user #18303] - commento del 18/03/2009 ore 21:4
Complimenti davvero per la la professionalità di questo articolo. Le chitarre che ho trovato più vicine ai miei gusti musicali sono la "road worn Mexico" e la "classic '60 Mexico". Per quanto riguarda la varietà di modelli stratocaster, mi sembra che la gamma sia fin troppo estesa. Sarà pure una scelta commerciale per tenere d'occhio la concorrenza, e questo va bene nella gamma delle chitarre usate in questa prova, con prezzi dai 100 ai 1000 euro, ma se consideriamo le varie "artist signature" e "custom shop models", secondo me ci sono modelli che si differenziano tra loro per particolari davvero minimi, che, dal mio punto di vista, non giustificano una varietà così vasta di stratocaster. Comunque, ancora complimenti, ottimo articolo.
Rispondi
BRAVISSIMO JURGEN, MA BASTA STRATO!
di lorenzof [user #17952] - commento del 18/03/2009 ore 22:3
Grande Jurgen e Redazione, questi sono articoli di grande valore. Bravi, bravi e ancora bravi. Mi chiedo se al fine di giudicare il suono non sarebbero meglio degli Mp3: i giudizi risulterebbero meno legati ai nomi e più al suono. Certo che poi il suono te lo devi sentire nelle mani, quindi non è che uno possa basarsi su questi clip in tutto e per tutto. Solo una cosa, l'ho già detta: c'è molto oltre le strato e le Fender in generale. Mettiamo a confronto PRS e Parker Fly. Jackson, Ibanez ed Esp. Grestch Electromatic, Epiphone Sheraton, Ibanez Artcore e.... Etc etc etc. PS: potevate aggiungere un pò di pepe, inserendo nella prova una G&L, ma non era lo scopo dell'articolo, quindi va bene così.
Rispondi
Re: BRAVISSIMO JURGEN, MA BASTA STRATO!
di lucafriso [user #1405] - commento del 18/03/2009 ore 22:5
***Mettiamo a confronto PRS e Parker Fly. Jackson, Ibanez ed Esp. Grestch Electromatic, Epiphone Sheraton, Ibanez Artcore e.... Etc etc etc.*** Sinceramente è la stessa riflessione che ho fatto questa mattina. :-D
Rispondi
Stratocaster american standard presa ieri.
di ciosper [user #18485] - commento del 19/03/2009 ore 01:0
Ciao a tutti,è il mio primo post,sono iscritto anche in un altro forum e accordo lo seguo da parecchio,finalmente mi sono iscritto. iscritto anche per dire la mia sulle fender stratocaster,leggenda musicale e come possiamo notare visto i tanti modelli,un'immagine x tutti noi. io proprio ieri mattina a Tortona,mi sono portato a casa una standard 2008 sunburst,e devo dire che dopo tanti commenti letti sul fatto che le standard non suonano bene e che aggiungendo 500/600 euro,ci si portava a casa una vintage o una signature tipo la EJ con ponte,meccaniche e pick up migliori,ho capito che sono solo parole parole e ancora parole! le standard,se cercate quella che suona,sono ottime chitarre x il loro rapporto prezzo/qualità,e suonano da stratocaster. Quoto chi ha scritto che solo alcune parti della chitarra vengono a costare sulle 250/300,quindi come affidarsi a una strato in una fascia di 150/300 euro,cioè,lo trovo angosciante! io non dico che le messicane suonino male,ma la mia scelta ad esempio è stata sempre fissata sulle americane,eletTronica migliore e costruzione migliore. Ho provato solo americane,e dopo una EJ,una JM carina ma troppo blues x i miei gusti,una vintage 62-57-70,la YM tastiera scalopped difficile da abituarsi alla prima volta,e 3 modelli di standard,avevo nella scelta la 70 e la standard. la differenza si sentiva,ma non x 500 euro,quindi ho scelto la standard e suonandola da ieri,mi sono accorto di aver fatto un'ottima scelta! In negozio c'erano anche le squire e le messicane,oltre alle nuove rod worn,ma x pagare una chitarra non americana che poi secondo me sono inferiori ho preferito la mia. I video di questo topic non sono male,ma una persona deve provarla da sè,così resta il fatto di tanti dubbi x uno che già li ha,e comunque avessi visto il video prima di comprare la strato,sarei andato lo stesso su quella che ho scelto. Molto dipende anche dal budget,ma se uno ha 1000 euri da spendere,secondo me non ci deve neanche pensare: FENDER STRATOCASTER AMERICAN STANDARD 2008! Ciao a tutti e spero di essere il benvenuto su questo bellissimo forum! :-) ps.tutto questo naturalmente fanno parte della mia impressione!
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di lorenzof [user #17952] - commento del 19/03/2009 ore 03:1
"...americane,eletTronica migliore e costruzione migliore..." Migliore? Rispetto a cosa? Rispetto alla maggior parte delle messicane? Ok. ma come hai detto tu, la chitarra che suona te la devi cercare. E non esistono solo Fender. Pealtro anche tra le USA capitano belle ciofecone, peggio delle Messicane. Chitarre con zeppe tra manico e corpo (per fare spessore) fatte di cartone, plastica, e zozzerie varie. Una strato artigianale costruita con la stessa cifra può valere 3 volte di più (in termini di qualità) di una strato usa standard. Per non parlare di una artigianale acquistata usata. Personalmente quando investirò altri 1000 euro per una chitarra, sarà per una Parker Fly usata.
