HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
IBANEZ WT80 WHOLETONE - più clean per tutti
di [user #19611] - pubblicato il (Modificato) 

dopo l'articolo del Pone sul Polytone mi sono imbattuto in questo parente povero appena sfornato dall'ibanez che mi ha notevolmente incuriosito (a partire dal prezzo sui 300 euro).

Qualcuno di voi lo ha provato? che ne dite?

Caratteristiche Potenza 80W Speaker 1x15" Input jack da 1/4" Ingresso Aux e uscita cuffie con mini jack da 1/8" Controlli: gain, treble, hi-mid, lo-mid, bass, master volume Chorus Riverbero Dimensioni: 440mm(L), 366mm(P), 500mm(A)  

Dello stesso autore
testata e ...SR jam...
pedale effetto archi (tipo...)...
T.bone Mb75...
tecnico ampli a reggio emilia...
il blues del maestro...
Ed Bickert, telecaster jazz...
Commenti
Interessante.
di Giovanni Ghiazza [user #31] - commento del 20/03/2011 ore 09:0
Per la curiosità sono andato a vedere il sito Ibanez. Le intenzioni sono alquanto chiare: clean anche a volume sostenuto. E strizza l'occhio al mondo jazz/archtop, tanto è vero che la sezione "media room" offre una demo che titola addirittura "Ibanez WT80 wholetone jazz amplifier" e che in tal contesto sonoro rimane. Le caratteristiche appaiono veramente interessanti (1x15", dimensioni contentute, rev e chorus incorporati). Ho avuto esperienza del Fender Jazz King, che è appunto un 1x15", ma questo è un bass reflex, e, cosa non da poco, di dimensioni compatte. Mi chiedo allora: quanto pesa? (sul sito non vanno oltre il "lightweight") e avrà una maniglia (sul lato destro, mi viene da pensare) che ne consenta l'agevole trasporto? Mi pare evidente che la facile trasportabilità potrebbe essere un "plus" veramente importante. E' quantomai evidente che questo elegante ampli, non da ultimo per il prezzo arrembante, merita una prova sul campo per poterne direttamente apprezzare la cosa più importante, cioé il suono.
Rispondi
Re: Interessante.
di Cukoo [user #17731] - commento del 20/03/2011 ore 11:5
Pesa 17.6 kg, un paio di kili in più di un Cube 60. Molto interessante.
Rispondi
Re: Interessante.
di Giovanni Ghiazza [user #31] - commento del 20/03/2011 ore 23:0
Che sono una decina in meno del Fender Jazz King che ebbi, e del quale ho un ottimo ricordo (anche se offriva 140W, e un bel riverbero a molla lunga, ma niente chorus). Non capisco perché quelli della Fender lo abbiano "scaricato" (lo preferisco senza dubbio al Poly, portabilità permettendo). In fin dei conti questo Ibanez mi sembra un compromesso tra potenza/portabilità/prezzo molto interessante. Bisogna proprio che qualcuno lo ascolti live e riferisca.
Rispondi
Mi sembra un prodotto molto interessante, ...
di Jimmi [user #27100] - commento del 20/03/2011 ore 09:5
Mi sembra un prodotto molto interessante, pensato per il jazz, con caratteristiche simili ai suoi "antenati" più prestigiosi. Il video del demo ha un suono molto pulito e un bel tono. Sarei curioso di provarne uno. Grazie della segnalazione. Un saluto !
Rispondi
Curioso, non ne ho mai visto uno ma dalle ...
di superloco [user #24204] - commento del 21/03/2011 ore 08:5
Curioso, non ne ho mai visto uno ma dalle caratteristiche sembra un buon prodotto.
Rispondi
Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di enricofra [user #29774] - commento del 17/01/2012 ore 22:2
Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo dire che è favoloso per i suoni puliti (pur essendo un amante dei valvolari!) anche ad alti volumi, come ogni buon transistor, non distorce mai, ottimo sopratutto se si desidera un suono per il jazz.........credo che farò a breve una recensione ...(il cono da 15" fa paura....ha dei bassi che sembra di suonare...il basso!!!!).
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di accademico [user #19611] - commento del 18/01/2012 ore 09:0
grazie per aver ripescato questo post, pensa che io non riesco a trovarlo nei negozi della mia zona. Hai fatto qualche confronto con il Polytone? Sarebbe bello avere una recensione, magari con qualcosa da ascoltare. Con quale chitarra lo usi? Io ho la 175 e forse credo che sarebbe un po' sbilanciato sui bassi, forse preferirei un cono da 12", ma è comunque interessante. Il volume è buono anche per suonare con batteria?
