CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Epiphone Sheraton
di [user #27100] - pubblicato il

Lo strumento in questione è la riedizione aggiornata di uno storico modello del 1958, ultimo anno di indipendenza dell'azienda di New York, prima di essere acquistata da Gibson. La prima versione della Sheraton fu molto innovativa per il tempo, adottando un corpo thinline a doppia spalla mancante, una cordiera Frequensator, brevettata dalla stessa Epiphone, e un pickup P90.

I segnatasti erano i tipici triangoli all'interno dei rettangoli in madreperla e l'intarsio sulla paletta era il "flower" a forma di pianta di vite. Queste caratteristiche ne facevano una delle più agguerrite concorrenti della Gibson 335. Successivamente, dopo la acquisizione da parte di Gibson, venne sostituito il ponte Frequensator con un Tune-o-matic e il P90 fu sostituito da due mini humbucker.

Dal 1970 la produzione fu spostata in oriente, oggi queste chitarre vengono prodotte in Cina.

Il corpo è rimasto pressoché invariato, conservando quello stile tipico 335. Il legno utilizzato per il body è acero laminato pressato a caldo, così come di acero sono il blocco centrale all'interno della cassa e il manico, costruito in tre pezzi, la tastiera è in palissandro.

Il manico è set-in con scala da 628 mm. Il ponte è un Tune-o-matic, la cordiera è una stop bar stile Gibson. I pickup sono i soliti humbucker Alnico che su questa chitarra, però, suonano decisamente diversi rispetto alla Broadway.

L'hardware è completamente dorato e curato bene. Le meccaniche sono delle Grover dall'aspetto e dalle dimensioni rassicuranti che svolgono egregiamente il loro dovere.

La chitarra è dotata di binding e chiamate a TD che le donano un aspetto curato. Unico neo, una piccolissima sbavatura di vernice nera al fianco del manico, talmente piccola che sono passati diversi giorni prima che me ne accorgessi.

I segnatasti sono rettangolari in madreperla, all'interno dei quali troviamo i triangoli in abalone (magia dell'oriente), i tasti sono posati bene, e scorrendo sui bordi della tastiera, non si trovano difetti.

Il capotasto era alto e ho dovuto intervenire sui solchi del nut, come ho già scritto nel mio ultimo diario, e anche i piloncini erano un po' alti. Il settaggio dell'action non era dei migliori. Le viti stavolta erano tutte strette a dovere e la chitarra dà una sensazione di solidità notevole, forse anche a causa delle diverse caratteristiche costruttive intrinseche allo strumento. La verniciatura in generale è di ottima fattura, un tobacco sunburst credibile e sfumato al punto giusto che lascia trasparire l'acero nella sua parte più chiara.

Le corde montate sullo strumento erano delle 010 di dubbia qualità che ho sostituito con Ernie Ball, sempre 010, traendo un miglioramento del suono acustico ed elettrico dello strumento.

Sulla paletta troviamo il motivo "flower" in madreperla che caratterizza questi strumenti. Le buche a effe sono contornate da un binding in plastica bianca e sono rifinite a dovere. Sulla parte bassa del body troviamo i potenziometri dei toni e dei volumi, fatti di una parte esteriore trasparente e di una interna color rame.

I potenziometri sono quattro, due toni e due volumi. La loro escursione è buona, così come la loro azione è precisa e silenziosa. Lo switch è un toggle a tre vie e funziona correttamente, dando una sensazione di solidità, come la presa jack posizionata sulla fascia e i reggitracolla sul tacco del manico e sulla fascia posteriore.

Lo strumento è versatile e si può arrivare anche a suoni jazzy, country, rockabilly e hard rock, ma la sua vocazione rimane il blues ed il rock and roll vecchia scuola. Sono soddisfatto del mio acquisto, direi che questa è una chitarra alla portata di tutti con cui si possono suonare molte cose. Ha una voce sua che mi piace molto e devo dire che i pickup mi hanno convinto, non li sostituirei. Una chitarra dall'ottimo rapporto qualità-prezzo, costruita bene per chi ama John Lee Hooker, i Beatles ma anche gli Stones, Clapton e molti altri.

chitarre semiacustiche epiphone sheraton
Mostra commenti     30
Altro da leggere
G5622T: una Gretsch come si deve
DC Pro è la prima Epiphone del 2019
Godin cede al fascino del twang
Il lato “rancido” del sound Gretsch
Joe Bonamassa dimostra la sua ES355 limited
Nuovo abito Alpine White per la Lucille di BB King
Seguici anche su:
News
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964