DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Maestro reale o virtuale?
di [user #8538] - pubblicato il

Molti dei nostri eroi preferiti hanno studiato presso rinomate scuole di musica, molti altri invece sono autodidatti. Fino a non molto tempo fa essere autodidatta significava comprarsi un libro con la cassetta, o imparare da qualche amico. Andando ancora più indietro nel tempo l'autodidatta, senza nessuna impostazione tecnica, metteva su il vinile e provava a suonarci sopra e a tirare giù la partitura ad orecchio. Oggi esistono le tablature per chi non sa leggere, i metodi differenziati per genere e livello di apprendimento, programmi come guitar tab, programmi che rallentano l'esecuzione senza alterare il pitch, e addirittura dvd (tipo lick library) dove un insegnnte virtuale spiega nota dopo nota dove mettere le dita e perchè, video su youtube.


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964