DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Robert Plant - Mighty Rearranger
di [user #5708] - pubblicato il

colditalianpizza scrive: Preceduto dal singolo Shine It All Around, è da poco uscito il nono album solista del 56 enne Robert Plant, forse il suo lavoro più affine alle magiche sonorità dei Led Zeppelin. Accompagnato dai talentuosi Strange Sensations, il nostro da corpo ad un oculato mix di world music e hard rock che non sfigura accanto a Physical Graffiti e, perché no, alle atmosfere acustiche di LZ III. Sin dalla prima traccia, Another Tribe, ricca di influenze mediterranee, con un'intro contrassegnata dal suono potente del bendir, Mighty Rearranger parte forte, deciso e prosegue la sua corsa con la brillante Freedom Fries, con un riff a la Black Dog. Tin Pan Valley mette in evidenza il batterista Clive Deamer e la strepitosa ballata All the King's Horses ci riporta ai tempi di Bron-Y-Aur. Degna di nota la muscolare Takamba ma è l'intero disco che convince, pieno di spontanea energia, senza riempitivi, tutto da godere. Ben tornato Percy!


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964