CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
PRS Studio - Chitarre settembre 2011
di [user #116] - pubblicato il

La ricerca della versatilità è stata un fattore determinante nell'evoluzione della chitarra elettrica negli ultimi decenni e senza dubbio Paul Reed Smith è uno dei pionieri in questo campo. Quando arrivarono sul mercato, le sue prime chitarre fecero scalpore per la scelta di compromesso fra i due grandi mondi, quello Fender e quello Gibson, creando immediatamente una divisione fra pragmatici e tradizionalisti, come spesso avviene nell'ambiente chitarristico.
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 

Una scala dalla misura a metà fra Fender e Gibson, pickup dal timbro versatile ma non troppo personale, costruzione impeccabile e grande comodità. Un quarto di secolo fà improvvisamente era quasi un obbligo per i professionisti possedere una di queste PRS, un modo per dimostrarsi aggiornati e in grado di affrontare qualsiasi situazione, magari in abbinamento a un piccolo, potente Boogie.
A distanza di tempo e dopo un sostanzioso ritorno dei gusti generali verso strumenti e suoni più caratterizzati, la casa americana presenta un catalogo in cui la versatilità viaggia di pari passo con design e timbriche molto più tradizionali e indirizzate. Basti pensare alle McCarty, alla lunga battaglia legale (vinta, fortunatamente) per poter utilizzare liberamente la forma single-cut, alla definizione di un vero e proprio modern vintage in grado di solleticare musicisti e collezionisti.
Ancora oggi possedere una PRS è motivo di prestigio, persino nel caso delle linee più economiche, intelligentemente gestite senza mai rinunciare ad alti livelli di qualità.
Il modello Studio presentato quest'anno riprende il filo della filosofia originale di Paul Reed Smith offrendo un'elettrica che promette di rispondere a quasi tutti i desideri del chitarrista esigente. Un manico veloce, la classica e affidabile leva PRS, un set di pickup particolarmente elastico, tutto contribuisce a creare un quadro invitante, come ben descritto sulla rivista di settembre. In particolare, i pickup Narrowfield - pur non rappresentando certo il primo caso di dual-coil in formato 'ristretto' - risultano convincenti nel ruolo di trait d'union fra mono-bobina e humbucking tradizionali, come risulta evidente nei video di Simone Gianlorenzi.

chitarre elettriche prs studio
Mostra commenti     60
Altro da leggere
50 anni di Rosewood Telecaster
Dweezil Zappa mostra la Rasta Guitar di Van Halen
Fender Stratocaster American Performer: perché si
​Pro Serie Monarkh: una single cut estrema
Fender: le prime CBS
Il palissandro potrebbe tornare
Seguici anche su:
News
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964