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 19/03/2009 ore 10:4
io comunque sta storia che ogni strato american standard è una storia a se non l'ho mai capita......OGNI chitarra di QUALSIASI marca è una chitarra a se stante , in quanto in natura l'uguaglianza perfetta non esiste....ma al di là di questo non ho mai visto in vita mia strato american standard con zeppe cartone monezza e quant'altro.....la questione vera è che sono chitarre che vengono dall'america....quindi fanno qualche viaggio transoceanico, poi stanno chiuse accatastate per mesi in un magazzino umido, e poi vengono esposte " giustamente" con il manico a banana e le corde che urlano tetano.....ma questo succede con qualsiasi altra chitarra...penso sarebbe più giusto prendersela con i negozianti, che hanno il coraggio di farti provare questi strumenti... Poi se con 1000 euro vuoi prendere una parker, allora probabilmente direi che la strato non è la tua chitarra....:-D
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di lorenzof [user #17952] - commento del 19/03/2009 ore 11:5
Aspetta, facciamo le dovute distizioni. In genere le chitarre del livello costruttivo (mediobasso) della american standard non costano quelle cifre, per cui il problema si pone eccome. E il problema non è che suonano diverse, è che lo standard medio è basso. Quindi ne trovi alcune che sono da buttare pur costando soldoni. Se non sai di zeppe di cartone e monnezza varia tra manico e corpo dovresti chiedere a qualche liutaio avvezzo a trattare con questi strumenti. Ne son state trovate persino nelle custom shop, fai tu. A quanto mi risulta, i profondi conoscitori Fender non perdono occasione per ricordare che una fender standard usa dovrebbe essere quello che le Custom sono, ma al prezzo di una standard. E fino all'epoca Leo Fender, così era. Ma siccome a troppa gente interessa il marchio "fender", tutto perché ci sia, ecco i risultati. Non comprerei mai una fender, devo essere sincero, pur essendo innamorato e felice possessore di telecaster. La Parker è per provare qualcosa di nuovo, tutto 'sto vintage mi dà alla noia!
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di plettrox [user #6758] - commento del 19/03/2009 ore 12:2
Io però,e non lo dico per essere un fenderista, ho sentito più amrican standard tra la mia e quelle di amici e suonano tutte bene. Sarà un caso??? ;)
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 19/03/2009 ore 12:4
Guarda...io la cosa che capisco di meno e perchè, ad oggi, la fender dovrebbe divertirsi a fare una strato americana di cacca ogni tanto e buttarla nel mucchio...magari negli anni ottanta ha passato un periodo in cui la qualità costruttiva non era buona ok....ma non siamo più negli anni ottanta.... In più non capisco la gente che dice che 1000 euro sono sproporzionati per una fender american standard, ma poi giustifica 2500 euro per una Suhr (che costruttivamente avrà qualcosa in più, però...), o 5000 euro per una PRS santana...... Se una prs costa tanto, 1000 euro non mi sembrano un furto... Ma ognuno ha esigenze e punti di vista diversi...
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di plettrox [user #6758] - commento del 19/03/2009 ore 13:3
concordo pienamente. Se poi a quei mille euro aggiungi poco per dei pick up,se gli originali non ti piacciono, e allora hai una gran chitarra. ;)
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 19/03/2009 ore 13:5
non ne parliamo...io mi sono da poco svenato per degli i-spira noiseless...domani finalmente li provo....sono più emozionato di un bambino...:-D
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di plettrox [user #6758] - commento del 19/03/2009 ore 13:5
Poi deiv farci sentire come suonano. Carica qualcosa sul tuo myspace. ;)
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 19/03/2009 ore 14:0
Promesso....sinceramente data la cortesia di luca villani avevo pensato anche di fare una recensione....ma non ho mai tempo nemmeno per respirare, cavolo....ma ci riuscirò...aaaahhh se ci riuscirò....;-)
Rispondi
Re: Stratocaster american standard presa ieri.
di yasodanandana [user #699] - commento del 19/03/2009 ore 10:1
===Ho provato solo americane=== quindi come fai a dare pareri?
Rispondi
Grande articolo! Mi
di RicoAria [user #17155] - commento del 19/03/2009 ore 01:2
Grande articolo! Mi piacerebbe vederne uno così sulle Gibson! magari l'SG!
Rispondi
JAPAN
di sigma73 [user #6523] - commento del 19/03/2009 ore 02:3
complimenti innanzitutto a jurgen per l'articolo sicuramente interessante, per la sua bravura e perchè condivido l'amore per il mitico knopfler. ultimamente ho provato molte strato anche costose e veramente il consiglio è di provarle tutte senza farsi influenzare dalla provenienza usa mexico. ho avuto una strato standard del 90 che ho venduto 5 anni fa, non era male ma oggi non spenderei più 1000 euro per una standard. ho da poco preso una strato giapponese vintage 62 con texas special, ponte a 6 viti dibuona lega, tastiera con raggio 7,25, molto ben bilanciata che mi ha sorpreso sul serio, suona bene anche da spenta. Forse però nn era possibile aggiungerla alle altre per il paragone perchè è difficile tovarle. Ogni persona poi è attratta da un suono diverso anche se stratocasteriano, quindi non esiste in asssoluto il meglo o il peggio, a me sono piaciute più di tutte la hot road messicana e strano ma vero la standard squire, poi bsognerebbe provarle per sentire il feeling con lo strumento. Per esempio provai una signature mark knopfler una classic player 60 e una eric johnson, ed erano completamente diverse in termini sia di suono che di feeling e tante volte è difficile trovae una chitarra che abbia bel suono e buon feeling. infatti la mark knopfler mi è piaciuta come feeling, molto leggera, risonante e con un manico molto comodo, il suono però mi ha deluso molto, la eric johnson al contrario mi ha fatto sognare a livello di suono ma un manico scomodo e assolutamente poco feeling nel suonarla, la lassic player invece sta pressoche a metà. Questo per dire che se uno si fa influenzare dalle signature o dal made in usa potrebbe alla lunga pentirsi. In ogni caso la mia giapponese è superiore alla standard che avevo, alla quale avevo pure sostituito i pick up che a volumi alti la rendevano acida. inoltre da spenta non suonava proprio la made in usa con quelle sellette del c... magari le nuove standard sono meglio ma consiglio di provare qualche giapponese c'è da rimanere sorpresi. poi ci sarebbero alcune ibanez prestige tipo la sa2120 che a parità di prezzo con le standard gli danno altro che la biada. sempre inmho grande jurgen cmq
Rispondi
Interessantissimo
di giugeo77 [user #17413] - commento del 19/03/2009 ore 09:1
Ciao jurgen, e grazie per quello che hai fatto in questo articolo e per la possibilità di aver potuto ascoltare i suoni di questi modelli, quasi come se l'avessimo provata direttamente noi; l'articolo è veramente interessante, anzi molto interessante, soprattutto per aver messo in confronto questi diversi modelli di strato dei quali ci chiediamo sempre le differenze. L'unico suggerimento che vorrei fare è quello che tu stabilissi una graduatoria personale con pro e contro e voto finale su una scala da 1 a 10 dei modelli che hai testato, di modo da dare anche una valutazione in base al livello del chitarrista (principiante, intermedio, avanzato). Grazie.