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di enricofra [user #29774] - commento del 18/01/2012 ore 21:3
Sui bassi è veramente molto "presente" nel senso che anche a bassi volumi sembra quasi di suonare con un basso....io uso (anche se sicuramente non la merito viste le mie scarse capacità, ma sono un amante del bel suono) una gibson ES 355 edizione limitata, attualmente non più prodotta (anche se nuova) che ha un suono fantastico e con questo ampli (a dire la verità con qualsiasi ampli....) rende molto bene per suoni puliti jazz-style. lo possiedo da poco e, causa anche il poco tempo libero, ancora non lo provo a volumi elevati, ma appena posso farò una piccola recensione e magari registro qualche cosa (anche se in quel settore sono limitato, oltre che come chitarrista....)
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di enricofra [user #29774] - commento del 18/01/2012 ore 21:3
A proposito....complimenti per la 175, il top delle chitarre jazz e non solo....
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di accademico [user #19611] - commento del 19/01/2012 ore 09:3
Be' tu non sei certo messo peggio, la 335 ti dà quasi tutto quello che può dare la 175 più un sacco di altre possibilità timbriche. E' decisamente una chitarra per la vita. Io di solito suono su un valvolare che timbricamente mi piace, ma non è sufficientemente lineare come risposta, avendo il tipico attacco molto pronunciato caratteristico dei valvolari, specie su una chitarra un po' scura come la mia. Però per ragioni affettive e anche perchè comunque mi piace soprattutto con le solid body, per ora non intendo venderlo, così sono alla ricerca di un transistor, ma non mi so decidere. (forse perchè dato il mio livello chitarristico e i due concerti all'anno che faccio, non ne ho realmente bisogno).
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di coldshot [user #15902] - commento del 19/01/2012 ore 10:0
considera il roland jazz chorus, anche il 55 che è piccolo ed ha un sacco di volume
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di accademico [user #19611] - commento del 19/01/2012 ore 10:1
sono entrambi nei miei pensieri (anche troppo) , ma mi affascinano molto anche polytone mini brute II (provato, semplicemente fantastico, ma costa un botto) e heriksen, mai provato ma mi attizza assai. Aspetto con calma una vera occasione, tanto per quello che suono non sono comunque a piedi. ciao. (non sono intervenuto sul tuo post, ma i jazzisti sono mooolto più interessanti)
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di coldshot [user #15902] - commento del 19/01/2012 ore 10:2
Ora come ora pare che gli henriksen siano i più quotati però sia loro che i mitici polytone costano troppo, non è possibile, comunque io da quando ho il jazz chorus 77 ho lasciato i valvolari senza pentirmene, la sua specialità oltre ad avere un clean da paura è che divora i pedalini quindi và bene per farci quasi ogni cosa, poi si trovano a dei prezzi molto buoni, io te lo straconsiglio, un altra marca usata è il jazzkat. Nel mio post mi hanno praticamente massacrato ah ha, ma continuo a pensarlo, però come ho già detto, qui ci sono delle divinità che non si possono toccare, non per me ovviamente.
Rispondi
Re: Ho la fortuna di possedere questo ampli e devo ...
di E! [user #6395] - commento del 19/01/2012 ore 16:0
Ciao, quindi tu confermi che suona bene anche con chitarre dai suoni più elettrici? Io mi ponevo la questione se fosse un ampli adatto solo per le chitarre a cassa alta, tu ci suoni con la 335, quindi magari anche una solidbody può andarci bene, che ne pensi? Appena lo provi a volumi un po' più sostenuti facci sapere, ho in mente di prenderlo come ampli di riserva o anche come ampli principale (condivido appieno le impressioni di Accademico sull'attacco dei valvolari e sto cercando appunto un suono più morbido). CIao e grazie
Rispondi
molto bello, peccato che sia un pò troppo ...
