CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Stethosphone - Questione di superficie
di [user #25769] - pubblicato il

Come promesso, eccovi un primo approccio pratico al concetto di Straniamento Acustico. Lo Stethosphone è un semplice ed efficace strumento di ripresa “alternativo” costruito utilizzando un comune stetoscopio ed un paio di capsule microfoniche.

Questo strumento si rivela particolarmente utile per sperimentare registrazioni di surperficie su qualsiasi oggetto e risulta anche utile per “riscoprire” strumenti tradizionali come chitarre acustiche, batterie e così via.

Quanti di voi, da bambini, non sono stati incuriositi dall’affabile medico di turno che col suo gelido arnese auscultava il nostro stato di salute? Lo stetoscopio è uno strumento portentoso, capace di amplificare notevolmente delle vibrazioni normalmente impercettibili all’orecchio umano. Lo scopo dello strumento che andremo a realizzare è quindi quello di catturare queste vibrazioni, sfruttando la colorazione prodotta dal suo condotto, al fine di avere tanto bel materiale audio da processare.

Per realizzare questo simpatico giochino avremo bisogno di:

  • Uno stetoscopio medico
  • Una coppia di capsule microfoniche electret
  • Un paio di auricolari sacrificali

Fig. 1 - Materiale necessario

Lo stetoscopio è acquistabile in una qualunque farmacia a pochi euro. Le capsule microfoniche possono essere facilmente trovate su eBay. Per il mio Stethosphone ho scelto una coppia di capsule Panasonic WM-61A (costano circa 20 euro per una dozzina), essendo di facile reperibilità, molto lineari come risposta di frequenza ed alimentate via plug-in. Perfette per essere collegate ad un registratore portatile tipo Sony PCM D-50.

Fig. 2 - Capsule Panasonic

Altra utile particolarità di queste capsule è che sono facilissime da saldare e non necessitano di ulteriore stagno. Basta solo poggiare il saldatore ben riscaldato ed il gioco è fatto.

Costruzione

Mettete a riscaldare il vostro saldatore e, intanto, rimuovete il cavo stereofonico dagli auricolari. Prendete una capsula e saldate il cavo rispettandone la polarità. Di solito, su questi cavi, il negativo è color bianco.

Fig. 3 - Polarità delle capsule

Effettuate questa operazione per entrambe le capsule. Cercate di fare in modo che entrambi i cavi abbiano la stessa lunghezza.

Fig. 4 - Cavi con capsule applicate

Una volta completata questa operazione, provate ad inserire il cavo nel vostro registratore portatile assicurandovi di abilitare l’alimentazione plug-in e verificate che entrambi i canali si sentano correttamente. Prendete ora lo stetoscopio e rimuovete gli auricolari.

Fig. 5 - Stetoscopio "amputato"

Inserite quindi le capsule nel tubo dello stetoscopio, facendo attenzione che siano posizionate come in figura.

Fig. 6 - Capsule montate

Onde evitare che il cavo possa strapparsi dalla saldatura, piegatene una porzione attorno al tubo ed infine assicuratele con un pizzico di nastro isolante.

Fig. 7 - Blocco del cavo

Et voilà. Il vostro Stethosphone è pronto per l’uso.

Fig. 8 - Stethosphone completato

Siete curiosi di sentire come suona? Eccovi alcuni esempi.

Fig. 9 - Recording session

Le prime due registrazioni (link in altro a destra tra le risorse per questo articolo) sono state effettuate riprendendo il rumore delle ventole e del disco rigido del mio portatile. Le registrazioni sono state in seguito processate in Ableton Live sfruttando risonatori, riverberi e delays.

Nel terzo esempio, il materiale sorgente è la mia voce che agonizza a bassa frequenza. Anche qui il processing è affidato ad Ableton Live.

Dulcis in fundo, quarto mp3, registrazione di una sessione di Reaktor ripresa a pochi millimetri dallo speaker del portatile e processato come in precedenza.

Ovviamente questi sono solo alcuni degli usi possibili dello Stethosphone. Come già accennatovi in apertura, potreste sperimentare le applicazioni dello Straniamento Acustico registrando una sessione di batteria dalla cassa armonica di un pianoforte verticale. Immaginate che belle risonanze potreste catturare! Non bisogna neanche trascurare l’abbattimento delle alte frequenze dovuto al corpo del nostro strumento di ripresa. Questa particolarità è sfruttabile per enfatizzare i bassi in uno strumento che magari ne è povero. Detto questo, ora non vi resta che sbizzarrirvi registrando quanto più possibile, dando libero spazio alla vostra immaginazione.

elettronica tutorial
Link utili
Esempio audio 1
Esempio audio 2
Esempio audio 3
Esempio audio 4
Straniamento Acustico
Stetoscopio
Mostra commenti     22
Altro da leggere
Il canale clean del valvolare suona distorto
Pickup suona come se avesse i toni chiusi
Thunderdrive Deluxe LTD: triplo overdrive fai-da-te per neofiti
Il rumore aumenta se tocco le componenti metalliche
Pickup, split e fasi inverse
Un potenziometro e sei felice: lo Sbooster
Seguici anche su:
News
E' morto Andre Matos, storico vocalist degli Angra
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964