Rispondi
Grazie per la prova
di EnricoViglianti [user #16407] - commento del 19/03/2009 ore 10:4
Bella idea quella di mettere in comune la classica prova che ogni chitarrista fà quando sceglie la propria chitarra, anche se molti si limitano a scegliere tra quelle che il portafogli permette. Pienamente daccordo con te sulla parte del suono, peccato non essere in grado di poter vedere le finiture ma quelle sono la ciliegina sulla torta durante la scelta, infatti se la chitarra ci piace come suona ed in più è rifinita bene allora si è arrivati all'orgasmo multiplo. Per puro gusto personale io sceglierei la Deluxe Road House (Mexico) al posto anche della American Standard (USA). No nessuna bestemmia solamente anche io sono della stessa opinione di jurgen che una chitarra di fascia (leggi prezzo) superiore non sia per forza di cose migliore di una che sia costruita altrove e che paghi di meno; nemmeno però quelle troppo economiche posso essere minimamente paragonate alle altre di cui sopra. Per intenderci è importante la cura con cui si costruisce il pezzo e non tanto la sua provenienza. Ci sono Squier del primo periodo (quelle costruite in Giappone) che oggi sono apprezzatissime e molto valutate, perchè suonano magnificamente e questo è dovuto solo alla qualità costruttiva. Per quanto rigurda il ragazzino di cui parlava jurgen, che potebbe non innamorarsi...credo che sia difficile che ciò non accada anche se avesse in mano una chitarra uscita da un guitar pack, se il "germe" esiste prima o poi sfogherà in una febbre; poi se il problema dovesse risiedere nella tenuta della accordatura (quelle meccaniche fanno proprio schifo) bè se la chitarra è arrivata a Natale, alla Befana potrebbe chiedere un nuovo set di meccaniche. Diciamo comunque che la scelta di una chitarra è talmente soggettiva che non resta che andare a provarle, portandoci a casa quella che ci fà innamorare; conoscendo tutti i pregi e difetti della Nostra Bella sapremo esaltarla e migliorarla.
Rispondi
perchè non integrare nella recensione anche le American Vintage?
di Salvodp [user #18421] - commento del 19/03/2009 ore 12:5
complimenti per la recensione! penso che sarebbe utile avere anche un confronto fra le American Vintage e gli altri modelli made in usa...perchè no?
Rispondi
A MIO GIUDIZIO
di KAGYPSO [user #16853] - commento del 19/03/2009 ore 13:1
Secondo me la chitarra piu' sorprendente come tirmbro e rapporto Q/P e la messicana Deluxe che mi ha favorevolmente impressionato ! Una delusione invece la Highway One. Io ho una mex HSS che vorrei cambiare con una americana sempre HSS ma sono molto indeciso. Secondo gli accordiani una American Deluxe HSS giustifica la spesa di oltre 1300 euro ?
Rispondi
Re: A MIO GIUDIZIO
di jimi1986 utente non più registrato - commento del 19/03/2009 ore 13:5
Secondo me si....è una splendida chitarra, senza dover modificare nulla..
Rispondi
Ci voleva
di cosmic [user #3867] - commento del 19/03/2009 ore 14:1
Ci voleva un aiuto per orientarsi. Quello che accade infatti è che chi ha la Squier si chiede se deve prendere una mex, chi ha la mex si chiede se dovrebbe avere una american, chi ha la american si domanda cosa perde a non avere una custom shop. Nessuno è sicuro di avere quello che dovrebbe avere e si cambia un modello con uno quasi identico per essere rassicurati. Forse per quello preferisco la proposta di marchi che hanno modelli identificabili e ben posizionati senza tutta questa confusione.
Rispondi
grandissimo Jurgen !
di ArcangelGabriel [user #17331] - commento del 19/03/2009 ore 15:0
grandissimo Jurgen ! sempre pieno di stima ! io invece sono un indeciso posseditore di una Squier strato standard. Che dire, io volevo proprio accompagnare la mia LP Classic con una bella Fender strat... ma mi sa proprio che cercherò di sistemare la mia squier....
Rispondi
Mex Usa 1-1
di Maxguitar83 [user #18306] - commento del 19/03/2009 ore 15:3
Complimenti per l'articolo, tanto per cominciare :) Personalmente non mi sento propio di spendere 900 euro ( eccessivi ) per una road worn MEX quando con la stessa cifra ( a buon cuore dei negozianti ) ti porti a casa una USA. Ma solo per una questione di "marchio" e "rivendibilità". Spenderei invece 400 per una Classic MEX, perchè come dicevo in un post precedente, sono possessore di una USA 50anniversario e una standard MEX del 96 e credetemi, a feeling mex batte usa 1-0 e a suono, mi sbilancio su un 1-1. Trovo la politica Fender un tantino esagerata, troppe sotto fasce di prodotto..si crea solo distorsione ( in tutti i sensi :D ) Salviamo le squire io le trovo stupende in qualità prezzo: 100 euro per una squire sono soldi ben spesi, 100 euro per qualsiasi altro marchio ( yamaha, eko, ecc ecc ) lo trovo uno spreco.
Rispondi
Come detto prima...
di Banana utente non più registrato - commento del 19/03/2009 ore 17:0
Era meglio prendere per le Squier una Vintage o standard Classic (palettone tra l'altro)
Rispondi
E le made in japan ?????
di pioli [user #16168] - commento del 19/03/2009 ore 18:1
Complimenti per la mole del test ma visto che si stava facendo in maniera così approfondita perchè sono state tralasciate le made in japan che a mio avviso sono quelle che hanno il miglio rapporto qualità prezzo.? le avrei viste bene a combattersi il primo posto inserendosi tra la fascia bahia custom made in mexico e le usa ma calcolando che una discreta japan costa 600 €. è un netto risparmio alle americane tipo american standard e credetemi, avendole confrontate tutte e possedendole ( usa mex e japan ) non hanno niente da invidiare alle californiane anzi..... ciauz
Rispondi
vivete su marte?
di marcoguitar [user #15320] - commento del 19/03/2009 ore 18:4
ma dico, vivete su Marte? E' vero che ogni chitarra fa storia a sè, e va bene lo sappiamo lo dicono tutti e tutti i giorni, ma nella norma, a parte disgrazie o sfighe particolari è evidente che la migliore, e di gran lunga, è -tra queste- l'American Standard. Poi può piacere una o l'altra, un suono o l'altro -e questo non lo discuto- ma se parliamo di FENDER - scusate il maiuscolo, il vero suono Fender e il tocco lo ha- tra queste- solo l'A. Standard. Le altre sono derivati a volte di ottima qualità. O vivete su Marte?