di coldshot [user #15902] - commento del 17/01/2012 ore 22:5
molto bello, peccato che sia un pò troppo grande, con il cono da 12" sarebbe stato perfetto
Rispondi
Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di Toubab [user #33286] - commento del 22/02/2012 ore 14:1
Ciao a tutti, vi racconto la mia esperienza nella speranza di essere utile. Io ho comprato questo amplificatore più per curiosità che per utilità (avevo già un Roland Jazz Chorus 77 che suonava egregiamente). Devo dire che dopo averlo provato in tutte le combinazioni di suoni possibili, il mio giudizio finale è che è un amplificatore incredibile per il prezzo a cui viene venduto. Premetto che suono jazz e che l'ho provato sia con una Gibson 175 che una Ibanez FG100, due semiacustiche quindi. Non so come suonerebbe con una solid body, ma di base si sente che è un amplificatore pensato per riflettere in modo molto naturale il suono acustico della chitarra, esaltando leggermente le frequenze medio-basse senza però cambiare il suono dello strumento. Il suono è molto grosso e definito, sembra che sia stato sviluppato come clone del Polytone Minibrute (amplificatore che conosco bene). Me lo fa pensare anche la forma (box chiuso) e la tecnologia utilizzata (es. cono con impedenza a 4 Ohm, come i Polytone). Del resto la Ibanez ha fatto la sua fortuna, almeno all'inizio, sulla copia di strumenti famosi come le chitarre Gibson, non mi sorprenderebbe che ora voglia concentrarsi sull'amplificazione. In particolare suona come un Minibrute II, solo con più bassi e volume maggiore (un problema che ho riscontrato con il Minibrute II è che più alzi il volume più il suono perde spessore: con questo succede il contrario). Forse rispetto al Polytone impasta un pò più sugli accordi, ma la differenza è veramente minima. Il controllo "Tone" ammorbidisce l'attacco od aumenta la presenza, a seconda dei gusti. Il chorus è pensato solo per ingrossare il suono della chitarra (alla Mike Stern per intenderci), non certo per suonarci pop music, il reverbero è abbastanza buono, lascia solo una scia dietro al suono senza impastare, anche se ho provato di meglio. Il Gain serve solo per aumentare il segnale in ingresso e renderlo più corposo, ma una volta imparato ad usarlo, si possono ottenere suoni fantastici. Non pensate invece di ottenere suoni distorti. Per il jazz direi che è l'ideale, per altri generi non credo che renda altrettanto bene, anche perchè con i pedalini non è proprio il massimo (non li accetta volentieri), soprattutto i distorsori/overdrive. Per chi (come me) ama il suono naturale della chitarra, grosso, definito e ricco di armonici, è l'ideale. Con tutto il rispetto per la Polytone, che sicuramente fa grandi amps, questo wholetone non ha nulla da invidiare.
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di coldshot [user #15902] - commento del 22/02/2012 ore 14:5
ciao, bel commento, come giudichi un confronto con il jazz chorus 77 che ho anch'io e che mi ha "cambiato" la vita?
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di Toubab [user #33286] - commento del 22/02/2012 ore 15:1
Secondo me sono due amplificatori perfettamente complementari. Il Jazz Chorus 77 ha un suono più moderno, da fusion, ha una grande diffusione e soprattutto amo la spazialità che ha per via dei 2 coni, te ne accorgi perchè ti "riempie" letteralmente gli spazi dove suoni. Inoltre è ottimo anche con le solid body e se ci colleghi effetti vari. Però con la mia Gibson non riesco a tirarci fuori quel suono nasale e pieno che ti "spalma" letterlmente le note che invece ottengo se la collego ad un Polytone od un Jazzkat. E' un amplificatore troppo pulito per poter ottenere quel suono. Con il Wholetone riesco invece ad ottenerlo. Il risultato è un suono più scuro e caldo (devi però trovare il giusto bilanciamento tra gain, master, alti, bassi e medi). Per me il WT è buono per suonare standards, magari in trio, nei locali non troppo grandi. Ti dirò... l'ho comprato usato ad un ottimo prezzo, avevo pensato di usarlo temporaneamente, in attesa di comprarmi un Polytone per il futuro. Ora ho deciso che non me lo compro più, mi tengo questo. Forse l'unico difetto è che è un pò ingombrante (devi avere una macchina con il bagagliaio grande per portarlo), ma non è assolutamente pesante.
