HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Emperion Sceptrum 6ST
di [user #18448] - pubblicato il

Inauguro la mia iscrizione scrivendovi di una nuova marca di cui purtroppo non ho trovato recensioni sul sito: Emperion. Più in particolare del modello Sceptrum 6ST. La chitarra che ho avuto la fortuna di provare e comprare risale ai primi prodotti della casa nel 2009 (prodotti in sud Corea).

Queste le caratteristiche generali
Misure manico: 1st Fret - 18.5mm, 12th Fret - .20.5mm
Radius tastiera: 10" to 16" compound radius
Double action truss rod
Body: Alder
Manico: Maple e Walnut
Tastiera: Ebony
Inlays: simbolo “Emperion Eagle” tra 11esimo e il 13esimo tasto e mini block laterali
24 Frets, 25.5" Scale
Neck-Thru Wilkinson Fixed Bridge e String Thru Body
Capo in Graphite
Extra Jumbo frets
EMP-6 open ceramic humbucker
Wilkinson GOTOH tuners

Questo riguardo le impostazioni di fabbrica a cui sono stati applicati un paio di cambiamenti in sede Trieste: pickup Bare Knuckle NailBomb sia al ponte sia al manico, di cui quello al ponte splittabile con un comodo switch posto di fianco al volume, il tutto dovuto al mio desiderio di rendere la chitarra utilizzabile sia in ambito metal (come di fatto questa marca si propone di fare) sia in ambito rock, nelle accezioni più leggere. Veniamo al sodo della questione: è un pomeriggio d'autunno e mi ritrovo in una stanza con un amico, un amplificatore testata/cassa Engl, uno dei primi modelli Sceptrum 6ST e una Les Paul Studio. Quale situazione migliore?

Non chiedendo possibili prezzi né facendo particolarmente caso alle caratteristiche della chitarra attacco l'Emperion all'amplificatore per un'improvvisata sia in modalità clean sia con un apprezzabile aumento di gain. Non male!

La chitarra conserva ancora le impostazioni di fabbrica, molto apprezzabili: l'action permette ritmiche pulite e un po' di scalate sui tasti alti, mentre il manico si presente robusto e scorrevole, senza nessun problema sia sui primi sia sugli ultimi tasti che trovo ben fatti e ben intonati. Insomma al primo impatto un chitarra che definirei senza esitazione di medio/alto livello con, una volta scoperto il tutto, un prezzo che definirei veramente basso per dei materiali di valore e una resa di tale portata. Stesso settaggio sull'amplificatore, stesso jack, stesso plettro, stessa persona, stessa stanza MA Les Paul Studio fra le mani: al contrario delle aspettative il confronto non mi lascia particolarmente scioccato, la chitarra si presenta molto simile, scorro sul manico ugualmente e la comodità che trovo nel suonarla sia in piedi sia seduto. Le due chitarre hanno un peso simile e un manico possente, quindi sconsigliabile agli “amanti dei manici di scopa”. Il suono appare leggermente meno aggressivo e più moderato sul clean, ma pian piano che mi muovo verso un crunch fino a un bel distorto hard rock la differenza si fa sempre più sottile. La mancanza di Volume e Tono sia per Humbucker al manico che al ponte può non essere apprezzata dagli affezionati ma non trovo particolari problemi nella loro assenza. La differenza fra le caratteristiche delle due chitarre una volta informato sono facilmente reperibili (vedi sopra).

Insomma il confronto del primo impatto è fatto e la conclusione che traggo è che, tollerando un suond un più aggressivo e orientandosi su un suo utilizzo in ambito hard rock e metal, avendo conoscenza della differenza di costruzione le due chitarre non presentano sostanziali differenze che possano determinare forti opinioni.
Un po' di perplessità e parte la domanda: ma questa Sceptrum quanto costerebbe?
Scopro con stupore che, grazie a una buona occasione, spingendomi poco oltre i 4cento euro potrei portarmi a casa la suddetta chitarra, e nel prezzo trovare inclusa (come standard Emperion sempre molto apprezzabile) la custodia rigida.

Il giorno dopo la prenoto e informo i triestini sui cambiamenti da apportare, per cui si rivelano molto disponibili. Morale della favola: dopo tre giorni arriva il corriere davanti a casa, mi consegna la chitarra (che trovo in ottimo stato) e ho questa grande novità pagata, nel 2009 compresa di custodia rigida più spedizione più modifiche, meno della metà di una Les Paul studio. Riprovo la chitarra: l’amplificatore non emette ronzii con mia grande soddisfazione anche se intrufolandomi nelle sue grazie scopro una cura dell’elettronica un po' più approssimativa rispetto alla Les Paul, notando però il fatto che dopo due anni di utilizzo a tutto spiano la chitarra non mi ha ancora dato problemi di nessun tipo, ha registrato un CD (per il quale la registrazione di notevoli muri di chitarra è stata semplificata da questa amabile chitarra) e un promo, numerosi Live, una quantità paurosa di prove in studio e la mia mano grezza in casa, la mia sicurezza sulla chitarra è stata inoltre confermata dal recente Out of Stock che ho trovato di recente sulla pagine web dell’emperion ma, una volta informato, ho scoperto che ulteriori modelli stanno per arrivare.

Spero presto di  poter postare qualche sample audio tratto dai lavori che ho fatto con lei, per ora vi lascio, tra le risorse, qualche link sperando di esser stato utile ai più.