Rispondi
sorry
di marcoguitar [user #15320] - commento del 19/03/2009 ore 18:5
chiedo scusa per il doppio invio: vivo su Venere
Rispondi
Le americane al numero 1
di ciosper [user #18485] - commento del 19/03/2009 ore 20:4
Chi mi ha chiesto come faccio a dire che suonano meglio le americane rispetto alle altre se non le ho usate,visto che ho suonato solo made in USA al mio acquisto,rispondo adesso! 2 anni fa',prima di compare la mia ibanez,avevo intenzione di prendere una strato,e non sapendo quanti modelli esistevano veramente,ne ho provati un po' di bassa fascia,ed esattamente una squire,una higway e una messicana. Il risulato è stato quello di portarmi a casa l'ibanez,che poi non centra niente con fender,ma le strato che avevo provato non mi erano piaciute,neanche un po'. Alla fine delle prove,la squire l'avevo riconosciuta x la scritta,le altre 2 non pensavo che erano higway e classic mex,quindi senza neanche saperlo ho disgustato,oltretutto un mio amico in un momento di assenza chitarra,mi aveva prestato la sua higway...ORRENDA!!! Sono davvero costruite male e suonano malissimo,non hanno calore,sono fredde,no no no!!!! Ciofeche se ne trovano anche in chitarre da 2000 euro,questo non centra niente. Comunque sia ognuno è libero di comprare quello che vuole,e io così ho fatto! Ciao gente! :-)
Rispondi
Che bella sorpresa l
di diumafe [user #17831] - commento del 19/03/2009 ore 21:2
Che bella sorpresa la Classic Vibe e che brutta sorpresa la Highway One. Bravo Jurgy
Rispondi
Fantastico quest'art
di Pinus [user #2413] - commento del 19/03/2009 ore 21:5
Fantastico quest'articolo! è quello che mi mancava! e che volevo :D Grazie mille!
Rispondi
Hai ragione
di Angeloxx [user #17113] - commento del 20/03/2009 ore 00:1
Il marketing è una brutta bestia.. ho provato 200 chitarre e sono troppo indeciso su quale comprare... sono 3 mesi ormai :| Cmq bel lavoro... carina la classic vibe della squier.. ma penso che la stratocaster non sia il modello fatto per me :P
Rispondi
Venghino gente,più giente entra ,più ghitarre si vedonooo
di joebass [user #16913] - commento del 20/03/2009 ore 00:3
Questo modo di imbonire veniva usato nei circhi di qualche anno fa per riempire il tendone, e a me sembra che anche il mondo del commercio musicale si stia avviando verso tale metodo.ma andiamo con ordine. 1971- Mio padre (Agente di Polizia) per premiarmi dei buoni risultati a scuola mi regala la "Chitarra elettrica".Io lo avverto che sarà una spesa abbastanza alta,Lui insiste e così lo porto da Monzino a Milano a comprare una Gibson Les Paul Deluxe Gold Top Quando ha sentito il prezzo,gli é venuto un trequarti di colpo, 450.000 Lire,vale a dire quasi tre interi stipendi.Eppure,contento che io avessi scelto uno strumento "Dedicato al Chitarrista Professionista,che vuole il meglio della produzione mondiale" come disse la gentilissima Signora Monzino quando mi fece provare le due les Paul da me richieste,di cui poi scelsi la Deluxe. Uscendo dal negozio con in mano la custodia verde della LP era come se avessi svuotato Fort Knox.Tutto il mio essere era lì dentro e da quel momento ero sicuro che solo la mia tenacia e capacità sarebbero state le uniche forze per arrivare ad una soddisfacente carriera musicale.Comprare una chitarra "da professionisti" era un traguardo a cui aspiravo ancor di più della scuola stessa. Poi le cose della vita mi hanno dato altre soddisfazioni,ma il ricordo di quella sensazione é indelebile anche adsso dopo 40 anni. Finito il preambolo mi chiedo:Quanti sedicenni (+ o - ) comprano oggi una chitarra "da professionista " ? risposta :TUTTI. L'offerta é talmente vasta che ha determinato una situazione anomala (per me) e cioé :Le chitarre scarse non le vuole nessuno mentre quelle belle vengono subito comprate anche da chi non ha neanche l'idea di quanto poi effettivamente la userà. I negozianti,cercano sempre di motivare la scelta sul prodotto alto,giustamente,ma se ne guardano bene dal classificare l'acquirente in modo da proporgli lo strumento adatto alla sua effettiva capacità,dando per scontato che tutti prima o poi diventano bravi.Se la Fender vende una chitarra come la Bullet,che nella prova risulta scarsa assai,forse lo fa proprio per quegli acquirenti che chitarristi non lo saranno mai,e quindi se ne fregheranno dei tasti storti,dell'accordatura bicalante ecc. Forse le scuole di musica dovrebbero intervenire nella scelta dello strumento fin da subito,consigliando l'allievo al tipo di chitarra adatto e soprattutto facendo capire che molte volte anche una chitarra di categoria inferiore può essere utile alle prime armi e poi successivamente passsare all'Olimpo...Ma cosa dovremmo dire noi che abbiamo studiato i primi accordi sulle Eko classiche (dalle corde stradure) oppure sulle famigerate Zerosette dette le Spaccapolsi ? eppure si suonava lo stesso............ per finire LODE all'autore della prova,anche se avrei gradito almeno un video con una strato di quelle veramente OK,giusto per differenziare e motivare....Ciao a tutti
Rispondi
Re: Venghino gente,più giente entra ,più ghitarre si vedonooo
di irmo [user #17391] - commento del 22/03/2009 ore 15:3
Dai sei stato fortunato pero' ad avere avuto un padre cosi', tu hai avuto la zerosette, e poi la les paul, io solo la zero, :-) e per la prima telecaster ho dovuto attendere ancora un po' di anni, il mio primo ampli e' stata la radio Siemens di mio padre modificata con il microfono della Geloso scocciato sotto le corde di un'acustica made in S.Lucia....eppure e' vero , hai perfettamente ragione si suonava lo stesso, e con che entusiasmo ! I batteristi spesso erano conciati ancora peggio : fustini del DASH o del DIXAN ( Il mio battrista ripeteva spesso a mia madre " signora, mi prendo il suo DASH ! ) altro che Ludwig - Sghingherland, Premier....ma eravamo comunque delle vere ROCK STAR ! buona musica Danny Bhernott
Rispondi
Re: Venghino gente,più giente entra ,più ghitarre si vedonooo
di alessio326 [user #28175] - commento del 31/03/2011 ore 12:5
ti posso garantire che le cose descritte succedono anche ora :)
Rispondi
Strato Mexico std, ottima chitarra!