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di coldshot [user #15902] - commento del 22/02/2012 ore 15:2
Secondo me il roland è magnifico anche per questo, cioè per come accetta i pedali e perchè suona bene con qualsiasi chitarra tu gli metta davanti, il polytone piacerebbe anche a me, specie per le dimensioni, provai il mega brute e suonava divinamente ma costa troppo e non mi và, avevo pensato anche al jazz kat che costa un pò meno, questo non per sostituire il jc ma per averne uno più piccolo, l'ibanez sembra davvero bello, se facessero la versione 1x12 lo prenderei sicuramente
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di Toubab [user #33286] - commento del 22/02/2012 ore 15:4
Non pensare alle dimensioni, dopotutto non è mica così grosso. Più che altro è profondo, mentre ti scrivo vedo affianco JC 77 e WT80: l'altezza è identica. Il wholetone è più profondo di circa una volta e mezza il JC (somma la profondita del JC con la sua metà ed ottieni quella del WT). Il peso in compenso è molto minore rispetto al JC77. Ascolta il suono e se puoi, provalo con la tua chitarra. A me ha colpito perchè cambiando chitarra, cambia completamente il suono che viene fuori, segno che rispetta la personalità dello strumento e non ti colora artificialmente il suono. Per questo è grande per strumenti acustici o semiacustici. Il cono da 15 pollici è fantastico, anch'io li ho sempre disdegnati e preferito i 12 pollico, ma mi sono dovuto ricredere. Del resto puoi chiedere ad un qualsiasi tecnico esperto: la morbidezza , lo spessore del suono e la capacità di trasmettere frequenze medio-basse senza impastare (caratteristiche di Polytone e Jazzkat), non dipende dalla dimensione del cono, ma dalla qualità costruttiva dell'amplificatore. Del resto hai mai sentito un Jazzkat Tomkat e quello che viene fuori da un cono di appena 8 pollici?
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di coldshot [user #15902] - commento del 22/02/2012 ore 15:5
guarda il cono da 15" mi tira eccome, è solo che vorrei un ampli più ridotto soprattutto per quando vado a suonare in città e non c'è mai posto per parcheggiare vicino al locale, quando provai il mega brute rimasi impressionato da che suono gigante usciva fuori ed il cono era da 8" quindi sono anch'io convinto che dipenda molto dalla qualità costruttiva, e trà jazzkat e polytone quale preferisci?
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di Toubab [user #33286] - commento del 22/02/2012 ore 15:5
Sinceramente non saprei scegliere... sono entrambi belli. Forse il Jazzkat ha una marcia in più, magari se hai la fortuna di trovare un PhatKat, che monta sia un circuito valvolare che quello a transistor (circa un mese fa ce n'era uno in vendita su mercatino m.). I Polytone sono belli, però i nuovi non suonano come quelli vecchi, che però sono brutti, e come sai anche l'occhio vuole la sua parte. Ho però un amico negli USA che mi ha parlato degli Evans, dice che sono amplificatori incredibili, c'è qualcosa su utube, in Europa non si trovano, ma sembra che stiano spopolando in America.
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di coldshot [user #15902] - commento del 22/02/2012 ore 16:0
si li conosco ma sono valvolari, pare siano fenomenali, il jazzkat se ne trovo uno lo provo di sicuro ma non è facile, comunque forse il più quotato ora come ora è l'henriksen ma anche li siamo sui 1100 euro nuovo e sono parecchi soldi
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di Toubab [user #33286] - commento del 22/02/2012 ore 16:0
No, l'henriksen 110 ed il 112 costano sugli 800 euro: vai al link
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di coldshot [user #15902] - commento del 22/02/2012 ore 16:1
ero rimasto un pò indietro, hanno abbassato il prezzo o forse mi sbagliavo io
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di accademico [user #19611] - commento del 22/02/2012 ore 22:2
Io ho provato un mini brute II non vecchissimo (fine anni 90 credo) e mi è sembrato stupendo con la 175, di quelli vecchi non mi fido, troppa usura e troppo cari secondo me. L'henriksen mi attira tantissimo anche perchè il modello con tweeter suona vene anche con l'acustica, mentre i JazzKat non li ho mai provati ma resto perplesso sulle dimensioni del cono, non come potenza, ma come proiezione in un ambiente un po' grande.
Rispondi
Re: Grande amplificatore con un prezzo piccolo
di accademico [user #19611] - commento del 22/02/2012 ore 22:2
molto bene, grazie per aver ripreso il post! sono sempre più attratto da questo ampli, devo provarlo assolutamente, anche perchè i pareri positivi iniziano ad essere parecchi. Condivido anche il giudizio sul jazz chorus, la carattersitica che mi aveva impressionato di questo ampli è proprio la spazialità.
