CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Mitch Walking Elk. Sangue Cheyenne, animo Blues
di [user #11299] - pubblicato il

casino65natural scrive: Che per suonare il blues non fosse necessario essere di colore e avere passato la giovinezza tra i campi di cotone, ormai lo sapevamo da anni, vedi i vari Clapton, Mayall, Stevie Ray Vaughan, ma anche i nostrani Fabio Treves, Paolo Bonfanti, Tolo Marton, tanto per citarne solo alcuni. Tuttavia per poter spaziare a 360° gradi nell'orizzonte della musica popolare nord americana, il fatto di essere un americano puro, cioè nativo americano, forse aiuta, come nel caso di Mitch Walking Elk, un indiano con la presenza di Elvis Presley e la voce di Roy Orbison.

Mitch è nativo dell'Oklahoma, è per metà Cheyenne e metà Arapaho, due tribù delle pianure che, assieme agli alleati Lakota (i Sioux dei film western), hanno dato parecchio filo da torcere nel XIX secolo all'uomo bianco, ma che dalla fine dell'800 vivono segregate nelle riserve indiane dopo esere state decimate in oltre mezzo secolo di guerre indiane.

Per i loro discendenti la vita è dura, la disoccupazione è all'80% e il tasso di alcolismo è alle stelle; per fortuna c'è chi, come Mitch, si guadagna da vivere suonando dell'ottimo country e blues da almeno un trentennio.

Mitch Walking Elk portraitMitch Walking Elk, classe 1951, ha iniziato a suonare negli anni '70 come cantante e chitarrista acustico in una country band chiamata Red Horse. Il suo primo album, Dreamer, risale alla metà degli anni '80. In occasione del suo esordio discografico, Mitch incide sue composizioni originali influenzate dal panorama musicale in cui si è formato: i cantautori country Marty Robbins e Jim Reeves, ma anche due miti del Rock'n'Roll, vale a dire Elvis e Roy Orbison, al cui modo di cantare Mitch si ispira.

Negli anni novanta pubblica due long playing: Ain't No simple Thing e Peace With Dignity, dove il country delle origini lascia spazio anche a contaminazioni rock, latino americane e blues. In tutti e tre i primi album, come nei successivi, rimane comunque un filo conduttore, vale a dire i temi affrontati dai testi. Mitch racconta la sua vita di nativo americano, e quella del suo popolo, con le problematiche che lo riguardano maggiormente: la dignità dei nativi, il rapporto con la Madre Terra, la storia delle nazioni indiane.

L'ascolto dei primi tre album, arrangiati dal musicista country Boyd Bristow, lascia presagire ad una maturazione artistica incipiente, fatto che puntualmente si verifica con l'album Indians del 2003.

Con la presenza di Wade Fernandez che arrichisce il prodotto finale anche dal punto di vista chitarristico, Mitch sforna un album maturo e fresco allo stesso tempo, in cui esplora diversi generi. Si va dal rock-blues di If they come in the morning, al funky di What U doing 2-nite, alle ballate country di Travelling Man e Indians, fino al bluegrass style di Chasing you. Un'anteprima delle otto canzoni di Indians è ascoltabile a questo indirizzo:

http://cdbaby.com/cd/walkingelk2

La consacrazione finale di Mitch Walking Elk arriva comunque nel 2005 quando Time for a woman, inciso nel 2004, vince il primo premio come miglior album blues all'Indian Summer Festival Music Award. Quest'ultimo CD è composto da sole 5 traccie, ma si conferma la stada intrapresa nel lavoro precedente, con un'impronta più bluesy. La titletrack è un classico blues lento in 12 battute, mentre You don't have to say a thing e I don't know why lasciano spazio a influenze rispettivamente rythm'n'blues e raggie. She ain't coming back e Boogietune/Play me a song sono uno shuffle e un boogie in Chicago style, con la tele di Wade che graffia e spinge le valvole.

Anche in questo caso è possibile ascoltare l'anteprima dei brani all'indirizzo:

http://cdbaby.com/cd/walkingelk

Per chi volesse acoltare Mitch Walking Elk dal vivo, l'appuntamento è per la sua unica data in Italia, sabato 7 luglio alle ore 21,00 alla Festa della Madre Terra, una manifestazione per la divulgazione della cultura e delle tradizioni dei nativi americani, che si terrà presso la località Casa del Romano, in comune di Fascia (GE). Maggiori notizie sul sito www.hunkapi.com nella sezione Madre Terra.

album
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Rolling Stones, esce il 19 Aprile il nuovo album
Simone Cristicchi, esce oggi l'album “Abbi cura di me”
Furor Gallico, nuovo album e tour in Italia.
Fiorella Mannoia, nuovo album e tour.
Simone Cristicchi, disponibile in pre-order “Abbi cura di me”
Seguici anche su:
News
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964