di pietrop [user #18465] - commento del 20/03/2009 ore 00:4
Possiedo una Stratocaster Mexico standard ed è anche la mia prima e unica chitarra elettrica. Non ho niente da dire in contrario, se non che sulle note alte il suono muore un po' e mi da un po' di noie con il ponte, nel senso che quando uso la leva mi "scricchiolano" il MI cantino e il SI. Per il resto la trovo un'ottima chitarra per chi è agli inizi e non solo, ed è sicuramente migliore delle Squier ;)
Rispondi
Re: Strato Mexico std, ottima chitarra!
di marco.desan [user #13054] - commento del 30/07/2009 ore 09:5
"Per il resto la trovo un'ottima chitarra per chi è agli inizi e non solo, ed è sicuramente migliore delle Squier" ne sei così certo? c'è squier e squier, come ci sono mexico e mexico... a livello di standard, ti do ragione... ma se confrontiamo una mexico standard con una squier classic vibe, quest'ultima vince e di gran lunga. Finiture, look, feel, pick-up... provare per credere.
Rispondi
secondo me..
di marcomesk [user #15059] - commento del 20/03/2009 ore 20:2
ciao.. un mio amico possiede una squier color crema..un po vekkiotta, e posso dire ke suona discretamente(assolutamente non a livelli professionali.. sia kiaro). l' altro kitarrista del mio gruppo ha una american standard sunburst del 2006.. ke secondo me è un po freddina.. ma è solo x essere fiscali, dipende anke dal tocco ecc.. L' altro giorno in un negozio di musica ho provato una delle ultime stratocaster mexico relic.. il venditore mi ha detto: prova una di queste.. suonano meglio delle americane!!! a mio parere non è affatto cosi.. x carità.. suona molto bene, ma non a tal punto di comprarla.. infine io ho appena acqiostato una strato american standard bianca dove ho montato un humbaker JB al ponte e meccaniche autobloccanti.. sono molto soddisfatto, anke se a breve monterò dei texas special.. Con questo colevo dire ke a mio parere.. la maggiorparte delle volte ci si ritrova ad acquistare le american standard x andare sul "sicuro"..(come ho fatto anke io) ma penso ke se uno potesse provare decine di kitarre con la benda agli okki.. senza sapere il modello e la provenienza scegliendo in fine la kitarra ke piu ci ha soddisfatto,ci rimarremmo male.. xke magari con gli okki kiusi.. ti innamori suonando di una mexico.. e scarti una custom shop.. ogni kitarra è diversa.. in meglio e in peggio, l' orekkio e la mano devono scegliere la kitarra.. non la voglia di avere in braccio una custom shop x sentirsi piu bravi.. io la penso cosi.. un saluto :-)
Rispondi
premesso
di dickeybetts [user #16947] - commento del 20/03/2009 ore 20:3
che niente può essere paragonato alla prova "live", e che sentire una prova via pc può anche essere fuorviante, mi accodo a quanti vedono la am. std una spanna sopra le altre. buona anche la road worn, e le mex std. e la squier classic vibe. ottimo invece jurgen. p.s., mi piacerebbe invece una prova tra la am. std. e quelle di fascia più alta tipo la '52 reissue. p.p.s., probabilmente tra queste sarebbe stato interessante confrontare anche la lite ash strato (made in korea), che monta pick-up seymour duncan. a me sulla tele sono piaciuti (più quello al ponte, per la verità).
Rispondi
io mi kiedo.. xke la
di marcomesk [user #15059] - commento del 20/03/2009 ore 20:3
io mi kiedo.. xke la fender, sulle strato.. mette a disposizione cosi poki colori.. e soprattutto cosi gestiti male.. x esempio, la american deluxe olympic white non la fanno, la american standard HSS la fanno solo con tastiera chiara, e l' american standard SSS la fanno anke con tastiera in palissandro!! il color crema non lo fanno piu.. anzi lo fanno solo su custom shop e relic, e non capisco xke le messicane color crema le fanno ancora e le squier anke.. se qualcuno sa qualcosa su questo argomento ne sarei grato..
Rispondi
cmq.. riguardo a que
di marcomesk [user #15059] - commento del 20/03/2009 ore 21:3
cmq.. riguardo a questo bellissimo articolo.. tra queste a livello di suono io preferisco la american highway one.. secondo me è superiore..
Rispondi
classic 50?
di Greatwhite [user #16279] - commento del 21/03/2009 ore 16:0
qualcuno sa dirmi quanto costa la classic 50 messicana nuova? perchè l'ho presa usata.. il suono è fantastico il legno del body vibra molto il feeling è stupendo è le finiture sono quasi tutte molto buone! ma non ho ancora scoperto quanto costa nuova!!
Rispondi
Re: classic 50?
di marco.desan [user #13054] - commento del 30/07/2009 ore 10:0
tra i 600 e 650 nuova e astucciata. chiaro, poi dipende dove la comperi... potrebbero chiederti anche 800 euro... lì sta poi a chi acquista.
Rispondi
su mercatino musical
di Greatwhite [user #16279] - commento del 21/03/2009 ore 16:1
su mercatino musicale è a 550 600 euro..
Rispondi
io l' ho vista nuova
di marcomesk [user #15059] - commento del 22/03/2009 ore 00:1
io l' ho vista nuova intorno ai 800.. ma calcola ke è un negozio un po caro..