Rispondi
Il Jazz Chorus è un amplificatore unico, io ...
di Toubab [user #33286] - commento del 22/02/2012 ore 22:3
Il Jazz Chorus è un amplificatore unico, io non lo venderei per nulla al mondo. L'Ibanez è un amplificatore particolare, da provare sicuramente, ma con un utilizzo molto più limitato. Anche se non credo che ti riuscirai a fare un'idea precisa di come suona il primo giorno. I controlli di equalizzazione sono attivi, spostandoli anche di pochissimo cambia tutto il suono della chitarra. De vi provare e riprovare fino a che non trovi la combinazione migliore. Con la 175 il migliore suono però io lo ottengo proprio con tutti i potenziometri ad ore 12 ed il gain al massimo (a me, per intenderci, il suono piace così: vai al link e questo amplificatore spara maledettamente sui medi, gonfia le note in maniera pazzesca, quando fai dei soli il suono è grosso, senza distorcere minimamente). Con la Ibanez invece devo tenere il gain più basso, perchè il suono dei pickup (monta i super 58) è molto più aggressivo ed acido dei classic '57 della Gibson. Peccato per il riverbero, che proprio non mi piace (è digitale)
Rispondi
Re: Il Jazz Chorus è un amplificatore unico, io ...
di coldshot [user #15902] - commento del 22/02/2012 ore 23:3
grande Dario Faiella con la epiphone casino, fà suonare quei p90 come degli humbucker, con un blind test si potrebbe confondere con una 175 o una 335, è proprio vero che il suono è nelle mani, almeno per i bravi
Rispondi
Una cosa che ho dimenticato di dire è che ...
di Toubab [user #33286] - commento del 22/02/2012 ore 23:0
Una cosa che ho dimenticato di dire è che questo amplificatore, se vuoi sentire veramente come suona, devi usarlo con il livello del gain alto. Il gain infatti qui non è inteso come overdrive o distorsore, ma semplicemente serve per caricare il suono e renderlo più ricco. In genere siamo abituati sugli amplificatori normali a tenere il gain basso ed il master alto. Qui devi fare il contrario, altrimenti non esce fuori il suono di quest'amplificatore. Tra l'altro, anche con il gain al massimo non senti il minimo di distorsione. Leggo sulle specifiche che c'è un limiter che impedisce i picchi di segnale (e quindi la distorsione), forse è per questo. Altro particolare: anche a volumi assordanti è silenziosissimo
Rispondi
aggiungo un link ad un ...
di Toubab [user #33286] - commento del 25/05/2012 ore 16:10:38
aggiungo un link ad un altro video dove potete ascoltare questo amplificatore:
vai al link
Rispondi
di accademico [user #19611] - commento del 17/01/2018 ore 15:40:23
Dopo molti anni ho avuto occasione di acquistare (usato al prezzo di un pedalino) questo amplificatore e devo dire che ne sono molto soddisfatto, confermo tutto quanto scritto sopra dall'utente Toubab che secondo me l'ha descritto molto bene.
Rispondi
di Giovanni Ghiazza [user #31] - commento del 30/05/2018 ore 21:51:35
Ne andrò a provare uno che è saltato fuori a 10 km da casa... Mi porterò appresso l'Henriksen jazzamp 110-ER ed un pedale Y, poi vedremo. Non sono malmesso ad ampli (Polytone head con cassa Raezer, Henriksen, Speedster valvolare, e JC-120) ma stante la comodità... Mi da un po' di cruccio solo il JC-120, per via di peso e soprattutto dimensioni. Vedremo. Come dissi in commento all'articolo (che più non ricordavo) di 15" ebbi il Jazz King di Fender, che era proprio proprio buono (ed ingombrante...). Com'è il chorus di questo Ibanez?
Rispondi
di accademico [user #19611] - commento del 30/05/2018 ore 23:57:29
Ciao Giovanni. Direi che hai l'imbarazzo della scelta. Il chorus non è eccelso (niente a che vedere con il jc) ma a volte ne metto un pizzico per colorare un poco il suono. Nel wt 80 la manopola più interessante è quella del gain, che definisce il suono senza mai distorcere, non aver paura di abbondare. Il cono da 15 dà un maggiore proiezione. Facci sapere se ti è piaciuto.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
Federico Malaman: strumenti Signature e consapevolezza del suono
Marty Friedman e Jackson: un ritorno di fiamma durato decenni
Vox testa l’AC30 monocanale 1x12
Salen: Strandberg sfida la tradizione californiana
Agostino Marangolo: come suonare "A me me piace o Blues"
I vostri articoli
Fender Modern Player Telecaster Plus
DigiTech Obscura Altered Delay
Sterling St Vincent Signature
Clapton and friends live at Hyde Park
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
I compleanni di oggi
roncadin
mamuele
reckless_rock
maxnice
JustABox
casureddu
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964