6st chitarre elettriche emperion sceptrum
Link utili
Emperion Guitars
Canale YouTube Emperion
Pickup Bare Knuckle
Pickup Horizon
Altro da leggere
Pubblicità
La passione segreta di Slash per la...
Come suona la chitarra in una camera anecoica...
Chi ha inventato davvero il tapping...
Calcolare la distanza dei tasti col fanned...
Pubblicità
Commenti
bella
di seba95 [user #25380] - commento del 23/01/2011 ore 12:0
Dalla tua descrizione sarebbe la mia chitara ideale :Q
Rispondi
Grazie...
di andyfender1 utente non più registrato - commento del 24/01/2011 ore 05:3
... per avermela fatta conoscere. A presto. A
Rispondi
grazie a te..
di Lolloo [user #18448] - commento del 24/01/2011 ore 09:1
..di esserti interessato all'articolo.. Ho sempre apprezzato le piccole marche e spargere un po la voce fra chitarristi quando la questione merita è un dovere! (su internet cercando emperion puoi trovare pagina web e youtube, con anche alcuni video di ritmiche e un solo con la sceptrum)
Rispondi
Re: grazie a te..
di andyfender1 utente non più registrato - commento del 24/01/2011 ore 09:3
Molto interessante specie quando c'è la qualità. Scrivi ancora. Ciao. A
Rispondi
Sembra un sogno
di feidtublec [user #18093] - commento del 24/01/2011 ore 17:3
Materiali, hardware e costruzione coi contro--zzi, e l'azienda è pure italiana. Il tutto per un prezzo che è basso perfino per una marca coreana (nonostante mi pare di capire che la fabbricazione avvenga lì). Boh, Non resta che provare, se uno ne ha la possibilità...
Rispondi
l'azienda ha chiuso. ti ...
di ElMes [user #12892] - commento del 24/11/2012 ore 07:47:29
l'azienda ha chiuso.

ti racconto la mia esperienza in breve,volevo scriverci un diario ma ho lasciato perdere.lo scorso natale mi sono autoregalato una scorpius,seguivo da un pò il sito e nonostante gli svariati commenti non positivi dei forum esteri ho rischiato, ho aspettato gli sconti,morale da circa 700 euro le vendevano scontate a 290...
ordino,arriva,apro la custodia..bella piena di segatura...vabbè,controlliamo la chitarra:
il setup professionale...lasciamo perdere,4 tasti ad occhio nudo sono troppo alti..me li limo da solo
il floyd rose originale...è quello economico coreano
la tastiera in ebano....è forse palissandro colorato e neanche bene..tanto che resta la vernice sulle dita
le finiture..bollicine sulla vernice,segnetti vari,addirittura parti di legno a vista...
almeno legname e pickup sembrano buoni
qualità potenziale 9,reale 5\6,visivamente 3

morale,mi sono autosetuppato tutta la chitarra e munito di uniposca( si ero proprio scoglionato) o coperto le imperfezioni di vernice nera.

precedentemente mando una mail alla ditta NON LAMENTANDOMI DELLE BALLE SULLA DOTAZIONE ma sui difetti di verniciatura abbondanti,troppo abbondati per una chitarra da quasi 700 euro ,chiedendo se per caso mi abbiano mandato una B-STOCK e magari la sostituzione.

mi rispondono che su una chitarra da 290 euro cosa vuoi aspettarti..è normale..
si peccato che la vendevate a 700 euro 2 giorni prima teste di beluga.
tra parentesi ho una sx cinese da 79 euro ed è rifinita mooolto meglio.

bene chiudo ringraziando il signore di aver preso la chitarra scontata e non a prezzo pieno,poveretti quelli si sono presi la fregatura a più del doppio del prezzo.
Sarà un caso ma pochi mesi dopo l'azienda ha chiuso battenti.

PS:non dovrebbe essere il caso della tua chitarra per il semplice fatto che la prima serie era una serie effettivamente ben fatta e credo pure made in japan.
Rispondi
Re: l'azienda ha chiuso. ti ...
di Lolloo [user #18448] - commento del 24/11/2012 ore 12:13:22
Ciao,
dopo un po di tempo ho avuto modo anche io di provare una sceptrum della seconda serie per un desiderio di comprarne un'altra a sette corde, provata da un amico-->risultato della prova tirandola breve: due note e desiderio di comprarla sparito.
Invece che aver in mano un pezzo tamugno di legno corposo come piace a me avevo la sensazione di suonare un blocco di plastica colorata, con un peso di un decimo rispetto alla mia (cosa che mi aveva lasciato un po strano).
Purtroppo erano partiti molto bene all'inizio facendo uscire buone cose, come sia andata dopo mi sembra evidente dalla chiusura.
Effettivamente da quel che ho provato e sentito in giro mi sa di essere quello a cui è andata meglio di tutti:D
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Inventa subito la tua Pedaltrain: puoi riceverla in regalo!
Tornano con Waza due insospettabili classici Boss
Da EMG due set passivi per Stratocaster senza saldature
12 delay, loop e suoni stereo da EHX nel Grand Canyon
I più commentati
Dophix vi condanna al Purgatorio, per Lussuria
HX Stomp: alta tecnologia Line 6 in formato pedale
Doyle Bramhall II, "Shades": splendida ruvidità e genuinità artistica.
Chi ha inventato davvero il tapping
A scuola di fusion: vedere Greg Howe in concerto
I vostri articoli
Altamira N200CE: una bella sorpresa
Com'è fatto e come stravolgere un Metal Zone
Una stratoide di nome Silver Sky
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964