Rispondi
Invece secondo me è
di assassino [user #17284] - commento del 07/04/2009 ore 19:3
Invece secondo me è stupido voler cercare di coprire qualsiasi fascia di mercato quando hai un nome e produci strumenti di qualità.. Io personalmente nn ho mai associato fender a squier... Dovrebbero tenersi su uno standard perlomeno medio/alto diciamo sia mexico ke usa..e lasciar perdere le produzioni cinesi.. Dal punto di vista dei modelli mi piacciono molto le mexico ke non sono affatto male. La road worn è ottima anke se le finiture reissue lasciano a desiderare..si vede ke è un unvecchiamento finto di fabbrica.. Poi le made in usa sono pur sempre made in usa..e a mio modesto parere le migliori in assoluto.. Ovviamente questo secondo il mio gusto..e il fato...nel senso ke dipende molto anke dalla fortuna..dai legni..ecc... Mi è capitato di suonare squier ke suonassero veramente e made in usa un po piatte..quindi è anke questione di fortuna.. Buona musica a tutti!! :D
Rispondi
Complimenti, prova riuscita!
di Fenderbender utente non più registrato - commento del 02/05/2009 ore 18:0
Avevo maturato un'dea personale, una "classifica" di tutte le strato, dalla Squier alla Americana. Questi video confermano le mie impressioni. Considerazioni (Personali e totalmente Soggettive) - La American Standard è bilanciata in tutto. Se poi vuoi di più compri la American Deluxe (Ah... che bella la Deluxe!!!) ed altre. - Le Mex Deluxe, le altre Mex speciali e le Highway sono la via di mezzo tra American Std e Mex Std. - La Mexico Standard è la via di mezzo. Non spicca ma non ti limita. Più precisamente: Il suono è un pò secco (i pickup si possono comunque cambiare) ma il sustain è tanto, quindi i legni e l'hardware ci sono. - La Squier forse costa un pò di piu'di quello che vale. Per quanto mi riguarda, le Strato sono come le Harley. Se hai una Harley Davidson, sai che è ottima ma una qualsiasi moto giapponese puo'fare meglio e costa meno. Ma a te piace la Harley e la paghi anche di più. Ma intanto tu hai la tua Harley. - Sarà che le Harley e le Fender provengono da una cultura parallela ma a me piace associare i due simboli "Cult". p.s. Io ho una Strato Std Mex, l'ho pagata 500 Euro e per quanto mi riguarda, il prezzo è accettabile. Il corpo vibra eccome! Da spenta ha anche un bel suono! Adesso frigge un pochino perchè ho settato una action da panico (1mm il mi cantino e 1,2mm il mi basso). p.p.s. Ma è una mia impressione? I suoni Clean vengono fuori leggermente impastati. Sbaglierò qualcosa? L'ampli è un Vox Valvetronix e mi rendo conto che è un prodotto piuttosto economico ma vorrei ottenere dei suoni puliti. Che sia proprio colpa dei pickup "Nasini"della mia Mexy??? Se sapete indicarmi un Topic di Accordo che affronta questo argomento, potrei saperlo? Un saluto a tutti gli Accordiani, Staff, Utenti, Visitatori e Viva la musica!!!
Rispondi
La prova della benda.
di Fenderbender utente non più registrato - commento del 02/05/2009 ore 18:4
Propongo una prova e qualcuno dal titolo avrà già capito di che si tratta. Vorrei sapere le impressioni di chi, provando tutti i modelli in questione, non ne conosce il "Modello esatto". Non dico di mettere la benda ma degli adesivi che nascondono il fronte ed eventualmente il retro della paletta. A questo punto arriva la parte più interessante. Chi prova le chitarre, lo deve fare in modo uguale per tutte, come le prove appena viste ma la cosa principale è che: NON deve essere un esperto di chitarre fender. Se lo faccio io che so a malapena suonare la canzone del sole ma conosco a memoria i modelli e ti distinguo una Deluxe da una Standard piuttosto che da una Signature ecc.ecc....solo a vedere le meccaniche, la tastiera ed altri dettagli ti riconosco ilmodello. Ci vorrebbe qualcuno che sa suonare bene ma non si interessa alle strato e magari neanche gli piacciono. Le prova e poi esprime i suoi pareri e stende la sua classifica (Scorrevolezza, action, pickup, meccaniche ecc.ecc.ecc...) E qui la prova diventa difficile lo so. Se ti piace la chitarra elettrica è normale che conosci le strato. Magari si trova qualche Gibsoniano che non frequenta il Mondo Fender e puo'essere adatto. Spero di non avere avuto un'idea troppo banale ma se è vero che quando vediamo la scritta"Corona California" abbiamo il massimo e non sentiamo ragioni, neanche sotto tortura, questo esperimento ci permette di avere un parere obbiettivo.
Rispondi
Re: La prova della benda.
di paolinux [user #14508] - commento del 02/05/2009 ore 19:3
Quello che dici è giusto. Ma un conto è essere affezionati ad una marca, ben altra cosa è esserne schiavo. Chi conosce bene lo strumento ha nel dettaglio le conoscenze per poterne valutare (più o meno approfonditamente) le caratteristiche di realizzazione e di suono. Chi non ha mai preso uno strato in mano non avrebbe molti termini di paragone, non trovi? Se invece una Squier Cinese è in grado di ingannare e o di colpire uno che sa il fatto suo, ebbene vuol dire che qualche pregio quel prodotto l'avrà. Quando poi uno si recherà nel negozio per acquistare, sceglierà comunque in base al proprio gusto e al portafoglio. Come comparativa mi è piaciuta da subito. Più che la benda, eventualmente, bastava mettere un adesivo sulla paletta, dallo ripresa della telecamera sarebbe stato difficile riconoscerne (road worn esclusa) il modello o la fabbricazione. Cmq anche il test è soggettivo, nessuna chitarra immagino abbia avuto PRECISAMENTE lo stesso setup.
