CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Klon Centaur. Pedale mitologico.
di [user #1166] - pubblicato il

guitarlory scrive: Ciao Accordiani, da un mese circa ho messo le mani sull'overdrive forse più blasonato e ricercato fra i chitarristi blues - rock, il Klon Centaur. Spero di fare cosa gradita a tutta la comunità, visto che non è semplicissimo torvarlo/provarlo con questo articolo... ovviamente sempre considerando che il punto di vista e i gusti sono sempre molto personali.

Breve preambolo: dopo averne letto molto nelle riviste specializzate (specialmente d'oltreoceano), cinque o sei anni fa avevo provato a cercarne uno sui vari mercatini-aste-gasstation ecc, visto che il produttore li vende solo direttamente e ne costruisce comunque pochi (allora aveva prenotazioni e una lista di attesa di più di un anno); risultato: nessuno lo vendeva in Italia, ce n'era solo uno su e-bay a un prezzo che ricordo bene: 1000000 di vecchie lirette (quando ancora un milione valeva qualcosa!). Fine del preambolo e delle speranze di possederlo.
Poi alla fine di gennaio il solito Sergio (compagno di follie chitarristiche dalla pedaliera in continua evoluzione!!!) mi telefona e dopo averci girato un po' intorno (già dal tono di voce avrei dovuto capire che aveva messo le mani su qualcosa di "grosso"!!!) mi dice che ne ha acquistato uno su MercatinoMusicale, da un chitarrista nostrano... è uno della prima serie, quella giallo oro con la serigrafia del centauro, tenuto come nuovo, prezzo circa 600 euro... azz!!! Bisogna dire che i Centaur della prima serie sono appunto molto quotati sul mercato dell'usato: molti dicono che il suono sia migliore di quelli prodotti in seguito, anche se il produttore nega che ci siano differenze... io non posso esprimermi al riguardo, in quanto ho sentito solo quelli della prima produzione e nessuno di quella più recente.

La prima prova "a caldo" è, dopo due giorni di trepidante attesa, a casa di Sergio... chitarre di riferimento le sue strato Custom Shop: la '57 con tastiera in acero; la '69 con corpo in ontano e tastiera in palissandro.
L'ampli è uno Hughes & Kettner a valvole da 20 watt con EL-84 finali, che ha un buon pulito caldo... i pedali che usiamo come termine di paragone sono un T-Rex Alberta (fino ad ora era il miglior pedale stile TS9 che avessi provato, anche se non proprio trasparente, ma mooolto bello e caldo) e un TS9 Keeley.
Poi ieri l'ho provato a casa mia con la Plexi e le mie chitarre, confrontandolo con tutti gli altri pedali dello stesso tipo che avevo a disposizione.
Dunque, la prima cosa da dire è che, almeno per le mie orecchie, la differenza tra il Centaur e tutti gli altri pedali (compresi i miei) è GRANDE, e per grande intendo proprio GRRRRANDE e GRRRROSSA!
Lo "stampo" di suono è quello, sia chiaro, ma la resa è assolutamente non paragonabile: insomma, fino a che non l'ho provato ero convinto che i miei pedali suonassero bene e che non fosse possibile migliorare ulteriormente il setup, a meno di non stravolgere completamente la pedaliera... è dura ammetterlo, ma mi sbagliavo di brutto!

Il Centaur non ha in apparenza niente di particolare: controllo di il gain (al massimo corrisponde al TS9 con gain a ore 02:00, quindi un crunch medio), un unico controllo di tono, un controllo di output (qui c'è una riserva di volume almeno tripla rispetto al TS9).
Ma la differenza sta nella risposta delle frequenze, che sembrano sempre ben bilanciate, come se ci fosse una qualche compensazione che te le aggiusta man mano che alzi il gain (o il volume, se lo usi come booster): contrariamente a quanto sapevo (da harmony-central) il Centaur non è proprio trasparente, nel senso che ha un leggero "accento" sulle medio basse (assolutamente piacevole e nulla se considerato quanto colora e inscatola il TS9), ma il suo punto di forza è la chiarezza con cui ti fa godere tutte le sfumature della chitarra con cui suoni, e il modo con cui interagisce con l'ampli.
Insomma, con questo Centaur più che mai è importante avere strumenti e ampli di qualità, perchè il suono non lo fa il pedale!
Lui si limita a migliorare (molto!) quello che già di buono c'è, sia che venga utilizzato come overdrive, sia (e questo è l'uso che preferisco) come semi-clean boost nella Plexi crunchettona!

