CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Fender Stratocaster John Mayer Signature
di [user #5130] - pubblicato il

Slowbend scrive: Volevo la strato. La mia strato. Dopo vent'anni di tele e un po' di les paul, avevo deciso che era giunto il momento di allargare la famiglia. Mi ero guardato in giro per un po', ma la mia strato non si trovava. La volevo con la paletta piccola e il logo 'spaghetti', i 3 single coil ed il ponte tradizionale a sei viti, perché è così che sono nate le strato. La volevo sunburst, perché mi piace vedere il legno. La volevo Fender, perché la strato è fenderstratocaster, perché non mi posso permettere una Suhr, e perché ho la bacata convinzione che il giorno della mia rovina finanziaria ' ipotesi non così remota ' sarebbe eventualmente più facile e redditizio vendere una Fender che, diciamo, una G&L.


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
PianoVision: impara il piano nel metaverso
Gibson vince su Dean: la Flying V non è uno shape generico
La chitarra torna protagonista con “Kill or be killed” dei Muse
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Paul Gilbert: “Perché modificare una chitarra perfetta? Per farla s...
Guitar hero: la mia Top10
Il viaggio infinito e la Top5 dei desideri
La scena EPICA della BC Rich in Stranger Things 4
Un chitarrista, cinque contraddizioni
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964