Rispondi
....mah, sarà....
di pinzerik [user #19287] - commento del 12/05/2009 ore 14:3
Ciao a tutti, ho letto volentieri questa recensione perchè volevo avvicinarmi al mondo Squier..... Dai video e dalle caratteristiche delle chitarre mi sembra che la differenza di suono la facciano i pickups.....allora mi chiedo: e se comprassi una squier bullet e poi ci monto un kit di pickups tonerider da 70 euro ? magari con 200 euro totali ci viene fuori un oggetto invidiabile. Che dite? ciao
Rispondi
Re: ....mah, sarà....
di riot75 [user #14040] - commento del 13/05/2009 ore 11:2
Non ho esperienza diretta, ma le Squierine attuali da cento e rotti ero sono davvero poverelle, poi che con dei pickup decenti e un buon ampli si possa ottenere un suono buono anche da un asse da stiro è vero, ma la chitarra deve anche, e soprattutto, essere suonabile, non basta abbia un timbro gradevole; se hai una chitarra con i tonerider ma che si scorda, con il manico imbarcato, i potenziometri che gracchiano ecc... secondo me ti passa la voglia di suonare, e in futuro ti troveresti a dover cambiare tutto per migliorare la suonabilità, viceversa uno strumento decente ma con un suono un po' anonimo può essere facilmente migliorato, e potrebbe diventare uno strumento definitivo o quasi con dei buoni pickup.
Rispondi
Ciao, sono nuovo del
di JACKY [user #19836] - commento del 29/06/2009 ore 08:5
Ciao, sono nuovo del sito, quindi mi presento brevemente mi chiamo Giacomo 17 anni e sono di Genova ma in questo momento mi trovo in Nuova Zelanda e vorrei comprare una chitarra a natale, ma qui i prezzi mi sembrano più bassi e sono tentato. Non sono un esperto, suono da 1 anno e quasi mezzo una chitarra acustica e ora vorrei una elettrica, stile stratocaster ma non fender perchè non me la merito per come suono, non voglio spendere così tanto se mai cambierò i pick up tra un anno o due. Io ho provato qui una squier classic vibe 50's e a me è piaciuta molto ma come ho detto non sono un grande esperto, però non vorrei proprio una squier o una chitarra di livello troppo basso, vorrei una buona chitarra simil strato e questa mi sembra una buona soluzione, cosa ne pensate, consigli? e poi in italia quanto costa in negozio nuova? grazie!
Rispondi
mah...
di ziobob07 [user #11246] - commento del 31/07/2009 ore 09:1
articolo molto interessante! ci sono da fare delle precisazioni però; 1 l'ampli è talmente bello che farebbe suonare bene anche una cassetta della frutta! 2 il suono...quello è fondamentale si sà, ed è ovvio che se monti dei voodoo pick alla squier questa ti sfoggia delle sonorità pazzesche! la differenza vera e propria la dà il feeling che lo strumento riesce a trasmettere al musicista! le qualità dei materiali, il modo in cui sono assemblati pongono le american standard su un altro pianeta rispetto alle messicane (che reputo ottime chitarre) e compagnia bella! no discuto sulle differenze dei prezzi, perchè il mercato del nuovo non lo trovo conveniente, infatti sto per portarmi a casa un american standard dell'89 a 600 euro, immacolata. ciao a tutti e buona musica!
Rispondi
Grazie infinite!!!
di Imbu92 [user #20285] - commento del 06/08/2009 ore 02:5
Ripeto GRAZIE INFINITE!!! Questo video mi ha illuminato facendomi apprezzare il suono di queste chitarre, ma anche di aver ascoltato un bravo chitarrista ^__^ Io sono una ragazza alle primissime armi, che a causa delle mie dita un po' più corte del solito, mi riesce molto molto difficile suonare su un'acustica, ma so fare qualcosina (quasi niente), e una volta ho provato senza ampli una chitarra da un amico stupendomi del fatto che anche le mie dita arrivassero ovunque xD e gli accordi mi riuscivano, perciò, piena di speranza ed eccitazione mi prefissai l'obbiettivo di comprarmi una chitarra elettrica!!! Leggendo l'articolo e soprattutto guardando i video ho deciso di comprarmi una Squire Bullet sb!!! Mi piace moltissimo il suo suono anche non se non mi intendo per niente di chitarre. Perciò grazie Jurgen, mi hai illuminata! E complimenti per come suoni ^__^ Mi piace molto, ciao ciao!!!
Rispondi
Re: Grazie infinite!!!
di yasodanandana [user #699] - commento del 06/08/2009 ore 11:1
considera le Danelectro.. sono strumenti economici quanto le squier, ma usati anche da professionisti e vere e proprie leggende del rock.... il suono non ti risulter'a troppo dissimile da quello di una strat.. e avrai uno strumento che se fossi un professionista di fama, potresti aver preferito a mostri da migliaia di euro...
Rispondi
Sono un felice posse
di giuseppetiberi [user #20559] - commento del 25/01/2010 ore 01:4
Sono un felice possessore di un'american standard, ma devo dire che la squire classic vibe suona davvero bene in questo video! molto meglio delle messicane...anche la road worn l'ho provata ed una figata! ciao!
Rispondi
Deluxe Road House mex e la Classic 60 mex
di LELE_94 [user #22451] - commento del 13/02/2010 ore 14:2
dal video quelle che piu mi entusiasmano sono Deluxe Road House mex e la Classic 60 mex
Rispondi
Considerazioni personali
di giammyfd [user #20709] - commento del 13/02/2010 ore 19:3
Io possiedo una American Standard e una American Deluxe ed ho avuto modo di provarne altre nel corso del tempo - La squier bullet è una "quasi chitarra", finiture approssimative, elettronica e pick up scadenti, mentre la SQUIER affinity per pochi euro in più si comporta molto molto meglio. E' rifinita meglio, le meccaniche sono un pelo più precise e (non so se sono diversi i pick up o la verniciatura) suona decisamente meglio. Ma secondo me, a parità di fascia di prezzo, è molto meglio la Peavey Raptor. Ma restano prodotti per chi si affaccia al mondo delle 6 corde. -Ho provato delle Mexico std e non mi hanno mai dato una buona impressione, soprattutto non mi piace la tastiera anche se i pick-up non sono male male, è decisamente sopra la squier bullet, ma nettamente sotto la American Std. Tra la American standard e la American Deluxe (le ho entrambe con il manico in Acero, il manico in palissandro non mi da un gran "feeling") secondo me c'è una grandissima differenza sotto tutti gli aspetti. Dico subito che per 300/400 euro in più circa preferisco senza alcun dubbio la Deluxe, pur essendo la Std già un notevole prodotto. Cerco di riassumere: - la verniciatura differente del manico rende quello della deluxe più scorrevole; - le meccaniche autobloccanti sono enormemente superiori a quelle della std; - interessante lo switching sistem della deluxe per avere più possibilità di accoppiare i PU; - finiture leggermente migliori e verniciatura del corpo meravigliosa sulla deluxe; - pick up completamente differenti, non dico migliori/peggiori perchè è una questione di preferenze personali: la std è molto più orientata ai suoni classici e puri fender (quindi più sporchi e rumorosi, ma anche molto armonici e brillanti, io li preferisco), la deluxe ha un suono più "moderno", merito/demerito dei pick.up noiseless che implicano una maggiore silenziosità, ma anche una grossa perdita di armoniche e un suono più "piatto"
Rispondi
Mmh
di giambibolla [user #5757] - commento del 13/01/2011 ore 22:4
La mexico std e' proprio sorda, non saprei come altro definirla. La baja e la h1, soprattutto la prima, sono un po' calanti come accordatura rispetto alle altre. La roadworn e' moolto equilibrata. Per il resto sono d'accordo col fatto che tra squier e amstd , da quanto sento, non c'e' tutta sta differenza che c'e' nel prezzo. Comprerei la vibe, forse sono sordo chi lo sa...
