CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Il cancro delle corde contraffatte
di [user #116] - pubblicato il

Parte dall'azienda di James D'Addario, produttore delle famose corde omonime, l'ennesimo allarme contraffazione che richiama ancora una volta l'attenzione del mondo musicale in direzione dell'Asia. Dopo la segnalazione relativa all'utilizzo illegale e non controllato di legni protetti per la produzione di chitarre made in China, il mercato subisce un altro duro colpo inferto dalla massiccia presenza di corde fasulle di principale provenienza cinese.


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
Guitar Man: Joe Bonamassa in un documentario
I 5 acquirenti che non vorresti mai trovare
Lo sapevi che...? La nuova rubrica Instagram di Accordo.it
L’evoluzione inaspettata della mia pedalboard
Sfasciano la chitarra al busker: Jack White gli compra una Custom Shop...
Stompbox AmazonBasics: un grande punto interrogativo
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964