Sia chiaro, niente a che vedere con la chiarezza di cui parla Keeley nelle sue modifiche (in realtà a me il TS9 Keeley sembra piuttosto freddo, quasi hi-fi... insomma, suona bene ma non è più un overdrive, si è "modernizzato" troppo!), ma una chiarezza organica, sempre piacevole, dinamica e GROSSA come un tir che ti esce dalla 4x12 direttamente nelle chiappe!!! Oh, finalmente ho trovato il modo giusto per descrivere la sensazione che si prova suonandolo al volume giusto (che non vuol dire esagerato, diciamo un volume da palco di un qualunque pub medio)...
So che è difficile, ma proverò a fare un esempio testa-a-testa con il T-Rex Alberta, che come ho già detto era il mio preferito fino a questo momento, in quanto anch'esso ha un taglio di frequenze simile al Klon, e con lo Shredmaster-come-lo-uso-io, che assomiglia a un TS9 con più bassi e meno medio alte: inizio facendo un suono che mi piace col Centaur (e direi che non c'è niente di più facile, visto che non suona mai male neanche con settaggi estremi!), poi cerco di rifarlo il più simile possibile con l'Alberta e infine con lo Shredmaster (che avendo 3 controlli interattivi ci si avvicina di più); li collego tutti e tre in fila e comincio i confronti; bè, sono stato a cercare e a smanettare per due ore, ma niente da fare! Gli altri due fanno comunque la figura delle Cenerentole di fronte al Centaur: per quanto li si possa spremere sembrano sempre due scatolette senza personalità; inutile dare più alti, più bassi, più medie ecc... i bassi, la chiarezza, l'organicità che ha il Klon non sono di quelli che si raggiungono con un'equalizzatore... e aggiungo purtroppo! (visto il prezzo).

Comunque, più che altro per curiosità, decido di farmi un giro su ebay per vedere se ce n'è qualcuno in vendita... sorpresa, ce ne sono due! Il primo non è acquistabile, perché il venditore non spedisce fuori dagli USA; inoltre è uno degli ultimi prodotti (quelli color argento senza la serigrafia del centauro) e avendo io apprezzato molto un "prima serie" non l'avrei comunque preso per non rischiare di trovarmi con qualcosa che suoni diversamente...
Il secondo è un prima serie, venditore tedesco (di solito piuttosto affidabili) con feedback 100%, senza prezzo di riserva: butto lì una prima offerta (intorno ai 150 euro), ma mancano ancora 7 giorni alla conclusione dell'asta e temo rialzi paurosi (poco male, tanto non sono proprio interessato interessato)
Per farla breve, prima della fine dell'asta la GAS ha avuto il sopravvento alla grande e l'ho acquistato al prezzo comunque non esorbitante (per questo pedale ovviamente!) di 430 euro.
Ormai ce l'ho da più di un mese ed è diventato IL punto fermo della mia pedaliera... almeno fino al prossimo attacco di GAS!
R&R a tutti e un grazie allo staff di accordo per la pazienza nell'editare i nostri deliri!

guitarlory

centaur effetti e processori klon
Mostra commenti     57
Altro da leggere
Chase Bliss Mood trasforma il suono con micro-loop e ambienti eterei
Life Pedal: distorsore, octaver e boost in serie limitata
MTG: distorsore Fender con mini-valvola
L’OCD torna alle origini in serie limitata
Digitali Boss nel piccolo formato: arriva la serie 200
Mooer GE300: multifx e synth con Tone Capture
Seguici anche su:
News
E' morto Andre Matos, storico vocalist degli Angra
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964