Rispondi
Mi prenderete per pazzo, ma a me piace il ...
di alessio326 [user #28175] - commento del 30/03/2011 ore 23:1
Mi prenderete per pazzo, ma a me piace il suono della Bullet. E' un po' sgraziato, come piace a me
Rispondi
Re: Mi prenderete per pazzo, ma a me piace il ...
di angusnoodles [user #13408] - commento del 17/05/2011 ore 23:4
Concordo...
Rispondi
Nessuna via di mezzo
di angusnoodles [user #13408] - commento del 17/05/2011 ore 23:4
Come è già stato detto nell'articolo: la quantità di chitarre nelle varie fasce di prezzo è figlia solo del marketing... riuscire a proporre una stratocaster ogni volta che se ne cerca una... qualunque sia la disponibilità economica dell'acquirente... in modo che non sia tentato da una Pacifica o simile e compri sempre una Squier/Fender... quindi se si ha disponibilità economica si dovrebbe puntare cmq sulla American Standard (salvo casi in cui il ponte a due perni non sia gradito ed allora ci sono le nuove American Special o si dovrebbe salire verso le American Vintage o il Custom Shop). All'altra estremità si dovrebbe puntare direttamente sulla Bullet Strat per avere una chitarra da maltrattare e per fare pratica ovunque... dal video mi sembra che la American Standard e la Bullet Strat siano le uniche ad avere una loro personalità... la prima è la più pulita e precisa di tutte... la seconda quella con i suoni più graffianti (ricordiamo che è l'unica con corpo in tiglio)... le altre di mezzo non hanno alcuna qualità specifica... non hanno la qualità della American Standard e non sono economiche come la Bullet Strat... sono sempre e cmq il classico bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto a cui mancherà sempre qualcosa... parlo da possessore di due American Standard e due Bullet Strat... di quest'ultimo modello una delle due è una hss... vi dico che ci si diverte un mondo... ce le ho sempre fuori senza paura che qualcuno me le rompa perchè non me ne frega nulla... per cui sono sempre a portata di mano e sono operativo in pochi secondi ogni volta che mi vien voglia di suonare qualcosa... e poi non son fatte così male... certo il ponte va bloccato perchè non mantiene l'accordatura... le meccaniche non permettono una rapida accordatura perchè non sono molto fluide... ma per strimpellare e godersi ore di pratica sono adattissime... e son pure fatte bene liuteristicamente parlando... la tastiera è ben fatta e le regolazioni di fabbrica (curvatura del manico, action, intonazione) sono perfette... per 120euro cosa vogliamo di più? Consigliata...
Rispondi
American Standard
di Toby [user #27677] - commento del 18/05/2011 ore 14:1
Bell'articolo e belle prove. Tra le chitarre da te te nominate quella che preferisco è American Standard. Secondo me il “problema” è nella fascia superiore quella che comprende che parte dalla American Standard ed arriva all'immenso mondo Custom. Ciao.
Rispondi
Fender
di Malnico [user #26096] - commento del 23/10/2011 ore 01:4
Squier Bullet: suonabilità penosa. Sono ridicole. Da buttare. Squer Classic Vibe: discreta suonabilità, gran suono. Strato Mexico: si salvano le classic player (50 e 60) e le blacktop (per l'accurata verniciatura gloss del manico liscissimo). Strato Japan: come le Usa attuali (per i maggiori modelli di riferimento, deluxe escluse) e, per alcuni aspetti, anche meglio Strato Usa Standard: gran suono e buona suonabilità, solito ponte del cavolo, a quel livello di prezzo molto meglio le Deluxe. Usa De luxe: le migliori Custom Shop: per le Fender non ne vale la pena (devo correggermi: è un altro pianeta)
Rispondi
Squier Bullet...
di Kaiser_Rhoads [user #33272] - commento del 20/02/2012 ore 22:0
Premetto di avere chitarre nettamente migliori sulla carta, ma aimè, la mia preferita per assurdo è proprio la squier bullet qua citata come penosa... Un bel giorno decisi di prenderne una, così, tanto come chitarra da guerra, mesi dopo le piazzai su un lawrence 500xl (bill & becky, non l'U.S.A. che a parere mio è il tarocco), levai via i toni e.....senza volerlo ho creato una gran chitarra con nulla da invidiare ad altre molto più costose.
Rispondi
Re: Squier Bullet...
di angusnoodles [user #13408] - commento del 27/03/2012 ore 02:2
Io ora ne ho tre... Una SSS e due HSS... La prima l'ho reliccata... Una HSS la uso con una accordatura 1 toni sotto dal vivo per alcuni pezzi per i quali e' impossibile cambiare le posizioni nel cambio di tonalita... La seconda HSS e' la mia chitarra d'allenamento... Suonano benissimo... Chi le critica non ha capito...
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky ne regala una
RV500: testato il super riverbero programmabile Boss
Il gran finale dell'Ibanez RG Tour
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con Aramini
I più commentati
Guida all’acquisto: la scheda audio
PRS rinnova le SE per il 2018
Plugin Tutorial - Soundtoys Little Plate
Acoustic Experience: Collings e Lowden da MusicShow Milano a casa tua
Un'esplosione di musica ed eventi sul palco di SHG, Music Show Milano
I vostri articoli
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Voglia di Stratocaster
Tre mesi con Helix LT
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964